02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Mutuo o affitto: quale conviene, quando e perché

Mutuo o affitto: quale conviene, quando e perché
Le 3 cose da sapere:
  • Affitto: ideale se non si ha professione stabile o non si è sicuri di dove vivere
  • Mutuo: ideale per chi ha un contratto lavorativo e una residenza stabile
  • Confronta e scegli il tasso di mutuo più adatto alle tue esigenze

Scegliere la soluzione abitativa più adatta alle proprie esigenze è fondamentale per affrontare la vita serenamente. Alcuni preferiscono acquistare una casa per avere la certezza di una proprietà da lasciare ai propri figli o al partner in futuro, altri ritengono più vantaggioso andare in affitto per avere la libertà di potersi spostare e viaggiare in ogni momento. Si tratta di una scelta personale che può avere pro e contro e che va valutata attentamente, in base alla propria situazione personale e finanziaria. In questa guida, analizzeremo i vantaggi del mutuo e dell'affitto e quando conviene sceglierli.

Mutuo o affitto: quale conviene scegliere

Un tempo si riteneva che acquistare casa fosse sempre la scelta migliore per garantirsi un futuro stabile. Oggi, invece, a causa dei mutamenti economici, lavorativi e sociali verificatosi negli ultimi decenni, la vita e gli obiettivi dei giovani e delle famiglie sono molto cambiati, rendendo la scelta del mutuo non sempre vantaggiosa. A volte, infatti, andare in affitto può essere la soluzione ideale se non si ha una professione stabile o non si è ancora sicuri del luogo in cui si desidera stabilirsi in maniera definitiva.

Di seguito riportiamo i principali vantaggi di scegliere l'affitto:

  • Può essere scelto senza la necessità di disporre di cospicui risparmi. Infatti, l'affitto richiede soltanto il pagamento del canone mensile e non prevede altre spese aggiuntive.
  • Andare in affitto consente di potersi spostare facilmente da una città all'altra, per le esigenze più svariate: lavorative, familiari, territoriali ecc...
  • Non implica di sostenere costi aggiuntivi legati alla manutenzione straordinaria dell'immobile o condominiale, che risultano essere a carico del proprietario e non dell'affittuario. Ciò consente di mantenere le spese mensili stabili, senza il rischio di incorrere in imprevisti.
  • Consente di raggiungere la propria indipendenza anche quando non si dispone del denaro sufficiente per acquistare una casa o delle garanzie necessarie per richiedere un mutuo.

Tuttavia andare in affitto non sempre è la scelta ideale e in alcuni casi può rappresentare uno spreco di denaro. Il mutuo, infatti, può essere la soluzione giusta quando si ha un contratto lavorativo e una residenza stabile e non vi è la necessità di spostarsi da un'abitazione all'altra negli anni.

Ecco i principali vantaggi del mutuo:

  • Comprare casa può soddisfare le esigenze di stabilità e sicurezza che si hanno quando si raggiunge una certa maturità anagrafica e lavorativa o quando si vuole costruire una famiglia col partner.
  • L'acquisto di un immobile rappresenta una proprietà che può essere lasciata in futuro agli eredi che potranno riutilizzarla come meglio credono.
  • L'immobile può essere rivenduto per ricavare capitale e acquistare nuove proprietà.
  • L'immobile può essere messo in affitto e generare un ricavo economico passivo.
  • Il mutuo può essere realizzato usufruendo di vantaggiosi tassi di interesse che consentono di ottenere una rata sostenibile, anche per le famiglie numerose o monoreddito.
  • Possedere un immobile consente di poterlo trasformare come si desidera, apportando modifiche senza limitazioni, in base alle proprie esigenze funzionali ed estetiche. La ristrutturazione può essere realizzata usufruendo di sgravi fiscali e incentivi per la riqualificazione energetica.
  • L'acquisto di una proprietà offre sicurezza per il futuro, nel caso in cui si perda il lavoro o subentrino difficoltà economiche e non si sia più in grado di pagare un contratto di locazione.

Quando conviene richiedere un mutuo o andare in affitto

Richiedere un mutuo per l'acquisto di un immobile può essere una buona soluzione quando si ha una posizione lavorativa ed economica stabile, si possiede del denaro da parte e si desidera lasciare un'eredità alle persone care. Infatti, per comprare casa è necessario disporre di una cifra pari al 20% del costo dell'abitazione e di ulteriore denaro per coprire le spese di acquisto, come ad esempio il deposito cauzionale, le spese di intermediazione e i costi notarili. Ciò risulta fondamentale poiché il mutuo copre solamente l'80% dell'importo necessario all'acquisto dell'immobile, mentre tutte le altre spese sono a carico dell'acquirente. Andare in affitto, invece, conviene quando si è ancora giovani e con una posizione professionale non ancora definita, se non si ha una città di residenza stabile e ci si sposta spesso per lavoro. In questi casi, la scelta dell'affitto è la più indicata poiché non pone vincoli territoriali e richiedere un minore impegno economico, rispetto al mutuo.

Mutuo casa: trova il migliore Calcolo rata mutuo »
Vota la guida:
Valutazione media: 4,4 su 5 (basata su 11 voti)

Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione, salvo per questioni contrarie alla normativa vigente.

Offerte confrontate

Con il comparatore di mutui online di Facile.it puoi confrontare i migliori mutui offerti dalle banche e richiedere senza impegno un preventivo

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

Guide ai mutui

Guide Mutui