Serve assistenza?
02 55 55 5

I costi dell'energia spinge in basso i Bitcoin: il mining è troppo caro

21 nov 2022 | 3 min di lettura

facile.it/images/trading news mining troppo caro per aumento costi energia

Nell'attuale contesto di aumento dei costi energetici, il mining di Bitcoin risulta molto dispendioso, spingendo alcuni minatori a spegnere le loro macchine, a liquidare le riserve di criptovalute e a ricalibrare le loro strutture di costo con conseguenze per i volumi di trading.

Il costo dell'energia per chilowattora (kWh) più basso rende il mining più redditizio e viceversa.

Naturalmente, un prezzo del bitcoin più alto rende il mining più redditizio e viceversa. Scopri di più su Facile.it, leader nel confronto di piattaforme trading online.

Trova la migliore piattaforma per te
Trova la migliore piattaforma per te

Spese di estrazione: da cosa sono composte?

Sebbene possa essere utile calcolare una struttura di costi di pareggio per il mining medio di bitcoin sulla base dell'efficienza del modello di miner ed i costi energetici. Questi due input variano in modo significativo tra le operazioni di estrazione globali.

Inoltre, i costi di estrazione possono variare a seconda delle spese di manodopera e di capitale di un determinato operatore, compresi gli esborsi iniziali per i macchinari, i costi di costruzione ed i piani di ammortamento di tali macchinari.

Cosa succede se il prezzo del Bitcoin si abbassa

Il prezzo attualmente depresso del bitcoin e l'elevata difficoltà di estrazione fanno sì che solo i modelli di mining di ultima generazione e/o le operazioni con costi energetici relativamente bassi possano estrarre bitcoin con profitto nel contesto attuale.

Siccome i minatori ambiscono alla ricompensa di estrazione (costituita dalle criptovalute appena create e dalle commissioni di transazione) per coprire le spese operative, un prezzo più basso dei bitcoin riduce il potere d'acquisto di questi risultati e rende più difficile la copertura delle spese.

Di conseguenza, i minatori con i costi di produzione più elevati non conseguiranno profitti interessanti e saranno costretti a interrompere l'attività di estrazione, analogamente alle dinamiche dei costi di produzione delle materie prime tradizionali.

Tuttavia, a differenza delle commodity tradizionali come l'oro, dove i costi di produzione e le spese operative rispondono più lentamente alle variazioni del prezzo della materia stessa, i costi di produzione del bitcoin sono progettati per adattarsi dinamicamente alle condizioni di mercato attuali ogni due settimane.

Quali sono le strategie ora?

In queste difficili condizioni di mercato, l'approccio conservativo di molti operatori di mining è quello di liquidare una parte delle loro disponibilità di bitcoin quando i prezzi scendono.

Man mano che i minatori non redditizi escono, ci si aspetta che l'hashrate diminuisca e che la difficoltà si adegui al ribasso, creando un nuovo equilibrio che sostenga meglio l'attività. Un hashrate più basso allo stato stazionario rappresenti un potenziale bottoming del ciclo, che sarebbe quindi un precursore di nuovi ingressi. L'hashrate della rete ha attualmente imboccato una traiettoria discendente supportando l'idea che i minatori abbiano spento le loro macchine nelle ultime settimane.

Si potrebbe anche assistere a un più ampio consolidamento dell'industria mineraria, con l'acquisizione da parte di operatori più grandi e ben capitalizzati di operatori più piccoli costretti a uscire dal mercato.

Questo processo sembra essere in corso, dato che i prezzi delle schede grafiche sono diminuiti costantemente da un anno all'altro (di recente sono scesi del 15% su base mensile a Maggio, secondo Decrypt) e gli ASIC top di gamma vengono scaricati sui mercati secondari con forti sconti (nell'ordine del 65% rispetto ai massimi registrati lo scorso anno).

Pertanto, se da un lato vari minatori potrebbero continuare a vendere una parte delle loro partecipazioni in bitcoin o delle loro attrezzature di mining in questo contesto, o addirittura venire acquisiti interamente, dall'altro lato questo processo rappresenta una caratteristica naturale e autocorrettiva (non un bug) della rete bitcoin.

Offerte confrontate

Inizia a cimentarti nel trading e confronta in pochi secondi le migliori piattaforme per investire.

Trading online

Confronta le migliori piattaforme

Piattaforme trading

Ultime notizie Trading

pubblicato il 25 marzo 2024
Vendere le criptovalute senza problemi con il fisco: ecco come fare

Vendere le criptovalute senza problemi con il fisco: ecco come fare

Alla luce del sempre crescente numero di operazioni di trading con Bitcoin, Ethereum e criptovalute, le autorità italiane hanno introdotto normative per la loro tassazione al fine di chiarire il quadro normativo fino ad ora nebuloso. L’Italia ha deciso di colmare almeno parzialmente questo vuoto normativo con la legge di bilancio 2023.
pubblicato il 13 marzo 2024
Nuovi ETF sul Bitcoin: gli aggiornamenti dal mondo delle criptovalute

Nuovi ETF sul Bitcoin: gli aggiornamenti dal mondo delle criptovalute

Gli appassionati di trading hanno certamente notato che la finanza istituzionale ha iniziato a guardare con occhio diverso le criptovalute. I nuovi ETF sul Bitcoin di grandi player come BlackRock e Fidelity Investments e altre società hanno superato i 16 miliardi di dollari di asset in gestione dal loro lancio all'inizio di gennaio.
pubblicato il 15 febbraio 2024
ETF sì o no? Le ultime notizie dal mondo delle criptovalute

ETF sì o no? Le ultime notizie dal mondo delle criptovalute

Investire in ETF può essere una mossa vincente? Scopriamo le ultime notizie sul mondo del trading.
pubblicato il 29 gennaio 2024
Gli investimenti in criptovalute degli italiani

Gli investimenti in criptovalute degli italiani

Autorevoli agenzie di stampa hanno diffuso i risultati di sondaggi dell'Osservatorio Blockchain and Web3 della School of Management del Politecnico di Milano secondo i quali quasi quattro milioni di italiani hanno dichiarato di effettuare trading di bitcoin e di possedere criptovalute.

Guide Trading e Investimento online

pubblicato il 18 aprile 2023
Broker sostituto d'imposta: cosa fa e quali sono i migliori

Broker sostituto d'imposta: cosa fa e quali sono i migliori

Il trading online è diventato sempre più popolare tra gli investitori, ma gestire gli aspetti fiscali può essere complicato. Fortunatamente, i broker sostituto d'imposta sono qui per semplificare questa procedura.
pubblicato il 18 aprile 2023
Le migliori piattaforme di trading automatico e come seceglierle

Le migliori piattaforme di trading automatico e come seceglierle

Il trading automatico è diventato una tecnica sempre più popolare tra i professionisti del settore finanziario. Consente di eseguire operazioni di trading senza dover intervenire manualmente, grazie all'uso di software specializzati. Ciò offre numerosi vantaggi, sia per i trader esperti che per i principianti.
pubblicato il 9 febbraio 2023
Migliori piattaforme con conto demo per il trading: quali sono?

Migliori piattaforme con conto demo per il trading: quali sono?

L'elenco delle piattaforme di trading online che consentono di fruire del migliore conto demo per testare le caratteristiche e le potenzialità di questa forma di inevestimento.
pubblicato il 9 febbraio 2023
Quali sono le migliori piattaforme di trading per principianti?

Quali sono le migliori piattaforme di trading per principianti?

Vediamo quali sono le migliori piattaforme di trading per principianti per iniziare a investire online in autonomia e sicurezza.
pubblicato il 9 febbraio 2023
Piattaforme autorizzate CONSOB: la lista completa

Piattaforme autorizzate CONSOB: la lista completa

L'attività di trading online deve essere svolta in modo sicuro. L'elenco delle piattaforme autorizzate CONSOB permette di scegliere i broker maggiormente affidabili presenti sul mercato per operare.
pubblicato il 13 maggio 2022
Spread Trading: cos'è e come funziona

Spread Trading: cos'è e come funziona

Lo spread trading consente a ogni investitore di guadagnare somme notevoli all'interno del settore del trading online, mantenendo una posizione neutrale nel proprio mercato di competenza.
pubblicato il 13 maggio 2022
I concetti di Stop Loss e Take Profit nel trading

I concetti di Stop Loss e Take Profit nel trading

Nel vasto settore del trading online, lo Stop Loss e il Take Profit sono due concetti da tenere in massima considerazione e consentono di raggiungere performance operative di assoluto rilievo.
pubblicato il 13 maggio 2022
Come funziona il Forex?

Come funziona il Forex?

Nonostante il Forex sia il più grande mercato del mondo, in rete si fa fatica a reperire informazioni chiare al riguardo. Vediamo di capirci qualcosa di più approfondendo meglio il concetto.
© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968