Serve assistenza?
02 2110 0192

Il garante di un prestito può ritirarsi dalla sua funzione?

17 nov 2020 | 3 min di lettura | Pubblicato da Castiglia M.

prestiti_expert_speaks_il_garante_di_un_prestito_puo_ritirarsi_da_questo_ruolo

Un parente, un amico o un socio ha bisogno di liquidità e chiede un prestito alla banca.

La banca ritiene però che la situazione economica del richiedente non sia sufficientemente solida e, per tutelarsi, come condizione necessaria all’erogazione del finanziamento, impone che vi sia la presenza di un garante che si faccia carico del debito in caso di eventuali inadempienze da parte del debitore principale.

Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€

La situazione appena descritta è abbastanza comune e se il debitore principale, per tutta la durata del rimborso, onora puntualmente l’impegno preso, tutto fila liscio.

Ma cosa succede se la persona che ha chiesto il prestito non è più solvibile e il garante vuole recedere dal suo ruolo perché, ad esempio, anche la sua condizione economica è nel frattempo peggiorata? Può farlo? Dipende. Prima di rispondere al quesito, meglio però fare chiarezza su cosa significa e cosa comporta fare da garante di un prestito.

Il ruolo del garante

Se una persona chiede un prestito in banca ma non offre garanzie sufficienti per rassicurare la banca, può coinvolgere una terzo soggetto: il garante, appunto, o fideiussore. La figura del garante è normata dall’art. 1936 del Codice civile. Il garante è il soggetto terzo che si assume la responsabilità di rispondere nei confronti della banca qualora il titolare del prestito non fosse più in grado di far fronte ai pagamenti e alle scadenze. In pratica, in caso di inadempienze la banca chiede i soldi al garante che, in quanto tale, è obbligato a soddisfare la richiesta.

Tipologie di fideiussione

Va anche precisato che esistono due tipi di fideiussione: una fideiussione cosiddetta omnibus e una normale. La fideiussione omnibus impone al garante di farsi carico dei debiti presenti e futuri dell’intestatario rispetto a qualsiasi operazione bancaria e, se si parla di un finanziamento, per un importo indefinito come succede, ad esempio, nel caso di un fido. L’obiettivo della fideiussione omnibus è infatti garantire la banca anche per i crediti futuri dei quali, al momento della firma della fideiussione, non si conosce l’entità. La fideiussione normale riguarda invece i prestiti e vale per una somma prestabilita e per un periodo di tempo predeterminato.

Ci si può togliere da garante di un prestito?

Diverse sentenze della Cassazione evidenziano che il garante non ha la facoltà di recedere a meno che non sia la stessa banca che ha erogato il prestito a concedergliela: ad esempio a fronte dell’ingresso di un nuovo fideiussore. È ammessa tuttavia qualche eccezione ma va fatta un distinzione, a seconda che si parli di prestito a tempo indeterminato e prestito a tempo determinato.

Se il prestito è a tempo indeterminato

Il garante può recedere ma la garanzia perde di efficacia solo nei confronti dei debiti contratti dopo la comunicazione del recesso, continuando a impegnare il fideiussore per quelli contratti sino a quella data. In presenza di un finanziamento a tempo indeterminato, la funzione del garante cessa inoltre quando il debito viene prescritto o in presenza di una transazione tra l’intestatario principale del prestito e la banca stessa. È possibile infine recedere se si sono verificati accadimenti particolari: il garante è stato vittima di un raggiro, cioè è stato obbligato a firmare con l’inganno; se la firma gli è stata estorta e, infine, se la firma risulta falsa.

Se il prestito è a tempo determinato

Se il prestito è a tempo determinato (ad esempio un prestito personale di 10mila euro rimborsabile in cinque anni) allora non è possibile ritirarsi dal ruolo di garante prima della scadenza naturale del contratto di finanziamento. In conclusione, prima di firmare in qualità di fideiussore di un prestito a tempo determinato, bisogna fare attenzione, riflettendo molto bene sulle proprie capacità economiche perché, una volta che ci si è impegnati, non è più possibile tornare indietro.

Autore
castiglia-masella

Giornalista professionista, collabora da diversi anni con il Sole 24 Ore (Casa24Plus, Mondo Immobiliare). In passato ha lavorato, tra gli altri, per Tempo Economico e Tgcom.

Ultime notizie Prestiti

pubblicato il 17 luglio 2024
Calcolo del prestito Agos a luglio 2024

Calcolo del prestito Agos a luglio 2024

Scopri i prestiti Agos disponibili a luglio 2024. Confronta su Facile.it le migliori offerte di finanziamento per soddisfare le tue esigenze economiche, approfittando di tassi vantaggiosi e condizioni flessibili. Trova il prestito giusto per te in pochi semplici passaggi.
pubblicato il 16 luglio 2024
Promozione tassi prestito Findomestic dal 16 al 18 luglio 2024

Promozione tassi prestito Findomestic dal 16 al 18 luglio 2024

Per soli due giorni Findomestic ha pensato a una promo flash per farti accedere a tassi di interesse vantaggiosi sui prestiti: richiedi un finanziamento dal 16 al 18 luglio 2024 e ottieni un tasso scontato. Ti spieghiamo come.
pubblicato il 10 luglio 2024
TAN e TAEG dei prestiti on line a luglio 2024

TAN e TAEG dei prestiti on line a luglio 2024

Hai bisogno di un prestito? Scopri l’andamento del TAN e del TAEG sui prestiti online con Facile.it. Qui trovi il TAN e TAEG medio sui prestiti online di luglio 2024, per aiutarti a fare la scelta migliore.

Guide ai prestiti

pubblicato il 6 giugno 2024
Ristrutturazione del debito: cos'è e come funziona

Ristrutturazione del debito: cos'è e come funziona

La ristrutturazione del debito è un accordo tra creditore e debitore, volto a modificare i termini previsti quando ci si è accordati per l'erogazione del prestito. Vediamo come funziona.
pubblicato il 5 giugno 2024
Come funziona il bonus mobili

Come funziona il bonus mobili

Il bonus mobili consiste in una detrazione Irpef, ma per quali acquisti si può richiedere? Scopriamolo in questa guida.
pubblicato il 27 febbraio 2023
Come fare se si hanno troppi debiti: 3 soluzioni

Come fare se si hanno troppi debiti: 3 soluzioni

In molti si chiedono cosa fare se hanno accumulato troppi debiti. La procedura da seguire in questo caso è semplice, anche se è bene conoscere accuratamente tutti i passaggi. Ecco quali sono.
pubblicato il 17 gennaio 2022
Acquisto di beni a rate: come funziona?

Acquisto di beni a rate: come funziona?

L'acquisto di beni a rate richiede una notevole attenzione. È possibile richiedere una dilazione dei pagamenti presso vari rivenditori autorizzati, al fine di rendere l'acquisto più conveniente.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte, noleggio a lungo termine) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968