Serve assistenza?
02 55 55 111

Assicurazione: primo rischio assoluto, cos'è e come funziona

11 lug 2022 | 4 min di lettura | Pubblicato da Giusy I.

assicurazioni expert speaks primo rischio assoluto cos e

Quando si stipula un’assicurazione non tutti sanno che si può decidere la modalità in cui sarà calcolato l’indennizzo nel caso in cui dovesse concretizzarsi il rischio coperto dal contratto.
Esiste, infatti, la possibilità di scegliere tra il sottoscrivere una polizza a primo rischio assoluto o una a valore intero.

Polizze Casa: trova la migliore per te

Vediamo di cosa si tratta e la differenza tra i due tipi di polizza.

La polizza a primo rischio assoluto, sia che riguarda la casa o la vostra auto, prevede un ‘accordo’ in fase di stipula del contratto di assicurazione tra compagnia assicuratrice e assicurato su un valore massimo che verrà rimborsato in caso di danno. Il valore reale del bene assicurato, dunque, non sarà rilevante ma sarà quello attribuito dall’accordo deciso in comune tra l’assicurato e l’assicuratore nel momento in cui viene stipulata la polizza. Fate attenzione, però: essendo questa cifra totalmente slegata dall’effettivo valore del danno subito, in caso di danno, appunto, il risarcimento potrebbe rivelarsi anche inferiore al costo dei danni.

Facciamo un esempio, considerando un’assicurazione casa. Se il valore di ricostruzione dell’immobile è pari a 200mila euro e nella polizza è inserita la garanzia “Danni al fabbricato” con un massimale di 100mila euro, in caso di danno l’assicurazione a primo rischio assoluto garantirebbe la copertura solo fino al massimale stabilito, anche in caso di danni superiori a 100mila euro in questo caso.

La compagnia assicuratrice rimborserà, dunque, il beneficiario solo ed esclusivamente nel caso in cui si sia verificato il rischio assicurato del valore unanime che il contraente e la compagnia hanno previsto in polizza in maniera precisa. Tutto ciò a prescindere dal fatto che il risarcimento possa avere un valore inferiore o superiore alla somma che serve per rimborsare il danno provocato dal sinistro.

La polizza a valore intero, invece, si basa sulla regola proporzionale del risarcimento.

E’ quanto ritroviamo disciplinato nel libro IV del Codice civile, che regola i contratti assicurativi. Nello specifico, l’art. 1907 disciplina la regola proporzionale che viene applicata nei casi in cui il valore del bene al momento in cui avviene il sinistro sia maggiore rispetto a quanto è stato deciso e dichiarato all’interno della polizza.

“Se l’assicurazione – si legge – copre solo una parte del valore che la cosa assicurata aveva nel tempo del sinistro, l’assicuratore risponde dei danni in proporzione della parte suddetta, a meno che non sia diversamente convenuto”.

Questa regola fa sì che l’assicurato possa ricevere un’indennità ridotta che viene calcolata facendo una proporzione tra il valore del bene al momento dell’incidente e il capitale assicurato.

Ad esempio, se stipuliamo con l’assicurazione una proporzione in polizza dell’80%, in caso di un qualsiasi evento (incendio, furto, etc) a fronte di un valore di 150mila, il risarcimento sarà pari a 96mila euro. Come si ottiene questa cifra? In base alla proporzionalità stabilita nel contratto avendo assicurato solo una percentuale dell’80% dell’immobile (120mila euro appunto) il valore liquidato sarà l’80% del massimale, 96mila euro appunto.

Le differenze

La polizza a primo rischio assoluto è differente rispetto alla tipologia appena descritta perché dà la possibilità di scegliere, grazie all’articolo 1908 del Codice Civile, se assicurare l’intero valore del bene o solo una parte.

Nella maggior parte dei casi si sceglie di assicurare una parte massima di valore e i soggetti interessati a questa tipologia di polizza (la stragrande maggioranza) sono coloro i quali hanno intenzione di tutelare i beni di proprietà, senza però utilizzare la regola proporzionale.

In questo modo sperano praticamente di non subire dei danneggiamenti che coinvolgano l’intero valore del bene ma solo una parte di esso.

In una polizza a valore intero, invece, la somma assicurata deve corrispondere necessariamente al valore reale del bene al momento della sottoscrizione del contratto. Inoltre, al contrario della polizza a primo rischio assoluto, non sarà possibile assicurare solo una parte del bene, ma si è obbligati, come dice il nome stesso, ad assicurare il bene per intero.

E’ palese che costerà molto di più assicurare qualcosa a valore intero che a primo rischio assoluto, e il motivo si può facilmente intuire facendo due semplici calcoli sul risarcimento danni.

Come scegliere?

E’ importante capire bene per quale delle due formule optare.

Ovviamente la scelta ricadrà sull’una o sull’altro tipo di polizza in base alle singole esigenze del cliente.

In linea di massima possiamo dire che l’assicurazione a primo rischio assoluto favorisce sicuramente chi ha dei beni di valore in casa che intende tutelare, senza dover passare dalla tagliola del proporzionale. Ad esempio, in caso di furto, il proprietario assicurerà i beni per una certa cifra, confidando magari nel fatto che i ladri non porteranno via tutto ma solo una parte dei beni presenti.

