02 55 55 222 Lun-Sab 9.00-21.00

Modello Unico persone fisiche: chi e quando si presenta

Modello Unico persone fisiche: chi e quando si presenta
Le 3 cose da sapere:
  • Consente di fare la dichiarazione dei redditi per persone fisiche
  • Dal 2017 il modello Unico è stato rinominato come modello Redditi
  • La nuova scadenza per la consegna del modello è il 31 ottobre

Il Modello Unico Persone fisiche è un modello che consente di fare la dichiarazione dei redditi per, appunto, le persone fisiche. Il modello, che oggi non si chiama più unico ma Modello Redditi Persone Fisiche, va presentato entro il 31 ottobre tramite procedura telematica. Chi, invece, ha i requisiti per la presentazione della dichiarazione cartacea, deve consegnarla agli uffici postali in una data compresa tra il 2 maggio e il 2 luglio. Le date, tuttavia, sono fissate di anno in anno e possono essere cambiate o subire delle proroghe. Proprio per questo, la cosa migliore, è sempre consultare, anche online, lo scadenzario dell'Agenzia delle Entrate.

Chi è obbligato a presentare il modello unico Pf

Come accennato, il Modello Unico PF è lo strumento fiscale con cui ogni contribuente, quale persona fisica, può presentare la propria dichiarazione dei redditi all’Agenzia delle Entrate. Dal 2017 il modello Unico è stato rinominato come modello Redditi, visto che dal modello è stata tolta la parte relativa all'IVA. La dichiarazione IVA annuale, infatti, va presentata in modo separato dal Modello Unico. Presenta il modello Unico 2018 persone fisiche il contribuente che:

  • Ha conseguito dei redditi nell'anno precedente e non è esonerato dalla dichiarazione dei redditi;
  • è obbligato a tenere scritture contabili e chi ha partita iva anche senza un reddito nell'anno precedente;
  • è un lavoratore dipendente che ha cambiato il proprio datore di lavoro durante l'anno fiscale precedente e ha ricevuto diversi modelli cu, nel caso in cui l’imposta che corrisponde al reddito totale supera di più di 10,33 euro le ritenute avute;
  • è un lavoratore dipendente che ha percepito dall’Inps una qualsiasi indennità e su essa non è stata applicata erroneamente la trattenuta;
  • è un lavoratore dipendente che beneficia di deduzioni dal reddito o anche una detrazione non spettante;
  • è un lavoratore dipendente con una retribuzione o un reddito percepito da privati e non è obbligato per legge alla ritenuta d'acconto, come un autista, un collaboratore familiare, una colf;
  • è un lavoratore dipendente a cui non è stato trattenuto un eventuale contributo di solidarietà;
  • è un lavoratore dipendente a cui non è stata trattenuta l'addizionale comunale, quella regionale;
  • ha avuto un reddito tassato separatamente, eccetto il TFR e la conclusione di un contratto co.co.co.;
  • chi ha percepito una plusvalenza e un reddito di capitale.

Questi sono quindi i requisiti che devono possedere i contribuenti che presentano il Modello Redditi Persone Fisiche per la propria dichiarazione dei redditi, anziché il 730. Ovviamente, per qualsiasi dubbio in merito ai propri requisiti, ci si può rivolgere direttamente all'Agenzia delle Entrate, consultare il sito web dell'Agenzia e approfondire la propria posizione nell'ampia sezione dedicata alla denuncia dei redditi e ai diversi modelli disponibili per la sua presentazione, o recarsi al Caf o presso un'assiciazione di categoria, così da avere tutte le delucidazioni di cui si ha bisogno. Dunque, il vecchio Modello Unico è stato modificato con la Legge di Bilancio 2017 in Modello Redditi, fissando la nuova scadenza per la consegna del modello al 31 ottobre, anziché al 30 settembre come un tempo. Inoltre, secondo la nuova normativa in vigore, i versamenti relativi alla dichiarazione dei redditi vengono effettuati entro il 30 giugno.

Modello Unico Pf: come e quando presentarlo

Il modello redditi Pf va presentato entro le scadenze fissate, anno per anno, consultando direttamente lo scadenzario dell'Agenzia delle Entrate, disponibile comodamente sul sito web dell'ufficio. Il modello va presentato solo per via telematica nei seguenti modi:

  • attraverso i servizi telematici Fisconline ed Entratel dell'Agenzia delle Entrate. Per farlo occorre essere accreditati a questi servizi online;
  • attraverso un intermediario abilitato, ovvero il proprio commercialista, il Caf o un'associazione di categoria;
  • rivolgendosi direttamente all'Agenzia delle Entrate e compilando, allo sportello, il modello Redditi precompilato.

Vota la guida:
Valutazione media: 4,6 su 5 (basata su 13 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 20/11/2018 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Offerte confrontate

Con il comparatore di mutui online di Facile.it puoi confrontare i migliori mutui offerti dalle banche e richiedere senza impegno un preventivo

Guide ai mutui

Guide Mutui