Serve assistenza?
02 55 55 777
energia luce gas guide quanto consuma una stufa elettrica
Le 3 cose da sapere:
  1. 1

    La stufa elettrica può aiutare a riscaldare subito gli ambienti soprattutto in inverno

  2. 2

    Ne esistono diverse tipologie per andare incontro ad ogni esigenza

  3. 3

    Per contenere i consumi non va sostituita al normale impianto di riscaldamento

Luce: prezzi da 30€/mese*
Luce: prezzi da 30€/mese*

Il freddo invernale richiede a volte alcune misure aggiuntive, come ad esempio l'inserimento di una stufa elettrica all'interno di una stanza. Questo tipo di rimedio è utile, ma sorge una preoccupazione: quanto consuma una stufa elettrica domestica? In tempi di incertezza sui costi energetici, è importante contenere la spesa, quindi è essenziale calcolare il dispendio per ogni apparecchio utilizzato. Il pregio della stufa è quello di riscaldare un ambiente piccolo con una certa rapidità, tuttavia per conoscere i dati sui consumi si devono fare alcuni calcoli e soprattutto tenere in considerazione diversi fattori, come le dimensioni, il tempo di utilizzo e la potenza. Tali elementi influenzano la spesa complessiva.

Sommario

L'impiego di una stufa elettrica

All'interno di uffici, bagni e altre piccole stanze si possono utilizzare le stufe elettriche per scaldare subito l'ambiente e far fronte alle temperature gelide che accompagnano l'inverno. In commercio si trovano diverse tipologie di apparecchi, buona parte delle quali, se costruite in tempi recenti, contribuiscono al risparmio energetico, offrendo anche un eccellente rapporto tra qualità e prezzo. Per conoscere con precisione il consumo, però, bisogna avere i dati del caso specifico. Grazie ad alcune formule e a informazioni generiche, si può avere un'idea dei costi e gli strumenti utili per stabilire la spesa della propria stufa elettrica o di quella che si intende acquistare.

Stufe elettriche: le tipologie

I produttori hanno concepito differenti tipi di apparecchi per riscaldare gli ambienti, sfruttando sistemi a irraggiamento o convenzione. All'interno si trova un conduttore scaldato dalla corrente elettrica, che porta immediatamente un forte calore alla stanza. Per non sentire il freddo, bisogna stare vicini alla stufa elettrica. I modelli con le ventole risultano, invece, più efficaci perché distribuiscono il calore nell'ambiente. In questo modo, si sente caldo anche se non si è prossimi all'apparecchio. La scelta del prodotto dipende dalle dimensioni del locale e dalle esigenze dell'acquirente, sono questi gli elementi che permettono di individuare la soluzione migliore.

Stufa con radiatore a olio

Questo modello di stufa elettrica è composto da un radiatore che viene riempito di olio ed emana il calore nell'ambiente mediante un'apposita resistenza. Il livello si regola mediante un termostato, che facilita l'uso prolungato. Il tepore resta nella stanza, ma ci vuole più tempo per raggiungere la temperatura desiderata.

Stufa alogena, al quarzo o infrarossi

Le stufe di queste tipologie, pur essendo differenti tra loro, assicurano prestazioni quasi uguali. Il calore si ottiene con lampade a gas che permettono di ottenere temperature piuttosto alte. I modelli al quarzo sono i più efficaci, ma anche i più costosi a livello di consumi energetici. In nessun caso sono presenti ventole, quindi le persone devono posizionarsi vicino all'apparecchio. I prezzi sono abbastanza bassi, ma è più alta la spesa in bolletta.

Termoconvettori e termoventilatori

Sebbene le due tipologie siano simili tra loro, i termoconvettori sfruttano il sistema della convenzione per diffondere il calore nella stanza e sono silenziosi. Solitamente si usano in ambienti piccoli, come ad esempio i bagni da riscaldare prima di fare la doccia. I termoventilatori, più rumorosi, hanno una resistenza elettrica e un ventilatore per portare il calore in ogni parte del locale. Le versioni più recenti dispongono di resistenze in ceramica.

Il consumo delle stufe elettriche

Molto spesso si pensa che le stufe elettriche abbiano un consumo energetico elevato. Non è del tutto vero, specialmente per buona parte dei modelli in commercio. Lo sviluppo tecnologico ha consentito di ottenere una maggiore efficienza. Mediamente il dispendio di energia di un apparecchio del genere varia tra i 300 e i 2.500 Watt. La potenza è indicata sull'etichetta applicata al prodotto, come previsto dalla legge. Quindi è sufficiente fare una moltiplicazione di tale dato per le ore di accensione e si ricava il consumo di un giorno. Può essere utile un esempio pratico. Ipotizzando di utilizzare una stufa da 1.000 Watt per 4 ore, si avrà un consumo di 4000Wh, ovvero di 4kWh. Quest'ultimo dato deve essere moltiplicato per il prezzo praticato dal fornitore. Ad esempio, se si pagano 0,30 euro al kW, si effettua questo calcolo: 4x0,30=1,20 euro. Per le 4 ore di attività, la spesa in bolletta è pari a 1,20 euro.

