Serve assistenza?
02 55 55 111

Assicurazione conducente diverso dall'assicurato: funzionamento copertura RC Auto

facile.it/images/assicurazioni guide assicurazione conducente diverso dall assicurato
Le 3 cose da sapere:
  1. 1

    Proprietario veicolo: è l'intestatario del mezzo

  2. 2

    Contraente: è colui che sottoscrive l'RC Auto ed è tenuto al pagamento della polizza

  3. 3

    Conducente: è il soggetto che guida il veicolo, anche se non è proprietario

RC Auto: offerte da 131€*
RC Auto: offerte da 131€*

Prima di sottoscrivere la polizza auto, molti si chiedono se sia possibile intestarla a una persona diversa dal proprietario, per ottenere delle condizioni più vantaggiose e risparmiare sul prezzo complessivo dell'RC Auto. Per legge, è consentito intestare l'assicurazione auto a persona diversa dal proprietario, ma attenzione in caso di multe o incidenti stradali potrebbero esserci delle conseguenze, vediamo insieme come funziona questa specifica pratica.

Sommario

Proprietario, conducente e contraente: le differenze

Prima di analizzare come funziona l'RC Auto intestata a persona diversa dal proprietario è opportuno fare chiarezza sulle diverse figure coinvolte in questa operazione.

  • Il proprietario è colui che possiede il veicolo ed è l'intestatario del mezzo che compare sulla carta di circolazione. Sempre il proprietario è colui che dispone dell'attestato di rischio, dove sono indicati il numero dei sinistri stradali degli ultimi cinque anni e la classe di merito assegnata.
  • Il conducente è invece colui che materialmente è alla guida del veicolo, previa autorizzazione del proprietario e se utilizza l'auto per un periodo superiore ai 30 giorni, dovrà essere annotato sulla carta di circolazione.
  • Il contraente è invece il sottoscrittore della polizza assicurativa e che paga ogni anno il premio, può essere sia il proprietario che il conducente.

Si può intestare l'assicurazione auto a una persona diversa dal proprietario?

La legge consente di prestare l'auto in ogni caso, ma per un periodo superiore ai 30 giorni è necessario annotarlo nella carta di circolazione. Quando il proprietario presta il proprio veicolo ad altra persona, si configura un contratto di comodato e non è necessaria la forma scritta, ma basta un accordo verbale.

Nella pratica, succede molte volte di prestare il proprio veicolo a un amico o a un familiare, per questo non serve stipulare un contratto scritto, inoltre è sempre possibile intestare la polizza assicurativa ad una persona diversa dal proprietario, in questo caso si può godere di una classe di merito più vantaggiosa e risparmiare sull'RC auto. Questa agevolazione prende il nome di Rc Auto Familiare.

Perché intestare la polizza auto a un conducente diverso dal proprietario

Intestare la polizza auto a un conducente diverso dal proprietario è un'operazione che viene fatta soprattutto per ottenere un'assicurazione più vantaggiosa. Questo avviene se il conducente, in questo caso contraente della polizza, appartiene a una classe di merito più vantaggiosa rispetto al proprietario del mezzo o se si risiede in una Regione dove ci sono meno rischi per alcune categorie di automobilisti.

Un esempio classico è quello di un figlio che intesta l'auto a sé stesso e l'assicurazione al padre o alla madre per risparmiare sul premio assicurativo. Nel caso di figli minori di 25 anni, i genitori devono verificare di avere una polizza RC che non sia a guida esperta, e in qualsiasi caso la polizza non dovrà essere a guida esclusiva. Consulta questa guida per scoprire le differenze tra guida libera, guida esperta e guida esclusiva.

È opportuno sottolineare, che dal 2011, anche se l'RC Auto è intestata a una persona diversa dal proprietario, in ogni caso il contraente è tenuto a pagare il premio assicurativo in base alla classe di merito del proprietario.

Assicurazione auto conducente diverso dall'assicurato: pro e contro

Prima di analizzare i pro e i contro di sottoscrivere l'RC Auto a persona diversa dal proprietario, è opportuno sottolineare che non tutte le compagnie assicurative concedono di fare questa operazione, quindi meglio informarsi prima di sottoscrivere la polizza.

