02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Cosa copre e quanto costa l'assicurazione per animali domestici

Agli italiani piacciono sempre più gli animali domestici. E lo dimostrano le ultime ricerche che vedono in aumento la presenza di animali nelle nostre case.

Secondo l’ultimo rapporto del Censis nel 52% delle famiglie italiane sono presenti dei pet tanto da collocarci ai primi posti in Europa tra i possessori di animali in casa. In Italia, infatti, sono oltre 32 milioni gli animali domestici che vivono nelle nostre case. Tra le tipologie più diffuse ci sono gli uccelli che sfiorano i 13 milioni, i gatti che raggiungono quota di 7,5 milioni, seguiti dai cani a quota 7 milioni, e i piccoli mammiferi (criceti e conigli) pari a 1,8 milioni. A seguire i pesci (1,6 milioni) e i rettili (1,3 milioni). Insomma, gli italiani sembrano proprio avere una vocazione pet- friendly prendendosi cura adeguatamente dei propri animali domestici. Tanto che ogni anno, si stima, si arriva a spendere in media quasi 400 euro a famiglia per la cura e il benessere del proprio animale domestico tra cibo, cure veterinarie, collari, toletta, etc.

Assicurazione per animali: come funziona

Negli ultimi anni, inoltre, si è sempre più diffusa l’abitudine di stipulare un’assicurazione per i propri animali, soprattutto nell’evenienza di spese veterinarie impreviste.

La maggior parte delle assicurazioni riguarda i nostri amici a quattro zampe: cani e gatti.

Vediamo in cosa consistono queste tipologie di copertura, quali eventi coprono, quali sono gli elementi più importanti da valutare nel momento della stipula della polizza e quali sono i costi.

L'assicurazione animali funziona come una qualsiasi altra polizza per cui i proprietari di animali domestici la sottoscrivono per tutelarsi nel caso di eventuali danni che coinvolgono o che sono stati causati dal proprio animale. La tutela può riguardare sia beni materiali oppure andare a risarcire danni fisici, più o meno gravi, provocati a terze persone o ai più piccoli della famiglia.

Generalmente la copertura è valida anche quando l’animale domestico è accudito da una persona incaricata esterna al nucleo familiare. Non solo, l’assicurazione può essere una scelta per affrontare spese sanitarie impreviste. Ovviamente, così come un’assicurazione ‘normale’ anche l’assicurazione pets è diversa a seconda del massimale prescelto, tipologia di copertura, servizi integrativi associati.

Costi e copertura delle polizze

L’assicurazione sanitaria per gli animali viene sottoscritta, ovviamente, dal proprietario, responsabile dell’animale.

Così come un’assicurazione famiglia il premio può essere corrisposto mensilmente, trimestralmente, ogni sei mesi o con cadenza annuale. Di solito si tratta di una cifra molto contenuta che può variare, come detto, a seconda della tipologia di copertura che può essere più o meno ampia.

Indicativamente si parla di una somma che può variare dai 50 ai 100 euro l’anno per una copertura base e si può arrivare a cifre più elevate se si aggiungono coperture integrative o massimali più importanti. Ad esempio per un cane o un gatto di razza pura è previsto un massimale più alto rispetto a quelli previsti per gatti o cani di razza mista.

Assicurare un cane per la sola responsabilità civile ha un costo medio che si aggira intorno ai 65 euro l'anno. Con questa spesa è possibile avere un rimborso dei danni causati dall'animale a terzi, siano essi persone, altri animali o beni. Attenzione, però, è importante leggere bene le clausole. Le compagnie assicuratrici, infatti, potrebbero applicare condizioni diverse per alcune razze specifiche, come ad esempio Rottweiler, Pitbull e Dogo argentino, chiedendo un sovrapprezzo o, addirittura, decidendo di non assicurare l'animale.

Se, invece, vogliamo assicurare un gatto da eventuali danni a terzi, la spesa sarà più contenuta. In questo caso, infatti, potranno bastare, in media, 45 euro l'anno, ma la polizza è valida solo se il felino vive in maniera stabile presso l'abitazione del proprietario.

Copertura e stato fisico dell'animale

Altra discriminante da tenere in considerazione è l'età dell'animale.

Così come assicurare cani considerati "razza a rischio" comporterà un costo maggiore rispetto ad una razza non a rischio anche l’età dell’animale è importante. Ovviamente un animale anziano costerà di più rispetto ad uno giovane. Anzi, addirittura alcune assicurazioni non prevedono una copertura sanitaria per animali molto anziani.

In ogni caso le assicurazioni per gli animali avranno validità solo se l'animale domestico è regolarmente iscritto all’anagrafe, dotato di microchip e libretto sanitario e regolarmente vaccinato.

Per quanto riguarda le coperture, invece, si tratta di una scelta molto personale. Di solito tra le prime coperture richieste ci sono le spese veterinarie, interventi ed esami diagnostici perchè tutelano da spese impreviste, spesso anche costose. Questo tipo di copertura permette di stare tranquilli anche in caso di intervento chirurgico.

Servizi aggiuntivi

Alcune assicurazioni pets comprendono la consulenza veterinaria o la convenzione con centri e cliniche veterinarie.

In altre proposte assicurative è prevista anche l'assistenza legale nel caso di controversie per i danni arrecati o subiti da un animale domestico, per cui l'assicurazione provvede a coprire le spese di un avvocato.

Insomma oggi l’offerta delle compagnie assicurative è diventata sempre più ricca, per cui è bene informarsi comparando diverse assicurazioni per trovare quella che farà al caso nostro e con i servizi più adatti alle nostre esigenze.

pubblicato da il 25 giugno 2020

Autore

Foto AutoreGiornalista professionista, Giusy Iorlano è laureata in Scienze politiche presso l’Università Luiss Guido Carli di Roma con una tesi in studi strategici.

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Argomenti in evidenza Assicurazioni

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni