02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Le spese sul mutuo che possono essere portate in detrazione fiscale per il 2019

pubblicato da il 17 aprile 2019
Le spese sul mutuo che possono essere portate in detrazione fiscale per il 2019

Anche per quest’anno sarà possibile detrarre in dichiarazione dei redditi gli interessi passivi e gli oneri accessori del mutuo casa, dato che non sono state modificate, almeno per ora, le norme che regolano questa importante agevolazione fiscale.

Andiamo a riassumere quindi quali spese possono essere portate in detrazione fiscale nel 2019 relativamente al mutuo prima casa.

Chi è titolare di un mutuo prima casa può detrarre il 19% sugli interessi passivi, per un tetto massimo fissato a 4.000 euro e di conseguenza fino a 760 euro di risparmio alla voce Irpef. Per poter usufruire della detrazione è necessario che il mutuo casa riguardi un immobile già in uso come prima casa o da adibire a prima casa e quindi residenza principale entro 12 mesi dall’acquisto, e che il proprietario dell’immobile e l’intestatario del mutuo coincidano. Se rispettato questo ultimo requisito, è possibile la detrazione anche relativamente a un immobile di proprietà in uso a un familiare. La detrazione vale inoltre anche in caso di mutui ristrutturazione, per un tetto di 2.582,28 euro. 

L’agevolazione fiscale, oltre agli interessi passivi, si applica ad altri oneri accessori, tra questi l’onorario del notaio (relativamente al mutuo e non alla contestuale compravendita), alcune spese notarili come l’iscrizione dell’ipoteca, le commissioni bancarie pagate dal cliente, le spese di istruttoria e perizia, le imposte di registro, eventuali penalità relative all’estinzione anticipata del mutuo.

In aggiunta alle agevolazioni su interessi passivi e altri oneri accessori, va infine ricordato che in sede di dichiarazione dei redditi valgono ancora nel 2019 alcune importanti detrazioni relative alla ristrutturazione. Si può cioè ancora detrarre il 50% per spese fino a 96.000 euro, il 65% in caso di interventi di efficientamento energetico, il 50% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici in fase di ristrutturazione edilizia per un tetto massimo di spesa di 10.000 euro, il 36% sugli interventi in giardini, balconi e aree verdi su una spesa massima di 5.000 euro.

Offerte Mutuo a Tasso Fisso

Prodotto: Mutuo Giovani Fisso
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 0,60% (Tasso finito)
Tipo Tasso: Fisso
TAEG: 0,95%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 53.072,47
Rata mensile € 221,14
Prodotto: Mutuo Tasso Fisso
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 0,60% (Irs + 0,70%)
Tipo Tasso: Fisso
TAEG: 1,27%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 53.072,47
Rata mensile € 221,14
Prodotto: Hello! Home Fisso
Finalità: Acquisto prima casa
Importo: € 50.000
Tasso: 0,85% (Tasso finito)
Tipo Tasso: Fisso
TAEG: 1,11%
Durata: 20 anni
Costo totale: € 54.388,02
Rata mensile € 226,62

Annuncio Promozionale , per tutte le informazioni relative a ciascun prodotto si prega di prendere visione di Informativa Trasparenza Mutui. Tutti i prodotti presenti sul comparatore sono da considerarsi assistiti da garanzia di ipoteca sull'immobile. Foglio Informativo e Guida ai Tassi. Per verificare la soluzione adatta alle tue esigenze clicca su verifica fattibilità.

Mutuo casa: trova il migliore Calcolo rata mutuo »
Vota la news:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 5 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 14/10/2019 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Guide ai mutui

Guide Mutui