Serve assistenza?
02 55 55 777

Annullamento dei contratti di gas e luce: 5 cose da sapere

energia_luce_gas_guide_annullamento_dei_contratti_energetici

Le 3 cose da sapere:

  1. 1

    Come avviene: tutti i contratti possono essere rescissi in qualunque momento

    1

    Come avviene: tutti i contratti possono essere rescissi in qualunque momento

  2. 2

    Tempistiche: invio richiesta di annullamento entro 40 giorni

    2

    Tempistiche: invio richiesta di annullamento entro 40 giorni

  3. 3

    Confronta le offerte luce e gas più convenienti e scegli la più adatta

    3

    Confronta le offerte luce e gas più convenienti e scegli la più adatta

La liberalizzazione del mercato dell’energia negli ultimi anni ha aperto le porte alla concorrenza. Le società che forniscono tariffe luce e gas convenienti si sono moltiplicate e spesso hanno fatto ricorso a pratiche commerciali piuttosto aggressive.

Agenti di vendita porta a porta, banchetti di vendita nelle piazze e nei centri commerciali, telefonate a tutte le ore del giorno: si fa ricorso praticamente a ogni sistema per concludere nuovi contratti. Col risultato che a volte i consumatori si trovano ad aver stipulato contratti che poi non vogliono o, peggio, si ritrovano con un cambio di fornitore che non hanno mai richiesto. La legge però tutela i consumatori e offre loro gli strumenti per proteggersi.

Energia: confronta le tariffe
Energia: confronta le tariffe

Sommario

1. Come recedere da un contratto di fornitura energetica

Tutti i contratti di fornitura di luce e gas possono essere rescissi in qualunque momento da parte di un cliente, sia che si trovi in regime di libero mercato sia che si trovi in regime di maggior tutela. Se un cliente trova infatti un’offerta più vantaggiosa o più adatta alle proprie esigenze, è sempre libero di stipulare un nuovo contratto e chiudere il contratto quello precedente. In nessun caso il vecchio venditore si può opporre alla scelta del cliente.

Per il normale recesso da un contratto e il passaggio a un nuovo venditore, la legge impone al vecchio venditore un tempo massimo entro il quale deve completare la procedura. Il tempo massimo prescritto è la fine del mese successivo a quello nel quale riceve la comunicazione. Per esempio, se il vecchio venditore ha ricevuto la comunicazione il 2 gennaio, ha tempo fino alla fine di febbraio per completare il passaggio.

Per agevolare ulteriormente l’utente, la legge prevede che la comunicazione del recesso sia effettuata dal nuovo operatore, che procede appena possibile dopo la firma del nuovo contratto. Se il contratto è stato stipulato fuori dai locali commerciali del venditore, il nuovo venditore deve aspettare quattordici giorni, per dare al cliente la possibilità di ripensarci (il cosiddetto diritto di ripensamento). Trascorso questo termine, il nuovo venditore può inviare la comunicazione del recesso al vecchio venditore.

Recedere un contratto è semplice e sempre gratuito: devi solo stipulare nuovo contratto con il nuovo fornitore.

2. Cosa sono i contratti non richiesti

Un contratto non richiesto è un contratto di fornitura di energia che il cliente non ha mai stipulato o che il cliente ritiene di aver stipulato solo perché vittima di una pratica commerciale scorretta da parte dell’agente di vendita.

I casi più tipici sono i contratti strappati al cliente con l’insistenza o con un comportamento aggressivo, oppure con la parlantina e le lusinghe. Si tratta in generale di contratti che a mente lucida il cliente si rende conto di non volere o le cui condizioni non sono state spiegate correttamente o completamente.

Per la legge, possono rientrare nella categoria dei contratti non richiesti solo quei contratti che sono o sarebbero stati conclusi in luoghi diversi dagli uffici commerciali del venditore. In altre parole, possono essere contratti non richiesti tutti quelli fatti al telefono, o con il porta a porta, o fermando i potenziali clienti per strada o in un centro commerciale.

3. Come recedere da un contratto di fornitura energetica non richiesto

Dal momento in cui firma una proposta irrevocabile per cambiare venditore, un cliente ha in ogni caso 10 giorni per esercitare il proprio diritto di ripensamento e bloccare tutti gli effetti del contratto senza bisogno di dare spiegazioni o pagare penali, indipendentemente dal fatto che il contratto fosse richiesto o meno.

Se però il passaggio al venditore non richiesto è già avvenuto, magari perché il cliente non si era proprio reso conto di aver firmato un nuovo contratto, allora è prevista una procedura di ripristino, che serve a far tornare il cliente con il proprio vecchio venditore.

Questa procedura può essere applicata solo se il nuovo venditore, quello non richiesto, è iscritto nell’apposito elenco delle società che aderiscono su base volontaria a questa procedura. In questo caso il venditore non richiesto, se accoglie il reclamo del cliente o se lo Sportello del consumatore verifica che il rigetto del reclamo non è fondato, fornisce tutte le informazioni necessarie per consentire il ritorno del cliente al più presto alle condizioni di fornitura precedenti.

Per il periodo in cui ha effettivamente fornito il cliente, il venditore non richiesto che aderisce alla procedura di ripristino deve stornare le bollette che ha eventualmente emesso ed emetterne di nuove applicando ai consumi del periodo le condizioni del servizio di maggior tutela, per di più scontando al cliente la componente relativa a commercializzazione e vendita.

Se i venditori non aderiscono alla procedura di ripristino e si rifiutano di collaborare in buona fede con l’Autorità, puoi ricorrere all’Autorità giudiziaria.

4. Tempi di applicazione

Il cliente vittima di un contratto non richiesto deve anzitutto rivolgersi al venditore non richiesto, inviando un reclamo. L’invio deve avvenire entro 40 giorni dalla consegna della lettera di conferma oppure dalla ricezione della chiamata di conferma.

Se non hai ricevuto la lettera o la telefonata hai 30 giorni dalla data di scadenza della bolletta inviata dal venditore non richiesto per agire.

Nel reclamo il cliente deve includere copia della lettera di conferma o copia della bolletta, per velocizzare la procedura. Se poi il venditore non richiesto non risponde nel giro di 40 giorni, allora il cliente può fare una segnalazione allo Sportello per il consumatore, che chiede al fornitore non richiesto conto della sua condotta.

Un aspetto molto importante della procedura è che in caso di reclamo per contratto non richiesto, il venditore non richiesto non può chiedere al distributore la sospensione della fornitura per morosità, fino alla conclusione della controversia. In questo modo il cliente non può essere ricattato o diventare ulteriormente vittima di ritorsioni da parte del venditore non richiesto.

5. Recesso da parte dei venditori

Al pari del cliente, anche il venditore può recedere dal contratto di fornitura. L’unica differenza è che i tempi prescritti sono più lunghi: il venditore deve comunicare la propria decisione per iscritto con almeno 6 mesi di anticipo. I termini decorrono dal primo giorno del mese successivo a quello in cui il cliente riceve la comunicazione del recesso. Per esempio, se un cliente riceve la comunicazione di recesso il 2 gennaio, il venditore può recedere solo dall’1 di agosto.

Confronta le nostre offerte Luce e Gas, bastano pochi minuti. Ti aiutiamo noi a trovare l’offerta migliore per te, al telefono e in negozio. E se vuoi sapere quanto puoi davvero risparmiare puoi caricare la tua bolletta, un nostro esperto la analizzerà. E se non puoi risparmiare te lo dice subito. Prova, è gratis!

Analizza le bollette e scopri se puoi risparmiare

Migliori offerte energia elettrica del mese

Spesa mensile:
41,10€
€ 493,15/anno
Fornitore:
Octopus Energy
Prodotto:
Octopus Fissa 12M Facile
Tipologia offerta:
Prezzo fisso
Tipo di tariffa:
Monoraria
Prezzo/kWh:
€ 0,1153
Quota fissa inclusa:
8,00 €/mese
Bolletta:
elettronica
Pagamento:
Addebito bancario, Bollettino
Spesa mensile:
41,10€
€ 493,15/anno
Spesa mensile:
41,82€
€ 501,80/anno
Fornitore:
EDISON ENERGIA SPA
Prodotto:
Dynamic Plus Luce
Tipologia offerta:
Prezzo variabile
Tipo di tariffa:
Monoraria
Prezzo/kWh:
PUN + 0,000€
Quota fissa inclusa:
8,25 €/mese
Bolletta:
Digitale, cartacea
Pagamento:
Addebito bancario, Bollettino
  • Offerta riservata ai clienti domestici attivi nel Servizio di Maggiori Tutela

Spesa mensile:
41,82€
€ 501,80/anno
Spesa mensile:
42,02€
€ 504,23/anno
Fornitore:
ARGOS
Prodotto:
Luce Variabile Facile Plus
Tipologia offerta:
Prezzo variabile
Tipo di tariffa:
Bioraria
Quota fissa inclusa:
6 €/mese
Bolletta:
Elettronica
Pagamento:
Addebito bancario
Spesa mensile:
42,02€
€ 504,23/anno
Spesa mensile:
42,05€
€ 504,65/anno

