Serve assistenza?
02 55 55 666

L'andamento sulle richieste di prestiti da parte delle famiglie italiane: i dati CRIF

6 dic 2019 | 5 min di lettura | Pubblicato da Castiglia M.

prestiti expert speaks l andamento sulle richieste di prestiti i dati crif

Il 2019 è stato un anno vivace sul fronte della richiesta di prestiti personali e finalizzati da parte delle famiglie italiane, con picchi a due cifre e valori record in termini di volumi. Lo certifica il Crif che, al proposito, attraverso il Barometro del Credito alle Famiglie in Italia, rileva mensilmente il numero di interrogazioni pervenute al suo Sistema di Informazioni Creditizie (Sic), che raccoglie i dati relativi a oltre 85 milioni di posizioni creditizie.

Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€

Nell’ottobre scorso, secondo i dati pubblicati il 15 novembre, l’aumento delle richieste da parte delle famiglie conferma ancora una volta il trend di crescita registrato durante tutto l’anno. Le richieste hanno infatti segnato un +3,5% rispetto allo stesso mese del 2018, quando già l’incremento era stato pittosto corposo e pari al +9,5%. Tornando a ottobre 2019, i dati disaggregati parlano, più in particolare, di una crescita del +7,6% relativo ai prestiti finalizzati, cioè i finanziamenti contratti per l’acquisto di un determinato bene (ad esempio, un’automobile o un elettrodomestico), e di una flessione pari al -1,2% per i prestiti personali che invece vengono erogati senza bisogno di specificarne la destinazione.

L’importo medio richiesto si è attestato su 9.419 euro (6.571 euro i finalizzati, 12.976 euro i personali), in calo del -2,6% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Secondo Simone Capecchi, executive director del Crif, la continua diminuzione dell’importo medio si deve alla “maggiore incidenza dei finanziamenti per l’acquisto di prodotti, di beni e servizi che si caratterizzano per un valore più contenuto”.

Il 44,8% delle famiglie ha chiesto, in ottobre, finanziamenti fino a 5mila euro, mentre per il 23% l’importo oscilla tra 10.001 a 20mila euro e per il 19,5% varia tra 5.001 e 10mila euro. Solo uno 0,3% ha chiesto prestiti superiori ai 75mila euro. Più in dettaglio, il 60,2% delle richieste di prestiti finalizzati è relativo a somme inferiori a 5mila euro a fronte di un 28,1% sul totale famiglie che ha chiesto prestiti personali tra i 10.001 e 20mila euro. A ricorrere a un finanziamento è stata soprattutto la fascia di età 45-54 anni (25,4%), seguita dai 35-44enni (22,3%) e, quasi a pari merito, dalle fasce 55-64 anni e 25-34 anni, rispettivamente, al 17,5% e al 17,3%.

Solo un 2% degli over 74 ha inoltre richiesto un prestito. Per quanto riguarda la durata dei rimborsi, la classe più gettonata dagli utenti è stata quella oltre i 60 mesi scelta dal 27,3%. Al secondo posto, con il il 15,9%, la classe da 25 a 36 mesi e al terzo, con il 14,1%, quella tra il 48 e 60 mesi. Vediamo ora, brevemente, l’andamento del mercato dei prestiti personali e finalizzati durante i mesi precedenti. Se il 2018 si è chiuso con un +5% rispetto all’anno prima, consolidando il trend di crescita che perdurava da qualche mese, gennaio 2019 ha aperto l’anno con un boom.

Rispetto allo stesso mese del 2018, il Crif ha infatti rilevato un incremento a due cifre pari al +12,1%, mentre l’importo medio richiesto si è attestato sui 9.673 euro, valore record degli ultimi sette anni, pari a un aumento del +3,2% su base mensile. A fare da traino sono stati soprattutto i prestiti finalizzati (+14,2% e un importo medio di 6.943 euro), benché non sia stato affatto irrilevante l’aumento delle richieste di prestiti personali che hanno chiuso il mese al +9,5%, con un importo medio pari a 13.182 euro. Ottime le performance anche nei mesi di febbraio e marzo con dati ancora in forte crescita e che, secondo gli esperti del Crif, si devono soprattutto ai bassi tassi di interesse che hanno permesso alle banche di proporre soluzioni estremamente convenienti per il cliente finale.

Nel secondo mese dell’anno, considerando il dato aggregato (prestiti finalizzati+prestiti personali), le richieste hanno segnato un aumento del +11,1% con un importo medio pari a 10.171 euro (+2% rispetto allo stesso mese dell’anno prima), mentre a marzo l’incremento è stato del +11,5% su base mensile, con un numero di richieste che è stato in assoluto il più elevato dal 2012. Un dato che viene letto dagli esperti del Crif come un indicatore che testimonia un ricorso al credito al consumo sempre frequente da parte delle famiglie che, così, possono finanziare i loro progetto di acquisto.

Nuovo incremento ad aprile anche se più contenuto: rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il dato rilevato è stato pari al +6,9% (+7,6% le richieste per i prestiti finalizzati e +6% per i personali). Mentre maggio, seppure ancora in crescita, ha evidenziato un rallentamento e registrato un aumento delle richieste pari al +1,9% (dato aggregato) e una contrazione dell’importo medio (9.606 euro) pari a -3,4 punti percentuali. La rilevazione di Crif, pubblicata a luglio 2019, traccia un bilancio del primo semestre, sottolineando che l’importo medio richiesto nei primi sei mesi è stato pari a 9.890 euro. Una somma che costituisce il valore più elevato degli ultimi 10 anni.

Luglio è invece all’insegna di un generale rallentamento con un numero di richieste che è il più basso dall’inizio dell’anno, mentre ad agosto le interrogazioni sono tornate a salire di un +4,5% rispetto allo stesso mese del 2019. La penultima rilevazione del Crif, relativa all’andamento del mercato dei prestiti nel mese di settembre 2019, se confrontata con lo stesso mese del 2018, mostra ancora una volta un dato con il segno più (+2,5%), come successo per sette trimestri consecutivi. Quanto all’importo medio, che si è attestato su 9.240 euro, il Crif ha evidenziato una lievissima contrazione del -0,3%.

Autore
castiglia-masella

Giornalista professionista, collabora da diversi anni con il Sole 24 Ore (Casa24Plus, Mondo Immobiliare). In passato ha lavorato, tra gli altri, per Tempo Economico e Tgcom.

Ultime notizie Prestiti

pubblicato il 23 febbraio 2024
Confronto tra prestiti casa per un finanziamento da 50.000€ a febbraio 2024

Confronto tra prestiti casa per un finanziamento da 50.000€ a febbraio 2024

Rinnovare lo spazio vitale o aggiungere un tocco di freschezza alla tua abitazione è sempre una gratificante avventura. Ma quando si tratta di finanziare progetti di arredamento o ristrutturazione, trovare il prestito giusto è fondamentale.
pubblicato il 26 febbraio 2024
TAN e TAEG dei prestiti on line a febbraio 2024

TAN e TAEG dei prestiti on line a febbraio 2024

Trovare il prestito più conveniente è semplice se si confrontano il Tan e il Taeg sui prestiti online. Oggi, ti mostriamo l’andamento di Tan e Taeg sui prestiti on line a febbraio 2024: scopriamo insieme se è il momento giusto per richiedere un prestito e qual è il più economico.
pubblicato il 16 febbraio 2024
Decreto Superbonus 2024: limiti e sanzioni

Decreto Superbonus 2024: limiti e sanzioni

Il Decreto Superbonus ha assunto una forma definitiva con poche possibilità di modifiche. Tuttavia, le misure di protezione per i controlli fiscali si sono rivelate limitate, mettendo in difficoltà coloro che hanno scelto una deduzione parziale dall'IRPEF.
pubblicato il 19 febbraio 2024
Il prestito online Agos più conveniente a febbraio 2024

Il prestito online Agos più conveniente a febbraio 2024

Hai bisogno di un prestito? Puoi valutare l’opportunità di richiedere uno dei prestiti online Agos. Prima però devi scoprire se Agos conviene, se Prestito Agos è flessibile e quali sono i vantaggi.

