Serve assistenza?
02 55 55 222

Bonus casa 2024: come risparmiare sull’acquisto o la ristrutturazione di un immobile

15 feb 2024 | 7 min di lettura | Pubblicato da Cristina B.

facile.it/images/Adobe Stock 296123914

Chi acquista casa o è alle prese con una ristrutturazione potrà approfittare nel 2024 di serie di bonus, sconti fiscali ed agevolazioni. Dalla ristrutturazione ordinaria al 50%, alla revisione del bonus barriere architettoniche, passando per i mutui, cerchiamo di capire quali sono le misure in vigore che possono rendere conveniente acquistare o ristrutturare un immobile.

Mutuo casa: trova il migliore
Mutuo casa: trova il migliore

Bonus ristrutturazione: dal superbonus al rifacimento ordinario

Quello conosciuto come superbonus perde la maxi agevolazione del 110% e rimane con aliquota al 70%. La modalità di utilizzo dello sconto fiscale è solo quello della detrazione: niente più cessione del credito o sconto in fattura. Sono gli effetti delle ulteriori modifiche introdotte alla travagliata misura con il decreto legge 212/2023, su cui il Parlamento sta intervenendo per la definitiva approvazione in legge nel mese di febbraio 2024.

Il superbonus resta in vigore per determinati edifici: condominii e i proprietari di edifici da 2 a 4 unità immobiliari. I massimali dell’agevolazione sono differenti a seconda dello specifico intervento. L’aliquota del 110% rimane solo per interventi effettuati in comuni dei territori colpiti da eventi sismici verificatisi a far data dall’1.4.2009 dove sia stato dichiarato lo stato di emergenza.

Per il 2024, i lavori di ristrutturazione sono scontati con il 70% attraverso procedure rigorose (asseverazioni e invio documentazione anche all’Enea) e mediante la restituzione in detrazione degli importi su dieci anni. Il bonus casa tradizionale è per il solo 2024 ancora con l’aliquota al 50% per un massimale di spesa pari a 96.000 euro per unità immobiliare. Nel 2025, a meno di rinnovo della misura,  si tornerà al 36%.  Con la misura attualmente in vigore, è possibile fare manutenzione ordinaria e straordinaria di ristrutturazione con importi fino a 96 mila euro, per i quali si potrà ottenere una detrazione del 50% che sarà restituita in dichiarazione dei redditi per i prossimi 10 anni.

Bonus barriere architettoniche delimitato

Continua per il 2024 la normativa di agevolazioni per gli interventi di rimozione delle barriere architettoniche, ma con delle modifiche in corso di approvazione dal parlamento. Si continuerà ad applicare ma a interventi specifici quali scale, rampe, installazioni di ascensori, servo scala e piattaforme elevatrici. Le spese dovranno essere saldate solo ed esclusivamente con bonifico parlante in modo tale da ottenere la detrazione fiscale. Sarà necessaria poi una asseverazione rilasciata dai tecnici abilitati.

Scompare dal 2024 la possibilità di avvalersi dello sconto in fattura o della cessione del credito. L’aliquota di agevolazione resta del 75% ma, come detto, ristretta a specifici interventi. Lo sconto in fattura e la cessione del credito restano applicabili per le spese sostenute in relazione agli interventi per i quali, in data antecedente al 30 dicembre 2023, risulti presentata la richiesta del titolo abilitativo. Si applica anche dove sono già iniziati i lavori oppure, nel caso in cui i lavori non siano ancora iniziati, sia già stato stipulato un accordo vincolante tra le parti per la fornitura dei beni e dei servizi oggetto dei lavori e sia stato versato un acconto sul prezzo.

Sisma bonus

Per i lavori finalizzati a migliorare la resa antisismica degli edifici, è prevista una detrazione di imposta con aliquota variabile dal 50 all’85%, che arriva a coprire il massimale di spesa pari a 96 mila euro per unità immobiliare.

Bonus mobili

Per chi effettua una ristrutturazione edilizia, accanto agli sconti fiscali dei lavori è previsto in aggiunta uno sgravio fiscale sull’acquisto di mobili, per un massimale di spesa pari a 5 mila euro. Si potrà portare in detrazione il 50% del costo.

