Serve assistenza?
02 2110 0192

Il consolidamento debiti: tutto quello che devi sapere

facile.it/images/prestiti guide il consolidamento debiti
Le 3 cose da sapere:
  1. 1

    Cos'è: rata unica di importo mensile inferiore per evitare indebitamento

  2. 2

    Come ottenerlo: rapporto tra entrate mensili e rata deve essere sostenibile

  3. 3

    Chi lo richiede: soggetti con situazione reddituale stabile e garantita

Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€
Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€

Se le rate da pagare per mutui o prestiti sono troppe, e troppo pesanti per il bilancio familiare, si può ricorrere al consolidamento debiti. Si tratta di un finanziamento che consente di accorpare tutti i debiti in un unico prestito, riducendo anche la rata mensile da pagare, che risulterà unica.

Continua a leggere per capire nello specifico cos'è e come funziona il consolidamento debiti.

Sommario

Prestito consolidamento debiti: cos'è

Il prestito consolidamento debiti è uno strumento introdotto dalla legge italiana con il DL 212/2011 per evitare il sovraindebitamento delle famiglie in un periodo di crisi come quello attuale. Si tratta di un finanziamento che permette di far fronte ad un certo numero di rate relative anche a prestiti personali diversi, accorpate insieme in una rata unica di importo mensile inferiore, periodo di ammortamento superiore e tasso di interesse simile se non inferiore: questo rende l’estinzione del debito più sostenibile e meglio gestibile, pesando meno sul portafoglio di famiglia.

I prestiti precedenti vengono estinti dalla banca o dalla finanziaria che accetta la tua richiesta di consolidamento, diventando l’unico creditore del prestito.

Chi può richiedere il consolidamento debiti

Il prestito consolidamento debiti può essere richiesto da persone fisiche e giuridiche già titolari di mutui casa e prestiti, e, in linea teorica, da persone che si trovino in una qualunque condizione reddituale purché sostenibile o garantita: dipendenti pubblici o privati, pensionati, artigiani, autonomi e perfino disoccupati.

Quando conviene fare il consolidamento debiti?

Il consolidamento debiti risulta conveniente quando il richiedente ha più finanziamenti in corso. In particolare, è estremamente pratico quando le rate sono di importo diverso e prevedono scadenze differenti: questo perché, come abbiamo visto, il consolidamento debiti consente di riunire tutti i debiti in un unico finanziamento, con una sola rata mensile da pagare che risulterà, con ogni probabilità, più bassa.

Come ottenere il consolidamento debiti

Perché il prestito consolidamento debiti venga concesso, bisogna tener conto di alcuni fattori: il richiedente non deve rappresentare un rischio per l’istituto (secondo, ovviamente, i criteri dell’istituto stesso); il rapporto tra le sue entrate mensili e la rata deve essere sostenibile; il richiedente non deve avere a suo carico segnalazioni come cattivo pagatore. In caso il richiedente non abbia un reddito o una pensione regolare, la banca erogatrice del finanziamento, dopo aver esaminato la situazione patrimoniale del richiedente, chiederà come ulteriore tutela contro la possibile insolvenza la presenza di un garante.

Può anche accadere che la banca chieda al cliente di firmare una cambiale per l’ammontare di tutto o parte del finanziamento, come ulteriore garanzia. Non è invece previsto che le banche chiedano pegni o ipoteche su immobili per tutelarsi dall’insolvenza, a meno che non si tratti specificamente di un mutuo per consolidamento.

Per poter erogare il finanziamento, la banca ha bisogno di tutti i documenti relativi ai prestiti da estinguere. Particolarmente importanti sono i conteggi estintivi, ovvero i calcoli del debito residuo che occorre rimborsare ai creditori originari. Tali conteggi sono, evidentemente, alla base della determinazione dell’importo del prestito da concedere per il consolidamento.

Quando viene rifiutato?

Come detto, il consolidamento debiti può essere rifiutato nel momento in cui si è segnalati al CRIF. In linea di massima, non viene concesso tutte quelle volte in cui il richiedente viene considerato troppo rischioso.

Il contratto: cosa deve contenere

Nel contratto di prestito per consolidamento, secondo la legge, bisogna indicare dati e contatti dell’istituto finanziatore, ammontare del finanziamento, numero, scadenze e importi delle rate, modalità di erogazione, tassi di interesse, prezzi e condizioni praticate (compreso il tasso di mora), il TAEG e il modo con cui viene calcolato, garanzie richieste ed eventuali coperture assicurative aggiuntive.

Quando scegli un finanziamento tieni sempre in considerazione il TAEG, perché riassume tutte le condizioni applicate.

Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€

%[BOX_ADDITIONAL_CONTENT]%

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Guide ai prestiti

pubblicato il 30 marzo 2023
Cessione doppio quinto o prestito con delega: che cos'è?

Cessione doppio quinto o prestito con delega: che cos'è?

Hai già richiesto una cessione del quinto ma hai bisogno di più liquidità? C'è una soluzione per raddoppiare la somma che puoi richiedere, ed è la cessione del doppio quinto!
pubblicato il 27 febbraio 2023
Come fare se si hanno troppi debiti: 3 soluzioni

Come fare se si hanno troppi debiti: 3 soluzioni

In molti si chiedono cosa fare se hanno accumulato troppi debiti. La procedura da seguire in questo caso è semplice, anche se è bene conoscere accuratamente tutti i passaggi. Ecco quali sono.
pubblicato il 15 febbraio 2023
Dilazione del pagamento: cos'è, con quali strumenti si può avere e come funziona

Dilazione del pagamento: cos'è, con quali strumenti si può avere e come funziona

La dilazione del pagamento è ormai disponibile in tantissime attività commerciali e negli e-commerce online. Ma come funziona? E come richiederla? Ecco tutto ciò che c'è da sapere.
pubblicato il 17 gennaio 2022
Acquisto di beni a rate: come funziona?

Acquisto di beni a rate: come funziona?

L'acquisto di beni a rate richiede una notevole attenzione. È possibile richiedere una dilazione dei pagamenti presso vari rivenditori autorizzati, al fine di rendere l'acquisto più conveniente.
pubblicato il 22 giugno 2021
Maturity factoring: cos'è e come funziona

Maturity factoring: cos'è e come funziona

Che cosa è il Maturity factoring, come funziona e quali sono i vantaggi e i costi per chi ne beneficia. Ecco tutto quello che bisogna sapere al riguardo.
pubblicato il 22 giugno 2021
Reverse factoring: cos'è e come funziona

Reverse factoring: cos'è e come funziona

Che cosa è e come funziona il Reverse factoring, quali sono i benefici che apporta alle aziende di una filiera produttiva e i costi che comporta.
pubblicato il 16 giugno 2021
Merito creditizio: cosa è e come viene calcolato

Merito creditizio: cosa è e come viene calcolato

Il merito creditizio è una misura essenziale per richiedere qualsiasi tipo di finanziamento bancario. Ecco di cosa si tratta e quali requisiti occorrono per poterlo attivare a proprio vantaggio.
pubblicato il 16 dicembre 2020
Normativa cessione del quinto: Legge 180/50 e altre normative

Normativa cessione del quinto: Legge 180/50 e altre normative

La cessione del quinto è stata introdotta in Italia per la prima volta nel 1950 per consentire ai lavoratori statali di accedere facilmente al credito. Scopriamo nel dettaglio tutte le normative che disciplinano questa importante forma di prestito.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968