02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Spese notarili: quanto costa l'atto notarile

Spese notarili: quanto costa l'atto notarile
Le 3 cose da sapere:
  • Notaio: è testimone dei termini del contratto accettato da ambo le parti
  • Costi: l'onorario è percentualizzato sul valore catastale della casa
  • Confronta e scegli il mutuo più adatto alle tue esigenze

In fase di concessione di un mutuo per l'acquisto di un immobile è obbligatorio che un notaio firmi per la correttezza di tutta la pratica. Per questo motivo, tra le spese di gestione di una pratica di mutuo, compare la voce: spese notarili. Il notaio è una figura ufficiale con potere di ufficialità. Ciò significa che può attribuire legalità e pubblica fede a un documento, a una trattativa, a una compravendita ed a tutte le operazioni stipulate da due parti, tra le quali ci sia scambio di beni, servizi e denaro. L'acquisto di una casa rientra tra le competenze notarili e deve, obbligatoriamente, ottenere la fiducia di un notaio per essere giudicata legalmente corretta e fattibile. Lo stesso discorso vale per la stipula di un contratto tra banca e persona fisica, tra cui si sigla un contratto di scambio di denaro. Per questo motivo, quando si chiede un mutuo per l'acquisto di un immobile bisogna preventivare di aggiungere, alle normali spese di apertura pratica, anche quelle per saldare la parcella del notaio che prenderà in carico il proprio percorso di acquisto e di richiesta di mutuo.

Cosa fa il notaio nell'ambito di una compravendita immobiliare

Quando si acquista un immobile, il notaio è responsabile di due cose: verificare la correttezza della vendita e siglare il patto finanziario rappresentato dal contratto di mutuo concesso. La verifica sull'immobile in vendita comprende:

  • verificare che la casa in vendita sia completamente di proprietà del venditore, che su di essa non ci siano diritti di terze persone, che non esistano comproprietari, che non pendano ipoteche né clausole di usocapione o affitti
  • verificare che il prezzo di vendita sia conforme a tutte le regole dei mercati regolamentari e che la compravendita avvenga in modo trasparente e corretto Il notaio, per raccogliere i dati sui quali basarsi, consulta i registri ipotecari, analizza le visure catastali, richiede, se necessario delle perizie per verificare l'effettivo valore sul mercato dell'immobile in oggetto.

Inoltre, fa ricerche ed accertamenti per escludere illeciti a carico dell'immobile, eredi che hanno voce in capitolo sull'eventuale vendita, comproprietari anche in minima parte. Una volta che le verifiche avranno avuto riscontro positivo rispetto alla promessa di compravendita, approverà l'operazione e si potrà procedere a stipulare il contratto.

Cosa fa il notaio nell'ambito di stipula di un mutuo

Il notaio è presente durante la firma del mutuo, come testimone dei termini del contratto accettato da ambo le parti. Verifica che il contratto sia a norma di legge, che sia l'esercente che il ricevente siano d'accordo su tutte le clausole, e rende ufficiale e legale il contratto che, da quel momento, entrerà in vigore esattamente per come è stato scritto e firmato. Da quel momento in poi, la mancata osservazione degli accordi, da parte di una delle due parti, sarà ritenuta sanzionabile legalmente. Ad esempio, nel caso di una rata non pagata o di una data non rispettata, può scattare la sanzione di mora così come, nel caso di mancato pagamento delle rate del mutuo, può scattare il pignoramento dell'immobile o di oggetti in esso contenuti, per la cifra da riscattare.

Costi dll'atto notarile

Ogni notaio ha le sue tariffe e queste possono leggermente cambiare in base ai listini personali ed al tipo di lavoro e di impegno che viene richiesto. Ad esempio, per le verifiche su un immobile problematico, che richiede interventi multipli e laboriosi per rendere la compravendita legalmente corretta, possono essere richiesti compensi più alti. L'onorario del notaio in sede di atto di compravendita di immobile e di stipula del mutuo è percentualizzato sul valore catastale della casa. Più è alto il valore catastale dell'immobile che si sta acquistando e più le spese notarili cresceranno di conseguenza. La parcella del notaio si basa sul valore effettivo catastale della casa che si sta acquistando e sul valore del capitale del mutuo che si sta chiedendo. Ottenere questi due dati è molto semplice. Il mutuo richiesto è un dato chiaro e palese, che risulta anche dalla pratica di mutuo stessa. Per ottenere il valore esatto catastale dell'immobile si deve utilizzare la seguente formula: - per la prima casa: Rendita Catastale x 115,5 - per la seconda casa: Rendita Catastale x 126 La rendita catastale di un immobile è trasparente per tutti. Basta richiederla all'Ufficio del Catasto del Comune di ubicazione dell'immobile in oggetto.

Per risparmiare sulle spese notarili bisogna, di fatto, dare al notaio meno lavoro possibile. È importante, quindi, quando si sceglie la casa da acquistare, informarsi sulla sua situazione: essere sicuri che il venditore sia affidabile ed unico proprietario, essere sicuri che sull'immobile non gravino carichi pendenti o clausole che ne vietano la vendita, essere sicuri che il prezzo proposto sia coerente col reale valore e con la situazione del mercato immobiliare. Ugualmente, è importante presentarsi alla richiesta o alla firma del mutuo con tutti i documenti in regola e conoscendo bene il funzionamento e le clausole del contratto scelto. Meno tempo richiede tutta la pratica e più basso sarà l'onorario del notaio. Inoltre, è importante scegliere il notaio dopo averne consultati diversi, in modo da poter confrontare i differenti preventivi ed assumere quello più economico e conveniente. Non ultimo, è bene che il notaio sia lo stesso sia per curare la compravendita sia per presenziare al rogito. In questi casi, spesso, il notaio applica uno sconto rispetto alle singole prestazioni.

Richiedendo al notaio di compiere i cosiddetti atti in serie permette, in termini legali, di risparmiare il 30% sulle spese notarili. Gli atti in serie sono operazioni di gruppo: se, per esempio, si sta acquistando un appartamento da un condominio di nuova realizzazione, tutti gli acquirenti potrebbero mettersi d'accordo per assoldare lo stesso notaio e fargli curare tutte le compravendite. In questo caso, il totale dell'onorario del notaio sarà diminuito del 30%, costo che verrà equamente ripartito tra chi ha beneficiato del servizio. Questo sconto viene applicato solo se esplicitamente richiesto prima di iniziare le pratiche, quindi è importante ottenere la collaborazione degli altri acquirenti degli appartamenti e presentare una domanda scritta al notaio, dove si richiede la sua prestazione professionale per il numero specifico di atti in serie.

Alcune operazioni di competenza del notaio, ad esempio la presentazione di documenti, può essere effettuata online o di persona dall'acquirente. Sollevando il professionista da questi compiti, fattibili in prima persona, è possibile ottenere una parcella più leggera, perché avrà usato meno tempo per la specifica pratica. Inoltre, è bene fare in modo di presenziare sempre agli appuntamenti ufficiali: rimandarli, costringendo così il notaio a perdere una giornata di lavoro, potrebbe comportare il pagamento della prestazione non avvenuta.

Mutuo casa: trova il migliore Calcolo rata mutuo »
Vota la guida:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 8 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 19/09/2018 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Offerte confrontate

Con il comparatore di mutui online di Facile.it puoi confrontare i migliori mutui offerti dalle banche e richiedere senza impegno un preventivo

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

Guide ai mutui

Guide Mutui