02 55 55 666 Lun-Sab 9.00-21.00

Finanziamenti a fondo perduto: i migliori del 2022

I prestiti a fondo perduto sono finanziamenti che non prevedono l'obbligo di restituzione, e non devono quindi essere restituiti a chi li ha concessi. Vengono erogati da enti pubblici o società finanziarie pubbliche a sostegno di nuove attività imprenditoriali, di imprese già esistenti che desiderano potenziare o consolidare l'attività (purché operino in settori strategici) oppure di imprese localizzate in aree territoriali svantaggiate.

I finanziamenti a fondo perduto sono spesso destinati ai giovani under 35, alle start up o all’imprenditoria giovanile e femminile, in quanto vengono in genere erogati con scopi ben precisi, come l'autoimprenditorialità, l'autoimpiego e l'innovazione in determinati settori per agevolare l'accesso al mercato del lavoro. I finanziamenti a fondo perduto rispondono all'esigenza di incentivare l'imprenditorialità e di stimolare l'iniziativa economica privata. 

Prestiti a fondo perduto: come funzionano

I prestiti a fondo perduto prevedono un contributo in conto capitale, per il quale non si richiede la restituzione della somma e degli interessi maturati, e sono stanziati da diversi tipi di enti e istituzioni. I più noti sono senz’altro i finanziamenti concessi dall’Unione Europea, ma bisogna ricordare anche quelli erogati dallo Stato e dalle Regioni. Inoltre, è importante ricordare che, essendo considerati investimenti a supporto della crescita economica, questi prestiti possono essere cumulati con altre agevolazioni esistenti.

A volte i prestiti a fondo perduto sono concessi nell'ambito del prestito d'onore. Questo tipo di finanziamento, erogato per la copertura delle spese di costituzione e per il finanziamento dei costi di gestione sostenuti nel corso del primo anno, sostiene le nuove attività imprenditoriali e incentiva l'autoimpiego, attraverso l'erogazione di una quota di finanziamento a fondo perduto contestualmente a un normale prestito a tasso agevolato.

I contributi a fondo perduto possono essere pari, al massimo, a metà della cifra finanziata e non vanno restituiti, mentre la restante parte, il prestito vero e proprio, è concesso a condizioni economiche agevolate e deve essere rimborsato entro un periodo che arriva al massimo a 8 anni.

Finanziamenti a fondo perduto: requisiti

Per regolamentare l'accesso a questa tipologia di prestito sono indetti bandi specifici contenenti tutte le informazioni utili su soggetti beneficiari, documenti necessari, oggetto del finanziamento e modalità di accesso. L'accesso a ogni bando necessita la verifica e la presenza di specifici requisiti, univoci per singolo bando. In linea generale possiamo però dire che tra i requisiti più comuni rientrano:

  • forma societaria: ci sono alcuni bandi per imprese di determinate dimensioni o per tipologie di aziende;
  • requisiti specifi del bando: l'appartenenza a determinati settori o specifiche aree geografiche;
  • titolo di studio o competenze legate all'obiettivo finale del bando;
  • progetto strategico di marketing.

Come richiedere un finanziamento a fondo perduto

La modalità di richiesta di un prestito a fondo perduto può cambiare a seconda del bando indetto dall'ente pubblico che eroga il finanziamento. I bandi differiscono per tipologia (locali, regionali, nazionali, europei) e caratteristiche specifiche, ma di solito si classificano in:

  • bandi sempre aperti;
  • bandi con scadenza;
  • bandi regionali;
  • bandi di settore;
  • bandi per specifiche aree;
  • bandi per tipologia di intervento.

Le principali caratteristiche di un bando prevedono:

  • istruzioni relative a quali documenti presentare;
  • agevolazioni di cui si può usufruire;
  • requisiti di accesso;
  • modalità di presentazione delle domande.

Per la consultazione dei bandi e la presentazione delle domande è consigliato collegarsi ai principali siti di enti pubblici sia locali che nazionali, come ad esempio www.impresainungiorno.gov.it.

Solitamente in caso di richiesta di finanziamento a fondo perduto, a differenza di un prestito personale, occorre presentare, assieme alla domanda, il business plan della propria attività, per fornire informazioni su come è strutturato il progetto per il quale si richiede il contributo, quali sono gli obiettivi da raggiungere e le spese da sostenere, e altre informazioni necessarie a valutare la qualità e la sostenibilità della propria idea imprenditoriale.

Inoltre, in caso di approvazione e concessione del prestito a fondo perduto, trattandosi di incentivi mirati a favorire alcuni settori o categorie, viene richiesta una rendicontazione puntuale delle spese affrontate per poter verificare l’effettivo utilizzo delle somme concesse. A volte infatti la concessione di un prestito a fondo perduto è vincolata ad alcuni parametri, che se non rispettati possono comportare anche l’annullamento del contributo.

Prestiti a fondo perduto: novità 2022

Già con il Decreto Rilancio 2020 erano stati previsti diversi aiuti alle aziende anche in termini di finanziamenti a fondo perduto, in particolare contributi per le aziende con ricavi inferiori ai 5 milioni nel precedente periodo di imposta, riduzioni per le bollette dell'energia elettrica e rafforzamento del patrimonio delle piccole e medie imprese.

Nel 2022 un occhio di riguardo è rivolto in particolare all'imprenditoria femminile, con contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati per un totale di 400 milioni di euro stanziati, previsti dal PNRR, che mirano a incentivare almeno 2400 imprese guidate da donne nella realizzazione di progetti innovativi.

Scopri le migliori soluzioni di credito al consumo su Facile.it:

Preventivo di prestito da 10000 euro

Younited Credit
Finanziaria: Younited Credit
Prodotto: Prestito Personale
TAN Fisso: 4,37%
TAEG: 5,68%
Durata finanziamento: 60 mesi
Importo finanziato: € 10.288
Totale dovuto: € 11.471
Rata mensile € 191,19
Banca Sella
Finanziaria: Banca Sella
Prodotto: Prestito Personale
TAN Fisso: 5,55%
TAEG: 5,78%
Durata finanziamento: 60 mesi
Importo finanziato: € 10.000
Totale dovuto: € 11.499
Rata mensile € 191,24
Agos
Finanziaria: Agos
Prodotto: Prestito Personale
TAN Fisso: 5,93%
TAEG: 6,82%
Durata finanziamento: 60 mesi
Importo finanziato: € 10.191
Totale dovuto: € 11.767
Rata mensile € 192,97
*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze

Prestiti personali: calcola la tua rata Confronto Prestiti
Vota il servizio:
Valutazione media: 4,2 su 5 (basata su 82 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 26/05/2022

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Offerte confrontate

Con Facile.it puoi confrontare i migliori prestiti online e richiedere velocemente un preventivo online di prestito secondo le tue esigenze.

News

News Prestiti

Guide ai prestiti

Guide Prestiti

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure