Serve assistenza?
02 55 55 111

14 apr 2015 | 3 min di lettura | Pubblicato da Raffaele D.

assicurazioni news assicurazione auto addio al contrassegno sul parabrezza

Novità in vista per gli automobilisti italiani: dal mese di aprile 2015 inizia il percorso che porterà ad eliminare gradualmente dai parabrezza il tagliando dell’assicurazione. Dal 18 ottobre 2015 non sarà infatti più necessario esporre il contrassegno cartaceo per dimostrare di essere in regola con il pagamento della RC auto: i controlli verranno effettuati tramite la targa del veicolo con i dispositivi Targa System, tutor, autovelox e telecamere, che in pochi secondi permetteranno ai vigili e agli agenti della Stradale di incrociare i dati presenti nei database delle Forze dell'ordine, del Ministero dei Trasporti e della Motorizzazione civile, accertando se la vettura sia in regola o meno. Lo scopo è quello di combattere la piaga delle auto che circolano senza assicurazione, stimate in circa 4 milioni.

Vediamo insieme cosa cambia per gli automobilisti già a partire dal prossimo 18 aprile 2015.

Cosa cambia nei prossimi mesi

La prima tappa del percorso che porterà al pensionamento del tagliando cartaceo è fissata per il 18 aprile 2015: entro questa data le compagnie assicurative dovranno inserire in un’unica banca dati elettronica creata dalla Motorizzazione Civile tutte le informazioni riportate negli attestati di rischio, affinché ogni aggiornamento sulla situazione assicurativa di ciascun cliente sia disponibile in tempo reale.

La regolarità delle vetture, fino ad oggi controllata manualmente dai vigili urbani o dalla polizia stradale, verrà accertata attraverso la lettura della targa dalle stesse telecamere che vengono utilizzate sulle strade e autostrade italiane per vigilare sul rispetto dei limiti di velocità e sugli ingressi nelle ZTL.

Il percorso fissato dal Ministero dei Trasporti e dello Sviluppo Economico prevede che entro il 18 ottobre 2015 tutti i dispositivi elettronici presenti sulle strade vengano omologati per poter trasmettere i dati esatti di ciascun veicolo: a partire da tale data non sarà quindi più necessario esibire alcun tagliando sul parabrezza.

Come funzionano i nuovi controlli

Il meccanismo è molto semplice: la telecamera memorizza la targa del veicolo e la invia alla banca dati condivisa, dove le compagnie assicurative hanno inserito tutte le informazioni su ciascuna vettura assicurata. In una frazione di secondo sarà possibile verificare se la vettura è in regola non solo con il pagamento della RC auto, ma anche con il bollo e la revisione: in caso di irregolarità verrà applicata la relativa sanzione con invio della multa a domicilio.

Le multe per chi verrà scoperto a circolare senza assicurazione auto obbligatoria saranno piuttosto pesanti: da 841 a 3.366 euro, oltre al sequestro del veicolo.

L’attestato di rischio elettronico: cos’è e come funziona

Le nuove norme in materia di RC auto introducono anche un’altra importante novità: la vecchia documentazione cartacea verrà sostituito dal nuovo attestato di rischio elettronico. Gli assicurati lo riceveranno per via telematica almeno 30 giorni prima della scadenza del contratto: ciascun cliente avrà a disposizione un’area riservata all’interno del sito web della propria compagnia assicurativa, dove troverà il tagliando elettronico e altre informazioni sulla sua posizione assicurativa.

Gli assicurati potranno richiedere ulteriori modalità di consegna dell'attestato di rischio elettronico, come l’invio per posta elettronica, oppure mediante App per smartphone o tablet, sui social network delle compagnie assicurative, ecc.
Gli italiani che hanno meno dimestichezza con le nuove tecnologie possono tirare un sospiro di sollievo: potranno comunque richiedere e ottenere una stampa dell’attestato di rischio dalla propria compagnia assicurativa.

Cosa devono fare gli assicurati

Per il momento niente: il contrassegno cartaceo resta obbligatorio fino al 18 ottobre, per evitare di incorrere nelle sanzioni previste in caso di mancata esposizione.

La novità del tagliando elettronico si applica alle polizze RC auto in scadenza dal 1 luglio 2015: saranno le compagnie di assicurazione a contattare nei modi e nei tempi previsti dapprima i titolari dei suddetti contratti, e successivamente tutti gli altri, per informarli sui passi da seguire.

RC Auto: offerte da 131€*
RC Auto: offerte da 131€*

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

RC Auto

Confronta più compagnie

Preventivo AUTO

RC Moto

Confronta più compagnie

Preventivo MOTO

Ultime notizie Assicurazioni

pubblicato il 21 febbraio 2024
Limiti di velocità: tolleranza, eccezioni e sanzioni

Limiti di velocità: tolleranza, eccezioni e sanzioni

Gli autovelox sono l’incubo di tutti gli automobilisti. Bastano anche pochi km orari in più rispetto ai limiti previsti su strade e autostrade per ricevere una contravvenzione e spesso per perdere punti sulla patente.
pubblicato il 20 febbraio 2024
Rincari di oltre il 27% per l'assicurazione auto: dove si paga meno?

Rincari di oltre il 27% per l'assicurazione auto: dove si paga meno?

