02 55 55 999 Lun-Sab 9.00-21.00

Cosa influenza il prezzo della bolletta del gas?

Cosa influenza il prezzo della bolletta del gas?

Il costo di ogni metro cubo che il cliente finale paga per la bolletta del gas è dato da una serie di voci, di cui la materia prima, ossia il gas che viaggia attraverso i tubi, rappresenta solamente una parte, seppur consistente.

I servizi di vendita

È possibile individuare quattro diverse componenti della bolletta. La prima è quella dei servizi di vendita e comprende sia la materia prima, sia il margine che l’operatore ottiene per i propri servizi commerciali. Prendendo come riferimento le condizioni economiche del servizio di tutela applicate a una famiglia tipo con consumi di circa 1.400 mc all’anno, i servizi di vendita rappresentano il 49% della bolletta. I servizi di vendita rappresentano la parte variabile del prezzo finale del gas. I servizi di vendita comprendono la Componente di Commercializzazione all’Ingrosso, la Componente di Commercializzazione al dettaglio, la Componente degli Oneri Aggiuntivi al gas. Nel mercato tutelato questi costi sono fissati trimestralmente dall’AEEG.

Il costo dei servizi di vendita è stabilito dal fornitore: per risparmiare puoi cercare la tariffa migliore.

I servizi di rete

La seconda voce è quella relativa ai servizi di rete e serve a coprire i costi delle infrastrutture di trasporto, stoccaggio e distribuzione. Il trasporto è l’attività su scala nazionale di connessione tra i gasdotti di importazione e i giacimenti italiani da una parte e le reti locali di distribuzione dall’altra. Il servizio di trasporto è effettuato da Snam Rete Gas. Lo stoccaggio è invece l’attività di immagazzinamento in depositi sotterranei di una certa quantità di gas, utilizzata in parte per soddisfare la domanda del mercato nei momenti di punta (per esempio in pieno inverno) e in parte come scorta di emergenza. Infine, la distribuzione locale è quella che riguarda le reti cittadine, che arrivano fino alle case dei clienti finali. Complessivamente, i servizi di rete rappresentano il 17% della bolletta.

Le accise regionali e l’IVA

La terza voce è quella relativa alle accise regionali, che pesano per il 19%, mentre la quarta voce è quella relativa all’IVA, che pesa per il 15% (10% sui primi 480 metri cubi, 21% sugli altri) ed è applicata sulla base delle quantità consumate e della regione di appartenenza. Complessivamente, quindi, la tassazione pesa per circa il 34% sulla bolletta del gas.

Di queste quattro voci, tre sono indipendenti dalle scelte degli operatori e sono uguali per tutti: accise e IVA sono infatti stabilite per legge, mentre la quota relativa ai servizi di rete viene stabilita dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas. La concorrenza tra i diversi operatori riguarda dunque meno della metà del prezzo del gas, ossia il costo dei servizi di vendita.

Vota la guida:

Valutazione media: 4,5 su 5 (basata su 34 voti)

Offerte confrontate

Con il comparatore di Facile.it puoi confrontare le offerte luce e gas e scegliere la tariffa migliore, risparmiando fino a 400€ l’anno sulla bolletta!

Fornitori energetici

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it.

Fornitori energetici

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it sugli argomenti più discussi del settore energetico.

Guide Gas e Luce

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy