Serve assistenza?
02 2110 0192

15 feb 2022 | 3 min di lettura | Pubblicato da Castiglia M.

prestiti_expert_speaks_come_abbassare_la_rata_del_prestito

Può succedere che mentre si sta rimborsando un prestito alla banca o a una finanziaria ci si trovi nelle condizioni di non poter più far fronte al pagamento delle rate.

I motivi per i quali improvvisamente può cambiare la situazione reddituale di una famiglia sono diversi. Magari si perde il posto di lavoro o si finisce in cassa integrazione e dover pagare una rata pattuita in tempi economicamente più floridi diventa un’impresa.

Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€

Come abbassare la rata

Scartata la non consigliabile ipotesi di smettere di pagare, con tutte le conseguenze del caso, si può invece cercare di abbassare la rata mensile in modo che il debito diventi più sostenibile. Cosa che si può fare ricorrendo a tre opzioni:

  • rinegoziare le condizioni con il soggetto che ha erogato il finanziamento;
  • rivolgersi ad un’altra banca e procedere con una surroga;
  • scegliere il cosiddetto consolidamento dei debiti, opzione particolarmente interessante per chi sta pagando contemporaneamente le rate di più prestiti.

Vediamo come procedere nei tre casi in questione.

Rinegoziare le condizioni

Quando ripagare la rate diventa pesante, si può prendere un appuntamento con la banca che ha concesso il prestito, spiegare la condizione in cui ci si trova e chiedere che venga allungato il piano di rimborso in modo da ridurre l’importo della rata.

Se, ad esempio, il prestito è di 10mila euro rimborsabile in cinque anni con rata di circa 200 euro mensili, si può chiedere di dimezzare l’importo della rata in modo che il peso del debito si alleggerisca. Senza dimenticare che così facendo la scadenza del rimborso si allunga di qualche anno.

A fronte di motivi gravi e dimostrabili, le banche sono di solito propense a effettuare questa operazione perché, in caso contrario, rischierebbero di non incassare alcunché. Si può optare per una riduzione della rata permanente oppure chiedere l’abbassamento solo per un periodo di tempo, in attesa di rimettersi economicamente in sesto. Anche perché bisogna tenere conto del fatto che più si allunga la durata del rimborso, più interessi si pagano. E pure questo aspetto va valutato.

Surrogare il finanziamento

Se la banca che ha erogato il prestito rifiuta di rivedere le condizioni, esattamente come si fa con i mutui, ci si può rivolgere a un’altra banca che offra un prestito più vantaggioso, anche in termini di interessi applicati, optando per una durata più lunga rispetto al precedente finanziamento.

In tal caso, la rata diventa meno pesante sia perché il rimborso dura di più, e quindi il debito viene spalmato su un arco di tempo maggiore, sia perché la quota della rata riferita agli interessi è minore se il tasso applicato è più basso del precedente. Con il prestito erogato dalla nuova banca, si estingue il finanziamento acceso presso la vecchia e si continua a pagare versando una rata mensile di importo minore.

Consolidamento debiti

Questa opportunità è particolarmente consigliata a chi ha più di un finanziamento in corso e dunque più rate mensili da rimborsare. Con il consolidamento debiti, si chiede un finanziamento alla banca (o alla finanziaria) che ha erogato uno dei prestiti o a una banca terza. Con il finanziamento che si ottiene si estinguono tutti i prestiti in corso, pagando mensilmente un’unica rata, minore della somma delle singole rate dei prestiti precedenti, avendo come creditore un unico soggetto. L’operazione è fattibile anche se i prestiti pregressi sono stati erogati da più istituti.

Per ottenere un finanziamento a titolo di consolidamento debiti, non è di solito necessario presentare garanzie reali ma bisognerà tuttavia dimostrare di avere una buona situazione reddituale che tuteli la banca dal rischio di insolvibilità. Per questo motivo, alcuni istituti di credito richiedono che il contratto preveda la firma di titoli esecutivi come le cambiali o, in alternativa, la presenza di un terzo garante che si obblighi a onorare il debito nel caso in cui il titolare del finanziamento non possa più farvi fronte.

Autore
castiglia-masella

Giornalista professionista, collabora da diversi anni con il Sole 24 Ore (Casa24Plus, Mondo Immobiliare). In passato ha lavorato, tra gli altri, per Tempo Economico e Tgcom.

Ultime notizie Prestiti

pubblicato il 13 giugno 2024
Confronto tra prestiti online a giugno 2024

Confronto tra prestiti online a giugno 2024

Su Facile.it puoi confrontare i prestiti online e trovare i tassi d’interesse più vantaggiosi, per risparmiare sulla rata e sull’importo totale del prestito.
pubblicato il 12 giugno 2024
Confronto prestiti cessione del quinto a giugno 2024

Confronto prestiti cessione del quinto a giugno 2024

I prestiti con cessione del quinto rappresentano una scelta sempre più popolare per chi cerca condizioni favorevoli e una gestione semplificata delle rate. In questo articolo, esploriamo le migliori offerte di prestito cessione del quinto disponibili a giugno 2024 su Facile.it.
pubblicato il 6 giugno 2024
Il prestito personale Sella a giugno 2024

Il prestito personale Sella a giugno 2024

Nel mese di giugno 2024, i prestiti offerti da Banca Sella rappresentano una soluzione finanziaria versatile e conveniente per chi cerca un supporto economico immediato e Facile.it può aiutarti a confrontare e scegliere il finanziamento più adatto alle tue necessità finanziarie.

Guide ai prestiti

pubblicato il 6 giugno 2024
Ristrutturazione del debito: cos'è e come funziona

Ristrutturazione del debito: cos'è e come funziona

La ristrutturazione del debito è un accordo tra creditore e debitore, volto a modificare i termini previsti quando ci si è accordati per l'erogazione del prestito. Vediamo come funziona.
pubblicato il 5 giugno 2024
Come funziona il bonus mobili

Come funziona il bonus mobili

Il bonus mobili consiste in una detrazione Irpef, ma per quali acquisti si può richiedere? Scopriamolo in questa guida.
pubblicato il 27 febbraio 2023
Come fare se si hanno troppi debiti: 3 soluzioni

Come fare se si hanno troppi debiti: 3 soluzioni

In molti si chiedono cosa fare se hanno accumulato troppi debiti. La procedura da seguire in questo caso è semplice, anche se è bene conoscere accuratamente tutti i passaggi. Ecco quali sono.
pubblicato il 17 gennaio 2022
Acquisto di beni a rate: come funziona?

Acquisto di beni a rate: come funziona?

L'acquisto di beni a rate richiede una notevole attenzione. È possibile richiedere una dilazione dei pagamenti presso vari rivenditori autorizzati, al fine di rendere l'acquisto più conveniente.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte, noleggio a lungo termine) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968