Serve assistenza?
02 55 55 5

Interessi bancari: cosa sono e come calcolarli

facile.it/images/conti guide interessi bancari cosa sono e come calcolarli
Le 3 cose da sapere:
  1. 1

    Attivi: interessi corrisposti dalla banca ai correntisti per il deposito delle somme

  2. 2

    Passivi: pagati dai clienti alla banca per mutui e prestiti

  3. 3

    Confronta e scegli il conto corrente con gli interessi più alti per massimizzare il guadagno

Conti Correnti: trova il più vantaggioso
Conti Correnti: trova il più vantaggioso

Sommario

Se depositare in banca il denaro non rendesse nulla, tanto varrebbe metterlo sotto il mattone, come facevano i nostri bisnonni! Invece tenere i soldi in banca, al netto dei costi di gestione del conto corrente e del conto deposito, rende sempre qualcosa: gli interessi. Anche se non si tratta di rendimenti stratosferici, chi desidera avere il denaro sempre pronto all’uso e con una piccola rendita senza rischi, nel conto corrente e deposito trova sicuramente lo strumento che fa per lui.

Interessi bancari: cosa sono

Gli interessi bancari sono dunque la remunerazione che il correntista trova per aver depositato le proprie somme in banca. Dal punto di vista di quest’ultima, gli interessi sono il costo pagato per avere i soldi dei correntisti in prestito per i propri investimenti, ovvero il compenso versato ai detentori di conto corrente per aver messo la propria liquidità a disposizione della banca.

Attivi e passivi: i tipi di interessi

Gli interessi bancari si differenziano inattivie passivi. Con interessi attivi si intendono quelli descritti, ovvero gli interessi corrisposti dalla banca ai correntisti per aver ricevuto in deposito il loro capitale sul conto corrente o sul conto deposito, e si indicano, solitamente, con una percentuale che rappresenta la quota di remunerazione che spetta a chi presta una somma di denaro da parte di chi quella somma l’ha ricevuta (in questo caso la banca). Gli interessi passivi sono invece quelli che i clienti devono corrispondere alla banca in caso stipulino con essa un contratto di mutuo o un prestito, e si individuano di solito con TAN e TAEG.

Conti correnti e conti deposito: come calcolare gli interessi

Per calcolare gli interessi attivi, che tipicamente vengono applicati a conti correnti e conti deposito, bisogna prima tener presente che l’interesse può essere semplice (ovvero una percentuale sul capitale corrisposta alla fine di un periodo di tempo) o composto (ovvero l’aggiungersi progressivo degli interessi al capitale, che fanno maturare nuovi interessi). Inoltre bisogna distinguere, nel caso del conto deposito, se questo sia vincolato o meno. Nel caso di conto deposito non vincolato, infatti, il tasso di interesse resta quello base, quale che sia la lunghezza del tempo durante il quale decidiamo di mantenere ferme le nostre somme. Se si tratta invece di un conto vincolato, il tasso di interesse applicato varierà a seconda di quanto tempo scegliamo di mantenere depositato il nostro denaro (ad esempio può essere lo 0,5% per un deposito di sei mesi, l’1% per un vincolo di un anno, l’1,5% per due anni e così via).

Ciò detto, il calcolo dell’interesse su una somma custodita in conto deposito o in conto corrente (naturalmente al lordo di spese e tasse, che andranno poi sottratte per stabilire il rendimento effettivo) è semplicemente la moltiplicazione del capitale per il tasso di interesse annuo per il numero di anni sui quali effettuiamo il conteggio, o lungo i quali dura il vincolo.

Come calcolo gli interessi?

La formula matematica per calcolarlo è la seguente: Interesse= (Capitale depositato * tasso di interesse annuo * tempo in giorni) / 36500. Ad esempio, se su un conto deposito vincolato all’1,5% annuo depositiamo una somma di mille euro per due anni, l’interesse lordo sarà calcolabile come (1000_1,5_730)/36500=30 euro. Allo stesso modo, se su un conto corrente allo 0,5% depositiamo gli stessi 1000 euro, avremo (1000_0.5_365)/365000=5 euro annui di interessi.

da sapere
Conti Correnti: trova il più vantaggioso

Offerte confrontate

Confronta gratuitamente i conti delle banche operanti in Italia e trova il conto corrente o il conto deposito più vantaggioso.

Guide ai conti

pubblicato il 22 maggio 2023
Come fare soldi: metodi per guadagnare denaro extra dai tuoi risparmi

Come fare soldi: metodi per guadagnare denaro extra dai tuoi risparmi

Come guadagnare più denaro? Come risparmiare più soldi? Alzi la mano chi, almeno una volta, non si è posto questa domanda. Ecco nove metodi extra per guadagnare e risparmiare.
pubblicato il 15 febbraio 2023
Calcolo ISEE: Come farlo e quando serve

Calcolo ISEE: Come farlo e quando serve

L'ISEE è un calcolo importante da fare per accedere a determinate agevolazioni statali. Per farlo, è possibile recarsi ad un CAF dove gratuitamente si occuperanno di prepararlo.
pubblicato il 13 settembre 2021
Differenze tra reddito e ISEE

Differenze tra reddito e ISEE

Qual è la differenza tra ISEE e la Dichiarazione dei Redditi? Per accedere a bonus e agevolazioni fiscali di ogni tipo, si tratta di informazioni fondamentali.
pubblicato il 11 aprile 2018
Separazione e conto corrente cointestato: cosa fare

Separazione e conto corrente cointestato: cosa fare

Non è raro che i coniugi scelgano di cointestare il proprio conto corrente. Ma cosa succede al conto corrente cointestato nella separazione e come deve essere diviso il denaro in esso depositato? Ecco una guida per scoprire tutto quello che c'è da sapere sul conto corrente cointestato.
pubblicato il 25 marzo 2021
Salvadanaio online: cos'è

Salvadanaio online: cos'è

Il salvadanaio online è un modo per accantonare piccole somme di denaro in vista di una spesa futura o di un obiettivo da raggiungere. Ecco dunque cos’è e come funziona il salvadanaio digitale.
pubblicato il 3 gennaio 2019
Chiudere il conto corrente: come fare

Chiudere il conto corrente: come fare

Chiudere il conto corrente è semplice, basta sapere come muoversi. In questa guida puoi trovare le procedure da seguire, le spese eventuali da sostenere e le tempistiche solitamente previste.
pubblicato il 4 luglio 2018
Conto corrente e conto deposito a confronto

Conto corrente e conto deposito a confronto

Spesso si rischia di fare confusione tra conto corrente e conto deposito, ma è bene ricordare che si tratta di due prodotti diversi. Consulta la guida per scoprire caratteristiche e differenze.
pubblicato il 17 agosto 2019
Inbank: come gestire conto e carte online

Inbank: come gestire conto e carte online

Inbank è un servizio via web che ti offre la possibilità di gestire i vari conti e servizi bancari autonomamente. Leggi subito la guida su Facile.it per trovare tutte le informazioni utili e per capire se la tua Banca ha aderito all'inziativa.
© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968