Serve assistenza?
02 55 55 111
assicurazioni_guide_concorso_di_colpa_tutto_quello_che_devi_sapere
Le 3 cose da sapere:
  1. 1

    Cos'è: quando un incidente avviene per colpa di entrambi i conducenti

  2. 2

    Tipologie: concorso di colpa effettivo e concorso di colpa paritario

  3. 3

    Il concorso di colpa non determina la retrocessione della classe universale

RC Auto: offerte da 131€*
RC Auto: offerte da 131€*

Il principio del concorso di colpa in un sinistro stradale è molto semplice da comprendere anche per chi non conosce i termini legali e assicurativi.

Cos'è

Un incidente si dice avvenuto in concorso di colpa se si verifica a causa di responsabilità concorrenti, cioè per colpa di entrambi (o più) automobilisti. Per maggiore chiarezza riportiamo il testo dell’art. 2040 secondo comma del Codice Civile sulla circolazione dei veicoli, che introduce la “presunzione” di concorso di colpa.

“Nel caso di scontro tra veicoli si presume, fino a prova contraria, che ciascuno dei conducenti abbia concorso ugualmente a produrre il danno subìto dai singoli veicoli”.

Quando si presume il concorso di colpa il risarcimento del danno è spesso preceduto da un’istruttoria approfondita ad opera del giudice e dei periti, volta ad accertare la maggiore o minore colpa dell’uno e dell’altro assicurato o le pari responsabilità.

Esistono due tipi diversi di concorso di colpa:

  • Si parla di concorso di colpa “effettivo” quando in seguito ai rilievi e accertate le dinamiche del sinistro, la responsabilità non risulta suddivisa in parti uguali. Un giudice potrà stabilire che il 70% della colpa sia da attribuire ad un automobilista e solo il 30% all’altro. Un'altra misura comunemente formulata è l'80/20. Ipotizziamo che una delle parti non abbia dato la precedenza secondo quando stabilito dal Codice della Strada (percentuale di colpa al 30%), ma che l’altra abbia superato il limite di velocità guidando oltretutto in stato di ebbrezza (percentuale di colpa al 70%).
  • Si parla invece di concorso di colpa “paritario” o al 50% quando l’incidente si è verificato per responsabilità parimenti imputabili. Ipotizziamo che entrambi gli automobilisti abbiano provocato danni alle rispettive vetture guidando oltre la linea di mezzeria.

Nella prassi si riscontrano rari casi di concorso di colpa paritario, molti di più di concorso di colpa effettivo per ovvie ragioni. Spesso i sinistri sono provocati per responsabilità concorrenti ma difficilmente in sede legale, quando si ricostruisce la dinamica, emergono colpe suddivise perfettamente a metà.

Tuttavia quando ciò si verifica ciascuno degli automobilisti è tenuto a risarcire il danno - per il tramite della propria assicurazione- per la metà dei danni subiti a prescindere dal loro importo. Se il concorso accertato è di tipo “effettivo” invece, il giudice ordina a ciascuna parte di risarcire – sempre attraverso le compagnie assicurative- la percentuale stabilita dalla sentenza.

Concorso di colpa: il sistema Bonus/Malus

Per quanto riguarda il sistema Bonus/Malus, argomento caro agli automobilisti poiché concerne l’aumento o la diminuzione del premio assicurativo, il concorso di colpa al 50% non determina la retrocessione classe di merito, non fa scattare il Malus e non implica quindi l’aumento dell’assicurazione auto (Legge Bersani n° 40 del 2007).

E’ importante sapere infine, sempre in tema di concorso di colpa, che la Corte costituzionale con sentenza 29 dicembre 1972, n. 205, ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'art. 2054, secondo comma c.c., limitatamente alla parte in cui nel caso di scontro tra veicoli, esclude che la presunzione di egual concorso dei conducenti operi anche se uno dei veicoli non abbia riportato danni.

Il concorso di colpa è contestabile o si può non accettare?

In linea generale, è possibile non accettare il concorso di colpa, ma è necessario dimostrare la colpa esclusiva dell'altro conducente.

