02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Polizza RCA: cosa è, quali rischi copre e chi tutela

Polizza RCA: cosa è, quali rischi copre e chi tutela
Le 3 cose da sapere:
  • La polizza RC auto è il contratto assicurativo associato a ogni veicolo immatricolato circolante
  • Se è il conducente a causare l’incidente, i danni da lui subiti non sono coperti
  • Confrontare le offerte di RC auto permette di risparmiare sul premio

L'assicurazione RC auto (o RCA, Responsabilità Civile Autoveicoli) è obbligatoria per legge, come stabilito dall'articolo 122 del Codice della Strada. Per tutti gli automobilisti l'assicurazione dell'auto deve comprendere necessariamente la polizza RCA, per essere coperti in caso di incidente con colpa, oltre a eventuali garanzie accessorie facoltative. Vediamo allora come funziona l'assicurazione RCA e cosa copre.

Sommario

La copertura RCA e il contratto base

La polizza RCA permette di tutelare il conducente in caso di incidente. Si tratta di una misura obbligatoria per legge, richiesta a qualsiasi automobilista per poter circolare su strada e per i veicoli in sosta su una strada pubblica. Può essere stipulata da una compagnia assicurativa oppure da un istituto di credito che offre servizi di Bancassicurazione

Il contratto base RC Auto consiste in un modello standard diventato universale per ogni compagnia assicurativa. Con questo accorgimento tecnico, ciascuna polizza assicurativa sui veicoli a motore viene dettata da condizioni e clausole uguali per tutti. In questo modo, il premio assicurativo diventa molto più semplice da calcolare su base annuale. Il contratto di base è stato definito dal Ministero dello Sviluppo Economico l'11 marzo del 2020 ed è diventato operativo a partire dal 1° gennaio del 2021.

Attraverso la sottoscrizione di questo contratto l’assicurato si tutela economicamente da possibili rischi che si possono verificare mentre si è alla guida, quindi riconducibili alla propria responsabilità, e che arrecano danni materiali e/o lesioni a terzi. Le compagnie assicurative, dietro il pagamento del premio da parte dell’assicurato, si impegnano a risarcire i danni arrecati a terzi dalla circolazione del veicolo.

Il contratto di base RCA non rende le tariffe uguali per ogni assicurato, ma determina il premio in base alla responsabilità civile. Ciascuna compagnia assicurativa deve definire il premio di base e delle eventuali condizioni da inserire. Resta intatta la libertà di fornire garanzie aggiuntive o servizi differenti a proprio completo piacimento, con l'inserimento di un nuovo modello elettronico al quale attenersi in maniera obbligatoria. Ecco le altre novità principali:

  • polizza dalla durata massima di 12 mesi;
  • niente tacito rinnovo;
  • niente franchigia;
  • una clausola sulla guida libera;
  • meno chance di rivalsa per la compagnia assicurativa;
  • gestione della assicurazione online in autonomia;
  • massimale stabilito per legge.

La durata del contratto assicurativo è quindi di un anno, con validità a partire dalle ore 00.00 del giorno in cui si è pagato il premio. Con l'abolizione del tacito rinnovo, non è più necessario disdire la polizza per cambiare assicurazione auto alla scadenza.

da sapere


Circolare con l'assicurazione auto scaduta comporta il sequestro del veicolo, una sanzione molto onerosa e l'obbligo di risarcire personalmente i danni provocati a terze persone.

Chi offre il contratto base RC auto

Dal 30 aprile 2021 tutte le compagnie assicurative dovranno prevedere un contratto di base RCA. Di seguito trovi le compagnie che già offrono questa tipologia di polizza.

  • 24hassistance
  • Bene Assicurazioni
  • ConTe.it
  • Dallbogg
  • Direct Assicurazioni
  • GenialClick
  • Allianz Direct
  • Linear
  • MPS Digital Auto
  • Prima.it
  • Quixa
  • Reale Mutua
  • Verti
  • Zurich Connect
  • Genertel

Come funziona la RC Auto

Come detto in precedenza, la RC Auto si attiva se un conducente fa un incidente con la propria vettura. La compagnia analizzerà il caso di incidente: se si ha la responsabilità del sinistro, ma non lo si è potuto evitare, la società ripagherà i danni causati a cose o persone. Se invece viene stabilito che l'incidente è stato provocato volontariamente, allora la compagnia non effettuerà alcun risarcimento.

Ci possono anche essere altri casi (indicati in polizza come esclusioni) in cui l'assicuratore, pur dovendo risarcire il terzo danneggiato, può richiedere di essere rimborsato della somma pagata. Normalmente le esclusioni sono previste per situazioni in cui la circolazione non avviene nel rispetto di alcune disposizioni di legge. Ad esempio, ciò avviene quando:

  • si circola con un'auto sottoposta a fermo amministrativo;
  • si trasportano passeggeri in eccesso nella propria vettura;
  • ci si è messi alla guida in evidente stato di ebbrezza;
  • si circola con la patente scaduta.

Naturalmente, colui che ha causato il sinistro con colpa perde la sua classe di merito. Questo significa che una volta scaduta l'assicurazione, rinnovarla costerà di più, proprio a causa dell'incidente che è stato provocato.

I massimali dell'RC Auto

I massimali della RC Auto sono i limiti economici che una compagnia paga in caso di sinistro stradale. I valori minimi sono stabiliti dalla legge e distinti a seconda dei danni provocati a persone o a cose.

