Serve assistenza?
02 55 55 666

Prestiti: ecco cosa cambia dopo l'ultimo rialzo della BCE

4 ott 2023 | 3 min di lettura | Pubblicato da Marianna S.

Adobe Stock 610884671

La decisione della BCE di aumentare i tassi d’interesse di un quarto di punto percentuale, portando al 4,50% quelli sui rifinanziamenti principali, al 4,75% sui prestiti marginali e al 4% sui depositi, ha sollevato molte domande sulle implicazioni per le famiglie italiane che hanno mutui e prestiti personali.

Quali saranno le conseguenze che questo rialzo avrà sui prestiti e, più in generale, sul settore finanziario?

Scopri di più su Facile.it, leader nel confronto di prestiti personali.

Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€
Prestiti personali: ottieni fino a 60.000€

In base ai dati dei bancari Fabi (Federazione Autonoma Bancari Italiani), il 25% delle famiglie italiane risultano indebitate, una percentuale corrispondente a 6,8 milioni di famiglie, delle quali 3 milioni e mezzo hanno acceso un mutuo per l’acquisto di casa. Un notevole aumento dei tassi d’interesse si era già registrato nel corso dell’anno 2022, tuttavia è essenziale comprendere appieno come questi cambiamenti influiranno sui consumatori italiani.

Come cambieranno le rate dei mutui?

La Federazione Autonoma Bancari Italiani (Fabi) ha analizzato attentamente come cambieranno le rate dei mutui ipotecari esistenti a seguito dell’aumento dei tassi.

Non sono previste variazioni per i mutui a tasso fisso erogati nei primi mesi del 2022, le rate resteranno quindi invariate fino alla fine del piano di ammortamento. La situazione è invece diversa per i mutui a tasso variabile, la cui rata mensile è aumentata del 75%, che si traduce in un aumento di 375€ su una rata da 500€, che diventa da 875€, una cifra piuttosto impegnativa da sostenere.

La notizia poco positiva è che gli aumenti non sembrano ancora terminati, considerando la recente decisione della BCE. Un esempio pratico è fornito da una nostra simulazione di un mutuo a tasso variabile per un importo di 126.000€, sottoscritto a gennaio 2022, con piano di rientro a 25 anni, una rata mensile di 456€ e un TAN di partenza pari allo 0,67%. In seguito all’aumento stabilito dalla BCE, il tasso è salito al 5,05% nel settembre 2023, con una rata che è arrivata a circa 740€, ossia un aumento del 62%, che si traduce in 285€ in più al mese da pagare per il mutuatario.

Nuovi mutui a tasso variabile

I nuovi mutui a tasso variabile, invece, si pensa possano passare dallo 0,6% di fine anno 2021 ad una media del 7%. Ad esempio, secondo la simulazione Fabi, un mutuo di 150.000€, con piano di rimborso a 20 anni, avrebbe una rata mensile di 1.180€, rispetto alle 665€ di due anni fa. Un aumento dunque di 515€ al mese, ossia il 77,4% in più rispetto al 2021.

Nuovi mutui a tasso fisso

Anche per chi sta cercando di ottenere nuovi mutui a tasso fisso le notizie non sono positive. I tassi d’interesse medi sono infatti passati dall’1,8% a oltre il 6%, come sottolineato dalla Fabi. Ciò significa che le rate mensili sono praticamente raddoppiate rispetto a prima.

L'impatto sui prestiti

In aumento anche i tassi d’interesse per i prestiti personali, che secondo la Fabi potrebbero raggiungere il 14,25% rispetto all’8,1% in media del 2021, con un impatto significativo sui consumatori. In pratica, l’acquisto di un’auto a rate del valore di 25.000€, con un piano di rimborso decennale, avrebbe un costo di 48.396€ anziché 37.425€, con un aumento di ben 10.971€, ossia il 29,3% in più rispetto a due anni fa.

Se si considera invece un finanziamento per l’acquisto di una lavatrice per un costo di 750€, la spesa totale sarebbe di 1.098 euro, anziché i 942€ del 2021, con un aumento di 157€, ossia il 16,7% in più.

In conclusione, l’aumento dei tassi di interesse deciso dalla BCE ha significative ripercussioni sui mutui e i prestiti personali in Italia. Le famiglie indebitate devono essere consapevoli di queste variazioni e pianificare di conseguenza per gestire al meglio i loro debiti e le loro spese finanziarie.

Preventivo di prestito da 10.000 euro

Rata mensile
198,76€
Finanziaria:
Younited Credit
Prodotto:
Prestito Personale
TAN Fisso:
6,43%
TAEG:
7,40%
Durata finanziamento:
60 mesi
Importo finanziato:
€ 10.175,01
Totale dovuto:
€ 11.925,60
Rata mensile
198,76€
Rata mensile
200,36€
Finanziaria:
Agos
Prodotto:
Prestito Personale Green
TAN Fisso:
7,50%
TAEG:
7,76%
Durata finanziamento:
60 mesi
Importo finanziato:
€ 10.000,00
Totale dovuto:
€ 12.021,60
Rata mensile
200,36€
Rata mensile
201,33€
Finanziaria:
Agos
Prodotto:
Prestito Personale
TAN Fisso:
7,70%
TAEG:
8,70%
Durata finanziamento:
60 mesi
Importo finanziato:
€ 10.191,00
Totale dovuto:
€ 12.268,80
Rata mensile
201,33€
Rata mensile
203,80€
Finanziaria:
Findomestic
Prodotto:
Prestito Personale Flessibile
TAN Fisso:
8,21%
TAEG:
8,53%
Durata finanziamento:
60 mesi
Importo finanziato:
€ 10.000,00
Totale dovuto:
€ 12.228,00
Rata mensile
203,80€
Rata mensile
203,96€
Finanziaria:
Banca Sella
Prodotto:
Prestito Personale
TAN Fisso:
8,25%
TAEG:
8,66%
Durata finanziamento:
60 mesi
Importo finanziato:
€ 10.000,00
Totale dovuto:
€ 12.262,60
Rata mensile
203,96€

*Annuncio Promozionale , per tutte le informazioni relative a ciascun prodotto si prega di prendere visione di Informativa Trasparenza Prestiti. Tutti i prodotti presenti sul comparatore sono da considerarsi assistiti da garanzia di ipoteca sull'immobile. Ti ricordiamo sempre di prendere visione delle Informazioni Generali sul Credito Immobiliare offerto ai consumatori nonché agli altri documenti di Trasparenza. Per verificare la soluzione adatta alle tue esigenze clicca su verifica fattibilità

Offerte confrontate

Scopri le offerte aggiornate delle finanziarie, confronta i prestiti on line e richiedi il finanziamento più adatto alle tue necessità.

Ultime notizie Prestiti

pubblicato il 16 febbraio 2024
Decreto Superbonus 2024: limiti e sanzioni

Decreto Superbonus 2024: limiti e sanzioni

Il Decreto Superbonus ha assunto una forma definitiva con poche possibilità di modifiche. Tuttavia, le misure di protezione per i controlli fiscali si sono rivelate limitate, mettendo in difficoltà coloro che hanno scelto una deduzione parziale dall'IRPEF.
pubblicato il 19 febbraio 2024
Il prestito online Agos più conveniente a febbraio 2024

Il prestito online Agos più conveniente a febbraio 2024

Hai bisogno di un prestito? Puoi valutare l’opportunità di richiedere uno dei prestiti online Agos. Prima però devi scoprire se Agos conviene, se Prestito Agos è flessibile e quali sono i vantaggi.
pubblicato il 20 febbraio 2024
Qual è il miglior prestito per acquisto auto di febbraio 2024

Qual è il miglior prestito per acquisto auto di febbraio 2024

Scopri i migliori prestiti auto del mese su Facile.it e trova l'offerta perfetta per le tue necessità finanziarie.
pubblicato il 11 febbraio 2024
Confronto tra 5 prestiti personali a febbraio 2024

Confronto tra 5 prestiti personali a febbraio 2024

Navigare nel mare dei prestiti online non è sempre facile, con un'infinità di offerte e promesse. Per semplificare la ricerca e individuare le migliori opzioni disponibili Facile.it ti propone un confronto dei prestiti online più vantaggiosi.

