Serve assistenza?
02 55 55 222

Cosa controlla la banca prima di concedere un mutuo

mutui_guide_cosa_valuta_la_banca_prima_di_concedere_un_mutuo
Le 3 cose da sapere:
  1. 1

    Storia finanziaria e dati del cliente: servono per valutare l’affidabilità creditizia

  2. 2

    Importo, valore immobile e reddito: servono per stabilire una rata sostenibile

  3. 3

    Confronta le offerte di mutuo più convenienti per aumentare le chance di erogazione

Mutuo casa: trova il migliore
Mutuo casa: trova il migliore

Prima di concedere un mutuo, la banca effettua diversi controlli. Il primo passo per accendere un mutuo, e realizzare così il sogno di acquistare una casa, è la richiesta (questo può avvenire una volta capito come scegliere il mutuo). A partire da questo momento la banca dà avvio alla pratica, iniziando così la valutazione della richiesta sulla base di alcuni parametri ben precisi.

È bene ricordare che non esiste, in linea di massima, una banca che concede mutui più facilmente rispetto a un'altra. Tutto dipende dal merito creditizio del cliente, dalla sua situazione patrimoniale e da tutta una serie di considerazioni che ogni istituto di credito si riserva di fare per erogare o meno il finanziamento.

Facciamo dunque chiarezza su cosa valuta la banca per accordare la concessione dei mutui casa.

Sommario

Cosa controlla la banca prima di concedere il mutuo

Una volta ricevuta la richiesta di mutuo, la banca avvia la pratica, valutando alcuni fattori ed eseguendo diversi controlli. Vediamo quali sono gli elementi fondamentali da tenere in considerazione.

Storia finanziaria del cliente

Per prima cosa, la banca verifica il grado di affidabilità nei pagamenti del richiedente. Attraverso l’interrogazione di apposite banche dati, l’istituto bancario procederà ad effettuare:

  • un controllo protesti, per verificare se in passato il cliente non è stato puntuale nel pagamento di assegni o cambiali;
  • una verifica presso la Camera di Commercio dell’eventuale possesso da parte del richiedente di partecipazioni in società ad alto rischio di fallimento, o della presenza di un’eventuale storia di fallimenti;
  • un esame dello storico dei prestiti e della relativa puntualità nei pagamenti del cliente.

Reddito necessario per ottenere il mutuo

In linea generale non esiste una soglia di reddito minima per ottenere l'erogazione del mutuo. Tuttavia, per rilasciare il parere di fattibilità e approvare il finanziamento, in genere le banche valutano che la rata del mutuo non superi il 30% del reddito familiare mensile netto e che la soglia minima di sussistenza propria del richiedente sia adeguata, calcolandola in base a dei criteri predeterminati.

Età del richiedente

La quasi totalità delle banche non accetta richieste di mutui che verrebbero estinti oltre il compimento del 75esimo o 80esimo anno di età del cliente.

Compatibilità tra importo del mutuo e valore dell'immobile

La banca effettua inoltre una perizia sull’immobile per determinarne il valore e per stabilire se il l’importo richiesto dal mutuatario corrisponde a quello individuato dal perito di fiducia della banca. Se la banca ritiene idonei tanto il richiedente quanto la somma richiesta per l’immobile, la domanda di mutuo verrà accettata.

Quando non viene concesso il mutuo?

Solitamente, il principale motivo per il quale la banca non concede il mutuo è connesso alla rata. Infatti, molti istituti stabiliscono che l'importo della rata non deve essere superiore ad un terzo dello stipendio. Altre cause possono essere: l'assenza di un reddito minimo o l'incertezza dello stipendio, la presenza di alcune irregolarità relative all'immobile o la mancanza di affidabilità creditizia.

Prima di rivolgerti alla banca verifica sempre di rispettare questi parametri: ottimizzerai così i tempi per l’accensione del tuo mutuo.

Vuoi sapere nel dettaglio quali sono gli 8 errori da evitare quando si vuole accendere un mutuo? Scopriamolo con l'aiuto di Paolo Cianni, consulente mutui in Facile.it!

Mutuo casa: trova il migliore

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Mutuo Prima Casa

Confronta i nostri prodotti

Preventivo mutuo

Surroga Mutuo

Riduci la rata del mutuo

Preventivo surroga

Guide ai mutui

pubblicato il 4 aprile 2024
Quanto posso chiedere di mutuo?

Quanto posso chiedere di mutuo?

Se stai pensando di acquistare una casa, probabilmente ti starai chiedendo quanto mutuo puoi permetterti e qual è l'importo massimo che puoi richiedere. Per scoprirlo, è fondamentale capire la tua disponibilità finanziaria.
pubblicato il 4 aprile 2024
Quali sono le formule matematiche per il calcolo del mutuo

Quali sono le formule matematiche per il calcolo del mutuo

Quando si deve richiedere un mutuo per acquistare casa, una delle principali preoccupazioni è comprendere in anticipo a quanto ammonteranno la rata e gli interessi. Scopriamo insieme come calcolarli.
pubblicato il 2 gennaio 2024
Mutuo under 36: guida completa 2024

Mutuo under 36: guida completa 2024

Le agevolazioni per i mutui under 36 subiranno importanti cambiamenti nel 2024. Ecco tutto ciò che c'è da sapere per i giovani che vogliono richiederlo quest'anno.
pubblicato il 20 giugno 2023
Comprare casa dai genitori o dai parenti (e perché è difficile!)

Comprare casa dai genitori o dai parenti (e perché è difficile!)

Cosa potrebbe succedere se un figlio volesse comprare la casa dei genitori o di altri parenti in generale? Questa cosa è permessa, ma non sempre le banche sono disposte ad offrire questo tipo di mutuo. Vediamo perché!
pubblicato il 13 febbraio 2023
Bonus Ristrutturazione 2024: tutte le informazioni

Bonus Ristrutturazione 2024: tutte le informazioni

Scopri di più sul bonus ristrutturazione 2024 e sugli sgravi fiscali concessi!
pubblicato il 15 dicembre 2022
Cos'è un mutuo e come funziona

Cos'è un mutuo e come funziona

Il mutuo è un prestito a lungo termine in cui un parte concede in prestito una somma di denaro ad un'altra. Vediamo come funziona e quali sono le sue caratteristiche.
pubblicato il 24 ottobre 2022
Mutuo cointestato: come funziona?

Mutuo cointestato: come funziona?

Il mutuo cointestato è un mutuo in cui due o più soggetti sottoscrivono lo stesso finanziamento e si impegnano congiuntamente a rimborsare l'importo delle rate. Il vantaggio principale di questa formula risiede nel fatto che le banche hanno una duplice garanzia di solvibilità e, in caso di mancato pagamento da parte di uno dei due debitori, possono rivalersi sull'altro per richiedere l'intero importo dovuto.
pubblicato il 28 giugno 2022
Come fare il cambio residenza online

Come fare il cambio residenza online

Come fare il cambio residenza online? Sono in molti a chiederselo, senza però ottenere una risposta precisa a tale domanda. Ecco tutto quello che c'è da sapere al riguardo.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968