Serve assistenza?
02 55 55 666

L’arbitro bancario, come avere ascolto se si hanno problemi con il prestito

3 mag 2023 | 4 min di lettura | Pubblicato da Cristina B.

parola-esperto-prestiti-arbitro-bancario.jpeg

Problemi con i finanziamenti e prestiti, condizioni poco chiare, rimostranze che sfociano in contrasti? I consumatori hanno un percorso per vedere tutelate, o quanto meno illustrate, le proprie ragioni e ricevere chiarezza.

Per i casi legati ai finanziamenti, tra cui i prestiti, il “nume tutelare” dei consumatori è l’Arbitro bancario e finanziario, un istituto gestito dalla Banca d'Italia.

Vediamo insieme di cosa si tratta e come sono le procedure per accedervi.

Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€

L’Arbitro, chi è

L'Arbitro bancario finanziario (ABF) è un sistema di risoluzione alternativa delle controversie (in inglese ADR - Alternative Dispute Resolution) che possono sorgere tra i clienti e le banche e gli altri intermediari in materia di operazioni e servizi bancari e finanziari.

E’ dunque un'alternativa più semplice (anche in termini di costi) rispetto alle vie ordinarie dei tribunali.

La procedura

Più rapida e snella la procedura d’esame delle cause. Il ricorso è deciso sulla base della documentazione prodotta dalle parti (ricorrente e intermediario); ci si puo’ difendere da soli, perché non è necessaria l’assistenza di un avvocato.

Attenzione però: le decisioni dell’Abf non sono vincolanti come i contenuti di una sentenza emessa da un giudice. E quindi che fare? Se l’intermediario non le rispetta, sul sito dell’Abf c’è una sezione dedicata all’elenco degli inadempienti. Di cosa si tratta?

L’elenco degli inadempienti

La notizia dell’inadempimento degli istituti è resa pubblica sul sito internet per un periodo di 5 anni e, in evidenza, sulla pagina iniziale del sito internet dell'intermediario per la durata di 6 mesi.

Come fare il ricorso

La condizione di accesso all’arbitro è quella di aver cercato di risolvere la controversia, inviando prima un reclamo scritto all’intermediario. La carta del tribunale resta sempre a disposizione del cliente che, nel caso in cui ritenga la soluzione non soddisfacente, ha sempre la strada della causa civile aperta. I

Il portale fornisce tutte le istruzioni per poter inoltrare la domanda. Il primo step sarà quello di iscriversi all’area riservata del sito.

La procedura di iscrizione è semplice ed è guidata dalle indicazioni del sito. Saranno richiesti i propri dati, il codice fiscale e l’indicazione di una email dove ricevere le comunicazioni e il link di attivazione. Il ricorso si carica sempre on line dall’area riservata.

Nello spazio dedicato sarà possibile caricare i documenti ritenuti utili alla decisione del ricorso. I documenti però non potranno superare il numero di 30 allegati e ci sono limiti dimensionali ai file da allegare. Sarà poi richiesto se il ricorso è presentato a titolo personale o nell’interesse di una terza persona, i dati dell’intermediario coinvolto nel ricorso e i dati del reclamo precedentemente presentato. Sarà necessario fornire una descrizione della controversia e indicare le richieste da rivolgere all’arbitro. Una volta inviato il ricorso in modalità telematica sarà possibile monitorare lo stato di avanzamento attraverso il portale.

La segreteria comunicherà le diverse fasi, aggiornamenti e eventuali richieste sempre tramite il portale e l’area riservata al ricorso.

Sedi in sette collegi

Sul territorio nazionale la figura dell’arbitro è presente in sette collegi: Bari, Bologna, Milano, Napoli, Palermo, Roma e Torino. La composizione di ciascun Collegio assicura che siano rappresentati gli interessi dei diversi soggetti coinvolti. In ciascun Collegio l'Organo decidente è composto da cinque membri: il Presidente e due membri sono scelti dalla Banca d'Italia; un membro è designato dalle associazioni degli intermediari; un membro è designato dalle associazioni che rappresentano i clienti (imprese e consumatori). Il Presidente resta in carica per cinque anni e gli altri membri per tre anni; il mandato è rinnovabile una sola volta. Tutti i componenti devono possedere requisiti di esperienza, professionalità, integrità e indipendenza.

Ruolo strategico lo svolge la segreteria tecnica

Le sette segreterie presenti per ogni collegio hanno il compito di ricevere ed esaminare il ricorso, verificando in primo luogo che sia completo, regolare e presentato nei termini; ricevere la documentazione fornita dalle parti, compresa quella relativa al reclamo presentato all'intermediario; se necessario, chiedere al cliente di regolarizzare il ricorso entro il termine perentorio di 10 giorni; curare le comunicazioni alle parti relative alla procedura di ricorso.

I dati sulle procedure

Dai dati ultimi disponibili nel corso del 2022 sono calate di circa il 30% le controversie esaminate dall’arbitro. 3530 rispetto ai 4.413 dello stesso periodo dell’anno precedente. La parte del leone come materie oggetto di controversie la fa la cessione del quinto dello stipendio, seguita da problemi sul conto corrente, carte di credito, credito al consumo, bancomat e carte di credito. La durata media per arrivare a una decisione è di 110 giorni e nel 30% dei casi i ricorsi vengono accolti.

