Serve assistenza?
02 55 55 5

Abusi edilizi: secondo la Cassazione Google Earth vale come prova del reato

mutui news abusi edilizi google earth vale come prova

Con il pronunciamento 37611/2020, la Corte di Cassazione ha confermato la validità delle immagini satellitari di Google Earth come prova per dimostrare la presenza di abusi edilizi e per certificare la data in cui gli stessi sono stati commessi.

Il caso preso in esame dalla Corte Suprema riguardava la realizzazione di una piscina in muratura edificata senza il permesso di costruire.

Mutuo casa: trova il migliore
Mutuo casa: trova il migliore

I proprietari della piscina sono ricorsi in Cassazione dopo essere stati condannati in primo grado e successivamente anche in appello dal Tribunale di Napoli.

Nel ricorso, i proprietari dell’immobile contestavano la sentenza della Corte d’Appello per tre motivi:

  • la Corte d’Appello avrebbe "condiviso la ricostruzione dei fatti e la motivazione" del Tribunale di primo grado, ‘colpevole’, secondo la difesa, di non aver effettuato gli accertamenti necessari a dimostrare che l’abuso fosse attribuibile ai ricorrenti e che insistesse su un bene di loro proprietà. Secondo i ricorrenti, il teste del PM avrebbe dedotto gli abusi esclusivamente dalle immagini rilevate da Google Earth, considerato dagli imputati uno strumento di prova senza alcuna "rilevanza giuridica"
  • la Corte d’Appello avrebbe individuato la data d’inizio lavori secondo quanto desunto dagli incaricati del Comune in base a Google Earth, solo perché i proprietari non avrebbero fornito elementi sufficienti a provare la reale data di inizio lavori. Inoltre, secondo i ricorrenti, dalle immagini fornite da Google Earth non sarebbe stato possibile riscontrare "l o stato di usura dei materiali" e di conseguenza desumere quando i lavori fossero stati effettivamente realizzati;
  • mancando prove certe, secondo i ricorrenti, la piscina avrebbe potuto essere stata realizzata ben prima della data ipotizzata dal Tribunale e, di conseguenza, sarebbe stata plausibile l’applicazione della prescrizione.

La Cassazione ha però dichiarato inammissibili tutte le motivazioni e confermato la condanna perché i ricorrenti, tra le altre cose, oltre a essere proprietari del bene, vivevano nell’immobile interessato ai lavori "senza avere dimostrato la propria contrarietà alle opere in oggetto".

I ricorrenti sono stati perciò riconosciuti come i committenti dei lavori in questione.

Per quanto riguarda poi le altre due motivazioni presentate dalla difesa, la Cassazione ha precisato che spetta all’imputato dimostrare, documenti alla mano, che l’opera sia stata realizzata in una data tale da far scattare anche la prescrizione del reato.

Se stai cercando i migliori mutui online o le migliori soluzioni di surroga mutuo sul mercato, prova gratuitamente il comparatore di Facile.it!

Offerte Mutuo Acquisto prima casa

*Annuncio Promozionale, per tutte le informazioni relative a ciascun prodotto si prega di prendere visione di Informativa Trasparenza Mutui. Tutti i prodotti presenti sul comparatore sono da considerarsi assistiti da garanzia di ipoteca sull'immobile. Ti ricordiamo sempre di prendere visione delle Informazioni Generali sul Credito Immobiliare offerto ai consumatori nonché agli altri documenti di Trasparenza. Per verificare la soluzione adatta alle tue esigenze clicca su verifica fattibilità

Pubblicato da Castiglia Masella il 24 febbraio 2021

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Mutuo Prima Casa

Confronta i nostri prodotti

Calcola rata mutuo

Guide ai mutui

© 2022 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968