Serve assistenza?
02 2110 0192

6 nov 2023 | 5 min di lettura | Pubblicato da Cristina B.

facile.it/images/parola esperto prestiti prestito di consolidamento

Per coloro che hanno aperti una serie di finanziamenti online, prestiti personali, cessione del quinto potrebbe essere una soluzione fare, in un certo senso, ordine, con le diverse scadenze delle rate, delle documentazioni da conservare, degli oneri legati ai singoli contratti e raccogliere tutto in una unica maxi rata mensile che, allungando la durata complessiva del finanziamento, potrebbe anche risultare più bassa del totale pagato per i diversi finanziamenti. Vediamo insieme come funziona il prestito di consolidamento che si rivolge ai dipendenti settore pubblico e privato e ai pensionati.

Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€

Cos’è un prestito di consolidamento

Unire più prestiti in una sola rata significa nell’immediato compiere un processo di istruttoria per valutare se l’operazione sia possibile. Si tratterà in pratica di chiudere i finanziamenti aperti, raccogliere le documentazioni complessive e estinguere i singoli rapporti in modo poi da accedere a quello omnicomprensivo.

I tre punti da considerare

Possiamo indicare tre condizioni che possono far ipotizzare che la soluzione è il prestito di consolidamento:

  • avere più finanziamenti attivi;
  • avere la possibilità di pagarli (un reddito stabile, entrate certe, una busta paga);
  • essere in regola con i pagamenti dei diversi finanziamenti in essere.

Avere più finanziamenti attivi

Vuol dire avere chiesto liquidità aggiuntiva o avere in corso pagamenti rateizzati per più di un bene e anche ad esempio una cessione del quinto dello stipendio o un mutuo di liquidità, in buona sostanza avere attivati almeno due o più contratti che prevedono la restituzione di somme di denaro con interessi allo stesso istituto o diversi. In questo caso si raggruppano in un unico contratto quelli in essere, come detto in precedenza, procedendo alla chiusura con gli eventuali costi di pratica di quelli aperti per farli confluire riorganizzati in un solo contratto di finanziamento. Solitamente questo contratto avrà una durata più lunga di quelli in essere prevedendo un'unica rata che diluisca la somma totale dovuta, con un solo pagamento destinato a un solo soggetto finanziatore.

Avere la possibilità di pagarli

Vuol dire che chi concede il consolidamento, come peraltro accade in ogni contratto di finanziamento di liquidità, analizza il profilo di rischio del richiedente, la sua storia composta non solo dal suo scoring creditizio ma anche dalle sue entrate e disponibilità. E’ possibile quindi che vengano richieste l’esibizione di documentazione come ad esempio la busta paga o altre voci che contribuiscono alle entrate del soggetto che richiede. Per quanto riguarda il reddito si farà poi un calcolo in valutazione del reddito, delle rate aperte e della capacità di restituzione esattamente come avviene quando si richiede ad esempio il mutuo acquisto prima casa dove si indica che la rata deve incidere di una determinata percentuale sull’entrata dello stipendio.

Essere in regola con i pagamenti delle rate dei finanziamenti attivi

In stretta relazione con il secondo criterio, prima di dare il via libera al consolidamento si verifica che non ci siano segnalazioni a Crif o alle centrali rischi di situazioni di morosità. Quello che conta è dimostrare di essere in regola con le scadenze di pagamento. Si puo’ saltare una rata? Sì possibile ma in questo caso gli interessi maggiorati verrebbero ricalcolati con la mora e in una procedura automatica il nominativo sarebbe inserito in centrale rischi con l’inserimento del nome come cattivo pagatore e quindi vedere attribuito uno scoring negativo. Se si salta anche solo una rata chi ha concesso il finanziamento può chiudere unilateralmente il contratto. Questo comporta per il cliente il pagamento di tutte le spese bancarie e di messa in mora nonché tutti gli oneri sostenuti dall’istituto per il recupero delle somme oltre a una penale.

Le condizioni di erogazione: la richiesta di garanzie

Sebbene non è previsto un obbligo di legge, gli istituti che offrono questo servizio richiedono, nel momento in cui concedono il finanziamento, di ricevere una garanzia in caso di mancato pagamento della rata. Questa garanzia assume la forma dell’indicazione di un terzo fidejussore o garante del debito. In buona sostanza si chiede di individuare un terzo persona fisica che accetti di obbligarsi in caso chi riceve il finanziamento salta una rata o ha difficoltà di essere il “cavaliere bianco” che interviene pagando il dovuto al suo posto. E’ un impegno importante che ogni istituto disciplina contrattualmente con le proprie indicazioni rifacendosi alle norme del codice civile che ha disciplinato la categoria generale della fidejussione. Ma in quanto le prassi possono essere molto diverse è possibile che si richiedano anche altre forme di garanzie come la presenza di beni nella sfera patrimoniale di chi accede al finanziamento che possono essere considerati in caso sempre di mancato rispetto degli impegni finanziari assunti con il contratto di consolidamento.

Le condizioni di erogazione: i contenuti del contratto

Nel contratto saranno riportati i dati di chi eroga il credito, le condizioni del prestito con l’indicazione dei tassi di interesse applicati, gli importi e il numero delle rate, i costi legati all’eventuale tasso di mora applicato in caso di ritardo, le scadenze di pagamento, la durata dello stesso finanziamento, le condizioni legate alle garanzie accessorie, il meccanismo dell’applicazione al contratto del Taeg e del Tan.