Suggerimenti per il risparmio energetico

Indipendentemente dalla potenza della stufa elettrica, adottando alcuni semplici accorgimenti, si può contenere il costo in termini di consumi. Disporre di un apparecchio di questo tipo richiede attenzione nell'uso quotidiano, bisogna impiegarla nel modo giusto evitando sprechi, ovvero limitando l'accensione alla reale necessità. Meglio imparare bene quanto tempo serve per riscaldare l'ambiente e come mantenere la temperatura all'interno della stanza per far funzionare la stufa nelle ore più fredde. Grazie al regolatore di potenza, si può alzare o abbassare il calore, così da evitare gli eccessi. Non serve alzare il calore se la temperatura è adeguata, in maniera da limitare il dispendio energetico.

Considerazioni sull'uso delle stufe elettriche

Qualora si pensi di sostituire il tradizionale impianto di riscaldamento domestico con la stufa elettrica, è bene sapere che si tratta di una soluzione dispendiosa, quindi non conveniente. Tali apparecchi sono utili a supporto dell'apparato in dotazione nell'immobile. Non esistono dei veri e propri svantaggi, anche perché la scelta del modello e l'utilizzo del prodotto dipende dalle esigenze specifiche. Tuttavia, è sempre bene valutare scrupolosamente le caratteristiche dell'articolo prima di procedere con l'acquisto. Vanno selezionati gli apparecchi che meglio rispondono ai criteri di ricerca.

Ecco alcuni esempi utili a prendere la decisione corretta. Se si desidera scaldare un ambiente grande, si devono scartare le lampade alogene o a infrarossi. Indipendentemente dalla velocità impostata e dalla potenza del prodotto, l'assenza di ventole impedisce la distribuzione del calore all'interno di tutta la stanza, quindi si è obbligati a restare vicini alla stufa stessa e alcune parti del locale restano fredde. Se l'obiettivo è quello di avere un tepore omogeneo e duraturo, non si possono scegliere i termoventilatori. In effetti, questi apparecchi assicurano il rapido aumento della temperatura, ma non fanno arrivare lo stesso calore in tutte le aree della stanza. Non va neppure trascurata la rumorosità, che rischia di compromettere la tranquillità, rendendo impossibile lo svolgimento di attività lavorative o di studio.

L'utilizzo prolungato delle stufe, inclusi i modelli a basso consumo, non è mai consigliabile perché fa lievitare la spesa della bolletta elettrica. Quindi è bene ricorrere all'apparecchio solo nelle ore più fredde, facendo in modo di limitare la potenza. A tal proposito, sono utili i modelli dotati di timer per lo spegnimento automatico. Oltre a regolare l'intensità, si può programmare la disattivazione. Ad esempio, tale funzione è l'ideale per impostare lo spegnimento al raggiungimento della temperatura desiderata. I costi di energia elettrica con le stufe sono elevati, quindi è opportuno contenerli il più possibile.

Confronta le nostre offerte Luce e Gas, bastano pochi minuti. Ti aiutiamo noi a trovare l’offerta migliore per te, al telefono e in negozio. E se vuoi sapere quanto puoi davvero risparmiare puoi caricare la tua bolletta, un nostro esperto la analizzerà. E se non puoi risparmiare te lo dice subito. Prova, è gratis!

Scopri quanto puoi risparmiare

Migliori offerte energia elettrica del mese

Spesa mensile:
38,87€
€ 466,47/anno
Fornitore:
Octopus Energy
Prodotto:
Octopus Flex Mono
Tipologia offerta:
Prezzo variabile
Tipo di tariffa:
Monoraria
Prezzo/kWh:
PUN + 0,01328 €
Quota fissa inclusa:
8,00 €/mese
Bolletta:
Elettronica
Pagamento:
Addebito bancario
Spesa mensile:
38,87€
€ 466,47/anno
Spesa mensile:
38,96€
€ 467,47/anno

Tariffa esclusiva Facile.it

Fornitore:
ARGOS
Prodotto:
Luce Variabile Facile
Tipologia offerta:
Prezzo variabile
Tipo di tariffa:
Bioraria
Quota fissa inclusa:
6,67 €/mese
Bolletta:
Elettronica
Pagamento:
Addebito bancario
Spesa mensile:
38,96€
€ 467,47/anno
Spesa mensile:
38,96€
€ 467,47/anno
Fornitore:
ENEL ENERGIA SPA
Prodotto:
Flex Mega
Tipologia offerta:
Prezzo variabile
Tipo di tariffa:
Bioraria
Quota fissa inclusa:
9,00 €/mese
Pagamento:
Addebito bancario, Bollettino
  • Dedicata a chi viene dal mercato tutelato

Spesa mensile:
38,96€
€ 467,47/anno
Spesa mensile:
39,01€
€ 468,17/anno
Fornitore:
Alperia
Prodotto:
Digital Bioraria
Tipologia offerta:
Prezzo variabile
Tipo di tariffa:
Bioraria
Quota fissa inclusa:
5,83 €/mese
Bolletta:
Elettronica
Pagamento:
Addebito bancario
  • Energia 100% green!

