Serve assistenza?
02 55 55 222

29 nov 2022 | 6 min di lettura | Pubblicato da Cristina B.

mutui_expert_speaks_analisi_facile_it_sui_mutui_cointestati

Il 47% dei mutui erogati nel 2021 tramite Facile.it vede almeno due intestatari.

Molteplici le ragioni che spingono due persone, non per forza legate da vincoli di parentela o affetto, a condividere il progetto dell’acquisto di un immobile insieme e accendere un mutuo cointestato. Vediamo oneri e onori del condividere una rata di mutuo e un immobile.

Mutuo casa: trova il migliore

I numeri

Nel 2021, in Italia, dei 28.686 mutui del campione analizzato da Facile.it, il 47% (13.387) sono cointestati. Di questi, i mutui erogati a coppie formate da persone di sesso opposto sono stati 12.860 (il 96%), quelli erogati a padre-figlio o fratelli sono stati 170 (l’1,3% del totale dei cointestati) e, infine, i mutui erogati a coppie formate da madre-figlia o tra sorelle sono pari all’1%, per un totale di 135. Si segnalano anche mutui tra coppie dello stesso sesso, pari all’1,7% delle cointestazioni totali.

Ma perché si sceglie di impegnarsi in due in una scelta onerosa e vincolante? Le ragioni sono diverse, di base il fatto che l’unione fa la forza anche da un punto di vista finanziario, e fare da soli il passo dell’acquisto di un immobile non è da tutti.

In questo modo spesso si ha più reddito da poter mettere a disposizione per coprire la rata del mutuo, per avere una sorta di spalle più grandi anche davanti ai rialzi dei tassi. Investendo in due si ha, poi, la possibilità di avere una durata inferiore dell’impegno, rispetto all’essere da soli, riuscendo a sostenere una rata più alta. Si può far fronte agli eventuali aumenti dei costi e ultimo, ma non meno importante, costruire un progetto comune di vita insieme.

Dai dati in possesso di Facile.it, la provincia dove si è stipulato il maggior numero di mutui cointestati è Roma (5,03%), seguita da Milano, con il 4,94% e Torino con il 2,27%, dati in linea con quelli relativi ai mutui non cointestati.

Inoltre si è voluto indagare, tra i mutui cointestati, quelli stipulati da coppie formate da persone dello stesso sesso e suddivisi per provincia dell'immobile. Le percentuali restano ancora basse: del totale delle cointestazioni sono solo 1,7% i mutui attribuibili a coppie LGBT, per la precisione 222.

All’interno di questa fetta, la provincia che vede una percentuale maggiore di mutui cointestati a una coppia maschile è Milano, con il 5,99%, seguita da Roma (5,28%) e Bergamo (1,76%), anche se si tratta di numeri assoluti (122) davvero piccoli. Numeri che scendono ancora leggermente quando la coppia è composta da due donne. Sono infatti 100 i mutui erogati a questa categoria, e anche in questo caso il maggior numero è stato riscontrato a Milano, con il 4,55%, seguita da Roma (3,33%) e Torino (2,73%).

Maggiori garanzie per la banca

Tornando a un discorso di sistema, il vantaggio del mutuo cointestato è la suddivisione degli oneri. La banca, prima di dare il via libera al mutuo, fa una analisi del merito creditizio. Trovando due possibili debitori, al posto di uno, è maggiormente propensa nel concedere il finanziamento perché c’è una maggiore solvibilità finanziaria.

Questo si traduce anche nella possibilità di ottenere, in due, somme più elevate. Eventuali rialzi dei tassi di interesse, poi, si rivelano meno onerosi sempre per il principio che la rata è ripartita, così come l’importo della rata può essere meglio ammortizzato da due fonti di reddito anziché una. Se è vero che la cointestazione del mutuo non incide sul tasso,ma sulle garanzie offerte alla banca, è anche vero che le risorse finanziarie sono maggiori ed eventuali imprevisti sono meglio assorbiti.

Per quanto riguarda il fronte fiscale, è bene ricordare che esiste la possibilità, per chi procede all’acquisto di un immobile prima casa, di portare in detrazione il 19% delle somme versate a titolo di interessi passivi per il mutuo. Occorre però sottolineare che il beneficio è concesso quando si verifica una doppia condizione: essere titolari del mutuo e proprietari dell’immobile. Nel caso di due cointestatari lo sgravio fiscale si ripartisce nella misura del 50%.

Se l’unione fa la forza, la situazione diventa complicata quando i rapporti tra i mutuatari si rovinano o quando uno dei due titolari diventa insolvente.

Ricordiamo infatti che, se il rapporto affettivo può terminare, un mutuo, almeno sulla carta no, fino a scadenza. Nel senso che nel momento in cui la coppia, anche se non sposata, scoppia, il mutuo dovrà essere gestito come una vera e propria separazione.

