02 55 55 666 Lun-Sab 9.00-21.00

Come attivare un prestito d’onore

Come attivare un prestito d’onore
Le 3 cose da sapere:
  • Cos'è: forma particolare di prestito per imprenditori e studenti
  • A chi è destinato: microimprese, franchising, lavoro autonomo, studenti
  • Confronta e scegli il prestito personale con le condizioni più favorevoli per te

Il prestito d'onore è un finanziamento personale caratterizzato da condizioni più favorevoli di rimborso e da un accesso semplificato al capitale, visto che il richiedente non deve necessariamente essere in possesso di un reddito dimostrabile e che non è richiesta la presenza di un garante o di un coobbligato. Rispetto ad altre forme di finanziamento, il prestito d'onore presenta dei vantaggi specifici: ad esempio, se richiesto da studenti, l'accesso a questo prestito a tasso agevolato avviene grazie alle convenzioni stipulate dagli istituti di credito con gli atenei e le scuole di specializzazione. La restituzione dell'importo ottenuto avverrà solo dopo aver utilizzato l'intera somma erogata, ossia una volta terminato il corso di studi, e il rimborso del prestito avrà luogo in un arco temporale molto dilatato. Scopriamo quindi quali sono le caratteristiche del prestito d'onore, chi sono i destinatari e come richiederlo.

Sommario

Cos’è il prestito d'onore

Il prestito d'onore è una forma particolare di finanziamento regolamentato dal decreto legislativo 185/2000 che mette a disposizione dei contributi a fondo perduto (prestito a fondo perduto) e dei finanziamenti a tasso agevolato per chi volesse avviare delle attività in proprio, sia in forma di società sia di lavoro autonomo. Esiste inoltre una forma di prestito d’onore riservata agli studenti meritevoli, istituita con la legge 390/1991, che consiste in un credito concesso da una delle banche convenzionate a copertura di qualsiasi spesa debba essere sostenuta per completare il ciclo di studi: dai costi di formazione, ai libri, all’alloggio, al vitto.

Come funziona un prestito d'onore

Per capire come funziona un prestito d’onore occorre fare una distinzione a seconda della finalità, e di conseguenza della differente consistenza dei capitali messi a disposizione:

  • Microimprese: gli investimenti massimi ammissibili ammontano a 129.114 euro (Iva esclusa). Per le spese di investimento, è previsto un contributo a fondo perduto di circa il 50% e un finanziamento agevolato per il restante 50% con un tasso d’interesse al 30% del tasso di riferimento in vigore al momento della stipula del contratto di finanziamento. Il rimborso deve avvenire in sette anni al massimo (84 mesi) mediante rate trimestrali costanti posticipate.
  • Franchising: l’entità delle agevolazioni concesse rientra nell’ambito del cosiddetto regime comunitario ‘de minimis’ . Anche qui è previsto un 50% di contributo a fondo perduto e un finanziamento a tasso agevolato per la restante metà da restituire al massimo in sette anni.
  • Lavoro autonomo: l’investimento complessivo ammissibile ammonta a 25.823 euro (Iva esclusa), mentre il finanziamento a tasso agevolato per gli investimenti non può superare l’importo di 15.494 euro. Il contributo a fondo perduto per le spese di gestione del primo anno anno non può superare i 5.164,57 euro.
  • Studenti: il prestito per studenti può variare da banca a banca e in base alla durata del percorso di studi. In particolare, i prestiti per studenti universitari permettono di beneficiare, per un periodo variabile a seconda del corso di studi, di una linea di credito in conto corrente destinata a finanziare un percorso formativo (come un corso di laurea o un master) e le spese ad esso collegate (dalla retta ai libri di testo, dal canone di locazione dell'alloggio ai viaggi studio). Di solito il finanziamento si aggira sui 5/6.000 euro annui. Il prestito non ha interessi aggiuntivi, mentre il rimborso parte in genere dopo circa due anni dal completamento degli studi, con una durata che oscilla tra 1 e 15 anni. 

Requisiti prestito d'onore: a chi è destinato

Chi desidera accedere ad un prestito d'onore deve essere in possesso di determinati requisiti, che per quanto riguarda le attività lavorative prevedono:

  • la maggiore età
  • lo stato di non occupato alla data di presentazione della domanda
  • la residenza italiana alla data del 1° Gennaio 2000 oppure da almeno sei mesi alla data di presentazione della domanda.