Spesa mensile:
39,01€
€ 468,17/anno
Spesa mensile:
39,02€
€ 468,19/anno

Tariffa esclusiva Facile.it

Fornitore:
Wekiwi
Prodotto:
Energia alla fonte 12 Mesi - Facile - Subentro
Tipologia offerta:
Prezzo variabile
Tipo di tariffa:
Bioraria
Quota fissa inclusa:
9,16 €/mese
Pagamento:
Addebito bancario
Spesa mensile:
39,02€
€ 468,19/anno

*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze

Offerte confrontate

Confronta le offerte luce e gas, scegli la tariffa migliore e risparmia sulle tue bollette!

Offerte Gas

Confronta 19 operatori

Preventivi gas

Offerte Luce

Confronta 19 operatori

Preventivi luce

Offerte Luce+Gas

Confronta 19 operatori

Preventivi dual

Guide Gas e Luce

pubblicato il 31 ottobre 2023
L'impianto solare termico: una soluzione sostenibile per risparmiare energia

L'impianto solare termico: una soluzione sostenibile per risparmiare energia

Questo articolo esplora il mondo degli impianti solari termici, una soluzione eco-friendly che sfrutta l'energia solare per generare calore. Saranno analizzati il funzionamento di questi impianti, i vari tipi disponibili e i loro vantaggi, tra cui la riduzione dei costi in bolletta.
pubblicato il 31 ottobre 2023
Impianti fotovoltaici: vantaggi, svantaggi e problemi comuni

Impianti fotovoltaici: vantaggi, svantaggi e problemi comuni

Dai benefici economici alla riduzione dell'impatto ambientale, vediamo quali sono i punti chiave che influenzano la decisione di installare un impianto fotovoltaico. Affrontiamo i problemi comuni legati all'installazione fornendo un quadro completo per chi desidera adottare questa tecnologia.
pubblicato il 31 ottobre 2023
Manutenzione degli impianti fotovoltaici: come prolungarne la durata

Manutenzione degli impianti fotovoltaici: come prolungarne la durata

La manutenzione dell'impianto fotovoltaico è fondamentale per garantirne l'efficienza nel tempo. Questo testo esplora i vari aspetti della manutenzione, dalla pulizia dei pannelli, al monitoraggio delle prestazioni e alla manutenzione straordinaria e ordinaria.
pubblicato il 31 ottobre 2023
La pulizia dei pannelli solari fotovoltaici: importanza ed efficacia

La pulizia dei pannelli solari fotovoltaici: importanza ed efficacia

I pannelli solari fotovoltaici sono una fonte crescente di energia rinnovabile, ma la pulizia regolare è spesso trascurata e può causare una significativa perdita di efficienza.
pubblicato il 31 ottobre 2023
Gli ottimizzatori fotovoltaici: migliorare l'efficienza degli impianti solari

Gli ottimizzatori fotovoltaici: migliorare l'efficienza degli impianti solari

Gli ottimizzatori fotovoltaici rappresentano una soluzione efficace per aumentare l'efficienza degli impianti solari. Questi dispositivi, collegati tra i moduli solari e l'inverter, consentono il monitoraggio costante e l'ottimizzazione della produzione energetica di ciascun pannello.
pubblicato il 31 ottobre 2023
Il rendimento dei pannelli fotovoltaici: tutto ciò che devi sapere

Il rendimento dei pannelli fotovoltaici: tutto ciò che devi sapere

Esaminiamo in dettaglio il rendimento dei pannelli fotovoltaici, spiegando cos'è e come calcolarlo. Descriviamo i fattori chiave che influenzano il rendimento e forniamo informazioni sulle attuali percentuali di rendimento per diversi tipi di pannelli solari.
pubblicato il 2 ottobre 2023
Truffe telefoniche luce e gas: cosa fare per difendersi

Truffe telefoniche luce e gas: cosa fare per difendersi

Le truffe nel mercato dell'energia sono sempre più frequenti, per questo è fondamentale informarsi per proteggersi. In questa guida spiegheremo come riconoscere e evitare i tentativi di truffa. Facile.it è al tuo fianco per garantire che tu sia informato e protetto dagli operatori fraudolenti.
pubblicato il 3 agosto 2023
Quali sono i gestori del mercato tutelato e del mercato libero?

Quali sono i gestori del mercato tutelato e del mercato libero?

I fornitori di luce e gas sono tanti e applicano condizioni differenti. Vediamo, qui di seguito, quali sono le compagnie che operano nel mercato libero e in quello tutelato.

Fornitori energetici

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968