02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

È meglio il tasso fisso o il tasso variabile? Quale scelgo per il mio mutuo?

Il dilemma di moltissimi italiani alle prese con la richiesta di mutuo è sempre lo stesso: meglio il tasso fisso o il tasso variabile? Non c’è una scelta a priori migliore dell’altra, c’è solo una regola generale da seguire.

Il tasso fisso è indicato per chi dispone di una situazione economica stabile ma non vuole assumersi il rischio di possibili rincari futuri, preferendo una rata stabile nel corso del tempo; il variabile è un’ottima opportunità per chi sceglie la convenienza ma può affrontare senza problemi l’eventuale aumento del tasso d’interesse (e quindi della rata), determinato dalle oscillazioni del parametro di riferimento (solitamente l’Euribor). I più indecisi hanno a disposizione anche le opzioni a tasso misto e a rata costante sopra descritte.

Mutuo casa: ottieni il migliore per te Calcolo rata mutuo »
Vota la risposta:
Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 15 voti)

Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione, salvo per questioni contrarie alla normativa vigente.

Offerte confrontate

Con il comparatore di mutui online di Facile.it puoi confrontare i migliori mutui offerti dalle banche e richiedere senza impegno un preventivo

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

Guide ai mutui

Guide Mutui