02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Costo Rc auto: prezzi in calo per effetto del coronavirus

Gli effetti dell’emergenza coronavirus e del lockdown arrivano anche sull'Rc auto.

Con il decreto Cura Italia il governo ha già pensato agli automobilisti allungando i tempi delle polizze in scadenza da 15 a 30 giorni.

In pratica è stata data la possibilità, per quelle polizze con scadenza tra il 21 febbraio e il 30 aprile, di posticiparne il pagamento.

Sospensione assicurazione auto fino al 31 luglio 2020

Non solo: il Parlamento, che ha integrato il testo di legge al Senato, ha calato un'altra carta non da poco: fino al 31 luglio gli assicurati potranno chiedere alle proprie compagnie assicurative una sospensione del contratto per i veicoli non utilizzati. Inizialmente era previsto che i veicoli dovessero essere effettivamente fermi e al riparo da qualsiasi possibile forma di incidente, anche se parcheggiati. Tale ‘discriminazione’ prevista per chi non ha un box o un garage, è saltata dal Cura Italia e tutti potranno ora richiedere la sospensione dell’Rc auto fino al 31 luglio allungando così la durata per un periodo pari ai giorni di interruzione.

Gli effetti saranno immediati: la sospensione dell'assicurazione auto per un automobilista medio si potrà tradurre in un risparmio potenziale che può variare tra i 40 euro (stop di un mese) e i 150 euro (fino a luglio).

E’ saltata così anche la sanzione che prevedeva per i trasgressori una multa fino a 3.396 euro e il sequestro del mezzo. Ma è bene tenere presente che qualora il veicolo parcheggiato causi un danno a terzi (basterebbe un freno a mano malfunzionante) la compagnia potrebbe rivalersi sul proprietario del mezzo non assicurato.

Diminuiscono gli incidenti stradali e calano i costi RCA

Abbiamo, dunque, fin qui visto quelli che sono gli effetti immediati del lockdown. Ma con il drastico calo del traffico sulle strade negli ultimi mesi c’è da considerare che sono diminuiti anche gli incidenti. A marzo sono scesi del -80% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e di conseguenza i costi affrontati dalle compagnie.

Cosa non da poco perché questo si traduce in altri vantaggi per gli automobilisti a partire dal calo dei prezzi delle polizze auto. I prezzi dell’assicurazione Rc auto sono infatti scesi in quasi tutte le regioni d’Italia. Secondo le stime c’è stata una riduzione di circa il 12% a livello nazionale.

E in alcune regioni si potrebbe arrivare anche ad un risparmio di oltre il 20%, per un trend destinato a proseguire. Le prime assicurazioni a calare sono quelle per auto nuove, che nel solo mese di marzo sono diminuite dell'86,1% rispetto allo scorso anno. Tra gennaio e marzo 2020, stando ai dati diffusi dalla Motorizzazione civile, le nuove immatricolazioni di veicoli effettuate sono state 347.193, oltre il 35% in meno rispetto allo stesso periodo del 2019.

Ad ogni modo, bisognerà capire se, una volta terminate le restrizioni alla mobilità, questo calo dei prezzi verrà confermato anche per i mesi successivi. Queste riduzioni, comunque, vanno a sommarsi a quelle, seppur lievi, già registrate nel corso del 2019, quando anche l’Ivass (l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni) ha rilevato un calo annuo medio del 2,7% delle tariffe Rc auto nazionali, con un premio medio che si attestava sui 404 euro nel terzo trimestre 2019.

Compagnie assicurative e sconti sul premio RC Auto

Ma le buone notizie per gli automobilisti potrebbero non finire qui. E’ stata la stessa Ania, su sollecitazione delle associazioni dei consumatori, ad assicurare che "metteranno in campo delle iniziative specifiche, studiate in piena autonomia, per restituire alla collettività il beneficio derivante dal calo della frequenza dei sinistri in questo periodo". A fare da battistrada è stata Unipol che ha annunciato di voler restituire il costo di un mese di polizza ai propri clienti (circa 10 milioni).

Un esempio che molto probabilmente verrà seguito anche da altre compagnie. L'Asaps (Associazione sostenitori ed amici della Polizia stradale), ad esempio, ha chiesto di riconoscere a tutti gli intestatari di polizze Rc auto in vigore un bonus da quantificare con il prossimo contratto, uno sconto "paghi 11 mesi e sei assicurato per 12, da incrementare nel caso il fermo si protragga". D’altronde la riduzione degli spostamenti dei cittadini a causa del lockdown ha prodotto un danno economico per gli automobilisti italiani che devono sostenere il costo delle polizze Rc auto pur non potendone usufruire.

A fare i conti delle ripercussioni del coronavirus per le tasche degli assicurati è stato il Codacons: una polizza Rc auto in Italia ha un costo medio di 404 euro (dato Ivass), ciò significa che ogni assicurato, che in questo periodo è stato costretto a lasciare spenta la propria auto a causa del lockdown, ha perso in media 33,6 euro al mese di assicurazione. Su 39 milioni di autovetture attualmente assicurate in Italia ciò significa una cifra record di 1,3 miliardi di euro al mese. Per questo il Codacons ha chiesto al Governo e all'Ivass ulteriori misure per riconoscere in modo automatico agli assicurati un rimborso parziale del costo sostenuto per la polizza Rc auto, anche attraverso sconti sui successivi rinnovi.

pubblicato da il 23 aprile 2020

Autore

Foto AutoreGiornalista professionista, Giusy Iorlano è laureata in Scienze politiche presso l’Università Luiss Guido Carli di Roma con una tesi in studi strategici.

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Argomenti in evidenza Assicurazioni

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni