Serve assistenza?
02 55 55 777
facile.it/images/energia luce gas guide quanto consuma una lavastoviglie
Le 3 cose da sapere:
  1. 1

    Un uso non oculato della lavastoviglie può far lievitare i consumi

  2. 2

    Le recenti lavastoviglie utilizzano solo 6L di acqua per ogni ciclo rispetto ai 45L dei vecchi modelli

  3. 3

    Per ridurre i costi in bolletta è importante far andare la lavastoviglie solo a pieno carico

Luce: prezzi da 30€/mese*
Luce: prezzi da 30€/mese*

Nel 1887, l'inventrice statunitense Josephine Cochrane, dopo alcuni studi e test, portò alla luce la primissima lavastoviglie meccanica, strumento che consentiva di lavare i piatti che si utilizzavano sulle tavole delle famiglie americane. La vera e propria diffusione di tale apparecchio, tuttavia, avvenne solo negli anni Settanta e Ottanta del secolo scorso, quando la lavastoviglie iniziò ad assumere un ruolo cruciale nelle cucine di ristoranti e di strutture alberghiere per velocizzare il lavoro degli chef. Oggi, la lavastoviglie è divenuto uno strumento pressoché indispensabile per ottimizzare i tempi, per ridurre i consumi d'acqua e di energia elettrica e per facilitare il lavoro delle casalinghe.

Ma che dire dei suoi consumi medi? Cosa li influenza e quali sono alcune caratteristiche che è necessario tenere in considerazione prima di acquistarne un modello? Infine, come si può risparmiare sull'utilizzo della lavastoviglie in modo da contenere il più possibile i costi in bolletta? Rispondiamo a ciascun quesito in questa breve ma interessante guida!

Sommario

Le tipologie di lavastoviglie presenti sul mercato

Innanzitutto, è bene partire descrivendo le tipologie che sono disponibili per essere acquistate oggi. Il primo modello è sicuramente quello da incasso, ideale per essere perfettamente integrato in un arredamento specifico. Come suggerisce la sua denominazione, si tratta di una tipologia di lavastoviglie che permette la sistemazione in una speciale nicchia riservata solamente a tale elettrodomestico, a filo con quello che è il piano da lavoro di una cucina.

Non solo, grazie a questa sua peculiarità è altresì possibile dotarla di un'anta che faccia pendant con il resto dell'arredamento della stanza, posizionando poi l'apposito pannello di controllo sulla parte superiore dell'apparecchio. La lavastoviglie da incasso è disponibile in 2 sotto-categorie: full-size, la quale consente di lavare fino a 15 coperti dotati di uno spessore minimo di 60 cm, e la slim, che permette di trattare un numero ridotto di stoviglie, pari a 10, con una larghezza di 45 cm.

La seconda tipologia di lavastoviglie è quella a libera installazione, pensata per essere integrata in qualsiasi punto della cucina indipendentemente dall'arredamento utilizzato: l'aspetto esteriore dell'apparecchio, infatti, non verrà abbinato al resto del mobilio, ma possederà la classica colorazione bianca o in acciaio inox. Quali sono i parametri che incidono sul consumo medio di una lavastoviglie appartenente ad entrambe le categorie?

I parametri che influiscono sui consumi di una lavastoviglie

Conoscere per filo e per segno i fattori determinanti per i consumi medi e per i costi in bolletta di una lavastoviglie è cruciale per cercare di operare una selezione accurata e ben ponderata in fase d'acquisto. Un primo parametro è la classe energetica alla quale la lavastoviglie fa riferimento, indicata obbligatoriamente sull'etichetta posta sul retro dell'apparecchio.

Essa può essere compresa tra la A e la G, dove la A rappresenta la classe più efficiente mentre la G quella a minor efficienza energetica. Ovviamente, più alta sarà la classe, minori saranno i consumi e i relativi costi in bolletta, a fronte però di una maggiore spesa da sostenere al momento dell'acquisto dell'elettrodomestico; tuttavia, è bene considerare che il risparmio energetico a lungo termine permetterà di ripagare la cifra spesa per acquistare una lavastoviglie di classe superiore.

