Serve assistenza?
02 55 55 222

Pignoramento della casa: quando è possibile?

9 giu 2021 | 4 min di lettura | Pubblicato da Castiglia M.

mutui_expert_speaks_pignoramento_della_casa_quando_e_possibile

Il pignoramento della casa avviene quando un debitore non riesce più a onorare gli impegni finanziari presi e il creditore avvia le procedure esecutive che, solitamente, si concludono con una vendita all’asta dell’immobile affinché, con il ricavato, il creditore possa rientrare in tutto o in parte delle sue spettanze.

Uno dei casi più comuni si verifica quando non si pagano le rate del mutuo e la banca chiede il pignoramento dell’immobile sul quale è stata iscritta l’ipoteca. Ma non solo.

Mutuo casa: trova il migliore

Chi può chiedere il pignoramento

Qualsiasi creditore può dare avvio a una procedura esecutiva: una banca, un privato o l’Agenzia delle Entrate, sebbene quest’ultima lo possa fare solo a determinate condizioni come previsto dalla legge 98/2013.

Pignorabilità della prima casa

Anche la prima casa, cioè l’abitazione nella quale si vive abitualmente, può essere pignorata dalla banca o da altri soggetti privati che vantano dei crediti. L’avvio delle procedure può avvenire qualunque sia l’entità del debito contratto. Se però si ha un debito nei confronti dell’Agenzia delle Entrate le cose cambiano.

Se il creditore è l'Agenzia delle Entrate

Si dice che il Fisco non possa pignorare la prima casa ma va chiarito che la definizione di prima casa, qualora il creditore sia lo Stato, cambia di significato.

Abitualmente con i termini ‘prima casa’ si intende l’abitazione principale, ovvero quella in cui si risiede abitualmente e dove si ha la residenza anagrafica. Parlando però di Agenzia delle Entrate e pignoramenti l’espressione assume un significato diverso.

Più precisamente, come ‘prima casa’ si intende infatti l’unica abitazione di proprietà. Questo significa che se si è proprietari di più immobili, il Fisco può pignorare anche l’abitazione principale. E’ però importante sapere che l’Agenzia delle Entrate può procedere al pignoramento solo se:

  • il debito nei confronti del Fisco supera i 120mila euro;

  • il valore totale degli immobili di proprietà è di almeno 120mila euro;

  • prima di procedere dà al debitore la possibilità di rimborsare il debito ratealmente.

L’immobile è invece impignorabile se sussistono contemporaneamente le seguenti condizioni:

  • l’immobile è l’unico di proprietà del contribuente;

  • non è di lusso;

  • è residenza anagrafica del debitore;

  • è accatastato come civile abitazione

Iscrizione dell’ipoteca da parte del Fisco

Il debitore ha 60 giorni di tempo dalla notifica delle cartelle esattoriali per rimborsare il dovuto. Se ciò non avviene e il debitore non si è opposto, l’Agenzia delle Entrate può iscrivere un’ipoteca sull’immobile, ma può farlo solo se il debito ammonta ad almeno 20mila euro. L’agente della riscossione ha l’obbligo di notificare al debitore il preavviso di iscrizione dell’ipoteca 30 giorni prima che la stessa venga effettuata.

Trascorsi sei mesi dall’iscrizione dell’ipoteca senza che il debito venga onorato, il Fisco può avviare le procedure per il pignoramento della casa.

Se il creditore è un privato

Il pignoramento della casa, anche se è l’unica di proprietà del debitore, e anche se ipotecata, è sempre possibile se il creditore è un privato: tanto che sia persona fisica, quanto che si tratti di persona giuridica come banche, finanziarie o altre società.

Tuttavia, per poter procedere è necessario che il creditore sia in possesso di un titolo esecutivo. Ad esempio, un decreto ingiuntivo, una sentenza emessa da un Giudice o una cambiale.

Il procedimento è lungo e comporta dei costi, pertanto non conviene agire se il debito è nell’ordine di poche centinaia o migliaia di euro.

Se la casa è cointestata

In caso di cointestazione, ad esempio con il coniuge, l’intero immobile può essere pignorato ma, una volta che l’immobile è stato venduto, il coniuge debitore ha l’obbligo di restituire all’altro comproprietario la quota del valore che gli spetta.