Tariffa esclusiva Facile.it

Fornitore:
Wekiwi
Prodotto:
Energia a prezzo fisso 12 mesi - subentro
Tipologia offerta:
Prezzo fisso (bloccato: 12 mesi)
Tipo di tariffa:
Monoraria
Prezzo/kWh:
€ 0,1155
Quota fissa inclusa:
9,17 €/mese
Bolletta:
elettronica
Pagamento:
Addebito bancario
Spesa mensile:
42,05€
€ 504,65/anno
Spesa mensile:
42,07€
€ 504,85/anno

Tariffa esclusiva Facile.it

Fornitore:
ARGOS
Prodotto:
Luce Fissa Facile
Tipologia offerta:
Prezzo fisso (bloccato: 12 mesi)
Tipo di tariffa:
Monoraria
Prezzo/kWh:
€ 0,1150
Quota fissa inclusa:
8 €/mese
Bolletta:
elettronica, cartacea
Pagamento:
Addebito bancario
Spesa mensile:
42,07€
€ 504,85/anno

*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze

Offerte confrontate

Confronta le offerte luce e gas, scegli la tariffa migliore e risparmia sulle tue bollette!

Offerte Gas

Confronta 19 operatori

Preventivi gas

Offerte Luce

Confronta 19 operatori

Preventivi luce

Offerte Luce+Gas

Confronta 19 operatori

Preventivi dual

Guide Gas e Luce

pubblicato il 9 luglio 2024
Servizio a tutele graduali: cos'è e come funziona?

Servizio a tutele graduali: cos'è e come funziona?

Che cos'è il Servizio a Tutele Graduali e come va a influire sulle bollette energetiche delle famiglie italiane a partire dal 1 luglio 2024? Scopriamo cosa prevede, chi riguarda e come cambiano le tariffe.
pubblicato il 31 ottobre 2023
Gli ottimizzatori fotovoltaici: migliorare l'efficienza degli impianti solari

Gli ottimizzatori fotovoltaici: migliorare l'efficienza degli impianti solari

Gli ottimizzatori fotovoltaici rappresentano una soluzione efficace per aumentare l'efficienza degli impianti solari. Questi dispositivi, collegati tra i moduli solari e l'inverter, consentono il monitoraggio costante e l'ottimizzazione della produzione energetica di ciascun pannello.
pubblicato il 31 ottobre 2023
L'impianto solare termico: una soluzione sostenibile per risparmiare energia

L'impianto solare termico: una soluzione sostenibile per risparmiare energia

Questo articolo esplora il mondo degli impianti solari termici, una soluzione eco-friendly che sfrutta l'energia solare per generare calore. Saranno analizzati il funzionamento di questi impianti, i vari tipi disponibili e i loro vantaggi, tra cui la riduzione dei costi in bolletta.
pubblicato il 31 ottobre 2023
Manutenzione degli impianti fotovoltaici: come prolungarne la durata

Manutenzione degli impianti fotovoltaici: come prolungarne la durata

La manutenzione dell'impianto fotovoltaico è fondamentale per garantirne l'efficienza nel tempo. Questo testo esplora i vari aspetti della manutenzione, dalla pulizia dei pannelli, al monitoraggio delle prestazioni e alla manutenzione straordinaria e ordinaria.
pubblicato il 31 ottobre 2023
Il rendimento dei pannelli fotovoltaici: tutto ciò che devi sapere

Il rendimento dei pannelli fotovoltaici: tutto ciò che devi sapere

Esaminiamo in dettaglio il rendimento dei pannelli fotovoltaici, spiegando cos'è e come calcolarlo. Descriviamo i fattori chiave che influenzano il rendimento e forniamo informazioni sulle attuali percentuali di rendimento per diversi tipi di pannelli solari.
pubblicato il 31 ottobre 2023
Impianti fotovoltaici: vantaggi, svantaggi e problemi comuni

Impianti fotovoltaici: vantaggi, svantaggi e problemi comuni

Dai benefici economici alla riduzione dell'impatto ambientale, vediamo quali sono i punti chiave che influenzano la decisione di installare un impianto fotovoltaico. Affrontiamo i problemi comuni legati all'installazione fornendo un quadro completo per chi desidera adottare questa tecnologia.
pubblicato il 2 ottobre 2023
Truffe telefoniche luce e gas: cosa fare per difendersi

Truffe telefoniche luce e gas: cosa fare per difendersi

Le truffe nel mercato dell'energia sono sempre più frequenti, per questo è fondamentale informarsi per proteggersi. In questa guida spiegheremo come riconoscere e evitare i tentativi di truffa. Facile.it è al tuo fianco per garantire che tu sia informato e protetto dagli operatori fraudolenti.

Fornitori energetici

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte, noleggio a lungo termine) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968