Serve assistenza?
02 55 55 5

Tassi d’interesse e inflazione: cosa aspettarsi

mutui news tassi interesse inflazione cosa aspettarsi

Negli ultimi mesi l’inflazione è cresciuta in modo considerevole, sia a causa della ripresa economica seguita alla pandemia, sia per il rincaro dei costi energetici.

L’aumento del carovita, registrato a febbraio, è, secondo le stime previsionali dell’Istat, del +5,7% su base annua.

Ben oltre l’obiettivo del 2% fissato dalla Banca centrale europea.

Mutuo casa: trova il migliore
Mutuo casa: trova il migliore

Perché i tassi potrebbero aumentare

La fiammata registrata dall’inflazione è stata giudicata inizialmente come un fenomeno transitorio che non sarebbe andato oltre il primo semestre 2022. Questa certezza ora non c’è più. Di conseguenza anche l’ipotesi di un rialzo dei tassi di interesse non è da scartare, il che influirebbe sul costo dei mutui e dei finanziamenti. Va però anche detto che l'inizio di una lenta risalita dei valori, a partire dalla fine di quest'anno, era già stato ampiamente previsto dagli analisti nei mesi scorsi.

Cosa succede se l'inflazione è alta

Quando l’inflazione e troppo alta e corre più veloce dell’aumento dei salari vuol dire che si riduce il potere d’acquisto di famiglie e imprese. Di conseguenza, vengono promosse manovre restrittive che favoriscono il risparmio e limitano gli investimenti, con il risultato che se la domanda diminuisce anche l’aumento dei prezzi tende a rallentare.

Il legame tra tassi e inflazione

Normalmente, per tenere sotto controllo l’inflazione, la Banca centrale europea interviene sui tassi d’interesse, utili a determinare il costo del denaro. Cioè li aumenta se l’inflazione corre e li diminuisce quando si vogliono incentivare gli investimenti e spingere l’economia. Siccome dal costo del denaro fissato dalla Bce dipendono i tassi di interesse applicati dalle banche sui finanziamenti è facile intuire il legame che intercorre tra mutui e inflazione.

Cosa aspettarsi per il tasso fisso

Chi sta già ripagando un mutuo a tasso fisso non deve preoccuparsi perché il tasso pattuito rimane invariato sino alla scadenza contrattuale. Chi invece è in procinto di chiederne uno può aspettarsi dei rialzi, come dimostrano i piccoli aumenti già registrati nei mesi scorsi. Tuttavia, gli interessi sui mutui a tasso fisso sono ancora convenienti e certamente più vantaggiosi di quanto potranno essere nei prossimi anni. Gli esperti consigliano tuttora il tasso fisso per non rischiare indesiderati aumenti delle rate negli anni a venire

Più rischi con il tasso variabile

Attualmente i mutui a tasso variabile sono più convenienti rispetto al fisso perché dipendono dall’indice Euribor che si mantiene ancora su valori negativi. Ma fino a quando? Il variabile presenta infatti margini di incertezza più ampi perché i coefficienti di riferimento sono condizionati dalle oscillazioni del mercato. Se l’inflazione continua a crescere è plausibile un loro aumento che andrà, quindi, a incidere sull’entità delle rate. Pertanto, se si vuole chiedere un mutuo, prima di scegliere è bene farsi due conti in funzione sia della durata del mutuo sia della propria situazione reddituale, valutando la propria capacità di assorbimento di eventuali rincari delle rate.

Offerte Mutuo Acquisto prima casa

*Annuncio Promozionale, per tutte le informazioni relative a ciascun prodotto si prega di prendere visione di Informativa Trasparenza Mutui. Tutti i prodotti presenti sul comparatore sono da considerarsi assistiti da garanzia di ipoteca sull'immobile. Ti ricordiamo sempre di prendere visione delle Informazioni Generali sul Credito Immobiliare offerto ai consumatori nonché agli altri documenti di Trasparenza. Per verificare la soluzione adatta alle tue esigenze clicca su verifica fattibilità

Pubblicato da Castiglia Masella il 7 marzo 2022

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Mutuo Prima Casa

Confronta i nostri prodotti

Calcola rata mutuo

Guide ai mutui

© 2022 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968