Prima di procedere alla vendita dell’intera abitazione, il giudice deve però valutare se ci sia la possibilità di frazionare l’immobile, espropriando solo per la quota che appartiene al debitore. Ricordiamo infine che il cointestatario non debitore ha la facoltà di opporsi al pignoramento.

Come bloccare il pignoramento

E’ possibile accordarsi con i creditori anche se la procedura di esecuzione forzata è già stata avviata. Lo strumento si chiama accordo transattivo e può essere di due tipi:

  • saldo e stralcio, quando il creditore rinuncia a una parte delle spettanze e il debitore si impegna a ripagare la rimanenza in un’unica soluzione o al massimo in tre rate;

  • dilazione, quando si dà la possibilità di rimborsare il debito a rate.

La proposta transattiva va comunicata dal debitore (o da un suo legale rappresentante) per iscritto all’avvocato del creditore. L a trattativa non sospende la procedura di pignoramento che va avanti sino all’eventuale raggiungimento dell’accordo.

Nel caso in cui i creditori siano più d’uno, l’accordo, per avere validità, deve essere firmato da tutti i soggetti coinvolti.

Autore
castiglia-masella

Giornalista professionista, collabora da diversi anni con il Sole 24 Ore (Casa24Plus, Mondo Immobiliare). In passato ha lavorato, tra gli altri, per Tempo Economico e Tgcom.

Ultime notizie Mutui

pubblicato il 30 maggio 2024
Case Green: cos'è il nuovo passaporto di ristrutturazione edilizia

Case Green: cos'è il nuovo passaporto di ristrutturazione edilizia

Introdotto dalla Direttiva europea "Case Green", in arrivo il passaporto di ristrutturazione: traccia nell’UE il percorso di un edificio verso efficienza energetica e sempre più basso impatto ambientale. Gli Stati, Italia inclusa, potranno renderlo obbligatorio per tutti gli immobili o alcuni.
pubblicato il 30 maggio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - mercoledì 29 maggio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - mercoledì 29 maggio 2024

Scopri i valori dei tassi EURIRS ed EURIBOR, aggiornati a ieri mercoledì 29 maggio 2024.
pubblicato il 29 maggio 2024
Le soluzioni mutuo BPER di fine maggio 2024

Le soluzioni mutuo BPER di fine maggio 2024

BPER Banca continua a offrire una gamma di soluzioni mutuo per soddisfare le esigenze finanziarie di chi desidera acquistare casa, ristrutturarla o rinegoziare il proprio mutuo. Con tassi di interesse competitivi e in promozione, e condizioni flessibili.
pubblicato il 29 maggio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - martedì 28 maggio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - martedì 28 maggio 2024

Tassi IRS ed EURIBOR: scopri gli ultimi valori disponibili di ieri martedì 28 maggio 2024.
pubblicato il 28 maggio 2024
La BCE abbasserà i tassi dei mutui? Cosa aspettarsi dalla prossima riunione

La BCE abbasserà i tassi dei mutui? Cosa aspettarsi dalla prossima riunione

Il prossimo 6 giugno si terrà la riunione della BCE in cui si deciderà se tagliare i tassi di interesse dopo due anni di politiche restrittive: quanto è probabile questo scenario? E quali saranno le conseguenze sui cittadini e non solo?
pubblicato il 28 maggio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - lunedì 27 maggio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - lunedì 27 maggio 2024

Scopri i valori dei tassi IRS ed EURIBOR: ecco gli ultimi dati disponibili di ieri lunedì 27 maggio 2024.
pubblicato il 27 maggio 2024
Ottieni uno sconto sul tasso mutuo coi mutui green di maggio 2024

Ottieni uno sconto sul tasso mutuo coi mutui green di maggio 2024

Il mutuo green è un mutuo che prevede l’acquisto o la costruzione di un immobile in classe energetica B o superiore, ma che si può richiedere anche per ristrutturare una casa. Permette di ottenere il mutuo con tassi scontati.
pubblicato il 27 maggio 2024
Quanto costa un mutuo a tasso variabile a maggio 2024

Quanto costa un mutuo a tasso variabile a maggio 2024

Può convenire stipulare un mutuo a tasso variabile a maggio 2024? Dai un'occhiata a queste 3 soluzioni che ti presentiamo oggi se stai pensando di richiedere un mutuo.
pubblicato il 27 maggio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - venerdì 24 maggio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - venerdì 24 maggio 2024

Tassi del mutuo: scopri l'ultimo aggiornamento disponibile di IRS ed Euribor, con i dati relativi a venerdì 24 maggio 2024.
pubblicato il 26 maggio 2024
3 mutui 100% con soluzioni convenienti a maggio 2024

3 mutui 100% con soluzioni convenienti a maggio 2024

Il mutuo 100% è il mutuo che copre l'intero valore dell'immobile, l’ideale per chi non dispone di liquidità e necessita di un finanziamento totale. Ecco i 3 migliori mutui al 100% di maggio 2024.
pubblicato il 25 maggio 2024
Le offerte per la surroga del mutuo a maggio 2024

Le offerte per la surroga del mutuo a maggio 2024

Su Facile.it spiccano tre proposte convenienti per la surroga del mutuo: scopriamo insieme le caratteristiche e i vantaggi di queste soluzioni.
pubblicato il 24 maggio 2024
Tasso fisso mutuo all'1,99% con la promozione Crédit Agricole di maggio 2024

Tasso fisso mutuo all'1,99% con la promozione Crédit Agricole di maggio 2024

Hai bisogno di un mutuo e cerchi il più conveniente? Scopri la promo mutui Crédit Agricole, valida per le domande di mutuo sottoscritte dall’8 aprile al 31 maggio 2024. La trovi su Facile.it accanto ai vantaggi offerti da Mutuo Greenback Crédit Agricole.

Guide ai mutui

pubblicato il 4 aprile 2024
Quanto posso chiedere di mutuo?

Quanto posso chiedere di mutuo?

Se stai pensando di acquistare una casa, probabilmente ti starai chiedendo quanto mutuo puoi permetterti e qual è l'importo massimo che puoi richiedere. Per scoprirlo, è fondamentale capire la tua disponibilità finanziaria.
pubblicato il 4 aprile 2024
Quali sono le formule matematiche per il calcolo del mutuo

Quali sono le formule matematiche per il calcolo del mutuo

Quando si deve richiedere un mutuo per acquistare casa, una delle principali preoccupazioni è comprendere in anticipo a quanto ammonteranno la rata e gli interessi. Scopriamo insieme come calcolarli.
pubblicato il 2 gennaio 2024
Mutuo under 36: guida completa 2024

Mutuo under 36: guida completa 2024

Le agevolazioni per i mutui under 36 subiranno importanti cambiamenti nel 2024. Ecco tutto ciò che c'è da sapere per i giovani che vogliono richiederlo quest'anno.
pubblicato il 20 giugno 2023
Comprare casa dai genitori o dai parenti (e perché è difficile!)

Comprare casa dai genitori o dai parenti (e perché è difficile!)

Cosa potrebbe succedere se un figlio volesse comprare la casa dei genitori o di altri parenti in generale? Questa cosa è permessa, ma non sempre le banche sono disposte ad offrire questo tipo di mutuo. Vediamo perché!
pubblicato il 13 febbraio 2023
Bonus Ristrutturazione 2024: tutte le informazioni

Bonus Ristrutturazione 2024: tutte le informazioni

Scopri di più sul bonus ristrutturazione 2024 e sugli sgravi fiscali concessi!
pubblicato il 15 dicembre 2022
Cos'è un mutuo e come funziona

Cos'è un mutuo e come funziona

Il mutuo è un prestito a lungo termine in cui un parte concede in prestito una somma di denaro ad un'altra. Vediamo come funziona e quali sono le sue caratteristiche.
pubblicato il 24 ottobre 2022
Mutuo cointestato: come funziona?

Mutuo cointestato: come funziona?

Il mutuo cointestato è un mutuo in cui due o più soggetti sottoscrivono lo stesso finanziamento e si impegnano congiuntamente a rimborsare l'importo delle rate. Il vantaggio principale di questa formula risiede nel fatto che le banche hanno una duplice garanzia di solvibilità e, in caso di mancato pagamento da parte di uno dei due debitori, possono rivalersi sull'altro per richiedere l'intero importo dovuto.
pubblicato il 28 giugno 2022
Come fare il cambio residenza a Roma

Come fare il cambio residenza a Roma

Fare il cambio residenza a Roma può essere complicato. Come farlo nel migliore dei modi? Ecco tutto quello che c'è da sapere, seguendo le procedure più comuni ed efficaci.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968