L'articolo 128 del Codice delle Assicurazioni ha stabilito un aggiornamento degli importi minimi a partire dall'11 giugno 2022 e prevede che:

  • in caso di danni alle cose, il massimale minimo è di 1.300.000,00 di euro per sinistro, senza tener conto del numero delle vittime;
  • in caso di danni alle persone, il massimale minimo è di 6.450.000,00 di euro per sinistro, a prescindere dal numero delle vittime.

Il massimale viene stabilito a priori e rimane tale fino alla fine della durata del contratto. Nei casi in cui la portata del danno causato sia maggiore della somma stabilita, l’assicurato dovrà provvedere al risarcimento del danno in completa autonomia.

Quali sono invece, i limiti massimi? Non ci sono regole precise al riguardo. Tutto dipende dalla compagnia assicurativa e dalla polizza che si vuole stipulare. Naturalmente, occorre ricordare che maggiore sarà il limite massimo, maggiore sarà il prezzo da pagare per l'RCA. Dunque, bisogna tenere d'occhio quest'aspetto o personalizzarlo secondo le proprie esigenze.

In un contratto RCA può poi essere aggiunta la clausola risarcimento in forma specifica che permette all'assicurato danneggiato di non accontentarsi del solo risarcimento del danno pecuniario.

I prezzi della polizza RCA

I prezzi per un'assicurazione RCA possono variare a seconda di numerosi fattori. Ad esempio, è fondamentale l'età di un guidatore. Allo stesso tempo, è importante indicare da quanto tempo un automobilista ha conseguito la patente. I neo-patentati molto giovani pagheranno un costo molto alto, perché meno esperti e con più probabilità di fare incidenti.

A incidere sul prezzo dell'assicurazione è anche la città di residenza. Se si vive in una città dove la percentuale di incidenti è molto elevata, allora il costo sarà molto alto. Ci sono poi altri fattori che influenzano i prezzi della polizza RCA, come potenza dell'auto che si possiede, modello e tipologia.

Naturalmente, l'assicurazione per un'auto nuova sarà più costosa rispetto a quella di un'auto usata. Per conoscere i prezzi migliori delle compagnie assicurative, è utile comparare diversi preventivi di assicurazione auto, personalizzandoli con eventuali garanzie aggiuntive per trovare la combinazione perfetta per le proprie necessità. Il confronto delle offerte permette di risparmiare sul costo finale dell'assicurazione.

Come viene calcolato il premio per il contratto base?

Il calcolo del premio per il contratto base RC auto viene determinato dagli stessi fattori di una qualsiasi assicurazione auto. Alcuni parametri fanno la differenza, tra i quali la classe di merito dell'assicurato, il tipo di guida (ad esempio esperta, o esclusiva) e la cilindrata del veicolo a motore con il quale circolare. Il premio assicurativo si basa sulla quantità di cavalli fiscali della vettura, non sulla potenza espressa in Kilowatt. Al tempo stesso, la cifra varia in base all'importo massimo che la compagnia assicurativa liquida quando l'assicurato è alle prese con un sinistro stradale, ossia il massimale. Un automobilista può scegliere di aggiungere coperture accessorie per proteggersi da altri rischi, dal furto e incendio agli infortuni, dalla tutela legale all'assistenza stradale. Infine, non è possibile alcuna detrazione fiscale.

Come funzionano le classi di merito

Le classi di merito sono un sistema bonus/malus che può influenzare il costo della polizza. Un conducente che guida da molto tempo senza commettere sinistri stradali può acquistare rapidamente la prima classe, vale a dire la più vantaggiosa. Il meccanismo è semplice: quando si guida per un anno senza commettere incidenti si sale di una classe, mentre se si è coinvolti in due sinistri stradali in un anno si scende di due classi.

Inoltre, in caso di incidenti senza colpa non si dovrebbero perdere classi di merito. Tuttavia, questo dipende molto dalla compagnia. Infatti, ci sono società che fanno perdere a chi non ha la colpa la classe di merito accumulata negli anni indipendentemente dal concorso di colpa eventualmente stabilito in sede legale. Questo avviene perché nella maggior parte dei casi è la compagnia del conducente senza colpa a pagare i danni in un primo momento, mettendosi poi d'accordo in un secondo momento con l'assicurazione dell'altro automobilista coinvolto nell'incidente per ottenere un risarcimento. 

Come funziona l'RC auto familiare

L'RC auto familiare permette all'assicurato di guadagnare la classe di merito migliore associata a un veicolo all'interno dello stesso nucleo familiare. Ad esempio, se un coniuge ha la prima classe sulla sua auto può farla guadagnare anche all'altro coniuge se acquista una seconda vettura, con un evidente vantaggio economico.

Per usufruire di questo bonus bisogna fare richiesta direttamente alla compagnia assicurativa, inviando i documenti del veicolo assicurato con classe di merito più vantaggiosa.

Tuttavia, attenzione al sistema bonus/malus. In caso di sinistro stradale, si possono ricevere sanzioni più gravi ed entrambi i veicoli che approfittano della RC auto familiare possono perdere le classi di merito accumulate.

RC Auto: risparmia fino a 500€ Calcola RC Auto

Offerte confrontate

Compara le polizze delle compagnie e trova l'assicurazione online al miglior prezzo su Facile.it. Risparmia fino a 500€ sull'assicurazione auto. Bastano 3 minuti!

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure