Serve assistenza?
02 55 55 666

Conseguenze sconfinamento fido bancario: quali sono

4 mar 2019 | Pubblicato da Daniela D.

prestiti news conseguenze confinamento sconfinamento fido bancario quali sono

In un periodo di difficoltà economica potrebbe accadere di rompere l’equilibrio tra entrate e uscite sul conto corrente e avere un saldo negativo, quello che comunemente è definito andare in rosso. Può anche accadere di andare sotto al limite stabilito dal fido bancario, all’importo che già corrispondeva a un credito aperto presso la banca. Vediamo quali possono essere le conseguenze del saldo negativo e dello sconfinamento del fido bancario.

Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€
Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€

Si va in rosso sul conto corrente quando si spende più della somma depositata e le entrate non compensano. Un esempio classico è l’addebito in saldo della carta di credito, il mese successivo alle spese effettuate, senza aver garantito sufficienti entrate sul conto. A seconda dell’importo e della gravità del problema la banca può procedere con un primo avviso informale e passare all’ingiunzione di pagamento solo se la situazione non si risolve entro tempi accettabili. In ogni caso il cliente è sempre tenuto a rientrare del debito con l’aggiunta degli interessi di mora calcolati sul numero di giorni in cui il conto è rimasto in rosso.

In genere la banca si tutela in queste situazioni bloccando l’utilizzo delle carte di credito e degli assegni, oltre a impedire bonifici e prelievi. Lo sconfinamento del fido bancario segue in parte lo stesso principio. Il fido non è altro che un prestito, una linea di credito, accordato dalla banca al cliente, che può così utilizzare una somma superiore a quello che sarebbe il suo saldo, pagando interessi concordati da contratto. Uno sconfinamento del fido si ha quindi quando si scende non solo sotto il saldo ma oltre l’importo concesso a credito. Ne conseguirà la richiesta da parte della banca di rientrare immediatamente del valore dello sconfinamento, richiesta che può essere accompagnata in alcuni casi dalla revoca del fido. Continueranno ad essere addebitati interessi sull’ammontare dello sconfinamento fino a quando la situazione non sarà sanata. La banca può inoltre, in queste situazioni, preannunciando l’azione tramite diffida scritta, procedere alla segnalazione del cliente nel registro dei protestati e anche, specie nei casi più gravi, attivare azioni di pignoramento (dei beni, dello stipendio o della pensione entro i minimi di legge) per rientrare di quanto le è dovuto.

Preventivo di prestito da 2000 euro

Rata mensile
41,52€
Finanziaria:
Agos
Prodotto:
Prestito Personale
TAN Fisso:
9,01%
TAEG:
9,39%
Durata finanziamento:
60 mesi
Importo finanziato:
€ 2.000,00
Totale dovuto:
€ 2.491,20
Rata mensile
41,52€

*Annuncio Promozionale , per tutte le informazioni relative a ciascun prodotto si prega di prendere visione di Informativa Trasparenza Prestiti. Tutti i prodotti presenti sul comparatore sono da considerarsi assistiti da garanzia di ipoteca sull'immobile. Ti ricordiamo sempre di prendere visione delle Informazioni Generali sul Credito Immobiliare offerto ai consumatori nonché agli altri documenti di Trasparenza. Per verificare la soluzione adatta alle tue esigenze clicca su verifica fattibilità

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

© 2023 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968