Serve assistenza?
02 2110 0192

Cattivi pagatori: SMS di avviso e un arbitro per le controversie

2 gen 2023 | 4 min di lettura | Pubblicato da Cristina B.

facile.it/images/prestiti expert speaks cattivi pagatori sms di avviso e arbitro per controversie

Un SMS di avviso o un messaggio su Whatsapp per informare dell’inserimento negli elenchi di coloro che non pagano le rate dei prestiti; maggiori informazioni, sicurezza e trasparenza sui criteri utilizzati per inviare i nominativi dei cattivi pagatori ai sistemi di informazioni creditizia (Sic); e un arbitro per dirimere le controversie tra cattivi pagatori e società che erogano i prestiti. Ecco quali sono le novità dopo l’approvazione da parte del garante della privacy del nuovo codice di condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti di consumo, affidabilità e puntualità.

Confronta i tassi online senza impegno

Più informazioni

Maggiore trasparenza e correttezza sul trattamento dei profili di coloro i quali chiedono un prestito per acquistare beni di consumo o per altre ragioni. I nominativi sono inseriti solitamente in due percorsi:

  • quello dei sistemi di informazioni creditizia (Sic), raccoglitori on line che contengono le informazioni sui finanziamenti richiesti ed erogati a privati e imprese;
  • quello successivo della Centrale dei rischi finanziari (Crif) alimentato dalle banche e dalle società che aderiscono volontariamente al sistema, per tutelarsi da eventuali finanziamenti a persone sbagliate.

I Sic sono il primo strumento di verifica per sapere se chi chiede il prestito è in qualche modo segnalato come cattivo pagatore.

Il rischio di errore o di non tempestivo aggiornamento nell’inserimento dell’informazione è abbastanza elevato, con la conseguenza di un danno reputazionale ma anche economico (il diniego del prestito). Per limitare questo cortocircuito informativo, il garante della privacy ha posto alcuni paletti in un meccanismo di autoregolamentazione per gli operatori che dovranno uniformarsi a standard di trasparenza, sicurezza e correttezza.

Il preavviso al debitore con un messaggio

Una delle principali novità è rappresentata da un nuovo metodo per informare il debitore del suo inserimento nella blacklist dei cattivi pagatori, tramite SMS o messaggio Whatsapp. Attualmente è necessario informare il cattivo debitore dell’inserimento del suo nominativo nella lista a fronte di un mancato pagamento di rate e scadenze 15 giorni prima dell’inserimento nella lista perché, in caso di errore, inesattezza o adempimento, possa opporsi.

Nella realtà, spesso i cattivi debitori dribblavano la notifica materiale non facendosi trovare. Con questo nuovo sistema di condivisione dell’informazione digitale, dire di non sapere diventa più difficile.

Si determina poi un limite temporale entro il quale segnalare il cattivo pagatore: se si lasciano passare cinque anni dalla scadenza del rapporto senza segnalare, scatta una decadenza e la segnalazione non sarà più possibile. Si potrà intervenire, invece, oltre i cinque anni se ci sono notizie favorevoli al cliente da inserire, ad esempio l’informazione del completamento del pagamento.

Quindi, ricapitolando: le informazioni negative sono da segnalare entro cinque anni, mentre per quelle positive la segnalazione non prevede limiti di tempo.

Le novità che ora diventeranno operative

Si ampliano i settori su cui si potranno avere informazioni di un cattivo credit score. Non soltanto dati su prestiti e mutui, ma anche quelli legati a diverse forme di leasing, il noleggio a lungo termine e le forme di prestito tra privati gestite su piattaforme tecnologiche.

Il garante della privacy ha spiegato che i dati censiti potranno essere trattati senza il consenso degli interessati, sulla base del cosiddetto legittimo interesse delle società partecipanti ai Sic (Sistemi di informazioni creditizie), garantendo però i più ampi diritti previsti dal Regolamento europeo in materia di protezione dei dati.

Saranno gestiti solo i dati necessari, ritenuti pertinenti e non eccedenti le finalità di valutazione del rischio creditizio, fornendo informazioni complete e puntuali agli interessati.

Ad esempio, chi richiede un mutuo, in caso di diniego, potrà conoscere se la decisione è stata assunta anche basandosi sul punteggio (scoring) di rischio attribuito all’utente da un algoritmo e, in tal caso, chiedere di conoscerne la logica di funzionamento.

Il garante evidenzia che: "I modelli di analisi statistica, così come gli algoritmi utilizzati, dovranno inoltre essere sottoposti a verifica e aggiornamento con cadenza almeno biennale. Particolare attenzione è stata posta sulle misure di sicurezza adottate per proteggere i dati da accessi illeciti e garantire l’affidabilità dei sistemi".

L’iter del codice di condotta

Il Garante per la protezione dei dati personali ha dato riconoscimento, il 6 ottobre 2022 al nuovo Organismo di monitoraggio (OdM) per tutelare i consumatori da eventuali problemi con i sistemi di informazione creditizia (Sic) e approvato in via definitiva il codice di condotta degli operatori del settore, fermo ai box dal 2019.

Il nuovo testo, che acquisterà efficacia il giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale, completa così l’iter di adozione del Codice di condotta già approvato “con riserva” dal Garante il 12 settembre 2019, la cui operatività era stata però subordinata proprio al completamento della fase di accreditamento dell’OdM, secondo quanto previsto dal Regolamento europeo in materia di privacy.

Questo nuovo arbitro per il rischio del credito dovrà verificare l’osservanza delle regole da parte degli aderenti e dei gestori dei sistemi di informazione e gestirà i reclami degli interessati: chi dovesse ritenere che la mancata erogazione del credito possa dipendere da inesattezze delle informazioni contenute nei Sic potrà dunque, d’ora in poi, rivolgersi direttamente all’OdM.

Il reclamo al nuovo organismo non precluderà comunque la possibilità di rivolgersi al Garante per la protezione dei dati personali, che manterrà inalterate tutte le sue competenze, incluse quelle di vigilanza sull’OdM stesso.

Autore
facile.it/publishers/cristina-bartelli

Giornalista professionista dal 2004 e vicecaporedattore per ItaliaOggi, scrive del Fisco in ogni sua forma. Ha fatto incursioni su Classcnbc e Tgcom per raccontare le novità di manovra di bilancio, sanatorie fiscali e storie di elusione.

Ultime notizie Prestiti

pubblicato il 16 aprile 2024
Calcolo prestito per auto nuova e usata ad aprile 2024

Calcolo prestito per auto nuova e usata ad aprile 2024

Sei alla ricerca di un prestito auto? Oggi confrontiamo le soluzioni di finanziamento per auto nuova o usata che puoi trovare su Facile.it ad aprile 2024.
pubblicato il 12 aprile 2024
Calcolo di un prestito Agos da 10.000€ ad aprile 2024

Calcolo di un prestito Agos da 10.000€ ad aprile 2024

Aprile 2024 è un mese di grande interesse per chi è alla ricerca di soluzioni finanziarie flessibili e convenienti. Tra le opzioni più rilevanti, i prestiti offerti da Agos rappresentano una risorsa significativa per coloro che cercano un supporto economico affidabile.
pubblicato il 10 aprile 2024
Soluzioni per prestito con cessione del quinto ad aprile 2024

Soluzioni per prestito con cessione del quinto ad aprile 2024

La cessione del quinto rappresenta una soluzione finanziaria sempre più popolare per coloro che necessitano di liquidità immediata, offrendo condizioni vantaggiose e un processo di richiesta semplificato.
pubblicato il 9 aprile 2024
Calcolo dei migliori prestiti personali ad aprile 2024

Calcolo dei migliori prestiti personali ad aprile 2024

Nel panorama finanziario sempre più digitale di oggi, i prestiti online rappresentano una soluzione conveniente e accessibile per coloro che cercano finanziamenti immediati e trasparenti.

Guide ai prestiti

pubblicato il 30 marzo 2023
Cessione Doppio Quinto o Prestito con Delega: che cos'è?

Cessione Doppio Quinto o Prestito con Delega: che cos'è?

Hai già richiesto una cessione del quinto ma hai bisogno di più liquidità? C'è una soluzione per raddoppiare la somma che puoi richiedere, ed è la cessione del doppio quinto!
pubblicato il 27 febbraio 2023
Come fare se si hanno troppi debiti: 3 soluzioni

Come fare se si hanno troppi debiti: 3 soluzioni

In molti si chiedono cosa fare se hanno accumulato troppi debiti. La procedura da seguire in questo caso è semplice, anche se è bene conoscere accuratamente tutti i passaggi. Ecco quali sono.
pubblicato il 15 febbraio 2023
Dilazione del pagamento: cos'è, con quali strumenti si può avere e come funziona

Dilazione del pagamento: cos'è, con quali strumenti si può avere e come funziona

La dilazione del pagamento è ormai disponibile in tantissime attività commerciali e negli e-commerce online. Ma come funziona? E come richiederla? Ecco tutto ciò che c'è da sapere.
pubblicato il 17 gennaio 2022
Acquisto di beni a rate: come funziona?

Acquisto di beni a rate: come funziona?

L'acquisto di beni a rate richiede una notevole attenzione. È possibile richiedere una dilazione dei pagamenti presso vari rivenditori autorizzati, al fine di rendere l'acquisto più conveniente.
pubblicato il 22 giugno 2021
Reverse factoring: cos'è e come funziona

Reverse factoring: cos'è e come funziona

Che cosa è e come funziona il Reverse factoring, quali sono i benefici che apporta alle aziende di una filiera produttiva e i costi che comporta.
pubblicato il 22 giugno 2021
Maturity factoring: cos'è e come funziona

Maturity factoring: cos'è e come funziona

Che cosa è il Maturity factoring, come funziona e quali sono i vantaggi e i costi per chi ne beneficia. Ecco tutto quello che bisogna sapere al riguardo.
pubblicato il 16 giugno 2021
Merito creditizio: cosa è e come viene calcolato

Merito creditizio: cosa è e come viene calcolato

Il merito creditizio è una misura essenziale per richiedere qualsiasi tipo di finanziamento bancario. Ecco di cosa si tratta e quali requisiti occorrono per poterlo attivare a proprio vantaggio.
pubblicato il 16 dicembre 2020
Cessione del quinto sulla pensione di reversibilità: come funziona

Cessione del quinto sulla pensione di reversibilità: come funziona

Che cos'è la cessione del quinto sulla pensione di reversibilità, chi può richiederla, come funziona e quali sono i vantaggi: ecco tutto quello che si deve sapere su questo argomento.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968