Serve assistenza?
02 55 55 222

Le undici strade per superare il caro rata dei mutui

11 set 2023 | 7 min di lettura | Pubblicato da Cristina B.

mutui news le migliori soluzioni surroga a giugno 2023 2

Non c’è solo la strategia concordata dal Ministero dell’Economia e dall’Associazione delle Banche Italiane per andare in soccorso alle famiglie alle prese con i rialzi delle rate dei mutui dovuti all’aumento del costo del denaro.

Tra le offerte esistenti delle banche ci sono già clausole e condizioni che, se non arrivano a prevedere il futuro, almeno diventano dei paracadute da poter utilizzare all’occorrenza.

Mutuo casa: trova il migliore
Mutuo casa: trova il migliore

Le soluzioni contro il caro rata

Gli strumenti messi in campo dal governo, come ad esempio l’accesso alla sospensione della rata con il fondo mutui Gasparrini o i mutui under 36, possono essere attivati solo a determinate condizioni (come ad esempio la perdita del lavoro o una determinata soglia Isee o tetto massimo di mutuo richiedibile), ma ci sono soluzioni a disposizione dei clienti delle singole banche per cui si può chiedere di modificare un aspetto del finanziamento facendo leva su durata o importo della rata, solo per stare più tranquilli e per avere più respiro.

L’importante, come ricorda l’ABI, è muoversi in tempo, per via delle regole europee: anche il ritardo nel versamento di una sola rata, trascorsi 90 giorni, fa diventare “cattivo pagatore” il cliente, impedendo, di fatto, interventi di dilazione della rata o di sostegno al momento di difficoltà.

Vediamo quindi le soluzioni presenti sul mercato nelle diverse offerte dei singoli istituti di credito che possono aiutare in un periodo di rincari. È da segnalare che queste possibilità sono spesso già comprese all’interno delle proposte di finanziamento e l’attivazione non determina una nuova discussione delle condizioni dei contratti, o in fase di stipula del mutuo si può chiedere se sia possibile prevedere una delle possibilità salvagente.

Il piano di ammortamento elastico

Nel memorandum di intesa di inizio luglio tra ABI e Ministero dell’Economia, una delle soluzioni proposte dall’ABI – che invitava le banche associate ad attuarla – aveva a che fare con piani di ammortamento più flessibili.

Alcuni prodotti, già in essere e presenti sul mercato, offrono la possibilità di sospendere fino a 12 rate con conseguente allungamento del piano di ammortamento. Bisogna tenere presente che gli interessi maturati durante il periodo di sospensione verranno ripartiti in quote uguali sulle rate di ammortamento a partire dalla prima rata successiva al periodo di sospensione, senza l’aggiunta di ulteriori interessi. Si dovrà dunque considerare che non si annullano gli interessi ma si spostano avanti.

Spesso questa clausola risulta utile per chi ha necessità di sospendere totalmente il pagamento per spese impreviste, oppure nel periodo in cui la casa acquistata non è ancora pronta e c’è in essere un affitto, o anche quando si hanno ulteriori spese come l'acquisto dei mobili. Con il caro rata per i mutui variabili diventa una ulteriore possibilità di ossigeno temporaneo.

Dopo un anno, salta la rata

È una possibilità prevista per chi, dopo un anno dall’inizio dell’ammortamento, decide di posticipare il pagamento totale di una rata. È prevista come opzione per una sola volta in tutta la durata del mutuo. Ideale per fronteggiare spese impreviste e spostare in un secondo momento il pagamento di una mensilità.

Dopo due anni, stop alla rata

Decorsi 24 mesi dall’inizio dell’ammortamento, permette la sospensione totale del pagamento delle rate, fino a un massimo di 12 mesi. Permette al cliente di sospendere il pagamento del mutuo anche per la quota interessi per un lungo periodo di tempo. Da prendere in considerazione nel momento di difficoltà economiche temporanee.

È una soluzione simile al fondo Gasparrini per la prima casa, gestito da Consap (società del Ministero dell’Economia), ma non vincolato a condizioni o richieste oggettive stringenti per l’accesso, come malattia, perdita di lavoro o riduzione dello stesso.

Sospendi quota

Anche questa opzione è vincolata al decorso e avvio del piano di ammortamento. In questo caso si fa riferimento a due anni, 24 mesi dall’inizio dell’ammortamento, e si prevede la sospensione del rimborso della quota capitale per 4 volte per un periodo massimo complessivo di 24 mesi. Questo permette di avere una rata inferiore per quel periodo, perché appunto composta di soli interessi e non di capitale, che poi andrà rimborsato con le rate successive.

Regola-mutuo

In questo caso si punta all’elasticità temporale del finanziamento e si offfre l’opzione, decorsi 24 mesi dall’inizio dell’ammortamento, di variare al rialzo o al ribasso, fino a un massimo di 5 anni, la durata originaria, per una sola volta nel corso del mutuo. Una soluzione che può essere utilizzata dal cliente che ha la possibilità economica di ridurre la durata del mutuo oppure al contrario, ha necessità di estendere questo periodo.

Pagamento solo interessi per 10 anni

In questo caso entra in gioco l’età come condizione per l’opzione. Per i clienti di età inferiore a 36 anni si offre la facoltà di pagare la sola quota interessi per un periodo compreso tra 1 e 10 anni dalla data di stipula. La durata del preammortamento finanziario è a scelta del cliente e non sono previste frazioni di anno.

Nel caso in cui il cliente abbia richiesto un periodo di preammortamento finanziario superiore a 1 anno, ha la facoltà, trascorsi 12 mesi dal pagamento regolare delle rate di preammortamento finanziario, di anticipare l’attivazione del periodo di ammortamento iniziando a rimborsare la quota capitale, mantenendo comunque invariata la scadenza del mutuo e quindi la durata complessiva originariamente stabilita.

L’ammontare del costo complessivo finale è influenzato dalla durata del preammortamento finanziario: più il periodo di preammortamento finanziario è lungo, maggiore è la somma totale di interessi che il cliente paga. Questa opzione permette al cliente di ritardare il pagamento del mutuo conservando il tasso in vigore nel periodo di stipula.

Importo +10% entro un anno

Spesso accade che in fase di acquisto il cliente non abbia la certezza dell’ammontare complessivo delle spese che dovrà sostenere e con questa opzione sul mutuo si può accedere ad un 10% in più senza vincoli sull’utilizzo. Infatti, è possibile richiedere un 10% aggiuntivo sull’importo del mutuo entro un anno dalla stipula, a patto che l’LTV dell’importo maggiorato del +10% non modifichi la fascia di LTV considerata inizialmente.

Mutuo in tasca

Un’opzione per chi ama tenere tutto sotto controllo e conoscere prima preventivi e importi. In questo caso non si deve neanche aver individuato l’immobile, ma è possibile conoscere in anticipo quanto la banca è disposta a finanziare, sulla base della rata massima sostenibile. Mutuo in Tasca offre inoltre ai clienti la possibilità di ottenere un anticipo dell’importo del mutuo per far fronte alle spese relative alla caparra, spese notarili e/o di intermediazione immobiliare.

Preammortamento

Si dà la possibilità, per un determinato periodo, di versare solo la quota interessi prima di iniziare l'ammortamento vero e proprio, in cui restituire oltre alla quota interessi anche quella capitale. Questa tipologia di opzione permette di ritardare il rimborso del capitale ricevuto e nel mentre stipulare un contratto di mutuo accedendo alle condizioni vigenti.

Prestito agevolato per under 36

È la possibilità di avere un prestito agevolato per i clienti under 36 in aggiunta al mutuo e consente di finanziare gli oneri accessori al mutuo (spese notarili, spese di intermediazione immobiliare) con un TAN del 7,50% e zero spese di istruttoria. Ideale per clientele giovani con ridotta liquidità.

Prodotto con rata costante

È una tipologia di mutuo particolare dove la somma tra quota capitale e quota interessi rimane uguale per tutta la durata del mutuo. L'elemento che cambia in questo caso è la durata e permette al cliente che sceglie questo tipo di opzione di sapere sempre quanto andrà a pagare mensilmente nonostante il tasso di riferimento sia un tasso variabile.

Le proposte Abi e Mef

Come si è già avuto modo di illustrare, infine, l’ABI ha invitato le proprie banche associate a offrire delle formule di allungamento della durata del mutuo, cambiare il tasso da variabile a fisso in maniera più semplificata e concedere più facilmente le surroghe, per dare un sostegno alle famiglie alle prese con i mutui variabili e con i rincari delle rate.

Come abbiamo visto, le formule a disposizione per alleggerire il pagamento del mutuo sono davvero tante, e spesso non è semplice districarsi fra le varie opzioni. In questi casi è sempre utile richiedere una consulenza a chi segue la pratica del proprio finanziamento. Gli esperti di Facile.it offrono gratuitamente questo servizio, seguendo il cliente lungo tutto l’iter di richiesta del mutuo e illustrando la soluzione di alleggerimento rata più idonea per il consumatore.

Mutuo casa: trova il migliore
Autore
cristina-bartelli

Giornalista professionista dal 2004 e vicecaporedattore per ItaliaOggi, scrive del Fisco in ogni sua forma. Ha fatto incursioni su Classcnbc e Tgcom per raccontare le novità di manovra di bilancio, sanatorie fiscali e storie di elusione.

Ultime notizie Mutui

pubblicato il 28 febbraio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor del 27 febbraio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor del 27 febbraio 2024

Scopri gli ultimi valori disponibili, aggiornati a ieri 27 febbraio 2024, relativi ai tassi EURIRS ed EURIBOR del mutuo.
pubblicato il 27 febbraio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor del 26 febbraio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor del 26 febbraio 2024

Aggiornamento EURIRS ed EURIBOR: scopri gli ultimi valori disponibili, aggiornati a ieri 26 febbraio 2024, relativi ai tassi del mutuo.
pubblicato il 26 febbraio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor del 23 febbraio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor del 23 febbraio 2024

Aggiornamento tassi mutuo: scopri l'andamento di EURIRS ed EURIBOR e verifica gli ultimi valori disponibili relativi al 23 febbraio 2024.
pubblicato il 2 febbraio 2024
I tassi su un mutuo giovani da 175.000€ a febbraio 2024

I tassi su un mutuo giovani da 175.000€ a febbraio 2024

Trovare il mutuo prima casa diventa facile grazie al nostro comparatore con cui confrontare tassi e rate! Ecco una panoramica di mutui prima casa convenienti per giovani a febbraio 2024!
pubblicato il 23 febbraio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor del 22 febbraio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor del 22 febbraio 2024

Scopri l'andamento tassi EURIRS ed EURIBOR e verifica gli ultimi valori disponibili aggiornati a ieri 22 febbraio 2024.
pubblicato il 22 febbraio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor del 21 febbraio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor del 21 febbraio 2024

Andamento tassi EURIRS ed EURIBOR: gli ultimi valori disponibili aggiornati a ieri 21 febbraio 2024.
pubblicato il 21 febbraio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor del 20 febbraio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor del 20 febbraio 2024

EURIRS ed EURIBOR: scopri gli ultimi valori disponibili dei tassi dei mutui, aggiornati a ieri 20 febbraio 2024.
pubblicato il 26 febbraio 2024
I 3 migliori mutui a tasso variabile di febbraio 2024

I 3 migliori mutui a tasso variabile di febbraio 2024

A febbraio 2024 conviene il mutuo a tasso variabile? Nell'articolo di oggi abbiamo effettuato una simulazione per vedere quanto valgono i tassi di interesse sui mutui a tasso variabile.
pubblicato il 27 febbraio 2024
La Cassazione dice sì al rimborso degli interessi dei mutui variabili

