02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

RC Professionale Commercialisti: la polizza migliore per te

  • 1 Compila un solo modulo
  • 2 Scopri il miglior prezzo
  • 3 Acquista online

La RC Professionale Commercialisti è obbligatoria?

Dal 13 agosto 2013 per i commercialisti iscritti all’Albo entra in vigore l’obbligo di stipulare una polizza assicurativa per la copertura della Responsabilità Civile Professionale, secondo il D.P.R. 137/2012 del 7 agosto 2012.

La polizza commercialisti può essere stipulata sia dal singolo libero professionista, sia a nome dello Studio Associato, dell'Associazione Professionale o della Società: in quest'ultimo caso, l'assicurazione per commercialista copre i partner, i collaboratori e tutti i soci solo per l’attività svolta in nome e per conto dello Studio Associato, dell’Associazione Professionale o della Società.

Cosa copre la RC Professionale Commercialisti?

Gli errori commessi nello svolgimento della professione potrebbero causare richieste di risarcimento da parte di terzi nei confronti dell’assicurato. La polizza di Responsabilità Civile Professionale tutela il commercialista in tutte le attività coperte dall’assicurazione e rimborsa le spese sostenute per eventuali provvedimenti giudiziali o di difesa dell’assicurato.

I principali inadempimenti all'origine di una richiesta di risarcimento sono:

  • mancata verifica di un invio telematico dei dati da parte di un collaboratore;
  • versamento tardivo dei contributi di un cliente;
  • errori nella dichiarazione dei redditi di un cliente.

Quali richieste di risarcimento copre la polizza?

La polizza di Responsabilità Civile Professionale avvocati copre solo le richieste di risarcimento avanzate contro l’assicurato durante il periodo di validità della polizza, anche se l’errore che l’ha generata è stato commesso prima della stipula dell'assicurazione, purché entro il periodo di retroattività. Se la polizza non viene rinnovata alla scadenza, le richieste di risarcimento non potranno più essere inoltrate all’assicurazione.

In assenza di circostanze note o sinistri negli ultimi 5 anni, nel premio base è inclusa una retroattività illimitata.

Esempi:

  • Il 25 giugno 2013 un commercialista iscritto all’Albo da 2 anni stipula una polizza RC professionale comprensiva di retroattività.
    L’assicurazione copre le richieste di risarcimento inoltrate dal 25 giugno 2013 fino alla scadenza dell’assicurazione, anche per errori o negligenze commessi in precedenza.
  • Il 25 giugno 2013 un commercialista rinnova una polizza RC professionale stipulata 5 anni prima, e successivamente riceve una richiesta di risarcimento per un errore commesso 7 anni prima.
    La richiesta di risarcimento verrà accettata, perché in caso di rinnovo il periodo di retroattività coincide con la copertura della prima polizza stipulata.
  • Il 25 giugno 2013 un commercialista va in pensione e non rinnova la sua assicurazione RC professionale. Dopo qualche mese, riceve una richiesta di risarcimento per una negligenza commessa nel gennaio 2012.
    La richiesta di risarcimento può essere accolta dall’assicurazione: la polizza infatti garantisce validità postuma se la richiesta è stata avanzata successivamente alla scadenza per eventi manifestatisi durante il periodo di validità della polizza stessa.
    La validità postuma della polizza è prevista anche in caso di morte o pensionamento dell’assicurato, sempre se comunicati subito o entro 15 giorni dalla scadenza della polizza. È escluso il caso di licenziamento.

Estensioni

Il commercialista può scegliere l’estensione per una delle seguenti attività:

  • Sindaco e Revisore dei Conti: il commercialista si tutela da richieste di risarcimento avanzate da terzi per negligenze o errori commessi nell’adempimento degli incarichi di Sindaco e di Revisore di Società o Enti;
  • componente del Consiglio di Amministrazione: l’assicurato sarà indenne da richieste di risarcimento avanzate da terzi per atti illeciti commessi durante lo svolgimento degli incarichi di membro del C.d.A. di una società;
  • predisposizione del Visto di conformità.

La polizza non copre le richieste di risarcimento derivanti da:

  • atti illeciti commessi prima della decorrenza della polizza, e di cui l’assicurato era a conoscenza;
  • atti illeciti commessi da un assicurato non iscritto all’Albo Professionale;
  • frode o atto doloso commesso dall’assicurato;
  • inosservanza di obblighi contrattuali volontariamente assunti dall’assicurato, insolvenza o fallimento, danni corporali o materiali, ingiuria e diffamazione, obbligazioni di natura fiscale, richieste di risarcimento avanzate da un soggetto che abbia una partecipazione diretta o indiretta dell’assicurato;
  • danni conseguenziali, ovvero i danni derivanti dalle perdite derivate dall’errato comportamento dell’assicurato;

Il massimale minimo è di 250.000 euro, ma è possibile scegliere una cifra più elevata.

Le franchigie dipendono dalle estensioni e dal fatturato.Per attività ordinaria, la franchigia è pari a:

  • Per attività ordinaria, la franchigia è pari a:
    • 500 euro per fatturati inferiori a 100.000 euro;
    • minimo 1.000 euro per fatturati superiori a 100.000 euro.
  • Per attività di Sindaco, la franchigia è pari a:
    • 2.000 euro per fatturati inferiori a 100.000 euro;
    • 5.000 euro per fatturati superiori a 100.000 euro.

L’assicurazione vale per le attività professionali svolte nell’Unione Europea, in Città del Vaticano e a San Marino.

Accedi con Facebook... (consigliato)

Oppure
...o con la tua email

Inserisci l'indirizzo utilizzato per il preventivo. Riceverai un'email che ti permetterà di visualizzare i tuoi preventivi.

Recupera i tuoi preventivi »