Serve assistenza?
02 55 55 222
mutui guide il piano di ammortamento cos e come funziona
Le 3 cose da sapere:
  1. 1

    Cos'è: piano di pagamento che suddivide il debito in diverse rate

  2. 2

    Tipologie: alla francese, a tasso variabile, a rate crescenti o decrescenti

  3. 3

    Confronta e scegli la tipologia di mutuo più adatta alle tue esigenze

Mutuo casa: trova il migliore
Mutuo casa: trova il migliore

L'ammortamento del mutuo, ad esempio del mutuo prima casa, è la procedura di rimborso del finanziamento erogato da una banca o istituto creditizio: il piano di ammortamento consiste, di conseguenza, nel documento che definisce le modalità di rimborso del prestito, contenendo la suddivisione delle rate del mutuo acceso e i determinati intervalli di tempo con i quali verrà estinto il debito contratto.

Sommario

Cos'è il piano di ammortamento

Il piano di ammortamento del mutuo è un piano di pagamento per il rimborso del capitale ricevuto con gli interessi concordati con la banca. Prevede una serie di rate, in genere costanti, composte da una quota di interessi e una quota di capitale. La prima è data dal frazionamento della quantità di denaro richiesta in prestito, la seconda è data dalla redistribuzione del tasso di interesse applicato al prestito stesso, spalmato per tutta la durata dell’ammortamento.

Le rate vengono pagate periodicamente fino a quando il debito non viene estinto. Il piano di ammortamento può essere a tasso fisso o variabile, a seconda del tipo di mutuo scelto.

Le tipologie di ammortamento del mutuo

Ecco in sintesi le principali tipologie di piano di ammortamento del mutuo, il loro funzionamento e i vantaggi previsti.

Ammortamento alla francese

È la tipologia più diffusa in Italia e può essere applicata sia ai mutui a tasso fisso che ai mutui a tasso variabile. È caratterizzato dal fatto che sulle rate pesa di più la quota interessi mentre negli ultimi anni pesa di più la quota capitale. Il grande vantaggio di questo metodo è che la rata rimane costante per tutta la durata del piano di estinzione del mutuo.

Ammortamento all'italiana

L'ammortamento all'italiana prevede il rimborso della somma ricevuta con una quota capitale costante nel tempo e una quota interessi decrescente mese dopo mese. La quota di interessi rimborsata alla fine del piano sarà quindi più bassa poiché la restituzione del capitale residuo avviene più velocemente, e le rate finali saranno sensibilmente più basse rispetto a quelle iniziali.

Ammortamento alla tedesca

L'ammortamento tedesco è molto simile al piano alla francese, ma prevede il pagamento della quota di interessi in anticipo. Il principale vantaggio è che la rata resta costante per tutta la durata del piano di estinzione del mutuo.

Ammortamento all'americana (o all'inglese)

Prevede contemporaneamente la richiesta di un mutuo e di un piano di investimento. La rata è fissa e composta solo dalla quota interessi e l'investimento permette di rimborsare le rate del mutuo. In questo modo si riesce a ridurre l'impatto degli interessi passivi del mutuo.

Ammortamento libero

Con il piano di ammortamento libero la rata è composta dalla sola quota di interessi e calcolata sulla base del capitale residuo e della periodicità del rimborso. Tra i vantaggi principali c'è il fatto che la quota capitale può essere restituita quando si vuole, sempre nei limiti delle scadenze indicate nel contratto di mutuo.

Il piano di ammortamento francese nel dettaglio

Il piano di ammortamento più popolare, ovvero quello detto “alla francese”, prevede rate costanti durante tutta la durata del mutuo online. La cifra da rimborsare resta la stessa ogni mese; a cambiare, però, è la composizione della rata. La quota capitale e la quota di interesse, infatti, nel tempo pesano diversamente all’interno della rata: nei primi tempi la rata è composta da una percentuale maggiore di quota di interesse, mentre verso la fine del periodo di ammortamento si rimborsa quasi esclusivamente la quota capitale. Le banche in questo modo incassano gli interessi prima di rientrare del capitale dato in prestito.

Come si calcola la rata con ammortamento alla francese?

Prendiamo come esempio un mutuo da 30 mila euro da restituire in 10 anni a rate semestrali (20 rate) ad un tasso del 4%, con una rata costante di 1560 euro (31200 euro/20 rate).

Nella prima rata la quota di interessi sarà rappresentata dall’interesse semestrale (2%) calcolato sul capitale da restituire (30 mila euro): quindi 600 euro. I restanti 960 euro saranno la quota capitale, che verrà sottratta al capitale residuo (30 mila – 960 = 29.040).

La rata semestrale successiva, sempre di 1560 euro, avrà una quota interessi del 2% di 29.040 (580,8 euro) e una quota capitale rappresentata dai restanti 979,2, che andranno sottratti al capitale residuo (29040-979,2=28060,8). E così via, finché il capitale residuo si esaurisce.

Ammortamento a tasso variabile

Un piano di ammortamento a tasso variabile comporta invece rate in cui le quote capitale e interesse possono essere ricalcolate ad ogni variazione del tasso, oppure la quota capitale può essere calcolata in al tasso iniziale, ricalcolando di volta in volta solo la quota interessi.

E’ possibile scegliere un piano a tasso variabile che fissa un tetto massimo al tasso di interesse (piano a tasso variabile con cap), da valutare effettuando un calcolo del mutuo casa in fase di accensione.

Altre tipologie

Esistono però anche piani a rate crescenti o decrescenti, con quote di rimborso che possono diventare più o meno sostanziose nel tempo, a seconda che il mutuatario si aspetti di avere disponibilità economiche superiori o inferiori con il passare degli anni.

Chi ha invece entrate si continue durante l’anno (ad esempio, i lavoratori stagionali) può trovare conveniente un piano d’ammortamento libero, che prevede la rateizzazione della sola quota di interesse lasciando al mutuatario la libertà di restituire la quota capitale quando lo desidera, all’interno – si intende – di determinate finestre temporali. Ad esempio, se ad un mutuo decennale da 30 mila euro viene applicato un tasso del 2%, questa percentuale andrà rimborsata ratealmente ogni mese. Il capitale di 30 mila euro potrà invece essere rimborsato, ad esempio, fino al 20% nei primi tre anni, fino al 60% entro i 5 anni, fino all’80% entro i 7 anni, per poi completare la restituzione del capitale al 100% al termine dei 10 anni.

Il massimo della flessibilità si raggiunge con i piani a rata fissa ma con tasso e durata variabile. Con questo tipo di piani, la composizione della rata varia continuamente al variare dei tassi, e il pagamento prosegue ad oltranza, fino all’azzeramento tanto della quota capitale quanto della quota interesse.

Scegli il finanziamento più adatto tenendo sempre presenti le tue entrate mensili.

Mutuo casa: trova il migliore

Come calcolare il piano di ammortamento?

Il piano di ammortamento può essere calcolato utilizzando una formula matematica nota come formula di ammortamento. La formula di ammortamento è una formula che calcola la quota di interessi e la quota di capitale da pagare in ogni periodo di pagamento.
La formula è la seguente: Pagamento mensile = (Importo del prestito x tasso di interesse) / (1 - (1 + tasso di interesse) ^ -n) In questa formula, "Pagamento mensile" è l'importo del pagamento mensile, "Importo del prestito" è l'importo del prestito, "tasso di interesse" è il tasso di interesse applicato al prestito e "n" è il numero di periodi di pagamento.
Per calcolare il piano di ammortamento, è necessario conoscere l'importo del prestito, il tasso di interesse e il numero di periodi di pagamento. Una volta che queste informazioni sono state inserite nella formula, il pagamento mensile può essere calcolato. Il pagamento mensile può quindi essere suddiviso in una quota di interessi e una quota di capitale.
La quota di interessi è l'importo che viene pagato per l'utilizzo del denaro e la quota di capitale è l'importo che viene pagato per ridurre il debito.

