02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Mutuo per immobili in donazione: tutto quello che devi sapere

Mutuo per immobili in donazione: tutto quello che devi sapere
Le 3 cose da sapere:
  • Cos'è: costituisce un finanziamento per una casa donata
  • Requisiti e condizioni: diverse dal comune iter di richiesta di un mutuo
  • L'iter cambia a seconda se il donante è vivo oppure deceduto

Si parla di mutuo per immobile in donazione ogni qualvolta si abbia intenzione di chiedere un prestito alla banca per una casa donata. Vediamo insieme quali sono le caratteristiche di mutuo per immobili in donazione e come funzionano.

Cos'è e come funziona

La procedura di richiesta ed erogazione dei mutui per immobili in donazione prevede l'adeguamento a determinati criteri, soddisfatti i quali, gli istituti di credito sono disposti ad accettare la pratica. Prima di analizzare nel dettaglio tali criteri, è opportuno fare una breve premessa che chiarisca quali sono le caratteristiche basilari di questo tipo di finanziamento. La concessione del finanziamento per una casa donata da parte della banca avviene nel rispetto di determinate condizioni e segue un iter diverso a seconda che la persona responsabile della donazione sia viva o deceduta.

Quando chiederlo se il donante è deceduto

Se il soggetto che ha effettuato la donazione è deceduto da almeno 20 anni, le banche sono ben disposte a concedere il mutuo senza problemi, a patto che le condizioni finanziarie del singolo caso lo permettano.

Questo perché, trascorsi i 20 anni dalla morte del soggetto, gli eredi legittimi perdono per legge i diritti di successione e non possono più inoltrare la richiesta di revoca dell'avvenuta donazione. Ciò protegge l'istituto bancario e l'intestatario del mutuo da eventuali azioni legali intentate dai familiari della persona che ha fatto la donazione. Se invece i 20 anni previsti dalla normativa in materia di diritti di successione non sono ancora trascorsi, la banca può concedere il finanziamento solo nell'eventualità in cui i legittimi eredi del defunto abbiano espresso formalmente la volontà di rinunciare ad ogni pretesa sulla proprietà dell'immobile. Questo perché, secondo quanto previsto dalla legge, quando il proprietario di un bene decide di donarlo senza tener conto degli eredi legittimi, questi ultimi hanno la possibilità di opporsi alla donazione e di ottenerne la revoca. Se questa condizione si verifica, la persona che ha ricevuto l'immobile perde ogni diritto di possesso su di esso ed è tenuto a procedere alla restituzione. Di conseguenza anche le eventuali ipoteche ascritte in seguito alla donazione perdono la loro validità.

Quando chiederlo se il donante è vivo

Nel caso in cui il soggetto che ha elargito l'immobile in donazione sia ancora in vita, la procedura per la concessione del mutuo da parte dell'istituto di credito appare leggermente diversa, oltre che relativamente più semplice. In questo caso la questione dei 20 anni necessari per il decadimento legale dei diritti degli eredi legittimi non si pone, ma il soggetto donante entra a far parte attivamente della pratica di concessione del mutuo figurando come terzo ipotecario del contratto e garante. Questa particolare condizione ha l'obiettivo di tutelare sia la banca che la persona che contrae il mutuo da azioni legali da parte della famiglia del responsabile della donazione. In alternativa quest'ultimo può anche prestare fideiussione nella vendita. Per gli eventuali eredi intenzionati a vantare dei diritti di proprietà sull'immobile, ciò comporterebbe l'obbligo di ricompensare i danni causati all'acquirente dalla loro azione legale. La fideiussione in altre parole fa sì che i due effetti economici si equivalgano, rendendo la causa giudiziaria totalmente infruttuosa sul piano finanziario.

Mutuo casa: ottieni il migliore per te Calcolo rata mutuo »
Vota la guida:
Valutazione media: 4,4 su 5 (basata su 11 voti)

Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione, salvo per questioni contrarie alla normativa vigente.

Offerte confrontate

Con il comparatore di mutui online di Facile.it puoi confrontare i migliori mutui offerti dalle banche e richiedere senza impegno un preventivo

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

Guide ai mutui

Guide Mutui