Serve assistenza?
02 55 55 222

Come funziona la proposta irrevocabile d’acquisto

5 mag 2021 | 4 min di lettura | Pubblicato da Castiglia M.

mutui_expert_speaks_come_funziona_proposta_irrevocabile_di_acquisto

La proposta irrevocabile di acquisto è una dichiarazione che un potenziale compratore presenta al venditore per esprimere la volontà di acquistare un determinato immobile a un determinato prezzo.

Nel documento viene generalmente indicata una scadenza che vincola esclusivamente il proponente per un certo tempo, meglio se non troppo lungo, mentre il venditore è libero di valutare altre offerte anche prima della scadenza indicata nell’atto.

Mutuo casa: trova il migliore

Cosa dice la legge

In pratica, il venditore è libero di cedere l’immobile ad altri soggetti, ma il potenziale acquirente non può rimangiarsi la parola data sino alla scadenza prestabilita. Dal punta di vista normativo, la proposta irrevocabile d’acquisto è disciplinata dall’art.1329 del Codice civile secondo il quale "se il proponente si è obbligato a mantenere ferma la proposta per un certo tempo, la revoca è senza effetto".

Di solito, insieme alla proposta irrevocabile d’acquisto, il proponente consegna al venditore, direttamente o tramite l’agente immobiliare, una certa somma a titolo di caparra o di acconto per dimostrare la serietà della proposta. La somma può essere versata attraverso un assegno non trasferibile o un bonifico intestato al venditore e resta in deposito, e in mano all’intermediario se la compravendita avviene tramite agenzia immobiliare, sino alla scadenza della proposta d’acquisto. In tutti i casi, è sempre consigliabile versare tale somma con strumenti tracciabili a dimostrazione del pagamento effettuato.

Cosa contiene la proposta irrevocabile d’acquisto

Se la casa si acquista tramite agenzia immobiliare, la proposta d’acquisto viene redatta su un modulo prestampato fornito dall’agenzia stessa. Il documento deve essere presentato per iscritto e, oltre ai dati del potenziale acquirente e del venditore, deve contenere:

  • la data di scadenza della proposta;
  • l’indicazione del prezzo di acquisto dell’immobile;
  • le modalità di pagamento;
  • le relative tempistiche (nell’eventualità che l’immobile sia in costruzione, è sempre meglio specificare che i pagamenti saranno legati allo Stato di avanzamento lavori (SAL);
  • i dati catastali e urbanistici dell’immobile e delle eventuali pertinenze;
  • la planimetria;
  • l’attestato di prestazione energetica (APE);
  • l’atto di provenienza del bene (rogito d’acquisto, donazione o successione) che comprovi la titolarità del venditore sull’immobile oggetto della proposta

Tutte queste informazioni si possono ottenere tramite una visura catastale o possono essere richieste all’agente immobiliare che può procurarsele direttamente dal venditore.

Se il bene viene acquistato tramite un intermediario (agenzia immobiliare o mediatore), nella proposta d’acquisto vanno inseriti:

  • i dati dell’intermediario;
  • l’entità della relativa provvigione;
  • l’entità delle spese incluse nella provvigione (ad esempio, le imposte);
  • l’indicazione del soggetto o dei soggetti che si faranno carico del pagamento della provvigione stessa.

Nel caso in cui, come succede spesso, per acquistare l’immobile si debba ricorrere a un mutuo, è bene subordinare la proposta di acquisto alla effettiva concessione del finanziamento da parte della banca.

Se la proposta viene accettata o non viene accettata

Se il venditore accetta, si può procedere con la vendita e, se la proposta è completa in tutti i suoi elementi, essa si trasforma automaticamente in preliminare di vendita. Se non lo è, o se nella proposta stessa è stata specificata la volontà di stipulare il preliminare in un secondo momento, il compromesso può essere formalizzato successivamente.

Se la proposta si trasforma in preliminare di vendita, il deposito versato assume la caratteristica di caparra confirmatoria e il relativo importo può essere detratto dal prezzo finale di acquisto.

Se il potenziale acquirente ci ripensa perde il deposito versato e deve inoltre pagare la mediazione all’agenzia immobiliare. Se, al contrario, è il venditore che non accetta la proposta, il deposito versato deve essere restituito totalmente al potenziale compratore. Quest’ultimo ha però la possibilità di presentare una nuova proposta d’acquisto a condizioni diverse.

A quanto ammonta la caparra

Normalmente la somma da versare a titolo di caparra cambia in base al valore dell’immobile. Generalmente è intorno al 10% del prezzo dell'immobile ma può variare a seconda degli accordi tra venditore e acquirente.

Caparra o acconto?

Il deposito consegnato per ‘fermare’ la casa può avere diverse forme e diverse sono le conseguenze per l’acquirente o per il venditore nel caso l’affare non andasse in porto.

Quando la somma viene versata a titolo di acconto sul prezzo di vendita, nel caso una delle due parti dovesse ritirarsi, non si va incontro ad alcuna penale o richiesta di risarcimento. L’acquirente torna in possesso della somma versata e tutto finisce lì;

Se il deposito è a titolo di caparra confirmatoria ed è l’acquirente che ci ripensa, l’acquirente perde la caparra che viene incassata dal venditore come risarcimento. Nel caso in cui sia inadempiente il venditore, l’acquirente ha diritto alla restituzione del doppio della caparra. Entrambe le parti, a fronte di una compravendita sfumata, hanno inoltre il diritto di ricorrere al Tribunale e il giudice può obbligare la parte inadempiente a onorare l’impegno preso e a risarcire il danno;

Nel caso si specifichi che la somma lasciata in deposito ha carattere di caparra penitenziale, le due parti possono recedere liberamente dall’accordo e il Tribunale non può obbligare l’inadempiente a rispettare il contratto. Tuttavia è previsto il pagamento di una penale prestabilita.

Se è il proponente a ritirarsi, il venditore incassa la penale, viceversa, se è il proprietario che non vuole più vendere, il potenziale acquirente ha il diritto di incassare il doppio della penale.

Autore
castiglia-masella

Giornalista professionista, collabora da diversi anni con il Sole 24 Ore (Casa24Plus, Mondo Immobiliare). In passato ha lavorato, tra gli altri, per Tempo Economico e Tgcom.

Ultime notizie Mutui

pubblicato il 18 maggio 2024
Confronto tassi mutuo prima casa a maggio 2024

Confronto tassi mutuo prima casa a maggio 2024

Che tu stia cercando un mutuo a tasso fisso o variabile, grazie al nostro comparatore abbiamo individuato per te i 3 migliori mutui prima casa di maggio 2024. Scopri la rata più bassa e le agevolazioni!
pubblicato il 17 maggio 2024
Tasso fisso mutuo all'1,99%: ultimi giorni per la promozione Crédit Agricole di maggio 2024

Tasso fisso mutuo all'1,99%: ultimi giorni per la promozione Crédit Agricole di maggio 2024

Se stai cercando un mutuo conveniente, scopri la promozione Crédit Agricole che ti offre un tasso mutuo fisso all'1,99%! Scopri tutti i dettagli in questo articolo.
pubblicato il 16 maggio 2024
I vantaggi di un mutuo a tasso variabile a maggio 2024

I vantaggi di un mutuo a tasso variabile a maggio 2024

Può convenire stipulare un mutuo a tasso variabile a maggio 2024? Dai un'occhiata a queste 3 soluzioni che ti presentiamo oggi se stai pensando di richiedere un mutuo.
pubblicato il 16 maggio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - mercoledì 15 maggio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - mercoledì 15 maggio 2024

Scopri gli ultimi dati disponibili dei tassi IRS ed Euribor, relativi a ieri mercoledì 15 maggio 2024.
pubblicato il 15 maggio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - martedì 14 maggio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - martedì 14 maggio 2024

EURIRS ed EURIBOR: ecco gli ultimi dati relativi ai tassi del mutuo, aggiornati a ieri martedì 14 maggio 2024.
pubblicato il 15 maggio 2024
3 mutui 100% con soluzioni convenienti a maggio 2024

3 mutui 100% con soluzioni convenienti a maggio 2024

Il mutuo 100% è il mutuo che copre l'intero valore dell'immobile, l’ideale per chi non dispone di liquidità e necessita di un finanziamento totale. Ecco i 3 migliori mutui al 100% di maggio 2024.
pubblicato il 14 maggio 2024
Quanto spesso è possibile effettuare un cambio di residenza

Quanto spesso è possibile effettuare un cambio di residenza

Vuoi cambiare residenza un’altra volta, ti è già capitato due volte. Ti chiedi: quante volte è possibile modificarla a livello anagrafico? Residenza e domicilio sono la stessa cosa? Cerchiamo di capire come stanno le cose e qual è il percorso da seguire per raggiungere l'obiettivo.
pubblicato il 14 maggio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - lunedì 13 maggio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - lunedì 13 maggio 2024

Scopri l'ultimo aggiornamento disponibile dei tassi del mutuo IRS ed Euribor, con i dati di ieri lunedì 13 maggio 2024.
pubblicato il 13 maggio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - venerdì 10 maggio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - venerdì 10 maggio 2024

Tassi del mutuo: scopri l'ultimo aggiornamento disponibile di IRS ed Euribor, con i dati relativi a venerdì 10 maggio 2024.
pubblicato il 12 maggio 2024
I mutui a tasso fisso di maggio 2024

I mutui a tasso fisso di maggio 2024

Se a maggio 2024 stai cercando un mutuo a tasso fisso, ti aiutiamo noi di Facile.it con questa selezione di mutui che puoi trovare sul nostro comparatore mutui online.
pubblicato il 11 maggio 2024
Le soluzioni mutuo ING Direct a maggio 2024

Le soluzioni mutuo ING Direct a maggio 2024

I mutui ING sono molto vantaggiosi, soprattutto Mutuo Green, un prodotto che consente di acquistare la prima o la seconda casa beneficiando di uno sconto sui tassi d’interesse. Facile.it, ti spiega come funziona il mutuo ING e i vantaggi a maggio 2024!
pubblicato il 10 maggio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - giovedì 9 maggio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - giovedì 9 maggio 2024

IRS ed Euribor: scopri l'ultimo aggiornamento disponibile dei tassi del mutuo di ieri giovedì 9 maggio 2024.

Guide ai mutui

pubblicato il 4 aprile 2024
Quanto posso chiedere di mutuo?

Quanto posso chiedere di mutuo?

Se stai pensando di acquistare una casa, probabilmente ti starai chiedendo quanto mutuo puoi permetterti e qual è l'importo massimo che puoi richiedere. Per scoprirlo, è fondamentale capire la tua disponibilità finanziaria.
pubblicato il 4 aprile 2024
Quali sono le formule matematiche per il calcolo del mutuo

Quali sono le formule matematiche per il calcolo del mutuo

Quando si deve richiedere un mutuo per acquistare casa, una delle principali preoccupazioni è comprendere in anticipo a quanto ammonteranno la rata e gli interessi. Scopriamo insieme come calcolarli.
pubblicato il 2 gennaio 2024
Mutuo under 36: guida completa 2024

Mutuo under 36: guida completa 2024

Le agevolazioni per i mutui under 36 subiranno importanti cambiamenti nel 2024. Ecco tutto ciò che c'è da sapere per i giovani che vogliono richiederlo quest'anno.
pubblicato il 20 giugno 2023
Comprare casa dai genitori o dai parenti (e perché è difficile!)

Comprare casa dai genitori o dai parenti (e perché è difficile!)

Cosa potrebbe succedere se un figlio volesse comprare la casa dei genitori o di altri parenti in generale? Questa cosa è permessa, ma non sempre le banche sono disposte ad offrire questo tipo di mutuo. Vediamo perché!
pubblicato il 13 febbraio 2023
Bonus Ristrutturazione 2024: tutte le informazioni

Bonus Ristrutturazione 2024: tutte le informazioni

Scopri di più sul bonus ristrutturazione 2024 e sugli sgravi fiscali concessi!
pubblicato il 15 dicembre 2022
Cos'è un mutuo e come funziona

Cos'è un mutuo e come funziona

Il mutuo è un prestito a lungo termine in cui un parte concede in prestito una somma di denaro ad un'altra. Vediamo come funziona e quali sono le sue caratteristiche.
pubblicato il 24 ottobre 2022
Mutuo cointestato: come funziona?

Mutuo cointestato: come funziona?

Il mutuo cointestato è un mutuo in cui due o più soggetti sottoscrivono lo stesso finanziamento e si impegnano congiuntamente a rimborsare l'importo delle rate. Il vantaggio principale di questa formula risiede nel fatto che le banche hanno una duplice garanzia di solvibilità e, in caso di mancato pagamento da parte di uno dei due debitori, possono rivalersi sull'altro per richiedere l'intero importo dovuto.
pubblicato il 28 giugno 2022
Come fare il cambio residenza a Roma

Come fare il cambio residenza a Roma

Fare il cambio residenza a Roma può essere complicato. Come farlo nel migliore dei modi? Ecco tutto quello che c'è da sapere, seguendo le procedure più comuni ed efficaci.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968