Serve assistenza?
02 55 55 222
facile.it/images/mutui guide il mutuo inpdap in 10 pillole
Le 3 cose da sapere:
  1. 1

    Cosa sono: mutui agevolati per dipendenti pubblici e pensionati

  2. 2

    Come funziona: dura dai 10 ai 30 anni e non può essere superiore ai 300mila euro

  3. 3

    Confronta e scegli la tipologia di mutuo più adatta alle tue esigenze

Mutuo casa: trova il migliore
Mutuo casa: trova il migliore

Il mutuo Inpdap, oggi conosciuto anche come mutuo INPS, è un finanziamento agevolato a lungo termine, che può essere richiesto dai dipendenti pubblici assunti a tempo indeterminato o dai pensionati. Scopriamo tutto ciò che c'è da sapere sui mutui agevolati per dipendenti pubblici e pensionati, dagli importi richiedibili al calcolo della rata.

Sommario

1. Che cos'è un mutuo Inpdap

Il mutuo Inpdap è un finanziamento agevolato destinato ai dipendenti pubblici, iscritti a quella che era la ex cassa di previdenza dedicata Inpdap (confluita nell’Inps), e ai pensionati. Questi possono ottenere mutui a condizioni di particolare favore, richiedibili per la prima casa.

2. Chi può accedere ad un mutuo INPS

Per poter richiedere i mutui INPDAP bisogna essere dipendenti pubblici con un contratto a tempo indeterminato, oppure essere pensionati con anzianità di iscrizione di almeno tre anni alla gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie sociali.

3. I requisiti necessari

Per accedere ad un mutuo ex-Inpdap, è necessario che il richiedente ed i suoi familiari non siano proprietari di nessun’altra abitazione sul territorio nazionale. Fanno eccezione alcuni casi particolari, come ad esempio quello in cui un proprietario sia stato costretto a lasciare la casa coniugale dopo una separazione.

Anche i figli degli iscritti possono richiedere mutui prima casa alle stesse condizioni.

4. Durata e importo del mutuo

I prestiti ottenibili possono avere durata dai 10 ai 30 anni e devono essere inferiori ai 300 mila euro. La cifra deve includere le pertinenze e non può eccedere il valore dell’immobile, così come risulta dalla perizia. Anche la domanda di mutuo deve riguardare una cifra inferiore o uguale al prezzo della casa al momento della compravendita.

Per l'acquisto di una abitazione è possibile richiedere un importo massimo di 300 mila euro. Per lavori di manutenzione ordinaria e/o straordinaria, l'importo massimo erogabile è di 150 mila euro. L'importo massimo è invece di 75 mila euro in caso di costruzione o acquisto di un box auto / posto auto da utilizzare come pertinenza della casa di proprietà.

5. Quali sono i tassi dei mutui INPS

Per quanto riguarda i tassi di interesse, quelli applicati ai mutui a tasso fisso richiesti a partire dal 1° novembre 2023 sono i seguenti (TAN in funzione della percentuale LTV):

Durata (fino a)<=50%50% - 80%>80%
10 anni2,93%2,98%3,13%
15 anni2,90%2,95%3,10%
20 anni2,88%2,93%3,08%
25 anni2,84%2,89%3,04%
30 anni2,82%2,87%3,02%

Per i mutui a tasso variabile, che prevedono una rata di ammortamento mensile, si applica il tasso pari all’Euribor a un mese, calcolato su 365 giorni, maggiorato di 150 punti base. Il tasso viene rilevato alla fine del mese che precede l'erogazione del mutuo.

6. Il pagamento delle rate

La rata annuale non può superare la metà del reddito imponibile annuo della famiglia. In caso di mancato pagamento si applica un interesse di mora pari a due punti in più rispetto al tasso di interesse del mutuo. Se non si pagano due rate e gli interessi di mora, l’Inps ex-Inpdap può risolvere il contratto entro 90 giorni dalla scadenza dell’ultima rata.

7. Le spese aggiuntive

Nel momento in cui l’importo viene erogato, uno 0,5% sul totale viene trattenuto per le spese amministrative, che non comprendono quelle per i professionisti (notaio, perizia, iscrizione dell’ipoteca) né quelle per una polizza da stipulare obbligatoriamente a garanzia, del valore di non meno di 1000 euro. Va inoltre stipulata una “ipoteca volontaria” di primo grado sull’immobile acquistato, di valore doppio rispetto a quello del mutuo richiesto.

I tassi applicati possono essere diversi se il mutuo è erogato da banche convenzionate.

8. Come presentare la domanda

Bisogna compilare il modello fornito dall’Inps, completo di tutta la documentazione richiesta, e inoltrarlo attraverso il portale Inps dal 15 gennaio al 30 novembre di ogni anno. La domanda deve includere le dichiarazioni sostitutive di certificazione e atto notorio e la documentazione necessaria per stabilire la finalità per la quale viene richiesto il finanziamento.

9. Le graduatorie

Una volta compilate, le domande per i mutui prima casa con tutte le carte in regola sono tutte accolte, fino ad esaurimento del budget. In tal caso si entra in una graduatoria decisa dagli uffici provinciali e territoriali sulla base del regolamento vigente, in base alla composizione del nucleo familiare e del reddito imponibile.

10. La surroga con il mutuo Inpdap

E’ possibile surrogare e rinegoziare i mutui ex-Inpdap, come ogni altro mutuo. Se un iscritto ha già un mutuo presso un’altra banca, può chiederne la sostituzione con quello riservato ai dipendenti pubblici in caso abbia i requisiti di cui sopra, e in caso debba acquistare – ma non costruire - la prima casa. Inoltre occorre che l’abitazione sia l’unica posseduta in Italia dal nucleo familiare.

Quando presenti la domanda di surroga ricorda di allegare una perizia timbrata da un professionista iscritto all'albo, non più vecchia di 5 anni.

Mutuo casa: trova il migliore

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Mutuo Prima Casa

Confronta i nostri prodotti

Preventivo mutuo

Surroga Mutuo

Riduci la rata del mutuo

Preventivo surroga

Guide ai mutui

pubblicato il 4 aprile 2024
Quanto posso chiedere di mutuo?

Quanto posso chiedere di mutuo?

Se stai pensando di acquistare una casa, probabilmente ti starai chiedendo quanto mutuo puoi permetterti e qual è l'importo massimo che puoi richiedere. Per scoprirlo, è fondamentale capire la tua disponibilità finanziaria.
pubblicato il 4 aprile 2024
Quali sono le formule matematiche per il calcolo del mutuo

Quali sono le formule matematiche per il calcolo del mutuo

Quando si deve richiedere un mutuo per acquistare casa, una delle principali preoccupazioni è comprendere in anticipo a quanto ammonteranno la rata e gli interessi. Scopriamo insieme come calcolarli.
pubblicato il 2 gennaio 2024
Mutuo under 36: guida completa 2024

Mutuo under 36: guida completa 2024

Le agevolazioni per i mutui under 36 subiranno importanti cambiamenti nel 2024. Ecco tutto ciò che c'è da sapere per i giovani che vogliono richiederlo quest'anno.
pubblicato il 20 giugno 2023
Comprare casa dai genitori o dai parenti (e perché è difficile!)

Comprare casa dai genitori o dai parenti (e perché è difficile!)

Cosa potrebbe succedere se un figlio volesse comprare la casa dei genitori o di altri parenti in generale? Questa cosa è permessa, ma non sempre le banche sono disposte ad offrire questo tipo di mutuo. Vediamo perché!
pubblicato il 13 febbraio 2023
Bonus Ristrutturazione 2024: tutte le informazioni

Bonus Ristrutturazione 2024: tutte le informazioni

Scopri di più sul bonus ristrutturazione 2024 e sugli sgravi fiscali concessi!
pubblicato il 15 dicembre 2022
Cos'è un mutuo e come funziona

Cos'è un mutuo e come funziona

Il mutuo è un prestito a lungo termine in cui un parte concede in prestito una somma di denaro ad un'altra. Vediamo come funziona e quali sono le sue caratteristiche.
pubblicato il 24 ottobre 2022
Mutuo cointestato: come funziona?

Mutuo cointestato: come funziona?

Il mutuo cointestato è un mutuo in cui due o più soggetti sottoscrivono lo stesso finanziamento e si impegnano congiuntamente a rimborsare l'importo delle rate. Il vantaggio principale di questa formula risiede nel fatto che le banche hanno una duplice garanzia di solvibilità e, in caso di mancato pagamento da parte di uno dei due debitori, possono rivalersi sull'altro per richiedere l'intero importo dovuto.
pubblicato il 28 giugno 2022
Trasloco a Roma: prezzi medi e consigli

Trasloco a Roma: prezzi medi e consigli

Vivere a Roma offre molte opportunità. Tuttavia, traslocare in questa capitale ricca di storia potrebbe non essere semplice; ecco allora una piccola guida su come fare il trasloco a Roma.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968