Mining: cos'è e come funziona

Quando si parla di mining bisogna partire dal verbo inglese "to mine" che per l'appunto vuol dire estrarre. L'attività, portata avanti dai miners, altrimenti noti come "minatori", consiste quindi nel generare nuove criptovalute in modo da produrre un reddito continuo.

Sommario

Cosa significa fare mining

Per comprendere al meglio cosa vuol dire fare mining bisogna partire da una considerazione di fondo che riguarda le criptovalute, le quali non vengono coniate dalla banca centrale o da altro istituto finanziario. Vista l'assenza di enti che si occupano dello stampaggio delle monete digitali, molti investitori hanno quindi intrapreso l'attività di mining, così da creare blocchi concatenati fra loro e contenenti informazioni sulle transazioni eseguite, al completamento dei quali si producono nuove criptovalute. Bisogna comunque far presente che una volta ultimato un blocco, questo sarà sottoposto ad un sofisticato controllo di validità che, una volta superato con successo, porterà alla creazione di un codice "Hash". Il miner, pertanto, si occuperà di volta in volta di unire i vari blocchi e come ricompensa il sistema attribuirà criptovalute da accumulare per poi investire in operazioni finanziarie o convertire in altre valute. Le operazioni di mining, in passato poco diffuse e di nicchia, si sono progressivamente estese. Al fine di rallentare questa attività i calcoli matematici da risolvere per completare i blocchi sono diventati sempre più complessi da risolvere.

Questo spiega come mai prima era piuttosto semplice effettuare il maning tramite i normali pc ma nella fase successiva è stato necessario impiegare speciali processori, conosciuti come "Asic" e appositamente progettati per i minatori delle cripto. Altro sistema per estrarre Bitcoin e altre valute digitali porta il nome di USB da installare esternamente al proprio computer. Negli ultimi anni, inoltre, i gruppi di minatori si mettono assieme per unire le forze di calcolo, in modo da completare i blocchi in minor tempo, ottimizzando al contempo il consumo energetico. La ricompensa generata viene poi ripartita equamente tenuto conto della potenza di calcolo effettivamente impiegata.

In definitiva è quindi possibile considerare ogni minatore come una sorta di garante delle transazioni. Una volta che viene raggiunta la soglia massima di criptovalute da produrre, il miner potrà comunque proseguire nell'attività di estrazione, in quanto gli incentivi dipendono dalla commissione che ogni utente è chiamato a corrispondere nel momento in cui decide di effettuare le transazioni finanziarie attraverso le criptovalute. Tutto questo spinge tanti appassionati di estrazione delle cripto ad adottare varie strategie per massimizzare il guadagno costante, specialmente ad accumulare le monete digitali per poi venderle quando le condizioni di mercato sono maggiormente favorevoli.

Come funziona il mining di Bitcoin

Tutti coloro che intendono iniziare a fare mining con la madre delle criptovalute, ovvero il Bitcoin, potranno sfruttare le grandi potenzialità garantite da alcune piattaforme, appositamente realizzate per effettuare l'estrazione in completa sicurezza. Più nello specifico, questi siti offrono ampio supporto per ciò che riguarda la fase di elaborazione dei calcoli. Occorre comunque segnalare che attraverso i portali regolamentati sarà possibile minare anche criptovalute diverse dal Bitcoin.

In ogni caso prima di scegliere se intraprendere o meno l'attività di mining è bene fare delle valutazioni preliminari sulla reale convenienza, perché non sempre le operazioni portate a termine dopo diverso tempo ripagano a fronte dell'impegno prestato. Come specificato, il numero dei minatori è cresciuto in maniera esponenziale negli ultimi tempi e ciò ha aumentato anche la difficoltà per poter ottenere un buon ritorno economico. I calcoli per il completamento dei blocchi richiedono un dispendio energetico considerevole e gli investimenti necessari per poter minare non sono alla portata di tutti. A tutto ciò bisogna poi aggiungere il possibile crollo delle cripto che genera ulteriori perdite.

Blockchain e mining

Il minatore svolge un ruolo molto importante perché si pone come una sorta di certificatore delle transazioni corrette. Quando si effettuano pagamenti nella vita di tutti i giorni, ad esempio con denaro in contanti, assegno o bonifico, c'è sempre un ente centrale che ne attesta la validità. Il mondo delle cripto è invece un po' diverso visto che sarà lo stesso mercato ad attribuire valore al Bitcoin e alle altre valute digitali.

Nel momento in cui viene effettuato il mining e completato un determinato blocco da concatenare agli altri, prima che venga attribuito il codice definitivo, l'Hash provvisorio verrà inoltrato alla rete per poter essere inserito all'interno della blockchain. In questo modo sarà possibile, anche piuttosto facilmente, stabilire la correttezza dell'intera catena di Hash. Nel caso in cui si dovesse verificare un numero mai generato prima, tecnicamente definito come "nonce", verrà aggiunto alla lista dell'Hash così da portare alla ricompensa. Le probabilità che questo possa accadere sono ormai abbastanza ridotte per questo minare è diventata una pratica molto dispendiosa e non più redditizia come invece accadeva in passato.

Rischi e vantaggi del mining

Intraprendere il mining vuol dire dover fare un bilancio anche fra costi necessari e benefici. Molti non sanno infatti che per poter analizzare la correttezza e validità di una transazione sarà necessario impiegare circa 850 kilowattora, un valore che corrisponde in media al consumo energetico registrato da una famiglia nel corso di un anno. Un tempo, inoltre, anche con un normale pc domestico si potevano estrarre con una certa facilità le cripto, ma adesso le cose sono molto cambiate ed è indispensabile impiegare degli appositi processori.

Bisogna poi non trascurare l'aspetto della volatilità che contraddistingue il mondo delle criptovalute, per cui può accadere che dopo aver sostenuto grossi investimenti per avviare l'attività di mining si verifichi il crollo dei mercati finanziari con conseguenti perdite, anche di grossa portata. Un evento del genere, com'è facile intuire, potrà vanificare la speranza di ottenere una rendita continuativa e quindi un elevato sostentamento nel lungo periodo.

L'analisi dei rischi e benefici dovrà quindi tenere conto di tutte queste variabili, oltre che della scheda video che viene effettivamente utilizzata e della spesa che occorre sostenere per ottenere la fornitura elettrica. La crescente difficoltà nel generare nuove criptovalute, inoltre, ha reso il mining non più così appetibile come un tempo, ecco come mai tanti minatori hanno abbandonato questa pratica per dedicarsi a qualcosa di maggiormente proficuo o comunque cercano di compiere le attività di calcolo associandosi in pool. Fare parte di un gruppo consente il più delle volte di ridurre i costi fissi per l'energia ma in ogni caso i guadagni giornalieri e mensili che si possono conseguire si mantengono piuttosto bassi.

Trova la migliore piattaforma per te Confronta piattaforme

Offerte confrontate

Inizia a cimentarti nel trading, e confronta in pochi secondi le migliori piattaforme per investire.

Banche

Scopri i dettagli, i prodotti e la storia delle banche partner di Facile.it.

Banche e finanziarie

Che fai lì fuori?

Accedi e confronta le offerte ancora più velocemente: risparmia tempo e denaro!

Accedi

oppure