Serve assistenza?
02 55 55 5

Bonus Condizionatori 2022: chi può richiederlo?

prestiti news bonus condizionatori 2022 chi puo richiederlo

Per l’anno 2022 è stato prorogato il Bonus Condizionatori, ossia l’agevolazione fiscale che prevede una detrazione dal 50 al 65%, fino al 31 Dicembre 2022, sull’acquisto di nuovi climatizzatori, pompe di calore e deumidificatori, a basso consumo energetico.

Scopriamo i dettagli della misura e chi può richiedere il bonus qui su Facile.it, leader nel confronto dei prestiti online.

Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€
Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€

Come funziona il bonus

La detrazione spettante e i massimali di spesa variano in base alla tipologia dell’acquisto:

  • Detrazione del 50 per cento, con tetto massimo di 96.000€, in caso di acquisto di climatizzatori con classe minima A+, abbinato alla ristrutturazione della casa;
  • Detrazione del 50 per cento, con tetto massimo di 10.000€, in caso di acquisto come intervento di manutenzione straordinaria, senza ristrutturazione;
  • Detrazione del 65 per cento, con tetto massimo di 46.154€, in caso di acquisto di nuovi condizionatori a pompa di calore e ad alta efficienza energetica, sostituendone altri di classe inferiore.

Al fine di poter beneficiare della detrazione fiscale del 50 per cento, l’impianto deve garantire un risparmio energetico certificato dal produttore o dall’installatore. In questo caso non è necessario che il condizionatore sia abilitato al riscaldamento. Inoltre, in caso di lavori di ristrutturazione su più unità immobiliari è possibile usufruire più volte dell’incentivo, ma la detrazione non utilizzata non potrà essere trasferita.

In caso di ristrutturazione edilizia ordinaria, è possibile usufruire della detrazione del 50 per cento per l’acquisto di un nuovo condizionatore, non necessariamente ad alta efficienza energetica, purché i lavori eseguiti riducano il fabbisogno energetico dell’immobile ristrutturato. Viene altresì riconosciuta la detrazione per l’acquisto di un condizionatore di classe energetica minima A+, in caso di ristrutturazione edilizia straordinaria.

I requisiti

Per usufruire del Bonus Condizionatori è necessario che lo stabile presenti determinati requisiti:

  • Dev’essere già accatastato o eventualmente in fase di accatastamento, e in regola con i pagamenti;
  • Il pagamento dei lavori dev’essere documentato da fattura ed eseguito attraverso sistemi tracciabili.

Possono beneficiare del Bonus Condizionatori sia i proprietari degli immobili interessati dagli interventi, che i titolari di diritti reali/personali di godimento sugli stessi, e che ne sostengano le relative spese, ossia:

  • Persone fisiche;
  • Esercenti arti e professioni;
  • Associazioni di professionisti;
  • Società di persone e di capitali;
  • Enti pubblici e privati che non esercitino attività commerciale;
  • Istituti autonomi per le case popolari;
  • Condomini;
  • Cooperative di abitazione a proprietà divisa;
  • Proprietari o nudi proprietari;
  • Titolari di usufrutto, uso, abitazione o superficie;
  • Locatari e comodatari;
  • Imprenditori individuali, per gli immobili che non rientrino fra i beni strumentali o merce;
  • Soci di cooperative divise e indivise;
  • Soggetti che producono redditi in forma associata;
  • I familiari conviventi del possessore o detentore dell’immobile;
  • Il coniuge separato assegnatario dell’immobile intestato all’altro coniuge;
  • Il componente di un’unione civile;
  • Il convivente, non proprietario dell’immobile né titolare di un contratto di comodato, relativamente alle spese sostenute a partire dal primo gennaio 2016.

Ѐ possibile infine ottenere la detrazione fiscale del 110% con il Bonus Condizionatori, nel caso in cui l’acquisto dei condizionatori e i lavori di installazione vengano eseguiti all’interno degli interventi di efficientamento energetico ritenuti trainanti. Tra questi vi sono i lavori di isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali, o la sostituzione della caldaia con impianti centralizzati a condensazione, anche per le unità unifamiliari.

Al fine di accedere alla detrazione gli interventi dovranno garantire un miglioramento energetico di almeno due classi, o eventualmente il raggiungimento della classe più alta. Il tutto dovrà essere dimostrato tramite APE (Attestato di Prestazione Energetica) rilasciata da tecnici abilitati.

La richiesta del Bonus Condizionatori dovrà essere effettuata in sede di dichiarazione dei redditi, mediante Modello Unico o 730, e la dichiarazione delle spese dovrà essere suddivisa in 10 anni.

Preventivo di prestito da 10.000 euro

*Annuncio Promozionale , per tutte le informazioni relative a ciascun prodotto si prega di prendere visione di Informativa Trasparenza Prestiti. Tutti i prodotti presenti sul comparatore sono da considerarsi assistiti da garanzia di ipoteca sull'immobile. Ti ricordiamo sempre di prendere visione delle Informazioni Generali sul Credito Immobiliare offerto ai consumatori nonché agli altri documenti di Trasparenza. Per verificare la soluzione adatta alle tue esigenze clicca su verifica fattibilità

Pubblicato da Marianna Serra il 23 febbraio 2022

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

© 2022 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968