Guide ai prestiti

pubblicato il 30 marzo 2023
Cessione Doppio Quinto o Prestito con Delega: che cos'è?

Cessione Doppio Quinto o Prestito con Delega: che cos'è?

Hai già richiesto una cessione del quinto ma hai bisogno di più liquidità? C'è una soluzione per raddoppiare la somma che puoi richiedere, ed è la cessione del doppio quinto!
pubblicato il 27 febbraio 2023
Come fare se si hanno troppi debiti: le soluzioni

Come fare se si hanno troppi debiti: le soluzioni

In molti si chiedono cosa fare se hanno accumulato troppi debiti. La procedura da seguire in questo caso è semplice, anche se è bene conoscere accuratamente tutti i passaggi. Ecco quali sono.
pubblicato il 15 febbraio 2023
Dilazione del pagamento: cos'è, con quali strumenti si può avere e come funziona

Dilazione del pagamento: cos'è, con quali strumenti si può avere e come funziona

Ti sarà capitato sempre più spesso di trovare la dicitura pagamento dilazionato in tantissime attività commerciali e negli e-commerce online. Questo tipo di opzione consente la suddivisione in piccole parti dell'interno importo da pagare, metodo che comunemente viene conosciuto come pagamento a rate. Quest'ultime potrebbero essere soggette a tassi di interesse e tale caratteristica dipende da dove viene acquistato il bene o dalla società che offre la possibilità di dilazionare il pagamento. Nel caso di dilazione a tasso zero, il totale da pagare sarà uguale a quello del valore del prodotto acquistato. Nel caso opposto, ovvero con percentuale di tasso, la somma finale corrisponderà al prezzo del bene più la percentuale stabilita al momento dell'acquisto. Vediamo tutto quello che devi sapere su questo argomento e come funziona la dilazione del pagamento.
pubblicato il 17 gennaio 2022
Acquisto di beni a rate: come funziona?

Acquisto di beni a rate: come funziona?

L'acquisto di beni a rate richiede una notevole attenzione. È possibile richiedere una dilazione dei pagamenti presso vari rivenditori autorizzati, al fine di rendere l'acquisto più conveniente.
pubblicato il 22 giugno 2021
Reverse factoring: cos'è e come funziona

Reverse factoring: cos'è e come funziona

Che cosa è e come funziona il Reverse factoring, quali sono i benefici che apporta alle aziende di una filiera produttiva e i costi che comporta.
pubblicato il 22 giugno 2021
Maturity factoring: cos'è e come funziona

Maturity factoring: cos'è e come funziona

Che cosa è il Maturity factoring, come funziona e quali sono i vantaggi e i costi per chi ne beneficia. Ecco tutto quello che bisogna sapere al riguardo.
pubblicato il 16 giugno 2021
Merito creditizio: cosa è e come viene calcolato

Merito creditizio: cosa è e come viene calcolato

Il merito creditizio è una misura essenziale per richiedere qualsiasi tipo di finanziamento bancario. Ecco di cosa si tratta e quali requisiti occorrono per poterlo attivare a proprio vantaggio.
pubblicato il 16 dicembre 2020
Cessione del quinto e pignoramento di stipendio o pensione

Cessione del quinto e pignoramento di stipendio o pensione

Cosa succede in caso ci sia un pignoramento con cessione del quinto in atto? E a quanto equivale la quota massima pignorabile di uno stipendio oppure di una pensione? Scopriamolo insieme in questo approfondimento.

Finanziarie

Scopri le informazioni societarie e confronta le offerte delle finanziarie partner di Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968