L’assicurazione auto sta diventando quasi un lusso a causa dell’aumento delle polizze che non accenna a fermarsi. Una recente indagine ha registrato addirittura un incremento dei prezzi Rc Auto di oltre il 27% in un anno.
pubblicato il 14 febbraio 2024
Prezzi Rc Auto: ancora aumenti, il costo medio è di quasi 400€

Prezzi Rc Auto: ancora aumenti, il costo medio è di quasi 400€

Il bollettino statistico dell’Ivass ha calcolato in 302 euro la media dei prezzi Rc Auto nel primo semestre 2023 al netto di tasse e spese, in aumento di 9 euro sull’anno precedente. Tuttavia, considerando il prezzo pieno l’importo schizza a quasi 400 euro.
pubblicato il 9 febbraio 2024
Incentivi 2024 moto e scooter: la guida aggiornata

Incentivi 2024 moto e scooter: la guida aggiornata

Scopri tutte le novità nella nuova pianificazione degli incentivi per moto e scooter 2024, e come cambiano rispetto all'anno appena concluso.

Guide alle assicurazioni

pubblicato il 18 gennaio 2024
Polizze TFM: cosa sono e come funzionano

Polizze TFM: cosa sono e come funzionano

Polizze TFM: scopri su Facile.it in cosa consistono e perché possono essere utili per proteggere il flusso di cassa della tua azienda, e mantenerlo al riparo da imprevisti!
pubblicato il 18 gennaio 2024
Cosa sono le polizze investimento a capitale garantito

Cosa sono le polizze investimento a capitale garantito

Le polizze investimento a capitale garantito sono degli strumenti finanziari che permettono di recuperare l'investimento fatto inizialmente. Da un lato, sono prodotti meno rischiosi di altri, dall'altro però offrono un rendimento minore.
pubblicato il 18 gennaio 2024
Polizza sanitaria per pensionati: come funziona e cosa copre

Polizza sanitaria per pensionati: come funziona e cosa copre

Sempre più over 65 decidono di affidarsi a una polizza sanitaria per coprire le spese mediche e non solo. Qui troverai una breve spiegazione di come funziona questo prodotto assicurativo e di cosa copre.
pubblicato il 11 gennaio 2024
Cos'è e come funziona la polizza Key Man

Cos'è e come funziona la polizza Key Man

La polizza Key Man è una forma di protezione che le aziende possono adottare per mitigare i rischi derivanti dalla perdita improvvisa di una figura chiave all'interno dell'organizzazione.
pubblicato il 11 gennaio 2024
La polizza D&O: cos'è e perché è importante

La polizza D&O: cos'è e perché è importante

La polizza D&O, chiamata anche "Polizza per la Responsabilità Civile degli organi di Gestione e Controllo della Società", è un'assicurazione essenziale per proteggere il patrimonio personale degli amministratori, dirigenti e sindaci delle società.
pubblicato il 9 gennaio 2024
Guida su pensione integrativa e fondo pensione

Guida su pensione integrativa e fondo pensione

Se hai intenzione di aprire un fondo pensione e di avere una pensione integrativa ma non hai ancora le idee chiare su condizioni e vantaggi, ecco una guida per risolvere i tuoi dubbi.
pubblicato il 9 gennaio 2024
Investire per i bambini: quali soluzioni puoi scegliere

Investire per i bambini: quali soluzioni puoi scegliere

Molti genitori sono preoccupati per il futuro dei propri figli e desiderano investire per garantire loro una solida base finanziaria. In questa guida, esploreremo alcune opzioni di investimento per i bambini e forniremo consigli su come pianificare la gestione dei risparmi.
pubblicato il 9 gennaio 2024
Deduzione del fondo pensione: quando e come farla

Deduzione del fondo pensione: quando e come farla

La deduzione fiscale dei fondi pensione consente di risparmiare sulle tasse e allo stesso tempo garantire un futuro finanziario sicuro durante la pensione. Seguendo regole specifiche e massimizzando i contributi deducibili, è possibile ottenere il massimo vantaggio fiscale dai fondi pensione.

Compagnie e intermediari assicurativi

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

© 2024 Facile.it
Tutti i diritti riservati
Facile.it è un servizio offerto da Facile.it S.p.A. con socio unico • Via Sannio, 3 - 20137 Milano • P.IVA 07902950968

Nel mercato assicurativo i principali metodi di pagamento accettati sono:

Payment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment LogoPayment Logo

Ricorda: nel mercato assicurativo NON è previsto come metodo di pagamento l'utilizzo di ricariche postepay e pagamenti intestati a persone fisiche.

Navigazione sicura:

Navigazione sicuraNavigazione sicura

Il servizio di intermediazione assicurativa di Facile.it è gestito da Facile.it Broker di assicurazioni S.p.A. con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS ed iscritto al RUI in data 13/02/2014 con numero B000480264 • P.IVA 08007250965 • PEC PEC

Il servizio di mediazione creditizia per i mutui e per il credito al consumo di Facile.it è gestito da Facile.it Mediazione Creditizia S.p.A. con socio unico, iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM numero M201 • P.IVA 06158600962

Il servizio di comparazione tariffe (luce, gas, ADSL, cellulari, conti e carte) ed i servizi di marketing sono gestiti da Facile.it S.p.A. con socio unico • P.IVA 07902950968