02 55 55 666 Lun-Sab 9.00-21.00

Cosa sono i prestiti bancari a breve termine

Il prestito a breve termine è un finanziamento erogato da una banca o da un istituto di credito la cui durata non può superare i 18 mesi. Lo strumento permette di ottenere rapidamente denaro in caso di urgente necessità. Fanno comunque parte dei prestiti a breve termine anche i cosiddetti "prestiti a revoca", ovvero finanziamenti a tempo indeterminato dai quali la banca ha il diritto di recedere, chiedendo il rimborso degli importi erogati con un breve preavviso.

I prestiti a breve termine si dividono in due tipologie:

  • Prestiti diretti
  • Operazioni di smobilizzo

Prestiti diretti

Sono classificati come prestiti diretti: l’apertura di credito in conto corrente, le anticipazioni garantite, la sovvenzione cambiaria.

Prestito diretto con apertura di credito

Il prestito diretto con apertura di credito in conto corrente (detto anche scoperto di conto) prevede che la banca metta a disposizione sul conto corrente del cliente una somma prestabilita, per un periodo di tempo che può essere determinato o indeterminato. Se determinato la durata non deve superare i 18 mesi, se indeterminato il fido è attivo sino a che la banca non lo revoca. In quest’ultimo caso, il debito deve essere rimborsato in un’unica soluzione.

L’importo erogato può essere utilizzato in tutto o in parte a seconda delle necessità e gli interessi si pagano sulle somme utilizzate. Una volta restituito l’importo utilizzato si può disporre nuovamente dell’intero fido.

L’apertura di credito in conto corrente è regolata da un contratto nel quale devono essere indicati: l’ammontare del fido, il tasso d’interesse applicato, i costi legati all’operazione, l’eventuale scadenza e i giorni di preavviso in caso di recesso di una delle due parti.

Prestito diretto con anticipazioni garantite

Il prestito diretto con anticipazioni garantite è un contratto di finanziamento che viene erogato a fronte della cessione di beni o titoli in qualità di pegno dato in garanzia. Il cliente resta proprietario dei beni ma non può disporne sino all’estinzione del debito.

In caso di mancata restituzione del debito, la banca mette all’asta i beni per recuperare il dovuto. Tecnicamente il prestito diretto con anticipazioni garantite è di due tipi: anticipazione in conto corrente e scoperto di conto.

  • Con l’anticipazione in conto corrente la banca deposita sul conto corrente del cliente una somma pari al valore dei beni dati in pegno, diminuito del cosiddetto ‘scarto di garanzia’ che esprime, in percentuale, la svalutazione dei beni dati in pegno.
  • Lo scoperto di conto è invece un finanziamento di breve durata concesso dalle banche per far fronte a temporanei bisogni di liquidità. Il cliente può disporre di piccole somme eccedenti la disponibilità effettiva sul suo conto corrente a fronte di risorse finanziarie di cui deve entrare in possesso, e che si impegna a versare sul conto non appena disponibili.

Prestito diretto con sovvenzione cambiaria

Il prestito diretto con sovvenzione cambiaria prevede che la banca conceda un prestito a fronte del rilascio da parte del cliente di una cambiale pagherò a suo favore. L’ammontare della cambiale rappresenta l’importo nominale del prestito, mentre l’importo finanziato (netto ricavo) è pari all’importo nominale decurtato dagli interessi, dalle commissioni ed eventuali bolli o imposte.

Operazioni di smobilizzo

Rientrano nelle operazioni di smobilizzo (o operazioni auto-liquidabili): lo sconto bancario, l’anticipo su portafoglio salvo buon fine e il factoring.

Le operazioni di smobilizzo possono essere pro solvendo (se il terzo soggetto che deve pagare è inadempiente, la banca si rivale sul proprio cliente che è tenuto a restituire il prestito oltre le spese) oppure pro soluto, formula che solleva il cliente della banca da ogni responsabilità in caso di inadempimenti.

Sconto bancario

Lo sconto bancario consente al cliente della banca di ottenere una somma di denaro pari all’importo di un credito non ancora scaduto e vantato nei confronti di un terzo soggetto, salvo buon fine. La somma anticipata corrisponde all’importo del credito decurtato dagli interessi applicati nel periodo che va dalla data di erogazione del finanziamento sino al momento in cui il credito diventa esigibile.
Il contratto di sconto bancario prevede che il cliente debba garantire, oltre all’esistenza effettiva del credito, anche di essere solvibile. La cessione avviene pro-solvendo.
Lo sconto bancario prevede due formule: tramite castelletto oppure in forma isolata:

  • il castelletto di sconto è una linea di credito che la banca mette subito a disposizione del cliente. Corrisponde all’ammontare massimo degli effetti presentati alla banca ed è pari al credito accordato;
  • lo sconto in forma isolata è invece un’operazione occasionale che consente a un cliente che già dispone di un castelletto, però già del tutto esaurito, di ottenere credito aggiuntivo.

Anticipo di portafoglio salvo buon fine

In caso di necessità urgente di denaro, con l’anticipo di portafoglio salvo buon fine, la banca accredita sul conto corrente del cliente una somma di denaro pari al valore dei crediti non scaduti e vantati dal cliente nei confronti di soggetti terzi. L’accredito dei titoli presentati all’incasso è ‘salvo buon fine’. Vale a dire che se i crediti non vengono pagati, la banca addebita al cliente la somma finanziata maggiorata dei costi sostenuti dalla banca.

Il factoring

Il factoring è rivolto al mondo imprenditoriale ed è uno strumento bancario regolato da un contratto tramite il quale un’impresa cede i propri crediti, presenti e futuri, a una società specializzata con l’obiettivo di ottenere immediata liquidità. La società di factoring, dal canto suo, ha il compito di gestire il credito ceduto, amministrandolo, e si occupa dell’incasso e dell’anticipazione dei crediti prima che essi scadano. Il factoring è disciplinato dalla legge 52/1991.

pubblicato da il 5 maggio 2021

Autore

Foto Autore

Giornalista professionista, collabora da diversi anni con il Sole 24 Ore (Casa24Plus, Mondo Immobiliare). In passato ha lavorato, tra gli altri, per Tempo Economico e Tgcom.

Ultime notizie Prestiti

News Prestiti

Guide ai prestiti

  • Ritardato o mancato pagamento di una o più rate del prestito

    Ritardato o mancato pagamento di una o più rate del prestito

    Cosa succede in caso di mancato o ritardato...

  • La documentazione necessaria per ottenere un prestito

    La documentazione necessaria per ottenere un prestito

    Per ottenere un prestito sono necessari diversi...

  • Prestiti: 5 regole per scegliere il migliore

    Prestiti: 5 regole per scegliere il migliore

    Oggi l’offerta di prestiti di banche e...

Guide Prestiti

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

RECUPERO PREVENTIVI

Accedi con la tua email

Riceverai un’email che ti permetterà di fare accesso e di visualizzare i tuoi preventivi.

Accedi