02 55 55 000 Lun-Sab 9.00-21.00

Allaccio gas e luce: costo di allacciamento e tempistiche per nuovo allaccio gas e luce

Allaccio gas e luce: costo di allacciamento e tempistiche per nuovo allaccio gas e luce
Le 3 cose da sapere:
  • Allaccio: è la procedura per collegare alla rete un nuovo impianto
  • Voltura: permette di cambiare l’intestatario di un contratto già attivo
  • Vuoi cambiare operatore? Non ci sarà alcuna interruzione del servizio

L’allaccio del gas e della luce consiste nell’installazione e nell’attivazione del contatore, una fase preliminare necessaria per avviare la fornitura. Il costo dell’allacciamento del gas e della luce è variabile, in base alla complessità dell’intervento e alla zona geografica, con tempistiche che possono andare da 10 a 60 giorni. Ecco come effettuare un allacciamento gas e luce completo senza contrattempi e in che cosa si differenzia rispetto alla voltura e al subentro.

Differenza tra allaccio, voltura e subentro

Un utenza energetica, legata alla fornitura di energia elettrica o gas, prevede una fase di allaccio, voltura e subentro.

L’allaccio consiste nel collegamento dell’impianto domestico alla rete esterna, un’operazione che prevede l’installazione del contatore, in base alla potenza del sistema, al tipo di utenza e alle esigenze del proprietario dell’immobile, l’impostazione della quantità di luce o gas in entrata e la verifica dell’omologazione dell’impianto.

Dopo l’installazione, al contatore viene assegnato un codice identificativo, POD per l’energia elettrica e PDR per il gas, che localizza l’indirizzo della fornitura e consente di inviare la bolletta. Durante questa prima fase, il contatore non è ancora in funzione. Per poterlo iniziare ad utilizzare è infatti necessario richiedere l’attivazione dell’utenza. A questo punto, a seconda dei casi, è possibile attivare l'utenza procedendo con una voltura o con un subentro.

La voltura permette di intestare a proprio nome una fornitura luce e gas già attiva.

Il cambio dell'intestatario della fornitura è un procedimento amministrativo che rientra generalmente nella prassi dell'affitto, qualora il vecchio inquilino non abbia deciso di chiudere le utenze di gas ed energia elettrica.

La voltura è un semplice cambio dell'intestatario della fornitura di energia e non prevede la chiusura del contatore luce e gas. Presenta inoltre il vantaggio di mantenere le condizioni economiche delle offerte luce e gas già attive, compresi eventuali blocchi del prezzo. Una procedura a parte è invece necessaria in caso di voltura delle utenze in caso di decesso.

Il subentro consiste invece nella riattivazione di una fornitura luce e gas che è stata chiusa.

Tale operazione è a carico di chi subentra e prevede un costo per la riattivazione del contatore. Una volta effettuato il subentro, sarà necessario attivare una nuova offerta luce e gas del mercato libero o del mercato tutelato.

Come richiedere l’allacciamento gas

Se nel nuovo appartamento non è presente il contatore del gas, bisogna necessariamente richiedere l’allaccio, un’operazione eseguibile sia con il fornitore dell’utenza che direttamente con il distributore e gestore della rete. La domanda deve essere inoltrata presso la compagnia energetica prescelta, inviando tutta la documentazione richiesta per l’installazione del contatore e l’attivazione del servizio.

Documenti necessari per allaccio gas

Per l’allacciamento del gas vanno inviati una serie di documenti al gestore delle rete oppure al fornitore. In quest'ultimo caso, il fornitore si occuperà dell’allaccio contattando il distributore. La domanda di allaccio deve contenere alcune informazioni indispensabili, tra cui il proprio nome e cognome, la data a il luogo di nascita, il numero del proprio codice fiscale e un documento d’identità valido (passaporto, patente di guida o carta d’identità).

Inoltre è necessario indicare l’indirizzo completo della fornitura, riportando il numero civico, l’appartamento, il CAP e il comune in cui è localizzata l’abitazione, allegando anche i propri recapiti telefonici e un indirizzo email. Bisogna anche fornire i dati relativi alla fornitura, quindi la potenza del contatore, la destinazione d’uso e il tipo di impiego. Infine è richiesta una dichiarazione sostitutiva con i dati catastali dell’immobile.

Costo allaccio gas

Il costo dell’alacciamento del gas non segue un tariffario fisso, ma è caratterizzato da una spesa variabile in base alla zona geografica di localizzazione dell’immobile, secondo le indicazioni del distributore locale. Più l'abitazione è lontana alla rete di dispacciamento, maggiore sarà il costo previsto per l'allaccio del contatore. 

In media il costo allaccio del contatore può andare da un minimo di 200€ fino a un massimo di 1.600€.

Oltre a questa spesa è necessario considerare anche il costo attivazione gas, infatti dopo l’installazione del contatore l’utenza non sarà ancora funzionante. Per finalizzare l’operazione bisogna attendere l’accertamento, una verifica di conformità dell’impianto, che prevede un costo per il cliente in base al tipo di utenza da attivare, compreso tra 47 e 70€. In alcuni casi le compagnie energetiche includono questa spesa all’interno del preventivo iniziale.

Tempi di attivazione del contatore gas

Le tempistiche d’installazione e attivazione del contatore del gas sono anch'esse variabili, tuttavia il distributore ha fino a 15 giorni lavorativi per inviare un preventivo dettagliato, oppure fino a 30 giorni per interventi particolarmente complessi. All’interno devono essere presenti tutti i costi dell’operazione, riportati in maniera chiara e trasparente, tra cui le spese per il nuovo allaccio gas, i procedimenti previsti e la durata della validità del preventivo.

Qualora la proposta sia in linea con le proprie esigenze, dopo l’accettazione del servizio, il distributore ha ulteriori 10 giorni di tempo per eseguire l’attivazione del contatore del gas (modello semplice classe G25), il cui conteggio parte dal momento della ricezione del preventivo firmato. Anche in questo caso, per i lavori più complessi, il distributore può prendersi fino a 60 giorni lavorativi per finalizzare l’installazione del contatore, concludendo l’allaccio del gas.

Come richiedere l’allaccio della luce

L’allaccio luce consiste nel collegamento di un immobile, solitamente di nuova costruzione o mai abitato fino a quel momento, con la rete di distribuzione dell’energia elettrica. In questo caso, quindi, viene installato un nuovo contatore, che permetterà di attivare la fornitura e contabilizzare il consumo energetico dell’abitazione.

La procedura per richiedere l'allaccio della corrente elettrica risulta essere abbastanza simile a quella per richiedere l'allaccio gas. La richiesta dell'allaccio della luce può essere inoltrata al distributore di energia oppure al fornitore luce ma sarà poi la società distributrice che potrà effettuare nel concreto l’allaccio, mentre il fornitore fungerà soltanto da intermediario tra il cliente e il distributore.

Documenti necessari per allaccio energia elettrica

Per richiedere un nuovo allaccio di energia elettrica bisogna presentare alcuni documenti, tra cui il proprio codice fiscale e un documento d’identità valido. Inoltre è necessario indicare, utilizzando un apposito modulo fornito dalla società interpellata, la potenza nominale di cui si ha bisogno (di solito 3 kW per le utenze domestiche), bassa o alta tensione (bassa tensione per abitazioni residenziali) e la destinazione d’utilizzo dell’utenza (prima o seconda casa).

Infine vanno indicati i propri dati anagrafici, come nome e cognome, data e luogo di nascita, indirizzo di residenza e di domicilio, i dati di localizzazione dell’utenza da attivare, indirizzo, CAP e comune dell’immobile, allegando anche un numero di telefono e un indirizzo di posta elettronica per i contatti.

Nel caso di attivazione di utenze multiple, ovvero di più contatori per case diverse, è necessario specificare i dati relativi ad ogni singola utenza.

Costo allaccio luce

Ugualmente all’allaccio del gas, anche per l’energia elettrica i costi dell’allaccio della luce sono piuttosto variabili, in base al tipo di utenza, alle caratteristiche tecniche dell’abitazione, alla difficoltà dell’installazione del contatore, alla distanza dell’immobile dalla rete locale e alla zona geografica.

In media il costo dell’allaccio della luce si aggira intorno ai 480-500€, con alcuni costi fissi come gli oneri amministrativi pari a 27,59€ e il contributo per la potenza dell’impianto pari a 69,22€ per kW.

Vi sono poi delle spese legate alla distanza della casa dalla rete, che aumentano con la lontananza dell’immobile dall’infrastruttura di distribuzione dell’energia elettrica. Ad esempio, solitamente, viene applicato un costo base di 184,11€ per distanze fino a 200 metri, una commissione aggiuntiva di 92,29€ per ogni 100 metri da 200 fino a 700 metri, mentre per distanze ulteriori entro 1.200 metri il costo è di 184€ per ogni 100 metri supplementari.

Tempi di attivazione del contatore luce

Le tempistiche di attivazione del contatore della luce dipendono dalla velocità del distributore, dall’invio del preventivo di spesa, dalla modalità scelta e dalla complessità dell’intervento.

Di norma dopo l’invio della richiesta al fornitore, questi contatta entro 2 giorni lavorativi il distributore, il quale fornisce un preventivo dettagliato entro 20 giorni lavorativi. Dopo ulteriori 2 giorni, tempo massimo affinché il fornitore giri al cliente la proposta. Se il preventivo viene accettato e riconsegnato firmato, è possibile attendere fino a 15 giorni lavorativi, in caso di installazione semplice del contatore, oppure fino a 60 giorni lavorativi per interventi complessi.

Infine per l’attivazione si devono aspettare un massimo di 5 giorni lavorativi, avviando finalmente la fornitura di energia elettrica. Complessivamente, per l’attivazione del contatore della luce ci possono volere fino a 45 giorni lavorativi, all’incirca due mesi, mentre per operazioni particolarmente complicate le tempistiche possono allungarsi fino a 90 giorni lavorativi, circa 3 mesi e mezzo.

Per questo motivo è consigliabile muoversi con anticipo, cercando di velocizzare il procedimento di installazione e attivazione. Qualora si volesse sottoscrivere un contratto luce e gas, per un immobile di nuova costruzione sprovvisto di contatori, è possibile realizzare la richiesta di allaccio contemporaneamente, ottimizzando i tempi di attesa. Inoltre ci si può rivolgere allo stesso operatore, semplificando l’iter burocratico e amministrativo della richiesta, comprese le successive fatturazioni della fornitura di gas e luce.

Migliori offerte gas del mese

Fornitore: Optima Spa
Prodotto: Optima Start Gas
Tipologia contratto: Prezzo fisso
Tipo di tariffa:
Prezzo/Smc:€ 0,2400
Prezzo/kWh:
Prezzo/kWh Fascia F1:
Prezzo/kWh Fascia F2-F3:
Pagamento:Addebito bancario, Bollettino
Spesa mensile: € 88,34 € 1.060,12/anno
Fornitore: SORGENIA SPA
Prodotto: Next Energy Gas
Tipologia contratto: Prezzo fisso
Tipo di tariffa:
Prezzo/Smc:€ 0,2080
Prezzo/kWh:
Prezzo/kWh Fascia F1:
Prezzo/kWh Fascia F2-F3:
Pagamento:Addebito bancario
Spesa mensile: € 88,85 € 1.066,24/anno
Fornitore: ENEL ENERGIA SPA
Prodotto: Certa per te Gas
Tipologia contratto: Prezzo fisso
Tipo di tariffa:
Prezzo/Smc:€ 0,2241
Prezzo/kWh:
Prezzo/kWh Fascia F1:
Prezzo/kWh Fascia F2-F3:
Pagamento:Addebito bancario, Bollettino
Spesa mensile: € 93,20 € 1.118,42/anno
*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze Tutti i preventivi gas

Energia: confronta le tariffe Fai un PREVENTIVO »
Vota la guida:
Valutazione media: 3,3 su 5 (basata su 74 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 12/12/2019 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Offerte confrontate

Con il comparatore di Facile.it puoi confrontare le offerte luce e gas e scegliere la tariffa migliore, risparmiando sulla bolletta!

Fornitori energetici

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it.

Fornitori gas e luce

Guide Gas e Luce

Guide Gas e Luce