La Cassazione dice sì al rimborso degli interessi dei mutui variabili

La Cassazione ha stabilito il diritto dei cittadini al rimborso degli interessi pagati in eccesso nel 2005-2008 per i mutui con tasso variabile. Nel caso di un mutuo di 200.000 euro si può ottenere un rimborso tra 12 e 14.000 euro.
pubblicato il 20 febbraio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor del 19 febbraio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor del 19 febbraio 2024

Scopri gli ultimi valori relativi all'andamento dell'EURIRS ed EURIBOR, aggiornati a ieri 19 febbraio 2024.
pubblicato il 22 febbraio 2024
Promozione tassi BPER mutuo prima e seconda casa a febbraio 2024

Promozione tassi BPER mutuo prima e seconda casa a febbraio 2024

Vuoi richiedere un mutuo prima casa o seconda casa? Per accedere a condizioni convenienti e risparmiare sulla rata, scopri questa fantastica promozione lanciata da BPER a tassi d’interesse convenienti, sui mutui dai 20 ai 30 anni.
pubblicato il 19 febbraio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor del 16 febbraio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor del 16 febbraio 2024

Quali sono gli ultimi valori disponibili di EURIRS ed EURIBOR? Ecco i dati aggiornati al 16 febbraio 2024.

Guide ai mutui

pubblicato il 2 gennaio 2024
Mutuo under 36: guida completa 2024

Mutuo under 36: guida completa 2024

Le agevolazioni per i mutui under 36 subiranno importanti cambiamenti nel 2024. Ecco tutto ciò che c'è da sapere per i giovani che vogliono richiederlo quest'anno.
pubblicato il 20 giugno 2023
Comprare casa dai genitori o dai parenti (e perché è difficile!)

Comprare casa dai genitori o dai parenti (e perché è difficile!)

Cosa potrebbe succedere se un figlio volesse comprare la casa dei genitori o di altri parenti in generale? Questa cosa è permessa, ma non sempre le banche sono disposte ad offrire questo tipo di mutuo. Vediamo perché!
pubblicato il 13 febbraio 2023
Bonus Ristrutturazione 2023: tutte le informazioni

Bonus Ristrutturazione 2023: tutte le informazioni

Scopri di più sul bonus ristrutturazione 2023 e sugli sgravi fiscali concessi!
pubblicato il 15 dicembre 2022
Cos'è un mutuo e come funziona

Cos'è un mutuo e come funziona

Il mutuo è un prestito a lungo termine in cui un parte concede in prestito una somma di denaro ad un'altra. Vediamo come funziona e quali sono le sue caratteristiche.
pubblicato il 24 ottobre 2022
Mutuo cointestato: come funziona?

Mutuo cointestato: come funziona?

Il mutuo cointestato è un mutuo in cui due o più soggetti sottoscrivono lo stesso finanziamento e si impegnano congiuntamente a rimborsare l'importo delle rate. Il vantaggio principale di questa formula risiede nel fatto che le banche hanno una duplice garanzia di solvibilità e, in caso di mancato pagamento da parte di uno dei due debitori, possono rivalersi sull'altro per richiedere l'intero importo dovuto.
pubblicato il 28 giugno 2022
Trasloco a Roma: prezzi medi e consigli

Trasloco a Roma: prezzi medi e consigli

Vivere a Roma offre molte opportunità. Tuttavia, traslocare in questa capitale ricca di storia potrebbe non essere semplice; ecco allora una piccola guida su come fare il trasloco a Roma.
pubblicato il 28 giugno 2022
Trasloco a Milano: costi e consigli

Trasloco a Milano: costi e consigli

Milano è una città vivace e alla moda, fulcro di eventi mondani ma anche lavorativi. Non è raro che, per lavoro, ci sia la necessità di spostarsi nel capoluogo lombardo. Ma come fare il trasloco a Milano? Ecco qualche consiglio.
pubblicato il 28 giugno 2022
Come organizzare un trasloco

Come organizzare un trasloco

Organizzare un trasloco può essere sempre molto difficile. Vuoi scoprire come fare? Allora continua a leggere l'articolo e segui tutti i consigli per trasferirti in totale serenità.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968