Un secondo parametro è il ciclo di lavaggio, ovvero la quantità d'acqua che la lavastoviglie utilizza per pulire i coperti.

Un modello più antico e con una bassa efficienza energetica prevederà un consumo maggiore di energia elettrica e d'acqua, il quale si potrebbe assestare sui 45 litri per ciascun ciclo di lavaggio, mentre un modello decisamente più nuovo e appartenente ad una classe più alta può impiegarne solo 6.

Oltre alla classe energetica e al ciclo di lavaggio, i consumi e i costi di una lavastoviglie variano anche in base alla grandezza del nucleo familiare e quindi al quantitativo di coperti che si andranno ad inserire nell'elettrodomestico, nonché alla frequenza di utilizzo dell'apparecchio.

A fronte di quanto detto finora, quali sono i consumi medi di una lavastoviglie?

I consumi medi di una lavastoviglie

Secondo alcune stime e alcuni dati indicativi, il consumo medio di una lavastoviglie si aggira sui 2,5 kWh: tale dato può decrementare a seconda della classe energetica, dato che un modello di classe A potrebbe impiegare circa 1,2 kWh per ciascun ciclo di lavaggio.

Le spese in bolletta possono essere calcolate tenendo conto del consumo di acqua e di energia elettrica della propria lavastoviglie: quest'ultimo, infatti, può essere ottenuto moltiplicando la potenza dell'elettrodomestico, solitamente espressa in Watt o in kiloWatt e ubicata sull'etichetta posteriore, per il quantitativo di ore nelle quali l'apparecchio è stato operativo.

Ad operazione ultimata, si avrà una stima dei consumi della propria lavastoviglie espressi in kWh. È bene precisare, tuttavia, che si tratta di dati e cifre piuttosto indicative e non particolarmente accurate, dato che è letteralmente impossibile calcolare la precisa potenza che la lavastoviglie ha impiegato in un'ora di lavoro poiché essa varia automaticamente.

Ad ogni modo, è utile sapere che la fase iniziale del lavaggio è solitamente quella che richiede un fabbisogno maggiore di energia elettrica, indispensabile per riuscire a riscaldare correttamente l'acqua. Un dispositivo che interviene nel caso in cui si voglia conoscere con estrema precisione i picchi di potenza accumulata dalla lavastoviglie è il misuratore di energia elettrica, collegabile alla stessa presa di corrente alla quale è connesso l'apparecchio.

Moltiplicando il valore ottenuto per il prezzo attuale dell'energia elettrica si otterrà una cifra indicativa dei costi effettivi in bolletta. Quali sono alcuni suggerimenti pratici per cercare di fare un utilizzo intelligente e ponderato della propria lavastoviglie in modo da risparmiare sui costi mensili?

Come ridurre i consumi di una lavastoviglie

Vista la situazione economica estremamente delicata in cui moltissime famiglie versano al giorno d'oggi, risulta particolarmente importante conoscere alcuni trucchetti per consentire alla lavastoviglie di lavorare al massimo delle sue prestazioni con dei consumi piuttosto contenuti. Ad esempio, è buona norma utilizzarla solamente quando è completamente full, ossia quando il carico che sopporta è al limite; pertanto, anziché effettuare più cicli di lavaggio per ciascun pasto giornaliero, sarebbe consigliabile lavare le stoviglie usate a fine giornata, eseguendo un ciclo di lavaggio totale che includa i coperti di colazione, pranzo e cena. Inoltre, è sempre indicato evitare di eseguire dei cicli lunghi o di prelavaggio, preferendo ad essi delle sessioni brevi e a basse temperature, in modo tale da risparmiare il più possibile sull'acqua e sull'energia elettrica impiegata dall'apparecchio.