Si sceglierà una formula di assicurazione a valore intero, invece, quando si può quantificare il valore dei beni. Di solito questa formula viene preferita quando si tratta di stipulare una polizza anti incendio visto che il rischio di perdere tutto in caso di fiamme è molto alto.

E’ bene ricordare che le assicurazioni a valore intero, devono essere necessariamente riviste ogni anno. E questo perché con il tempo il valore dell’abitazione, ad esempio, o di un immobile in generale, può cambiare e quindi sarebbe bene stipulare una nuova assicurazione con il valore esatto.

Autore
giusy-iorlano

Giornalista professionista, Giusy Iorlano è laureata in Scienze politiche presso l’Università Luiss Guido Carli di Roma con una tesi in studi strategici.

Ultime notizie Assicurazioni

pubblicato il 21 febbraio 2024
Limiti di velocità: tolleranza, eccezioni e sanzioni

Limiti di velocità: tolleranza, eccezioni e sanzioni

Gli autovelox sono l’incubo di tutti gli automobilisti. Bastano anche pochi km orari in più rispetto ai limiti previsti su strade e autostrade per ricevere una contravvenzione e spesso per perdere punti sulla patente.
pubblicato il 20 febbraio 2024
Rincari di oltre il 27% per l'assicurazione auto: dove si paga meno?

Rincari di oltre il 27% per l'assicurazione auto: dove si paga meno?

L’assicurazione auto sta diventando quasi un lusso a causa dell’aumento delle polizze che non accenna a fermarsi. Una recente indagine ha registrato addirittura un incremento dei prezzi Rc Auto di oltre il 27% in un anno.
pubblicato il 14 febbraio 2024
Prezzi Rc Auto: ancora aumenti, il costo medio è di quasi 400€

Prezzi Rc Auto: ancora aumenti, il costo medio è di quasi 400€

Il bollettino statistico dell’Ivass ha calcolato in 302 euro la media dei prezzi Rc Auto nel primo semestre 2023 al netto di tasse e spese, in aumento di 9 euro sull’anno precedente. Tuttavia, considerando il prezzo pieno l’importo schizza a quasi 400 euro.
pubblicato il 9 febbraio 2024
Incentivi 2024 moto e scooter: la guida aggiornata

Incentivi 2024 moto e scooter: la guida aggiornata

Scopri tutte le novità nella nuova pianificazione degli incentivi per moto e scooter 2024, e come cambiano rispetto all'anno appena concluso.

Guide alle assicurazioni

pubblicato il 18 gennaio 2024
Polizze TFM: cosa sono e come funzionano

Polizze TFM: cosa sono e come funzionano

Polizze TFM: scopri su Facile.it in cosa consistono e perché possono essere utili per proteggere il flusso di cassa della tua azienda, e mantenerlo al riparo da imprevisti!
pubblicato il 18 gennaio 2024
Cosa sono le polizze investimento a capitale garantito

Cosa sono le polizze investimento a capitale garantito

Le polizze investimento a capitale garantito sono degli strumenti finanziari che permettono di recuperare l'investimento fatto inizialmente. Da un lato, sono prodotti meno rischiosi di altri, dall'altro però offrono un rendimento minore.
pubblicato il 18 gennaio 2024
Polizza sanitaria per pensionati: come funziona e cosa copre

Polizza sanitaria per pensionati: come funziona e cosa copre

Sempre più over 65 decidono di affidarsi a una polizza sanitaria per coprire le spese mediche e non solo. Qui troverai una breve spiegazione di come funziona questo prodotto assicurativo e di cosa copre.
pubblicato il 11 gennaio 2024
Cos'è e come funziona la polizza Key Man

Cos'è e come funziona la polizza Key Man

La polizza Key Man è una forma di protezione che le aziende possono adottare per mitigare i rischi derivanti dalla perdita improvvisa di una figura chiave all'interno dell'organizzazione.
pubblicato il 11 gennaio 2024
La polizza D&O: cos'è e perché è importante

La polizza D&O: cos'è e perché è importante

La polizza D&O, chiamata anche "Polizza per la Responsabilità Civile degli organi di Gestione e Controllo della Società", è un'assicurazione essenziale per proteggere il patrimonio personale degli amministratori, dirigenti e sindaci delle società.
pubblicato il 9 gennaio 2024
Guida su pensione integrativa e fondo pensione

Guida su pensione integrativa e fondo pensione

Se hai intenzione di aprire un fondo pensione e di avere una pensione integrativa ma non hai ancora le idee chiare su condizioni e vantaggi, ecco una guida per risolvere i tuoi dubbi.
pubblicato il 9 gennaio 2024
Investire per i bambini: quali soluzioni puoi scegliere

Investire per i bambini: quali soluzioni puoi scegliere

Molti genitori sono preoccupati per il futuro dei propri figli e desiderano investire per garantire loro una solida base finanziaria. In questa guida, esploreremo alcune opzioni di investimento per i bambini e forniremo consigli su come pianificare la gestione dei risparmi.
pubblicato il 9 gennaio 2024
Deduzione del fondo pensione: quando e come farla

Deduzione del fondo pensione: quando e come farla

La deduzione fiscale dei fondi pensione consente di risparmiare sulle tasse e allo stesso tempo garantire un futuro finanziario sicuro durante la pensione. Seguendo regole specifiche e massimizzando i contributi deducibili, è possibile ottenere il massimo vantaggio fiscale dai fondi pensione.

Compagnie e intermediari assicurativi

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968