Autore
cristina-bartelli

Giornalista professionista dal 2004 e vicecaporedattore per ItaliaOggi, scrive del Fisco in ogni sua forma. Ha fatto incursioni su Classcnbc e Tgcom per raccontare le novità di manovra di bilancio, sanatorie fiscali e storie di elusione.

Ultime notizie Prestiti

pubblicato il 23 febbraio 2024
Confronto tra prestiti casa per un finanziamento da 50.000€ a febbraio 2024

Confronto tra prestiti casa per un finanziamento da 50.000€ a febbraio 2024

Rinnovare lo spazio vitale o aggiungere un tocco di freschezza alla tua abitazione è sempre una gratificante avventura. Ma quando si tratta di finanziare progetti di arredamento o ristrutturazione, trovare il prestito giusto è fondamentale.
pubblicato il 16 febbraio 2024
Decreto Superbonus 2024: limiti e sanzioni

Decreto Superbonus 2024: limiti e sanzioni

Il Decreto Superbonus ha assunto una forma definitiva con poche possibilità di modifiche. Tuttavia, le misure di protezione per i controlli fiscali si sono rivelate limitate, mettendo in difficoltà coloro che hanno scelto una deduzione parziale dall'IRPEF.
pubblicato il 19 febbraio 2024
Il prestito online Agos più conveniente a febbraio 2024

Il prestito online Agos più conveniente a febbraio 2024

Hai bisogno di un prestito? Puoi valutare l’opportunità di richiedere uno dei prestiti online Agos. Prima però devi scoprire se Agos conviene, se Prestito Agos è flessibile e quali sono i vantaggi.
pubblicato il 20 febbraio 2024
Qual è il miglior prestito per acquisto auto di febbraio 2024

Qual è il miglior prestito per acquisto auto di febbraio 2024

Scopri i migliori prestiti auto del mese su Facile.it e trova l'offerta perfetta per le tue necessità finanziarie.

Guide ai prestiti

pubblicato il 30 marzo 2023
Cessione Doppio Quinto o Prestito con Delega: che cos'è?

Cessione Doppio Quinto o Prestito con Delega: che cos'è?

Hai già richiesto una cessione del quinto ma hai bisogno di più liquidità? C'è una soluzione per raddoppiare la somma che puoi richiedere, ed è la cessione del doppio quinto!
pubblicato il 27 febbraio 2023
Come fare se si hanno troppi debiti: le soluzioni

Come fare se si hanno troppi debiti: le soluzioni

In molti si chiedono cosa fare se hanno accumulato troppi debiti. La procedura da seguire in questo caso è semplice, anche se è bene conoscere accuratamente tutti i passaggi. Ecco quali sono.
pubblicato il 15 febbraio 2023
Dilazione del pagamento: cos'è, con quali strumenti si può avere e come funziona

Dilazione del pagamento: cos'è, con quali strumenti si può avere e come funziona

Ti sarà capitato sempre più spesso di trovare la dicitura pagamento dilazionato in tantissime attività commerciali e negli e-commerce online. Questo tipo di opzione consente la suddivisione in piccole parti dell'interno importo da pagare, metodo che comunemente viene conosciuto come pagamento a rate. Quest'ultime potrebbero essere soggette a tassi di interesse e tale caratteristica dipende da dove viene acquistato il bene o dalla società che offre la possibilità di dilazionare il pagamento. Nel caso di dilazione a tasso zero, il totale da pagare sarà uguale a quello del valore del prodotto acquistato. Nel caso opposto, ovvero con percentuale di tasso, la somma finale corrisponderà al prezzo del bene più la percentuale stabilita al momento dell'acquisto. Vediamo tutto quello che devi sapere su questo argomento e come funziona la dilazione del pagamento.
pubblicato il 17 gennaio 2022
Acquisto di beni a rate: come funziona?

Acquisto di beni a rate: come funziona?

L'acquisto di beni a rate richiede una notevole attenzione. È possibile richiedere una dilazione dei pagamenti presso vari rivenditori autorizzati, al fine di rendere l'acquisto più conveniente.
pubblicato il 22 giugno 2021
Reverse factoring: cos'è e come funziona

Reverse factoring: cos'è e come funziona

Che cosa è e come funziona il Reverse factoring, quali sono i benefici che apporta alle aziende di una filiera produttiva e i costi che comporta.
pubblicato il 22 giugno 2021
Maturity factoring: cos'è e come funziona

Maturity factoring: cos'è e come funziona

Che cosa è il Maturity factoring, come funziona e quali sono i vantaggi e i costi per chi ne beneficia. Ecco tutto quello che bisogna sapere al riguardo.
pubblicato il 16 giugno 2021
Merito creditizio: cosa è e come viene calcolato

Merito creditizio: cosa è e come viene calcolato

Il merito creditizio è una misura essenziale per richiedere qualsiasi tipo di finanziamento bancario. Ecco di cosa si tratta e quali requisiti occorrono per poterlo attivare a proprio vantaggio.
pubblicato il 16 dicembre 2020
Cessione del quinto e pignoramento di stipendio o pensione

Cessione del quinto e pignoramento di stipendio o pensione

Cosa succede in caso ci sia un pignoramento con cessione del quinto in atto? E a quanto equivale la quota massima pignorabile di uno stipendio oppure di una pensione? Scopriamolo insieme in questo approfondimento.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968