Guide ai prestiti

pubblicato il 30 marzo 2023
Cessione Doppio Quinto o Prestito con Delega: che cos'è?

Cessione Doppio Quinto o Prestito con Delega: che cos'è?

Hai già richiesto una cessione del quinto ma hai bisogno di più liquidità? C'è una soluzione per raddoppiare la somma che puoi richiedere, ed è la cessione del doppio quinto!
pubblicato il 27 febbraio 2023
Come fare se si hanno troppi debiti: le soluzioni

Come fare se si hanno troppi debiti: le soluzioni

In molti si chiedono cosa fare se hanno accumulato troppi debiti. La procedura da seguire in questo caso è semplice, anche se è bene conoscere accuratamente tutti i passaggi. Ecco quali sono.
pubblicato il 15 febbraio 2023
Dilazione del pagamento: cos'è, con quali strumenti si può avere e come funziona

Dilazione del pagamento: cos'è, con quali strumenti si può avere e come funziona

Ti sarà capitato sempre più spesso di trovare la dicitura pagamento dilazionato in tantissime attività commerciali e negli e-commerce online. Questo tipo di opzione consente la suddivisione in piccole parti dell'interno importo da pagare, metodo che comunemente viene conosciuto come pagamento a rate. Quest'ultime potrebbero essere soggette a tassi di interesse e tale caratteristica dipende da dove viene acquistato il bene o dalla società che offre la possibilità di dilazionare il pagamento. Nel caso di dilazione a tasso zero, il totale da pagare sarà uguale a quello del valore del prodotto acquistato. Nel caso opposto, ovvero con percentuale di tasso, la somma finale corrisponderà al prezzo del bene più la percentuale stabilita al momento dell'acquisto. Vediamo tutto quello che devi sapere su questo argomento e come funziona la dilazione del pagamento.
pubblicato il 17 gennaio 2022
Acquisto di beni a rate: come funziona?

Acquisto di beni a rate: come funziona?

L'acquisto di beni a rate richiede una notevole attenzione. È possibile richiedere una dilazione dei pagamenti presso vari rivenditori autorizzati, al fine di rendere l'acquisto più conveniente.
pubblicato il 22 giugno 2021
Reverse factoring: cos'è e come funziona

Reverse factoring: cos'è e come funziona

Che cosa è e come funziona il Reverse factoring, quali sono i benefici che apporta alle aziende di una filiera produttiva e i costi che comporta.
pubblicato il 22 giugno 2021
Maturity factoring: cos'è e come funziona

Maturity factoring: cos'è e come funziona

Che cosa è il Maturity factoring, come funziona e quali sono i vantaggi e i costi per chi ne beneficia. Ecco tutto quello che bisogna sapere al riguardo.
pubblicato il 16 giugno 2021
Merito creditizio: cosa è e come viene calcolato

Merito creditizio: cosa è e come viene calcolato

Il merito creditizio è una misura essenziale per richiedere qualsiasi tipo di finanziamento bancario. Ecco di cosa si tratta e quali requisiti occorrono per poterlo attivare a proprio vantaggio.
pubblicato il 16 dicembre 2020
Cessione del quinto e pignoramento di stipendio o pensione

Cessione del quinto e pignoramento di stipendio o pensione

Cosa succede in caso ci sia un pignoramento con cessione del quinto in atto? E a quanto equivale la quota massima pignorabile di uno stipendio oppure di una pensione? Scopriamolo insieme in questo approfondimento.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968