Serve assistenza?
02 55 55 5

In rialzo gli interessi dei mutui a tasso fisso: le ragioni

mutui news in rialzo gli interessi dei mutui a tasso fisso le ragioni

Sta per finire la stagione d’oro dei tassi d’interesse ai minimi storici?

Sembrerebbe di sì anche se per ora il trend al rialzo sta lievemente influenzando solo le soluzioni a tasso fisso.

La crescita, secondo gli analisti, sarà inoltre graduale con valori che rimarranno convenienti ancora per diversi mesi.

Mutui: ottieni il migliore per te
Mutui: ottieni il migliore per te

Perché sale il tasso fisso

Gli interessi applicati ai mutui a tasso fisso si calcolano sommando il valore dell’Eurirs, l’indice di riferimento per il fisso, a quello dello spread richiesto dalle banche.

Nel corso del 2021, l’Eurirs ha avuto un andamento altalenante e, comunque sia, considerando l’indice a 25 anni, è passato dal -0,02% degli inizi di gennaio 2021 all’attuale (4 novembre) 0,40%, determinando una lieve crescita dei tassi applicati dalle banche.

L’Eurirs è inoltre legato, oltre che ai Bund tedeschi, anche all’andamento dell’inflazione che, nell’Eurozona, sta registrando un forte aumento, soprattutto a causa dei rincari energetici: a settembre la crescita media su base annua è stata del +3,4% mentre in Italia lo stesso dato è pari al +2,5%. L’aumento dell’inflazione fa perciò temere ulteriori rialzi dell’indice nei prossimi mesi.

Il tasso variabile per ora è in salvo

Si mantengono invece su valori ai minimi storici gli interessi sui mutui a tasso variabile ancorati all’Euribor. Quest’ultimo, al contrario dell’Eurirs e qualunque sia la scadenza, resta infatti, dopo oltre cinque anni, ancora in terreno negativo. L’Euribor a 3 mesi, ad esempio, era pari a -0,56% agli inizi di gennaio 2021 ed è pari al -0,57% oggi.

Gli analisti stimano tuttavia che anche l’Euribor, da qui a settembre 2023, potrebbe crescere attestandosi sullo 0,3%, il ché determinerebbe anche una crescita dei tassi variabili.

Cosa ci si deve aspettare

Molto dipende sia dall’andamento dell’inflazione, il cui aumento è per molti esperti solo temporaneo, sia dalle decisioni della Bce (Banca centrale europea) che potrebbe decidere di aumentare i tassi di riferimento. Un’ipotesi, quest’ultima, che, stando a quanto dichiarato dalla presidente della Bce Christine Lagarde, sembra però essere stata accantonata almeno per tutto il 2022.

“La Bce – ha commentato al proposito Renato Landoni, Presidente Kìron Partner - continuerà a sostenere l’erogazione e a mantenere i livelli minimi almeno per tutto il primo semestre 2022. L’anno prossimo assisteremo a un lieve aumento dei tassi che rimarranno comunque ancora competitivi

Come dire che, nell’immediato, i mutui in Italia resteranno appetibili ma chi deve stipularne uno è meglio che si affretti. Soprattutto per quanto riguarda i tassi fissi che, nonostante i lievi rialzi, continueranno a essere vantaggiosi ancora per un po’ garantendo una rata conveniente per tutta la durata del mutuo.

Offerte Mutuo Acquisto prima casa

*Annuncio Promozionale, per tutte le informazioni relative a ciascun prodotto si prega di prendere visione di Informativa Trasparenza Mutui. Tutti i prodotti presenti sul comparatore sono da considerarsi assistiti da garanzia di ipoteca sull'immobile. Ti ricordiamo sempre di prendere visione delle Informazioni Generali sul Credito Immobiliare offerto ai consumatori nonché agli altri documenti di Trasparenza. Per verificare la soluzione adatta alle tue esigenze clicca su verifica fattibilità

Pubblicato da Castiglia Masella il 9 novembre 2021

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Mutuo Prima Casa

Confronta i nostri prodotti

Calcola rata mutuo
© 2022 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968