Come calcolare la rata di un ammortamento alla italiana?

Per calcolare la rata di un ammortamento alla italiana, è necessario conoscere il valore del capitale iniziale, il tasso di interesse e il numero di rate.
La formula per calcolare la rata di un ammortamento alla italiana è la seguente:
Rata = (Capitale iniziale * Tasso di interesse) / (1 - (1 + Tasso di interesse)^-Numero di rate)
Dove:
Capitale iniziale = Valore del capitale iniziale
Tasso di interesse = Tasso di interesse applicato
Numero di rate = Numero di rate da pagare

Offerte confrontate

Confronta in pochi istanti i mutui on line offerti dalle banche e richiedi senza impegno la fattibilità del finanziamento.

Mutuo Prima Casa

Confronta i nostri prodotti

Preventivo mutuo

Surroga Mutuo

Riduci la rata del mutuo

Preventivo surroga

Guide ai mutui

pubblicato il 2 gennaio 2024
Mutuo under 36: guida completa 2024

Mutuo under 36: guida completa 2024

Le agevolazioni per i mutui under 36 subiranno importanti cambiamenti nel 2024. Ecco tutto ciò che c'è da sapere per i giovani che vogliono richiederlo quest'anno.
pubblicato il 20 giugno 2023
Comprare casa dai genitori o dai parenti (e perché è difficile!)

Comprare casa dai genitori o dai parenti (e perché è difficile!)

Cosa potrebbe succedere se un figlio volesse comprare la casa dei genitori o di altri parenti in generale? Questa cosa è permessa, ma non sempre le banche sono disposte ad offrire questo tipo di mutuo. Vediamo perché!
pubblicato il 13 febbraio 2023
Bonus Ristrutturazione 2023: tutte le informazioni

Bonus Ristrutturazione 2023: tutte le informazioni

Scopri di più sul bonus ristrutturazione 2023 e sugli sgravi fiscali concessi!
pubblicato il 15 dicembre 2022
Cos'è un mutuo e come funziona

Cos'è un mutuo e come funziona

Il mutuo è un prestito a lungo termine in cui un parte concede in prestito una somma di denaro ad un'altra. Vediamo come funziona e quali sono le sue caratteristiche.
pubblicato il 24 ottobre 2022
Mutuo cointestato: come funziona?

Mutuo cointestato: come funziona?

Il mutuo cointestato è un mutuo in cui due o più soggetti sottoscrivono lo stesso finanziamento e si impegnano congiuntamente a rimborsare l'importo delle rate. Il vantaggio principale di questa formula risiede nel fatto che le banche hanno una duplice garanzia di solvibilità e, in caso di mancato pagamento da parte di uno dei due debitori, possono rivalersi sull'altro per richiedere l'intero importo dovuto.
pubblicato il 28 giugno 2022
Trasloco a Roma: prezzi medi e consigli

Trasloco a Roma: prezzi medi e consigli

Vivere a Roma offre molte opportunità. Tuttavia, traslocare in questa capitale ricca di storia potrebbe non essere semplice; ecco allora una piccola guida su come fare il trasloco a Roma.
pubblicato il 28 giugno 2022
Trasloco a Milano: costi e consigli

Trasloco a Milano: costi e consigli

Milano è una città vivace e alla moda, fulcro di eventi mondani ma anche lavorativi. Non è raro che, per lavoro, ci sia la necessità di spostarsi nel capoluogo lombardo. Ma come fare il trasloco a Milano? Ecco qualche consiglio.
pubblicato il 28 giugno 2022
Come organizzare un trasloco

Come organizzare un trasloco

Organizzare un trasloco può essere sempre molto difficile. Vuoi scoprire come fare? Allora continua a leggere l'articolo e segui tutti i consigli per trasferirti in totale serenità.

Banche

Scopri le informazioni e le offerte di mutuo delle banche partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968