Prima di riporre le proprie stoviglie nell'elettrodomestico, è utile lavarle velocemente sotto acqua corrente in modo da rimuovere totalmente la sporcizia o le incrostazioni e per diminuire il carico di lavoro della lavastoviglie. Una manutenzione accurata e regolare consente all'apparecchio di continuare a lavorare efficientemente senza consumi esagerati: questo implica, ad esempio, la pulizia del filtro a cadenza settimanale. Infine, per veder calare drasticamente i consumi della propria lavastoviglie, è possibile rinunciare all'asciugatura, la fase che consuma di più, semplicemente lasciando aperto lo sportello dopo il lavaggio in modo tale da far asciugare le stoviglie naturalmente. Insomma, risparmiare sull'uso della lavastoviglie è possibile ed è piuttosto semplice: così facendo, i costi in bolletta saranno più contenuti e il bilancio familiare verrà rispettato!

Confronta le nostre offerte Luce e Gas, bastano pochi minuti. Ti aiutiamo noi a trovare l’offerta migliore per te, al telefono e in negozio. E se vuoi sapere quanto puoi davvero risparmiare puoi caricare la tua bolletta, un nostro esperto la analizzerà. E se non puoi risparmiare te lo dice subito. Prova, è gratis!

Analizza le bollette e scopri se puoi risparmiare

Migliori offerte energia elettrica del mese

Spesa mensile:
38,97€
€ 467,62/anno
Fornitore:
ARGOS
Prodotto:
Luce Fissa Facile Trioraria
Tipologia offerta:
Prezzo fisso (bloccato: 12 mesi)
Tipo di tariffa:
Bioraria
Prezzo/kWh Fascia F1:
€ 0,0935
Prezzo/kWh Fascia F2-F3:
€ 0,0979
Quota fissa inclusa:
7,5 €/mese
Bolletta:
Elettronica, cartacea
Pagamento:
Addebito bancario
Spesa mensile:
38,97€
€ 467,62/anno
Spesa mensile:
39,25€
€ 471,03/anno
Fornitore:
EDISON ENERGIA SPA
Prodotto:
Dynamic Plus Luce
Tipologia offerta:
Prezzo variabile
Tipo di tariffa:
Monoraria
Prezzo/kWh:
PUN + 0,000€
Quota fissa inclusa:
8,25 €/mese
Bolletta:
Digitale, cartacea
Pagamento:
Addebito bancario, Bollettino
  • Offerta riservata ai clienti domestici attivi nel Servizio di Maggiori Tutela

Spesa mensile:
39,25€
€ 471,03/anno
Spesa mensile:
39,96€
€ 479,58/anno

Tariffa esclusiva Facile.it

Fornitore:
Wekiwi
Prodotto:
Energia alla fonte 12 Mesi - Facile
Tipologia offerta:
Prezzo variabile
Tipo di tariffa:
Bioraria
Quota fissa inclusa:
9,16 €/mese
Bolletta:
Elettronica
Pagamento:
Addebito bancario
Spesa mensile:
39,96€
€ 479,58/anno
Spesa mensile:
39,96€
€ 479,58/anno

Tariffa esclusiva Facile.it

Fornitore:
Wekiwi
Prodotto:
Energia alla fonte 12 Mesi - Facile - Subentro
Tipologia offerta:
Prezzo variabile
Tipo di tariffa:
Bioraria
Quota fissa inclusa:
9,16 €/mese
Pagamento:
Addebito bancario
Spesa mensile:
39,96€
€ 479,58/anno
Spesa mensile:
40,16€
€ 481,94/anno
Fornitore:
Octopus Energy
Prodotto:
Octopus Fissa 12M Facile
Tipologia offerta:
Prezzo fisso
Tipo di tariffa:
Monoraria
Prezzo/kWh:
€ 0,1111
Quota fissa inclusa:
8,00 €/mese
Bolletta:
elettronica
Pagamento:
Addebito bancario, Bollettino
  • Eletto Prodotto dell’Anno 2024

Spesa mensile:
40,16€
€ 481,94/anno

*Le tabelle riportano a titolo esemplificativo la struttura del sito. Per tutte le offerte poste in comparazione clicca sul tasto vai e ottieni tutte le informazioni necessarie per valutare la proposta adatta alle tue esigenze

Offerte confrontate

Confronta le offerte luce e gas, scegli la tariffa migliore e risparmia sulle tue bollette!

Offerte Gas

Confronta 19 operatori

Preventivi gas

Offerte Luce

Confronta 19 operatori

Preventivi luce

Offerte Luce+Gas

Confronta 19 operatori

Preventivi dual

Guide Gas e Luce

pubblicato il 31 ottobre 2023
L'impianto solare termico: una soluzione sostenibile per risparmiare energia

L'impianto solare termico: una soluzione sostenibile per risparmiare energia

Questo articolo esplora il mondo degli impianti solari termici, una soluzione eco-friendly che sfrutta l'energia solare per generare calore. Saranno analizzati il funzionamento di questi impianti, i vari tipi disponibili e i loro vantaggi, tra cui la riduzione dei costi in bolletta.
pubblicato il 31 ottobre 2023
Impianti fotovoltaici: vantaggi, svantaggi e problemi comuni

Impianti fotovoltaici: vantaggi, svantaggi e problemi comuni

Dai benefici economici alla riduzione dell'impatto ambientale, vediamo quali sono i punti chiave che influenzano la decisione di installare un impianto fotovoltaico. Affrontiamo i problemi comuni legati all'installazione fornendo un quadro completo per chi desidera adottare questa tecnologia.
pubblicato il 31 ottobre 2023
Manutenzione degli impianti fotovoltaici: come prolungarne la durata

Manutenzione degli impianti fotovoltaici: come prolungarne la durata

La manutenzione dell'impianto fotovoltaico è fondamentale per garantirne l'efficienza nel tempo. Questo testo esplora i vari aspetti della manutenzione, dalla pulizia dei pannelli, al monitoraggio delle prestazioni e alla manutenzione straordinaria e ordinaria.
pubblicato il 31 ottobre 2023
La pulizia dei pannelli solari fotovoltaici: importanza ed efficacia

La pulizia dei pannelli solari fotovoltaici: importanza ed efficacia

I pannelli solari fotovoltaici sono una fonte crescente di energia rinnovabile, ma la pulizia regolare è spesso trascurata e può causare una significativa perdita di efficienza.
pubblicato il 31 ottobre 2023
Gli ottimizzatori fotovoltaici: migliorare l'efficienza degli impianti solari

Gli ottimizzatori fotovoltaici: migliorare l'efficienza degli impianti solari

Gli ottimizzatori fotovoltaici rappresentano una soluzione efficace per aumentare l'efficienza degli impianti solari. Questi dispositivi, collegati tra i moduli solari e l'inverter, consentono il monitoraggio costante e l'ottimizzazione della produzione energetica di ciascun pannello.
pubblicato il 31 ottobre 2023
Il rendimento dei pannelli fotovoltaici: tutto ciò che devi sapere

Il rendimento dei pannelli fotovoltaici: tutto ciò che devi sapere

Esaminiamo in dettaglio il rendimento dei pannelli fotovoltaici, spiegando cos'è e come calcolarlo. Descriviamo i fattori chiave che influenzano il rendimento e forniamo informazioni sulle attuali percentuali di rendimento per diversi tipi di pannelli solari.
pubblicato il 2 ottobre 2023
Truffe telefoniche luce e gas: cosa fare per difendersi

Truffe telefoniche luce e gas: cosa fare per difendersi

Le truffe nel mercato dell'energia sono sempre più frequenti, per questo è fondamentale informarsi per proteggersi. In questa guida spiegheremo come riconoscere e evitare i tentativi di truffa. Facile.it è al tuo fianco per garantire che tu sia informato e protetto dagli operatori fraudolenti.
pubblicato il 3 agosto 2023
Quali sono i gestori del mercato tutelato e del mercato libero?

Quali sono i gestori del mercato tutelato e del mercato libero?

I fornitori di luce e gas sono tanti e applicano condizioni differenti. Vediamo, qui di seguito, quali sono le compagnie che operano nel mercato libero e in quello tutelato.

Fornitori energetici

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968