Per poter contestare efficacemente il concorso di colpa ricorda di:

  • Documentare la scena dell'incidente: scattare foto dei veicoli danneggiati, dei segni di frenata sull'asfalto e di eventuali altri elementi utili per ricostruire la dinamica dei fatti.
  • Richiedere i verbali delle forze dell'ordine: i vigili urbani o la polizia stradale intervenuti sul posto avranno redatto un verbale che descrive l'incidente e le posizioni dei veicoli coinvolti.
  • Acquisire le testimonianze di eventuali testimoni: se ci sono stati testimoni oculari dell'incidente, è importante raccogliere le loro dichiarazioni il prima possibile.
  • Ottenere i referti medici: se hai subito lesioni a causa dell'incidente, conserva i referti medici che attestano la natura e la gravità dei tuoi traumi.

Ricorda sempre poi che in queste situazioni è fondamentale consultare un avvocato o un'infortunistica esperti in materia. Decidere chi ha ragione e chi ha torto non è compito facile per un giudice nel caso si apra un contenzioso legale, dunque una società esperta in questo ambito è la migliore scelta per tutelarsi. Ricorda che, per evitare di dover pagare importanti parcelle, o almeno solo una parte di esse, puoi sottoscrivere una polizza auto con garanzia tutela legale.

Un avvocato o una società esperta, infatti, potrà inviare una lettera di contestazione all'assicurazione dell'altro conducente, nella quale illustrerà le tue ragioni e richiederà una revisione della proposta di risarcimento, prima di ipotizzare l'avvio di una contesa legale.

RC Auto: offerte da 131€*

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line per te su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

RC Auto

Confronta più compagnie

Preventivo AUTO

RC Moto

Confronta più compagnie

Preventivo MOTO

Guide alle assicurazioni

pubblicato il 25 maggio 2024
Viaggio alle Maldive: consigli su esperienze e itinerari

Viaggio alle Maldive: consigli su esperienze e itinerari

Dalle immersioni in Hanifaru Bay alla scoperta di Malé, ecco i consigli su snorkeling, relax, spiagge paradisiache e avventure uniche. Pianifica il tuo viaggio perfetto alle Maldive.
pubblicato il 25 maggio 2024
Visitare la Thailandia: consigli di viaggio
pubblicato il 15 maggio 2024
Come si può disdire una polizza assicurativa

Come si può disdire una polizza assicurativa

Si può disdire l'assicurazione in anticipo rispetto alla sua scadenza naturale? Vediamo quando e come è possibile farlo in questa guida.
pubblicato il 11 maggio 2024
Viaggiare sicuri alle Maldive
pubblicato il 11 maggio 2024
Visitare Zanzibar: consigli di viaggio

Visitare Zanzibar: consigli di viaggio

Zanzibar è un arcipelago incantevole situato al largo delle coste della Tanzania, nell'Oceano Indiano. Con le sue spiagge mozzafiato, le acque cristalline e una cultura ricca di storia, l'isola ha attirato viaggiatori in cerca di relax e avventura tropicale.
pubblicato il 11 maggio 2024
Viaggiare sicuri a Zanzibar

Viaggiare sicuri a Zanzibar

Zanzibar è un luogo affascinante e ricco di bellezze naturali, ma come per qualsiasi destinazione di viaggio, è importante prendere alcune precauzioni per garantire un viaggio sicuro e piacevole.
pubblicato il 8 maggio 2024
Assicurazione casa alluvione: cosa copre

Assicurazione casa alluvione: cosa copre

Con degli eventi estremi sempre più frequenti è bene essere pronti a qualsiasi evenienza, per questo stipulare un'assicurazione casa contro le alluvioni può essere utile in caso di danni ingenti a propri beni.
pubblicato il 8 maggio 2024
Cos'è l'assicurazione funeraria e cosa copre

Cos'è l'assicurazione funeraria e cosa copre

Scopri tutto quello che c'è da sapere sull'assicurazione funeraria e come può offrire tranquillità finanziaria ai tuoi cari in un momento difficile.

Compagnie e intermediari assicurativi

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968