In ogni contratto di finanziamento è bene considerare attentamente Taeg e Tan . Il Taeg, tasso annuo effettivo globale, è una misura che raccoglie il costo complessivo del finanziamento ricomprendendo anche i cosidetti oneri accessori che possono essere le spese di istruttoria e le spese assicurative. Il Tan, tasso annuo nominale è il tasso di interesse applicato su base annua al capitale finanziato. Corrisponde alla quota di interesse che, parametrata all’importo concesso e alla durata del prestito, sarà restituita e sommata alla quota di capitale che compone la rata da rimborsare.

Estinzione anticipata

Da considerare un ultimo aspetto, è possibile anticipare il prestito rispetto al termine stabilito dal contratto. Ma ha un costo: quello del capitale residuo con una maggiorazione che rappresenta una penale fino all1% dell’importo finanziato. Se il contratto non specifica cosa sia il capitale residuo, si considera sotto questa espressione la somma del valore di tutte le rate non ancora scadute nel momento in cui si chiude con il rimborso anticipato.

Autore
facile.it/publishers/cristina-bartelli

Giornalista professionista dal 2004 e vicecaporedattore per ItaliaOggi, scrive del Fisco in ogni sua forma. Ha fatto incursioni su Classcnbc e Tgcom per raccontare le novità di manovra di bilancio, sanatorie fiscali e storie di elusione.

Ultime notizie Prestiti

pubblicato il 18 aprile 2024
Bonus di 190 euro per chi paga l'Agenzia Immobiliare: a chi spetta e come richiederlo

Bonus di 190 euro per chi paga l'Agenzia Immobiliare: a chi spetta e come richiederlo

Il bonus di 190 Euro per il pagamento delle commissioni alle agenzie immobiliari è un incentivo introdotto per facilitare il mercato immobiliare. Tuttavia, non tutti sono idonei a riceverlo. Esploriamo insieme i criteri di ammissibilità per il bonus, chi può beneficiarne e come richiederlo.
pubblicato il 16 aprile 2024
Calcolo prestito per auto nuova e usata ad aprile 2024

Calcolo prestito per auto nuova e usata ad aprile 2024

Sei alla ricerca di un prestito auto? Oggi confrontiamo le soluzioni di finanziamento per auto nuova o usata che puoi trovare su Facile.it ad aprile 2024.
pubblicato il 12 aprile 2024
Calcolo di un prestito Agos da 10.000€ ad aprile 2024

Calcolo di un prestito Agos da 10.000€ ad aprile 2024

Aprile 2024 è un mese di grande interesse per chi è alla ricerca di soluzioni finanziarie flessibili e convenienti. Tra le opzioni più rilevanti, i prestiti offerti da Agos rappresentano una risorsa significativa per coloro che cercano un supporto economico affidabile.
pubblicato il 10 aprile 2024
Soluzioni per prestito con cessione del quinto ad aprile 2024

Soluzioni per prestito con cessione del quinto ad aprile 2024

La cessione del quinto rappresenta una soluzione finanziaria sempre più popolare per coloro che necessitano di liquidità immediata, offrendo condizioni vantaggiose e un processo di richiesta semplificato.

Guide ai prestiti

pubblicato il 30 marzo 2023
Cessione doppio quinto o prestito con delega: che cos'è?

Cessione doppio quinto o prestito con delega: che cos'è?

Hai già richiesto una cessione del quinto ma hai bisogno di più liquidità? C'è una soluzione per raddoppiare la somma che puoi richiedere, ed è la cessione del doppio quinto!
pubblicato il 27 febbraio 2023
Come fare se si hanno troppi debiti: 3 soluzioni

Come fare se si hanno troppi debiti: 3 soluzioni

In molti si chiedono cosa fare se hanno accumulato troppi debiti. La procedura da seguire in questo caso è semplice, anche se è bene conoscere accuratamente tutti i passaggi. Ecco quali sono.
pubblicato il 15 febbraio 2023
Dilazione del pagamento: cos'è, con quali strumenti si può avere e come funziona

Dilazione del pagamento: cos'è, con quali strumenti si può avere e come funziona

La dilazione del pagamento è ormai disponibile in tantissime attività commerciali e negli e-commerce online. Ma come funziona? E come richiederla? Ecco tutto ciò che c'è da sapere.
pubblicato il 17 gennaio 2022
Acquisto di beni a rate: come funziona?

Acquisto di beni a rate: come funziona?

L'acquisto di beni a rate richiede una notevole attenzione. È possibile richiedere una dilazione dei pagamenti presso vari rivenditori autorizzati, al fine di rendere l'acquisto più conveniente.
pubblicato il 22 giugno 2021
Reverse factoring: cos'è e come funziona

Reverse factoring: cos'è e come funziona

Che cosa è e come funziona il Reverse factoring, quali sono i benefici che apporta alle aziende di una filiera produttiva e i costi che comporta.
pubblicato il 22 giugno 2021
Maturity factoring: cos'è e come funziona

Maturity factoring: cos'è e come funziona

Che cosa è il Maturity factoring, come funziona e quali sono i vantaggi e i costi per chi ne beneficia. Ecco tutto quello che bisogna sapere al riguardo.
pubblicato il 16 giugno 2021
Merito creditizio: cosa è e come viene calcolato

Merito creditizio: cosa è e come viene calcolato

Il merito creditizio è una misura essenziale per richiedere qualsiasi tipo di finanziamento bancario. Ecco di cosa si tratta e quali requisiti occorrono per poterlo attivare a proprio vantaggio.
pubblicato il 16 dicembre 2020
Cessione del quinto sulla pensione di reversibilità: come funziona

Cessione del quinto sulla pensione di reversibilità: come funziona

Che cos'è la cessione del quinto sulla pensione di reversibilità, chi può richiederla, come funziona e quali sono i vantaggi: ecco tutto quello che si deve sapere su questo argomento.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968