02 55 55 1 Lun-Sab 9.00-21.00

Il riscaldamento elettrico: guida alla scelta

Il riscaldamento elettrico: guida alla scelta

Il riscaldamento in Italia è soprattutto sinonimo di gas naturale, utilizzato nelle caldaie domestiche o condominiali per scaldare l’acqua dei termosifoni. Per chi non può o non vuole ricorrere al metano, esistono poi diverse alternative: GPL, legna, pallet.

Tutte opzioni che richiedono una canna fumaria e l’accumulo di un combustibile in prossimità della casa. Esiste tuttavia un’alternativa pratica e di facile installazione: il riscaldamento elettrico, di cui esistono in commercio molti modelli diversi.

I parametri da tenere in considerazione

Rispetto a un impianto a metano, il costo di installazione di un impianto di riscaldamento elettrico è generalmente più contenuto. Oltre a non dover installare la caldaia, infatti, non occorre posare i tubi dell’impianto che portano l’acqua calda ai termosifoni. Utilizzando il riscaldamento elettrico basta collegare gli elementi alla corrente elettrica, anche se il costo può variare a seconda del tipo di impianto che si installa.

Anche per quanto riguarda i costi di manutenzione ordinaria e straordinaria, gli impianti elettrici hanno un chiaro vantaggio sugli altri impianti. Niente manutenzione per la canna fumaria e niente verifiche periodiche dello stato della caldaia. Inoltre, grazie al fatto che in un impianto di riscaldamento elettrico non ci sono parti in movimento, anche le rotture e guasti sono meno frequenti, facendo risparmiare ulteriormente.

I costi di gestione sono invece il punto debole degli impianti di riscaldamento elettrici. In Italia, l’elettricità è infatti più cara del gas naturale: a parità di energia utilizzata, il costo del gas naturale è meno di un terzo di quello dell’elettricità. Anche considerando che le caldaie hanno un’efficienza dell’80%, se si usa l’elettricità per avere lo stesso livello di caldo in casa è necessario molto di più: una scelta decisamente antieconomica se si ha la necessità di scaldare tutti i giorni per tutta la durata della stagione fredda.

Se devi scaldare la tua casa tutti i giorni non scegliere il riscaldamento elettrico: potresti spendere più del doppio rispetto al riscaldamento a gas.


Riscaldamento elettrico: le diverse tipologie

Esistono diversi modelli di riscaldamento elettrico in commercio in Italia. I modelli più comuni e più elementari le stufe elettriche, formate da resistenze che scaldano l’aria e quindi tutto l’ambiente circostante. Una variante di questo tipo di impianto è il cosiddetto radiatore svedese, che è una semplice stufa elettrica con resistenze ceramiche.

Si tratta di impianti molto semplici da installare, che è possibile alimentare collegandoli direttamente a una presa elettrica, dopo averli fissati al muro. Una volta montati, possono essere accesi e spenti uno per uno, in base a quanto si vuole scaldare la stanza.

Un’alternativa è rappresentata dal riscaldamento elettrico a battiscopa. Si tratta di una resistenza che corre lungo il muro di una stanza, all’interno di un involucro che assomiglia in tutto e per tutto a un battiscopa di un paio di centimetri di spessore.

Il vantaggio di questo tipo di impianti è soprattutto estetico, perché consentono di non avere elementi di riscaldamento che ingombrano le pareti e sono relativamente facili da installare. Il lato negativo è che occorre che nella stanza interessata ci siano pochi mobili in prossimità del muro, altrimenti il calore non si diffonde bene.
 

Il riscaldamento a battiscopa può avere qualche difficoltà a riscaldare la zona centrale della stanza nei locali molto grandi, quindi non è consigliato se hai stanze ampie.


In alternativa, per scaldare uniformemente tutta la stanza, ci sono anche gli impianti di riscaldamento a pavimento. Si tratta di una soluzione confortevole e molto bella dal punto di vista estetico perché non richiede la presenza di apparecchi o elementi in più nella stanza. Tuttavia, a differenza degli impianti a battiscopa, quelli a pavimento impongono costi di installazione piuttosto elevati.

Gli impianti basati sulle resistenze riscaldano l’aria, che poi si diffonde per l’ambiente. Esiste però una tecnologia alternativa, sempre elettrica: quella a infrarossi. In questo caso, il riscaldamento avviene per irraggiamento, ossia il calore riscalda direttamente gli oggetti posti davanti alla lampada, un po’ come avviene quando si prende il sole.
 

Le lampade a infrarossi sono utili se devi scaldare uno spazio ben preciso, come un letto o un tavolino all’aperto, ma quando li si spegne l’effetto termina subito.


Una variante della tecnologia a infrarossi è quella a pannelli radianti, che possono essere appesi alle pareti o montati sul soffitto. Questi pannelli emettono infrarossi con lunghezza maggiore rispetto alle lampade e consentono di riscaldare meglio la parte di stanza davanti a loro. Al pari degli altri impianti a infrarossi, però, non riscaldano l’aria ma direttamente le persone e gli oggetti che si trovano di fronte.
 

Come scelgo il riscaldamento elettrico migliore?

I riscaldamenti elettrici non sono la scelta di riscaldamento più economica in assoluto, ma in alcune circostanze possono rappresentare una buona soluzione. Per chi vuole installare un impianto di riscaldamento da far funzionare in modo occasionale, come per esempio in una casa per le vacanze abitata solo qualche settimana all’anno, le stufe elettriche rappresentano un’alternativa pratica e con bassi costi di installazione e di manutenzione.

Per chi invece ha bisogno di scaldare una postazione di lavoro o un letto, gli impianti a infrarossi rappresentano una soluzione molto rapida ed efficace, soprattutto se integrata con altri sistemi di riscaldamento ambientale.

Soluzioni per il risparmio energetico Preventivo gratuito »
Vota la guida:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 9 voti)

Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione, salvo per questioni contrarie alla normativa vigente.

Offerte confrontate

Con Facile.it puoi anche scoprire quale fornitore energetico propone la tariffa migliore e richiedere l'attivazione.

Fornitori energetici

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it.

Fornitori gas e luce

Prodotti

Vuoi migliorare l'efficienza energetica di casa tua? Scopri i migliori prodotti.

Guide al risparmio energetico

Guide Risparmio Energetico