Nel caso di microimprese e franchising devono essere in possesso dei requisiti suddetti almeno la metà numerica dei soci che detiene almeno la metà del capitale sociale o delle quote.

Gli studenti che vogliono accedere al prestito d’onore devono invece possedere i seguenti requisiti soggettivi e oggettivi:

  • essere residenti in Italia
  • essere iscritti in una delle università italiane
  • essere in possesso dei requisiti di reddito e di merito stabiliti dalla legge 390/1991.

L'istruttoria bancaria a cura dell'istituto convenzionato è finalizzata ad accertare la sussistenza di tali requisiti, che permettono di soddisfare l'obiettivo del finanziamento e la fattibilità della restituzione del capitale erogato. Il finanziamento in ogni caso viene concesso ad insindacabile giudizio della banca stessa.

Il finanziamento agevolato non è concesso a tutti indistintamente, ma richiede di partecipare ad un bando di concorso, che premia le idee migliori e verifica il possesso dei requisiti per farne richiesta. Il prestito d’onore viene erogato e gestito da Invitalia, un’agenzia nazionale che sostiene lo sviluppo di nuove imprese. Collegandosi al loro sito sarà possibile conoscere i bandi in corso e scegliere la tipologia di finanziamento che maggiormente si adatta alla propria situazione.

Ricapitolando dunque i prestiti d’onore vengono dati a:

  • giovani studenti e ragazzi con poche possibilità economiche ma che desiderano laurearsi o seguire corsi post-laurea (master o dottorati)
  • giovani che desiderano avviare un’impresa o un’attività lavorativa autonoma
  • giovani che desiderano avviare un’attività di franchising.

Dove e come richiedere un prestito d'onore

Se vuoi sapere dove e come richiedere un prestito d'onore la risposta è piuttosto semplice e prevede differenti soggetti coinvolti a seconda che il prestito sia richiesto da studenti o per microimprese o franchising. In generale possiamo anticipare che tutta la parte relativa alla compilazione della domanda e la presentazione dei documenti può essere svolta comodamente online, senza pertanto necessità di recarsi in qualche ufficio.

  • Microimprese, franchising, lavoro autonomo: il prestito d’onore è gestito da Invitalia Autoimpiego, cioè l'Agenzia Nazionale per l'Attrazione degli Investimenti e dello Sviluppo d'Impresa, e la domanda può essere presentata online, specificando le finalità della richiesta, compilando e inoltrando la domanda, che può essere scaricata direttamente dal sito di Invitalia. Quando i prestiti d’onore sono erogati da altri soggetti, come ad esempio le Regioni o i Comuni, la domanda va inoltrata a questi ultimi enti secondo le modalità previste dal bando. 
  • Studenti: il prestito d’onore prevede precise convenzioni tra le università e le banche o le finanziarie che erogano il prestito agli studenti, con tassi agevolati e un piano di rimborso dilazionato negli anni.. Per inoltrare le domande, è necessario rivolgersi alla segreteria dell’ateneo, dove ci si può anche informare su quali siano le banche convenzionate. Anche in questo caso è possibile inoltrare tutte le domande online, senza recarsi necessariamente negli uffici. 

Tempistiche prestito d’onore

Le tempististiche per ottenere una risposta in merito alla domanda di prestito d'onore sono solitamente piuttosto brevi: l'esito (sia positivo che negativo) viene comunicato in circa 60 giorni lavorativi. In caso di esito positivo il richiedente può recarsi in una delle banche convenzionate per avviare la pratica di finanziamento, che renderà disponibili i fondi in circa 30/60 giorni.

Documenti per richiedere un prestito d'onore

Per presentare domanda di prestito d'onore è necessaria la seguente documentazione:

  • moduli compilati e firmati;
  • documenti d’identità;
  • presentazione del progetto.

Simulazione del prestito d'onore per studenti

FINANZIARIA TAN FISSO TAEG DURATA RATA MENSILE
Younited Credit 4,76% 6,35% 60 97,06€
Agos 7,01% 8,59% 60 99,01€
Findomestic 8,50% 8,84% 60 102,60€

Simulazione di prestito da 5.000 euro per una durata di 60 mesi per una persona residente in provincia di Milano: si consiglia di verificare sempre i tassi e i costi aggiornati effettuando una simulazione e indicando i corretti dati.

Facile.it ti fornisce gli ultimi aggiornamenti in tema di finanziamenti per studenti e ti offre l'opportunità di conoscere quali banche erogano in convenzione con le università i prestiti per affrontare gli studi accademici.

Prestito d’onore Invitalia

Dopo aver visto in generale cos'è e come viene erogato un prestito d'onore, vediamo nel dettaglio il prestito Invitalia per l’autoimpiego. Come anticipato si tratta di un finanziamento volto alla creazione di nuove attività lavorative a favore di soggetti residenti in aree più svantaggiate del Paese, in particolar modo nel Mezzogiorno.

L'obiettivo è quindi quello di attuare politiche di finanza sociale e sostenere l’occupazione nelle Regioni del Meridione d’Italia allo scopo di restringere il divario con le aree più sviluppate del Paese. Solitamente questi finanziamenti sono rivolti pertanto a soggetti residenti nelle Regioni Abruzzo, Campania, Puglia, Molise, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Caratteristiche e condizioni del prestito d’onore Invitalia

A differenza degli altri prestiti d’onore erogati da istituti di credito Inarcassa o altri enti parastatali, il prestito d’onore erogato da Invitalia per l’autoimpiego presenta agevolazioni particolari, come il 50% di contributo a fondo perduto, oltre al fatto che non viene chiesta alcuna forma di garanzia terza (un garante) o personale (busta paga).

Come ottenere un prestito Invitalia

Dopo aver visto i requisiti generali dei prestiti d'onore, vediamo più in dettaglio i requisiti per ottenere il prestito d’onore di Invitalia:

  • residenza da almeno sei mesi nel territorio italiano (si applica anche a stranieri extracomunitari che volessero avviare un’attività nel nostro paese);
  • sede dell’attività lavorativa, sia essa legale, amministrativa oppure operativa, collocata in un Comune presente in una delle otto regioni del Meridione d’Italia precedentemente elencate;
  • stato di disoccupazione o inoccupazione alla data di presentazione della domanda di ammissione al finanziamento;
  • età del richiedente fino a 29 anni o fino 35 anni nel caso di società in microimpresa e franchising (non sono previsti invece limiti per autoimpiego inteso come lavoro autonomo per ditte individuali);
  • attività start up da presentare tramite un progetto dettagliato che non deve essere costituita nel caso di ditta individuale, mentre deve essere già costituita nel caso di società.

Vantaggi e svantaggi

La possibilità di accedere a un sistema di finanza agevolata come questo presenta sicuramente molti vantaggi, come la possibilità di ottenere per il primo anno una somma a fondo perduto, senza bisogno di restituzione, oltre al fatto di avere un tasso agevolato per il resto del finanziamento: questo significa che gli interessi da pagare saranno inferiori a quelli che potrebbero essere applicati su un normale prestito dalle banche tradizionali.

Come in ogni altra situazione, è bene sottolineare anche la presenza di alcuni svantaggi nel richiedere un prestito di questo tipo, come i seguenti:

  • non è possibile ottenere più della cifra messa a disposizione dal bando;
  • è necessario presentare un business plan efficace in grado di sintetizzare le principali caratteristiche del progetto;
  • il numero di domande accettate è limitato;
  • è necessario che l’attività rimanga attiva per almeno tre anni.

Prestiti 5000 euro Formazione e università

Younited Credit
Finanziaria: Younited Credit
Prodotto: Prestito Personale
TAN Fisso: 4,76%
TAEG: 6,35%
Durata finanziamento: 60 mesi
Importo finanziato: € 5.174
Totale dovuto: € 5.824
Rata mensile € 97,06
Agos
Finanziaria: Agos
Prodotto: Prestito Personale
TAN Fisso: 7,01%
TAEG: 8,59%
Durata finanziamento: 60 mesi
Importo finanziato: € 5.178
Totale dovuto: € 6.118
Rata mensile € 99,01
Findomestic
Finanziaria: Findomestic
Prodotto: Prestito Personale Flessibile
TAN Fisso: 8,50%
TAEG: 8,84%
Durata finanziamento: 60 mesi
Importo finanziato: € 5.000
Totale dovuto: € 6.156
Rata mensile € 102,60
*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze

Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€ Preventivo in 3 minuti

Offerte confrontate

Con Facile.it puoi confrontare i migliori finanziamenti e richiedere velocemente e online un preventivo di prestito secondo le tue esigenze.

Guide ai prestiti

Guide Prestiti

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure