Serve assistenza?
02 2110 0192

Garanzia Sace sugli investimenti digitali delle PMI

30 gen 2024 | 4 min di lettura | Pubblicato da Cristina B.

parola_esperto_prestiti_garanzia_sace_pmi

Le norme, entrate in vigore da gennaio, prevedono strumenti a supporto dell’accesso al credito delle imprese attraverso la garanzia Sace, un ombrello assicurativo direttamente controllato dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, specializzato nel sostegno alle imprese.

Sace mette a disposizione delle imprese una serie di coperture al fine di supportare progetti di finanziamento ben precisi.

Prestiti imprese: ottieni fino a 300.000€

Nella legge di bilancio 2024 sono state introdotte, dunque, due formule di garanzie: una a sostegno delle infrastrutture tecnologiche, un'altra, Garanzia futuro, dedicata e pensata per le pmi che è già operativa.

Per Garanzia Futuro sono partite subito, a inizio gennaio, due convenzioni, siglate da Unicredit e Intesa SanPaolo, per rendere fruibile lo strumento.

La prima informazione importante da considerare è che la Garanzia ha una sorta di valenza retroattiva. I prestiti personali potranno essere destinati a finanziare spese future o a coprire costi già sostenuti entro i 18 mesi antecedenti alla richiesta di finanziamento.

In estrema sintesi, si parte da una copertura su un finanziamento base di 50 mila euro. La copertura al 70% dell’investimento è fissa. I tempi di completamento del progetto sono quelli comunicati dall’impresa, sono escluse dal perimetro le start up.

Vediamo meglio di cosa stiamo parlando

Ambito di intervento

I finanziamenti di Garanzia Futuro sono destinati a società di capitali, con almeno tre anni di operatività, rientranti nei limiti pmi, secondo le definizioni che ne dà l’Ue.

Non ci sono limiti ai settori merceologici di attività.

Il focus è indirizzato alla crescita sui mercati globali, a sostenere l’innovazione tecnologica ed il processo di digitalizzazione, all’investimento nelle infrastrutture e nella sostenibilità, nelle filiere strategiche e nelle aree economicamente svantaggiate.

Un elemento importante, da tenere in considerazione, è che il soggetto può beneficiare di Garanzia Futuro anche se ha già beneficiato di Garanzia Italia/Supporto Italia, ferma restando la positiva valutazione del merito creditizio. Inoltre, l’impresa puoi richiedere i due finanziamenti per due progetti distinti, tutto dipende dal merito creditizio del richiedente e i progetti devono essere diversi.

Inoltre non ci sono confini per gli investimenti. Questi ultimi possono essere realizzati sia in Italia sia all’estero. La convenzione ha durata 12 mesi e viene rinnovata con il silenzio assenso salvo disdetta da una delle parti.

Operatività dei finanziamenti

Sul piano operativo sono sostenuti finanziamenti a medio e lungo termine fino a 50 milioni di euro in linea capitale, con durata compresa tra i 2 e i 20 anni e con garanzia SACE pari al 70%.

Come detto, sono ammessi a copertura anche le spese sostenute da non oltre i 18 mesi antecedenti alla data della richiesta di finanziamento.

Nelle pagine dedicate da Sace alla misura è specificato “per il valore di ammortamento residuo e nei limiti in cui sussistano o siano attesi ulteriori costi e/o spese di gestione e/o manutenzione e/o di realizzazione non ancora sostenuti alla data della richiesta di finanziamento”.

La percentuale di copertura al 70%, come detto, è fissa.

Documenti da allegare e condizioni

Tra i documenti da allegare c’è da rispettare l’esibizione della documentazione Antimafia, attraverso la compilazione del modulo di esenzione, allegato alla richiesta di finanziamento. I tempi di rilascio delle garanzie possono variare rispetto all’importo richiesto. Le condizioni praticate dalla banca all’impresa devono essere comunicate a Sace.

Una condizione da rispettare è che l’impresa beneficiaria, alla data della richiesta di finanziamento, non deve risultare in difficoltà secondo le disposizioni vigenti in materia. La verifica spetta all’istituto finanziatore che dovrà, dunque accertarsi che l’impresa beneficiaria non sia in difficoltà finanziaria e che rispetti i requisiti compresi nella convenzione.