È bene ricordare che l’onere nel mutuo cointestato viene diviso in parti uguali tra i cointestatari (ad esempio, al 50% se gli intestatari sono due). Possono poi esserci accordi consensuali (stragiudiziali) o eventualmente il giudice, analizzando il caso, stabilirà le nuove condizioni. Potrebbe dunque verificarsi anche l’ipotesi che si attribuisca a chi ha il reddito più alto l’onere del rispetto degli importi delle rate e, in caso di separazione, si riveda il contratto in essere con il benestare della banca davanti al notaio, con la formula dell’accollo o addirittura della vendita della casa.

Anche nel caso in cui uno dei due cointestatari non sia adempiente, non paghi cioè la sua quota di rata, alla banca poco importa. Il debito del mutuo cointestato è considerato, dalla banca, solidale: l’importo della rata deve essere saldato per intero, alla banca non importa in che quota i due cointestatari di fatto partecipino al saldo delle rate, che comunque da contratto e per semplificare si considerano, se in due, al 50%. Saranno poi i rapporti interni alla coppia a regolare le pendenze di credito e debito.

La coppia di mutuatari

La legge non impedisce che il titolare del mutuo sia una sola persona né tantomeno prevede che vi siano particolari vincoli per richiedere un mutuo insieme. Il mutuo può essere richiesto senza l’esistenza di un vincolo di affetto da più soggetti (anche più di due) e si definisce comunque cointestato. Difficilmente le banche, però, finanziano operazioni di mutuo a persone che non abbiano vincoli o affetti in comune: sporadico è il caso, ad esempio, di due amici o colleghi che fanno un acquisto insieme a fini di investimento.

Nella prassi, dunque, in genere i richiedenti sono coppie che vogliono acquistare la prima casa, o ancora un genitore con un figlio per dare un maggior supporto al finanziamento. Quello che rileva, per la banca, è la possibilità economica per coloro che ricevono il finanziamento, attraverso il mutuo, di restituirlo.

In caso di svincolo del mutuo cointestato

Nel momento della separazione, come detto in precedenza, ci sono dei passi da seguire. Se si vuole cambiare la cointestazione del mutuo bisogna comunque andare nuovamente di fronte al notaio perché si interviene a modificare uno degli elementi essenziali del contratto.

Spesso succede che con la formula dell’accollo si ha un vero e proprio subentro di una parte nella quota dell’altro, regolando i reciproci rapporti economici di dare e avere.

Un’altra strada può essere quella della vendita dell’immobile con divisione di quello che rimane dopo aver regolato i rapporti con la banca.

Autore
cristina-bartelli

Giornalista professionista dal 2004 e vicecaporedattore per ItaliaOggi, scrive del Fisco in ogni sua forma. Ha fatto incursioni su Classcnbc e Tgcom per raccontare le novità di manovra di bilancio, sanatorie fiscali e storie di elusione.

Ultime notizie Mutui

pubblicato il 19 maggio 2024
Le soluzioni mutuo ING Direct a maggio 2024

Le soluzioni mutuo ING Direct a maggio 2024

I mutui ING sono molto vantaggiosi, soprattutto Mutuo Green, un prodotto che consente di acquistare la prima o la seconda casa beneficiando di uno sconto sui tassi d’interesse. Facile.it, ti spiega come funziona il mutuo ING e i vantaggi a maggio 2024!
pubblicato il 18 maggio 2024
Confronto tassi mutuo prima casa a maggio 2024

Confronto tassi mutuo prima casa a maggio 2024

Che tu stia cercando un mutuo a tasso fisso o variabile, grazie al nostro comparatore abbiamo individuato per te i 3 migliori mutui prima casa di maggio 2024. Scopri la rata più bassa e le agevolazioni!
pubblicato il 17 maggio 2024
Tasso fisso mutuo all'1,99%: ultimi giorni per la promozione Crédit Agricole di maggio 2024

Tasso fisso mutuo all'1,99%: ultimi giorni per la promozione Crédit Agricole di maggio 2024

Se stai cercando un mutuo conveniente, scopri la promozione Crédit Agricole che ti offre un tasso mutuo fisso all'1,99%! Scopri tutti i dettagli in questo articolo.
pubblicato il 16 maggio 2024
I vantaggi di un mutuo a tasso variabile a maggio 2024

I vantaggi di un mutuo a tasso variabile a maggio 2024

Può convenire stipulare un mutuo a tasso variabile a maggio 2024? Dai un'occhiata a queste 3 soluzioni che ti presentiamo oggi se stai pensando di richiedere un mutuo.
pubblicato il 16 maggio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - mercoledì 15 maggio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - mercoledì 15 maggio 2024

Scopri gli ultimi dati disponibili dei tassi IRS ed Euribor, relativi a ieri mercoledì 15 maggio 2024.
pubblicato il 15 maggio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - martedì 14 maggio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - martedì 14 maggio 2024

EURIRS ed EURIBOR: ecco gli ultimi dati relativi ai tassi del mutuo, aggiornati a ieri martedì 14 maggio 2024.
pubblicato il 15 maggio 2024
3 mutui 100% con soluzioni convenienti a maggio 2024

3 mutui 100% con soluzioni convenienti a maggio 2024

Il mutuo 100% è il mutuo che copre l'intero valore dell'immobile, l’ideale per chi non dispone di liquidità e necessita di un finanziamento totale. Ecco i 3 migliori mutui al 100% di maggio 2024.
pubblicato il 14 maggio 2024
Quanto spesso è possibile effettuare un cambio di residenza

Quanto spesso è possibile effettuare un cambio di residenza

Vuoi cambiare residenza un’altra volta, ti è già capitato due volte. Ti chiedi: quante volte è possibile modificarla a livello anagrafico? Residenza e domicilio sono la stessa cosa? Cerchiamo di capire come stanno le cose e qual è il percorso da seguire per raggiungere l'obiettivo.
pubblicato il 14 maggio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - lunedì 13 maggio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - lunedì 13 maggio 2024

Scopri l'ultimo aggiornamento disponibile dei tassi del mutuo IRS ed Euribor, con i dati di ieri lunedì 13 maggio 2024.
pubblicato il 13 maggio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - venerdì 10 maggio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - venerdì 10 maggio 2024

Tassi del mutuo: scopri l'ultimo aggiornamento disponibile di IRS ed Euribor, con i dati relativi a venerdì 10 maggio 2024.
pubblicato il 12 maggio 2024
I mutui a tasso fisso di maggio 2024

I mutui a tasso fisso di maggio 2024

Se a maggio 2024 stai cercando un mutuo a tasso fisso, ti aiutiamo noi di Facile.it con questa selezione di mutui che puoi trovare sul nostro comparatore mutui online.
pubblicato il 10 maggio 2024
Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - giovedì 9 maggio 2024

Aggiornamento tassi Eurirs ed Euribor - giovedì 9 maggio 2024

IRS ed Euribor: scopri l'ultimo aggiornamento disponibile dei tassi del mutuo di ieri giovedì 9 maggio 2024.

Guide ai mutui

pubblicato il 4 aprile 2024
Quanto posso chiedere di mutuo?

Quanto posso chiedere di mutuo?

Se stai pensando di acquistare una casa, probabilmente ti starai chiedendo quanto mutuo puoi permetterti e qual è l'importo massimo che puoi richiedere. Per scoprirlo, è fondamentale capire la tua disponibilità finanziaria.
pubblicato il 4 aprile 2024
Quali sono le formule matematiche per il calcolo del mutuo

Quali sono le formule matematiche per il calcolo del mutuo

Quando si deve richiedere un mutuo per acquistare casa, una delle principali preoccupazioni è comprendere in anticipo a quanto ammonteranno la rata e gli interessi. Scopriamo insieme come calcolarli.
pubblicato il 2 gennaio 2024
Mutuo under 36: guida completa 2024

Mutuo under 36: guida completa 2024

Le agevolazioni per i mutui under 36 subiranno importanti cambiamenti nel 2024. Ecco tutto ciò che c'è da sapere per i giovani che vogliono richiederlo quest'anno.
pubblicato il 20 giugno 2023
Comprare casa dai genitori o dai parenti (e perché è difficile!)

Comprare casa dai genitori o dai parenti (e perché è difficile!)

Cosa potrebbe succedere se un figlio volesse comprare la casa dei genitori o di altri parenti in generale? Questa cosa è permessa, ma non sempre le banche sono disposte ad offrire questo tipo di mutuo. Vediamo perché!
pubblicato il 13 febbraio 2023
Bonus Ristrutturazione 2024: tutte le informazioni

Bonus Ristrutturazione 2024: tutte le informazioni

Scopri di più sul bonus ristrutturazione 2024 e sugli sgravi fiscali concessi!
pubblicato il 15 dicembre 2022
Cos'è un mutuo e come funziona

Cos'è un mutuo e come funziona

Il mutuo è un prestito a lungo termine in cui un parte concede in prestito una somma di denaro ad un'altra. Vediamo come funziona e quali sono le sue caratteristiche.
pubblicato il 24 ottobre 2022
Mutuo cointestato: come funziona?

Mutuo cointestato: come funziona?

Il mutuo cointestato è un mutuo in cui due o più soggetti sottoscrivono lo stesso finanziamento e si impegnano congiuntamente a rimborsare l'importo delle rate. Il vantaggio principale di questa formula risiede nel fatto che le banche hanno una duplice garanzia di solvibilità e, in caso di mancato pagamento da parte di uno dei due debitori, possono rivalersi sull'altro per richiedere l'intero importo dovuto.
pubblicato il 28 giugno 2022
Come fare il cambio residenza a Roma

Come fare il cambio residenza a Roma

Fare il cambio residenza a Roma può essere complicato. Come farlo nel migliore dei modi? Ecco tutto quello che c'è da sapere, seguendo le procedure più comuni ed efficaci.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968