Bonus verde

Consiste in uno sconto del 36% su spese per giardini e terrazzi per importi massimi fino a 5000 euro. Le spese dovranno essere documentate da fattura e pagamenti tracciati. Rientrano nel beneficio più nel dettaglio: sistemazione del verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni; realizzazione di impianti di irrigazione; realizzazione di pozzi; realizzazione di coperture a verde di giardini pensili.

Tra le spese per le quali è ammessa la detrazione, sono comprese anche quelle per la progettazione e la manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi sopra elencati.

Agevolazioni prima casa

L'attuale normativa prevede una serie di agevolazioni fiscali finalizzate a favorire l’acquisto di immobili da destinare ad abitazione principale. Sono ridotte sia l’imposta di registro, se si acquista da un privato, sia l’Iva, se si acquista da un’impresa. Inoltre non sono dovuti imposta di bollo, tributi speciali catastali e tasse ipotecarie sugli atti assoggettati all’imposta di registro e quelli necessari per effettuare gli adempimenti presso il catasto e i registri immobiliari.

Valgono per tutti, anche coloro che richiedono un mutuo prima casa, a prescindere dall'età e dal reddito, la riduzione dell’imposta di registro dal 9% al 2% in caso di acquisto da privato, e dal 22% al 4% in caso di acquisto dal costruttore. Le imposte ipotecarie e catastali ammontano a 50 euro l'una nel primo caso, e a 200 euro l'una nel secondo, al quale si aggiunge l'imposta di registro di ulteriori 200 euro.

Il futuro dei bonus edilizi tra PNRR e Direttiva case green

Una riforma articolata dei bonus casa e diverse novità sono attese entro la metà dell’anno. Qualche traccia di quali potranno essere gli interventi si ritrova nelle dichiarazioni del ministro dell’ambiente Gilberto Pichetto Fratin e in un'indagine conoscitiva depositata in commissione bilancio della camera. Si ritiene conclusa la stagione dei maxi interventi con aliquote al 110% per tutti: il nuovo piano di incentivi per l’edilizia sarà selettivo, rivolto cioè a obiettivi definiti sia per reddito dei contribuenti sia per finalità di intervento.

Si sosterranno interventi sulle prime case con priorità ai lavori da fare per migliorare le classi energetiche basse e portarle a migliorare. La direttiva Epbd (Energy performance of building directive), introdotta dall'UE, prevede che gli immobili residenziali dovranno essere non meno di classe E entro il 2027, per passare a quella D entro il 2030. Per i redditi bassi, l’intervento potrebbe anche arrivare a prevedere un'aliquota del 100%, mantenendo anche cessione del credito e sconto in fattura.

Mutui green

Il 2024 sarà l’anno dei mutui green? Secondo Facile.it, le soluzioni di mercato per queste tipologie di intervento rendono la misura un’osservata speciale. Per le condizioni dei tassi fissi di gennaio 2024, i mutui green sono addirittura più convenienti se si guarda all’offerta green delle banche, vale a dire quei prodotti di finanziamento destinati normalmente ad immobili di classe energetica A o B ma che, in alcuni casi, vengono estesi anche a quelli in classe C.

Prendendo in considerazione un finanziamento standard (126.000 euro da restituire in 25 anni e a fronte di un LTV del 70%), calcola Facile.it, i migliori tassi fissi per un mutuo green prima casa partono addirittura da 2,55%, con una rata mensile pari a 572 euro.

Surroghe green

Altro dato interessante riguarda le surroghe, legate a un passaggio a soluzioni green. Le cosiddette surroghe green sono finanziamenti destinati ai proprietari di abitazione in classe energetica A o B che vogliono cambiare banca; in questo caso i tassi fissi agevolati scendono ulteriormente, fino ad arrivare al 2,45%.

Dati alla mano, il potenziale risparmio è notevole, soprattutto per chi ha un mutuo a tasso variabile di recente sottoscrizione; sempre ipotizzando un finanziamento standard, il mutuatario potrebbe abbattere la rata fino al 25%, portandola dagli attuali 750 euro a circa 570 euro, con un risparmio di quasi 180 euro.

Mutui green per acquistare casa

Nel frattempo si moltiplicano le offerte da parte delle banche di soluzioni di finanziamento per l’acquisto di immobili ad alta efficienza energetica (classi energetiche A, B, C). Si tratta di proposte che, al netto delle differenze tra singolo istituto, offrono ad esempio una riduzione dei tassi di interesse applicati.

Possono trovarsi soluzioni di mutui green a tasso fisso e a tasso variabile, e i piani di rimborso hanno durata diversa a seconda della banca. Si può arrivare a coprire il finanziamento per una quota massima dell’80% e, in alcuni casi, fino al 100% del valore dell’immobile.

Ristrutturazione casa

Svincolati dall’acquisto, esistono anche soluzioni di finanziamento per ristrutturare l’abitazione, con l’obiettivo di migliorarne l’efficienza energetica. Anche in questo caso, le soluzioni sono a tasso fisso o variabile. Secondo quanto previsto dalla normativa europea, i lavori di ristrutturazione devono garantire un miglioramento delle performance energetiche.

Mutuo casa: trova il migliore
Autore
facile.it/publishers/cristina-bartelli

Giornalista professionista dal 2004 e vicecaporedattore per ItaliaOggi, scrive del Fisco in ogni sua forma. Ha fatto incursioni su Classcnbc e Tgcom per raccontare le novità di manovra di bilancio, sanatorie fiscali e storie di elusione.

Ultime notizie Mutui

pubblicato il 12 aprile 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - giovedì 11 aprile 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - giovedì 11 aprile 2024

Ecco gli ultimi valori aggiornati dei tassi Eurirs ed Euribor, relativi a ieri giovedì 11 aprile 2024.
pubblicato il 12 aprile 2024
Tasso fisso mutuo all'1,99% con la promozione Crédit Agricole di aprile 2024

Tasso fisso mutuo all'1,99% con la promozione Crédit Agricole di aprile 2024

Hai bisogno di un mutuo e cerchi il più conveniente? Scopri la promo mutui Crédit Agricole, valida per le domande di mutuo sottoscritte dall’8 aprile al 31 maggio 2024. La trovi su Facile.it accanto ai vantaggi offerti da Mutuo Greenback Crédit Agricole.
pubblicato il 11 aprile 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - mercoledì 10 aprile 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - mercoledì 10 aprile 2024

Tassi dei mutui: scopri gli ultimi valori aggiornati di Eurirs ed Euribor relativi a ieri mercoledì 10 aprile 2024.
pubblicato il 10 aprile 2024
Mercato Mutui: come si è chiuso il 2023 e le previsioni per il 2024

Mercato Mutui: come si è chiuso il 2023 e le previsioni per il 2024

In questo approfondimento, Paolo Cianni, consulente esperto di mutui in Facile.it, fa il punto sul mercato dei mutui e ci racconta come si è chiuso il 2023 e quali sono le previsioni per il 2024.
pubblicato il 10 aprile 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - martedì 9 aprile 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - martedì 9 aprile 2024

Scopri gli ultimi valori dei tassi Eurirs ed Euribor, aggiornati a ieri martedì 9 aprile 2024.
pubblicato il 9 aprile 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - lunedì 8 aprile 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - lunedì 8 aprile 2024

Eurirs ed Euribor: scopri gli ultimi valori dei tassi dei mutui, aggiornati a ieri lunedì 8 aprile 2024.
pubblicato il 12 aprile 2024
Bonus mutuo 2024, ecco chi lo può ottenere e quanto si riceve

Bonus mutuo 2024, ecco chi lo può ottenere e quanto si riceve

È stata prevista dal Governo una detrazione fiscale che può arrivare fino a 760 euro. È destinata a chi sottoscrive un mutuo ipotecario per comprare una casa. Per averla, è indispensabile che il beneficiario trasferisca lì la sua residenza entro 12 mesi dall'acqusto.
pubblicato il 11 aprile 2024
Calcolo mutuo al 100% per 200.000€ ad aprile 2024

Calcolo mutuo al 100% per 200.000€ ad aprile 2024

Quando si è alla ricerca di un mutuo, trovare la soluzione più adatta alle proprie esigenze può risultare difficile. Tuttavia, è possibile individuare offerte vantaggiose che consentono di realizzare il sogno dell'acquisto immobiliare con il minor impatto possibile sul proprio budget.
pubblicato il 9 aprile 2024
I tassi di interesse sui mutui a tasso variabile ad aprile 2024

I tassi di interesse sui mutui a tasso variabile ad aprile 2024

Vuoi acquistare casa e non sai se optare per un mutuo a tasso variabile? Su Facile.it, leader nel confronto di mutui online, ti presentiamo le tre migliori soluzioni a tasso variabile del momento. Ecco la rata calcolata, i tassi d’interesse e le condizioni delle migliori banche.
pubblicato il 8 aprile 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - venerdì 5 aprile 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - venerdì 5 aprile 2024

Tassi dei mutui Eurirs ed Euribor: scopri gli ultimi valori disponibili, relativi a venerdì 5 aprile 2024.
pubblicato il 7 aprile 2024
I tassi su un mutuo 100% da 190.000€ ad aprile 2024

I tassi su un mutuo 100% da 190.000€ ad aprile 2024

Grazie ai recenti ribassi dei tassi sui mutui, anche il mutuo 100% è diventato più vantaggioso, in particolare i mutui a tasso fisso. Se sei in cerca di un mutuo 100% prima casa puoi trovarlo su Facile.it!
pubblicato il 6 aprile 2024
La media aggiornata dei tassi Irs ed Euribor sui mutui ad aprile 2024

La media aggiornata dei tassi Irs ed Euribor sui mutui ad aprile 2024

Se stai pensando di richiedere un mutuo, è importante valutare se è il momento opportuno: per farlo devi guardare i tassi, ovvero il Tan e il Taeg sui mutui.

Guide ai mutui

pubblicato il 4 aprile 2024
Quanto posso chiedere di mutuo?

Quanto posso chiedere di mutuo?

Se stai pensando di acquistare una casa, probabilmente ti starai chiedendo quanto mutuo puoi permetterti e qual è l'importo massimo che puoi richiedere. Per scoprirlo, è fondamentale capire la tua disponibilità finanziaria.
pubblicato il 4 aprile 2024
Quali sono le formule matematiche per il calcolo del mutuo

Quali sono le formule matematiche per il calcolo del mutuo

Quando si deve richiedere un mutuo per acquistare casa, una delle principali preoccupazioni è comprendere in anticipo a quanto ammonteranno la rata e gli interessi. Scopriamo insieme come calcolarli.
pubblicato il 2 gennaio 2024
Mutuo under 36: guida completa 2024

Mutuo under 36: guida completa 2024

Le agevolazioni per i mutui under 36 subiranno importanti cambiamenti nel 2024. Ecco tutto ciò che c'è da sapere per i giovani che vogliono richiederlo quest'anno.
pubblicato il 20 giugno 2023
Comprare casa dai genitori o dai parenti (e perché è difficile!)

Comprare casa dai genitori o dai parenti (e perché è difficile!)

Cosa potrebbe succedere se un figlio volesse comprare la casa dei genitori o di altri parenti in generale? Questa cosa è permessa, ma non sempre le banche sono disposte ad offrire questo tipo di mutuo. Vediamo perché!
pubblicato il 13 febbraio 2023
Bonus Ristrutturazione 2024: tutte le informazioni

Bonus Ristrutturazione 2024: tutte le informazioni

Scopri di più sul bonus ristrutturazione 2024 e sugli sgravi fiscali concessi!
pubblicato il 15 dicembre 2022
Cos'è un mutuo e come funziona

Cos'è un mutuo e come funziona

Il mutuo è un prestito a lungo termine in cui un parte concede in prestito una somma di denaro ad un'altra. Vediamo come funziona e quali sono le sue caratteristiche.
pubblicato il 24 ottobre 2022
Mutuo cointestato: come funziona?

Mutuo cointestato: come funziona?

Il mutuo cointestato è un mutuo in cui due o più soggetti sottoscrivono lo stesso finanziamento e si impegnano congiuntamente a rimborsare l'importo delle rate. Il vantaggio principale di questa formula risiede nel fatto che le banche hanno una duplice garanzia di solvibilità e, in caso di mancato pagamento da parte di uno dei due debitori, possono rivalersi sull'altro per richiedere l'intero importo dovuto.
pubblicato il 28 giugno 2022
Trasloco a Roma: prezzi medi e consigli

Trasloco a Roma: prezzi medi e consigli

Vivere a Roma offre molte opportunità. Tuttavia, traslocare in questa capitale ricca di storia potrebbe non essere semplice; ecco allora una piccola guida su come fare il trasloco a Roma.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968