02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Neopatentati: limitazioni, cilindrata, multe e bonus

Neopatentati: limitazioni, cilindrata, multe e bonus
Le 3 cose da sapere:
  • Neopatentato: lo status ha una durata di tre anni e prevede limitazioni
  • Limitazioni: di cilindrata, di assunzione di alcool, di velocità
  • Scopri tutto ciò che c'è da sapere riguardo le limitazioni per i neopatentati!

Se hai appena superato gli esami di guida e hai conseguito la patente A o B da meno di tre anni, dovresti sapere che per tutti i neopatentati la legge prevede delle limitazioni ben precise che vanno assolutamente rispettate per non incorrere in sanzioni anche piuttosto onerose. Vediamole tutte nel dettaglio.

Chi è il neopatentato

In primo luogo è giusto chiarire fin da subito il significato specifico di neopatentato e chi rientra in questa definizione. Dire che il neopatentato è semplicemente colui o colei che ha da poco conseguito la patente di guida è molto riduttivo. Il Codice della Strada estende il suo significato e afferma che il termine include il soggetto che ha conseguito una patente A o B per la prima volta, il soggetto che ha dovuto rifare l’esame e conseguire una nuova patente dopo la revoca della precedente per infrazioni che prevedevano una simile sanzione, coloro che hanno conseguito la patente A anche se già in possesso della B e viceversa, i militari che hanno richiesto una conversione della loro patente e gli stranieri residenti in Italia che hanno fatto lo stesso, chiedendo una conversione della loro patente da straniera a italiana. Tutti questi soggetti sono considerati dalla legge neopatentati, anche se già hanno un passato da automobilisti e non sono dunque nuovi alla guida di un veicolo. Le limitazioni per loro sono tutte uguali, sia che si applichino a un ragazzo fresco di esame, sia che si tratti di qualcuno che ha dovuto conseguire un diverso tipo di patente. Lo status di neopatentato ha una durata di 3 anni e prevede una serie di limitazioni, divieti e sanzioni che è giusto conoscere per non commettere errori di distrazione che potrebbero portare a conseguenze spiacevoli. Nei casi peggiori si parla anche di multe molto salate e della sospensione della patente. Ciò che caratterizza i neopatentati è infatti un inasprimento delle sanzioni, rispetto agli altri guidatori.

Quali sono i limiti di cilindrata per neopatentati

La prima limitazione che va conosciuta nel dettaglio è quella che riguarda la cilindrata dell’auto che un neopatentato può guidare. Secondo il Codice la Strada, coloro che hanno ottenuto la patente (e coloro che l’hanno riottenuta o convertita) dopo la data del 9 febbraio 2011, non sono autorizzati a guidare autoveicoli che non rispettino un certo limite di rapporto peso/potenza e di cilindrata. Le auto che i neopatentati possono guidare non possono superare i 95 cavalli e una potenza di 55 kW per tonnellata di peso. La scelta di una macchina potrebbe rappresentare un problema per chi ha appena conseguito la patente di guida, un po’ perché spera di poter guidare la macchina che già ha a disposizione, un po’ perché non è sempre facile capire le specifiche di ogni auto. Ecco però che in aiuto del neopatentato arriva una risorsa web molto utile, ossia il sito ilportaledellautomobilista.it, che permette di inserire in un apposito spazio le targhe e le caratteristiche delle auto per capire se sono adatte o meno ai neopatentati. Il limite riguarda anche gli automobilisti che hanno oltre 80 anni d’età. Le conseguenze per chi infrange questa prima limitazione potrebbe pagare una multa da un minimo di 160 € fino a 641 € euro e incorrere nella sospensione della patente fino a 8 mesi.

Quali sono i limiti di velocità per neopatentati

Un altro limite importante di cui tenere conto è quello che riguarda la velocità, regolato dall’articolo 117 del Codice della Strada. Rispetto agli automobilisti normali i neopatentati per tre anni subiscono un abbassamento dei limiti di velocità. In particolare non possono superare i 100 km/h in autostrada e i 90 km/h lungo le strade statali, ossia le strade extraurbane principali. È imperativo che questi limiti vengano superati, perché le sanzioni previste sono superiori a quelle che verrebbero applicate a guidatori non neopatentati. Oltre alla riduzione dei punti, le sanzioni possono arrivare infatti fino a 646 € e nel peggiore dei casi può esserci la sospensione della patente da 2 a 8 mesi.

Quali sono i limiti di assunzione alcool per neopatentati

Le limitazioni comportamentali riguardano il consumo di alcolici prima di mettersi alla guida, situazione che prevede già pesanti conseguenze anche per i patentati tradizionali. Il Codice della Strada consente un tasso alcolemico nel sangue fino a 0,5 g/l, soglia oltre la quale si applicano provvedimenti che vanno da una multa che nei casi più gravi può arrivare fino a 6000 €, all’arresto fino a un massimo di un anno e la sospensione della patente fino a due anni. Per i neopatentati non è possibile arrivare al limite di 0,5 g/l. La legge per loro prevede un divieto tassativo di assumere alcolici, in qualunque quantità, prima di mettersi alla guida e questo limite dura fino al compimento dei 21 anni d’età. Le conseguenze di una trasgressione poco grave del divieto vanno da 155 € a 641 € e alla rimozione di 5 punti, ma possono raddoppiare in casi più gravi e in occasione di incidenti. I recidivi sono particolarmente penalizzati e prevedono la revoca della patente. Questo accade anche se il tasso alcolico nel sangue supera i 1,5 g/l.

Eccezioni e bonus per neopatentati

Le infrazioni commesse entro i primi tre anni di patente possono causare un raddoppiamento dei punti tolti e un inasprimento delle multe, rispetto agli automobilisti patentati da più di tre anni, e sospensioni che durano un terzo in più per le trasgressioni che la prevedono (fino a cinque anni per i recidivi), ma una buona condotta può portare anche a dei benefici. I neopatentati che non commette alcuna infrazione viene premiato con un punto bonus per ogni anno privo di problemi. Alla fine dei tre anni, il guidatore neopatentato che si è comportato bene può avere un massimo di 3 punti bonus. Inoltre, il guidatore neopatentato che non commette alcuna infrazione che prevede una diminuzione dei propri punti, può beneficiare di una riduzione del periodo dopo il quale può guidare veicoli di cilindrata superiore a 55 kW per tonnellata. Queste sono tutte le limitazioni previste per i neopatentati dal Codice della Strada. Per una buona condotta sulla strada è imperativo conoscere bene ciò che è consentito fare e ciò che è vietato dalla legge. Una buona condotta può aumentare la sicurezza per il neopatentato e per gli altri e portare a benefici come un aumento di punti o riduzione dei limiti imposti.

RC Auto: risparmia fino a 500€ Fai un PREVENTIVO »
Vota la guida:
Valutazione media: 3,8 su 5 (basata su 6 voti)

Chiediamo ai nostri utenti di valutare il servizio sulla base della sua accessibilità, funzionalità e semplicità. Il dato riflette le valutazioni date dagli utenti del web, che non necessariamente hanno fruito del servizio valutato. Facile.it non modifica le valutazioni dei singoli e non ne limita l’espressione. Il dato aggiornato è aggiornato al 20/11/2018 00:00

*Insufficiente, **Sufficiente, ***Medio, ****Buono, *****Ottimo

Offerte confrontate

Compara le polizze delle compagnie e trova l'assicurazione online al miglior prezzo su Facile.it. Risparmia fino a 500€ sull'assicurazione auto. Bastano 3 minuti!

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Argomenti in evidenza Assicurazioni

Guide alle assicurazioni

Guide Assicurazioni