Serve assistenza?
02 55 55 5

Bonus verde: estese al 2021 detrazioni giardini e balconi

energia luce gas news bonus verde estese al 2021 detrazioni giardini e balconi

Chi ha la necessità di effettuare degli interventi sugli spazi esterni della propria abitazione può usufruire anche quest'anno del Bonus verde. Estese al 2021 detrazioni su giardini e balconi: scopri quali tipologie di spese sono comprese e come poter ricevere il rimborso. Il Bonus Verde è una detrazione fiscale Irpef del 36% messa a disposizione dal Governo per diverse tipologie di interventi: le spese inerenti alla sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi.

Energia: confronta le tariffe
Energia: confronta le tariffe

Cos’è il Bonus Verde e a quanto ammonta

Sono comprese anche la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili. Sarà quindi possibile utilizzarlo per diverse tipologie di intervento come: la realizzazione di impianti di irrigazione e di pozzi, per riqualificare il prato e per la progettazione e manutenzione dei terrazzi.

Il Bonus Verde non viene applicato per le spese di manutenzione ordinaria e per i lavori in economia, ossia per quei lavori effettuati in prima persona senza l’ausilio di imprese edili.

Il limite di spesa è di 5.000 euro, l’agevolazione viene distribuita in 10 quote annuali da 500 euro, di cui si potrà avere un rimborso fino a 180 euro, ossia il 36% di 500 euro per 10 anni.

A chi è destinato il Bonus Verde e come ottenerlo

Le categorie che possono usufruire del Green Bonus sono: i proprietari dell’immobile, chi ha un immobile in usufrutto, chi è in locazione o in comodato d’uso gratuito, i proprietari di una nuda proprietà, gli enti che pagano l’Ires, ossia l'imposta sul reddito delle società, e le case popolari. Nel caso il Bonus Verde venga richiesto per immobili residenziali ad uso promiscuo lavoro-abitazione, la detrazione è applicata al 50%.

Per ottenere la detrazione è necessario fornire: le fatture o le ricevute fiscali inerenti agli interventi e la documentazione del pagamento delle spese; un’autodichiarazione dove si afferma di non superare il limite massimo di spesa disponibile, quindi 5.000 euro; la dichiarazione dell’amministratore di condominio per la certificazione dell’ammontare della spesa corrisposta dal condominio e la misura della detrazione.

Tutti i pagamenti devono essere effettuati tramite strumenti tracciabili, fra cui rientrano il bancomat, il bonifico bancario o postale, la carta di credito e l’assegno non trasferibile. Non sono ammessi i pagamenti in contanti.

Non resta quindi che valutare gli interventi necessari e contattare un professionista per un preventivo.

Quando richiedere il bonus verde

La detrazione verrà suddivisa in dieci quote annuali su un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliare ad uso abitativo, arrivando ad una quota massima di 1.800 euro. Si può richiedere la detrazione fiscale con la dichiarazione dei redditi.

In parole povere, con il 730 del 2022 è possibile richiedere il rimborso delle spese sostenute nel 2021. Così come per il 2021 è possibile fare domanda per ottenere il bonus del 2020 se è stata effettuata una serie di lavori in giardino.

L'Agenzia delle Entrate ha stilato una serie di FAQ che vanno a rispondere ai dubbi più grandi, specialmente sull’esperienza dell’anno scorso.

La richiesta della detrazione Irpef verrà accettata solo su lavori di natura straordinaria. Ma cosa vuol dire? Viene intesa come “natura straordinaria” la messa in uso e la sistemazione di zona prima inagibili, rinnovandole e mettendole a disposizione di utilizzo; oppure il completo rinnovamento del giardino.

Recinzioni, impianti di irrigazione, realizzazione di pozzi o fontanelle, creazione di coperture a verde e i giardini pensili, tutto rientra nella categoria “rinnovo”.

In più, per questo tipo di lavorazioni, possono essere incluse le spese di pianti e vasi, l’importante è farle rientrare in un progetto più grande del solo mantenimento. Come molte altre detrazioni fiscali, anche il Bonus Verde dovrà essere applicato in fase di dichiarazione dei redditi e verrà rimborsato nell’arco di 10 anni con un importo uguale ad ogni anno.

Se stai cercando le migliori offerte luce e gas per la tua casa, prova gratuitamente il comparatore di Facile.it!

Pubblicato da Flavio Sartini il 14 maggio 2021

Offerte confrontate

Confronta le offerte luce e gas, scegli la tariffa migliore e risparmia sulle tue bollette!

Offerte Gas

Confronta 12 operatori

Preventivi gas

Offerte Luce

Confronta 12 operatori

Preventivi luce

Offerte Luce+Gas

Confronta 12 operatori

Preventivi dual
© 2022 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968