Un vantaggio che si ottiene sottoscrivendo l'assicurazione auto con un conducente diverso dall'assicurato è il non dover pagare il passaggio di proprietà, soprattutto se si tratta di un veicolo che viene usato all'interno del nucleo familiare o di avvalersi della Legge Bersani, che permette di ereditare la classe di merito di un altro componente della famiglia.

Quindi sì, si può fare l'assicurazione senza passaggio di proprietà della vettura, perché come detto conducente e contraente non devono necessariamente corrispondere.

I contro sono molto più numerosi rispetto ai vantaggi, visto che intestare l'assicurazione a persona diversa dal conducente potrebbe far insorgere spiacevoli conseguenze.

In primis, nel caso di multe prese dal conducente e non dal proprietario del veicolo, questi sono dovuti a pagare in solido la sanzione, inoltre se avviene una contestazione differita, sarà il proprietario del veicolo a dover pagare, anche se si potrà rivalere in seguito con il conducente.

Un altro svantaggio è quello riguardante il sistema bonus - malus, che in questo specifico caso non può essere applicato, visto che dal 2011, la classe di merito si riferisce esclusivamente al proprietario e non al conducente occasionale.

In conclusione, se la vostra compagnia assicurativa vi permette di intestare la polizza auto a persona diversa dal proprietario, di valutare se sia davvero conveniente o se è meglio seguire la prassi tradizionale.

Proprietaro e contraente: cosa succede in caso di sinistro

Come accennavamo all'inizio nella definizione di "proprietario", quest'ultimo è colui che dispone dell'attestato di rischio: per calcolare il costo della polizza, la compagnia assicurativa prenderà in considerazione i dati del proprietario, ad esempio età, residenza ed esperienza alla guida.

Questo significa che, in caso di sinistro, è il proprietario ad assumersi i rischi di chi guida il suo veicolo e dunque sarà la sua classe di merito ad essere penalizzata.

Risarcimento danni con conducente diverso da proprietario: come funziona

Un'ipotesi che si può verificare spesso è che il conducente si ritrovi coinvolto in un incidente stradale e in questi casi come funziona il risarcimento danni?

Nel caso in cui il conducente, si ritrova coinvolto in un incidente stradale, ma non ha colpa, allora non vi sono problemi: il proprietario del veicolo ha diritto al risarcimento dei danni materiali, mentre il conducente se ha subito lesioni fisiche, potrà ottenere un risarcimento dei danni fisici.

Il discorso cambia, se il conducente è responsabile dell'incidente, in questo casola responsabilità civile, come previsto dall'art. 2054 del Codice Civile ricade sia sul conducente che sul proprietario del mezzo. La responsabilità civile in solido del conducente e del proprietario può essere evitata solo se si configurano due ipotesi specifiche:

  • il conducente dell'auto dimostra di aver fatto il possibile per evitare il danno;
  • il proprietario afferma di non essere a conoscenza del prestito del veicolo al conducente, ma in questo caso bisognerà tempestivamente denunciare il furto della macchina.

In tutti i casi, la compagnia assicurativa dovrà risarcire il danneggiato entro i massimali previsti dalla polizza, anche se non vi è coincidenza tra il responsabile dell'incidente e il titolare della polizza.

Assicurazione conducente diverso dall'assicurato: domande frequenti

1) Si può dare l'automobile in prestito?

L'automobile può essere sempre prestata, ma attenzione in caso di multe o incidenti, potrebbero esserci delle conseguenze legali sia per il conducente che per il proprietario.

2) Se il conducente riceve una sanzione a chi spetta il pagamento della multa?

In caso di multa presa dal conducente, si configurano due situazioni diverse:

  • multa consegnata al momento del controllo: il pagamento è dovuto in solido sia dal conducente che dal proprietario;
  • contestazione differita: il verbale viene spedito al proprietario del mezzo, che può comunicarlo al conducente e comunque è obbligato a pagare in solido con quest'ultimo, ma non si vedrà decurtati i punti della patente.

3) La polizza auto è valida se il conducente non è il proprietario?

La polizza auto è sempre valida anche se il conducente non è il proprietario del veicolo.

4) E' possibile assicurare un'auto non di proprietà?

È sempre possibile assicurare un'auto non di proprietà, difatti la legge non impone che il contraente della polizza sia anche il proprietario del mezzo. Il contraente e il proprietario del mezzo possono essere due figure disgiunte.

5) La classe di merito segue il proprietario o il conducente?

In tutti i casi, la classe di merito segue sempre quella del proprietario del veicolo e non quella del conducente.

6) Posso intestare la macchina a me e l'assicurazione a mio padre?

Si può sempre intestare l'assicurazione a persona diversa dal proprietario, ma in caso di neopatentati, visto che la classe di merito segue quella del proprietario è sempre opportuno intestare la macchina al padre e sottoscrivere invece l'assicurazione a proprio nome.

RC Auto: offerte da 131€*

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

RC Auto

Confronta più compagnie

Preventivo AUTO

RC Moto

Confronta più compagnie

Preventivo MOTO

Guide alle assicurazioni

pubblicato il 19 aprile 2024
Viaggiare sicuri in Marocco

Viaggiare sicuri in Marocco

Se stai pianificando un viaggio in Marocco, è importante essere ben preparati per goderti al massimo l'esperienza. In questo articolo, ti forniremo consigli essenziali per organizzare il tuo viaggio in modo efficiente e senza intoppi.
pubblicato il 19 aprile 2024
Visitare il Marocco: consigli di viaggio

Visitare il Marocco: consigli di viaggio

Se stai pianificando un viaggio in Marocco, è importante essere ben preparati per goderti al massimo l'esperienza. In questo articolo, ti forniremo consigli essenziali per organizzare il tuo viaggio in modo efficiente e senza intoppi.
pubblicato il 5 aprile 2024
Quali compagnie aeree accettano cani e altri animali a bordo

Quali compagnie aeree accettano cani e altri animali a bordo

Come viaggiare con il proprio animale domestico? Sono in molti a farsi questa domanda, ma pochi hanno una risposta. Ecco tutte le informazioni che occorre comprendere a questo proposito.
pubblicato il 12 marzo 2024
Rami delle polizze vita: le differenze da conoscere

Rami delle polizze vita: le differenze da conoscere

Nel mercato delle assicurazioni esistono diversi Rami per quanto riguarda le polizze vita. Per fare delle scelte consapevoli è importante sapere cosa prevedono e quali prodotti includono.
pubblicato il 12 marzo 2024
Come funzionano i rendimenti sulle polizze vita

Come funzionano i rendimenti sulle polizze vita

Le polizze vita rappresentano una forma d'investimento sempre più popolare per le famiglie ma come funzionano i loro rendimenti?
pubblicato il 18 gennaio 2024
Polizze TFM: cosa sono e come funzionano

Polizze TFM: cosa sono e come funzionano

Polizze TFM: scopri su Facile.it in cosa consistono e perché possono essere utili per proteggere il flusso di cassa della tua azienda, e mantenerlo al riparo da imprevisti!
pubblicato il 18 gennaio 2024
Cosa sono le polizze investimento a capitale garantito

Cosa sono le polizze investimento a capitale garantito

Le polizze investimento a capitale garantito sono degli strumenti finanziari che permettono di recuperare l'investimento fatto inizialmente. Da un lato, sono prodotti meno rischiosi di altri, dall'altro però offrono un rendimento minore.
pubblicato il 18 gennaio 2024
Polizza sanitaria per pensionati: come funziona e cosa copre

Polizza sanitaria per pensionati: come funziona e cosa copre

Sempre più over 65 decidono di affidarsi a una polizza sanitaria per coprire le spese mediche e non solo. Qui troverai una breve spiegazione di come funziona questo prodotto assicurativo e di cosa copre.

Compagnie e intermediari assicurativi

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968