Venendo alle esclusioni, non è possibile l’inoltro della domanda da parte delle start up e dei project finance.

Un altro elemento da considerare è che la valutazione creditizia non potrà basarsi esclusivamente sui flussi di cassa prospettici derivanti dall’operazione di finanziamento come elemento esaustivo ai fini dell’eleggibilità.

Tempi

La tempistica è quella dichiarata dall’impresa beneficiaria nella richiesta di finanziamento.

L’erogazione delle risorse concesse deve avvenire su un conto dell’azienda presso il soggetto finanziatore. Non è richiesto la presenza di un conto dedicato. L’impresa è responsabile per l’utilizzo dei fondi erogati in conformità con lo scopo del contratto di finanziamento e con le dichiarazioni rilasciata nella Richiesta di Finanziamento.

Controlli

E’ bene ricordare che Sace puo’ avviare per suo conto o delegando terzi soggetti, ispezioni e verifiche a campione che accertino il rispetto dei termini e delle condizioni previste, oltre al monitoraggio periodico sui rapporti che sono inviati trimestralmente dai soggetti finanziatori. Queste garanzie non rientrano negli aiuti di stato e sono immesse a condizioni di mercato e non sono previste per Sace commissioni oltre al premio.

L’ eventuale pre-ammortamento finanziario di massimo 36 mesi è da ricomprendersi nella durata massima mentre il pre ammortamento tecnico è escluso dalla durata del preammortamento finanziario.

Sace sul proprio sito nella pagina dedicata a Garanzia Futuro mette a disposizione una sezione ricchissima di Faq su tutti gli aspetti del progetto .

Autore
cristina-bartelli

Giornalista professionista dal 2004 e vicecaporedattore per ItaliaOggi, scrive del Fisco in ogni sua forma. Ha fatto incursioni su Classcnbc e Tgcom per raccontare le novità di manovra di bilancio, sanatorie fiscali e storie di elusione.

Ultime notizie Prestiti

pubblicato il 21 giugno 2024
TAN e TAEG dei prestiti on line a giugno 2024

TAN e TAEG dei prestiti on line a giugno 2024

Vuoi richiedere un prestito? Scopri l'andamento di TAN e TAEG sui prestiti online con Facile.it, calcola la rata e manda la tua richiesta di finanziamento online!
pubblicato il 19 giugno 2024
Quale prestito per acquisto auto conviene a giugno 2024

Quale prestito per acquisto auto conviene a giugno 2024

Hai bisogno di un prestito auto nuova? Sul nostro inserisci l’importo, calcoli la rata e richiedi tutto in un clic. Non ci credi? Oggi ti presentiamo 3 offerte prestito acquisto auto a giugno 2024.

Guide ai prestiti

pubblicato il 6 giugno 2024
Ristrutturazione del debito: cos'è e come funziona

Ristrutturazione del debito: cos'è e come funziona

La ristrutturazione del debito è un accordo tra creditore e debitore, volto a modificare i termini previsti quando ci si è accordati per l'erogazione del prestito. Vediamo come funziona.
pubblicato il 5 giugno 2024
Come funziona il bonus mobili

Come funziona il bonus mobili

Il bonus mobili consiste in una detrazione Irpef, ma per quali acquisti si può richiedere? Scopriamolo in questa guida.
pubblicato il 27 febbraio 2023
Come fare se si hanno troppi debiti: 3 soluzioni

Come fare se si hanno troppi debiti: 3 soluzioni

In molti si chiedono cosa fare se hanno accumulato troppi debiti. La procedura da seguire in questo caso è semplice, anche se è bene conoscere accuratamente tutti i passaggi. Ecco quali sono.
pubblicato il 17 gennaio 2022
Acquisto di beni a rate: come funziona?

Acquisto di beni a rate: come funziona?

L'acquisto di beni a rate richiede una notevole attenzione. È possibile richiedere una dilazione dei pagamenti presso vari rivenditori autorizzati, al fine di rendere l'acquisto più conveniente.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte, noleggio a lungo termine) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968